DENUNCIA PENALE STRAEPOCALE (file traducibile automaticamente)

2
7924

DENUNCIA QUERELA AL DR. ANELLI, E AD OGNUNO DEI SUOI COLLABORATORI COINVOLTI NELLA PERSECUZIONE DELLA MIA PERSONA, IMPEGNATA NELLA DIFESA DELLA POPOLAZIONE E DELLA SCIENZA, NELLA PIU’ ASSOLUTA  LEGALITA’

Il sottoscritto Dott. Salvatore Rainò, nato ad Altamura (BA) il 25.10.1961 ed ivi residente in Largo Nitti n. 13, C.F.: RNASVT61R25A225Y,          CARTA DI IDENTITA’ NR. AY4637293 RILASCIATA DAL COMUNE DI ALTAMURAIL 29/08/2017 per ciò che concerne:

 

a)      l’illustrazione dei vari momenti della “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e “il Proclama Internazionale dell’OMS” che, di concerto con tutti i Governi – compreso quello Italiano, – ha stabilito che la soluzione alla Pandemia Covid – 19, è il “Vaccino”;

b)      L’ANALISI DEI REALI MECCANISMI SOMMERSI ALLA BASE DEL COVID -19;

c)      La condotta del Presidente Nazionale dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri dott. Filippo Anelli anche nella qualità di Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari;

d)      La condotta della Bayer SPA NELLA PERSONA DEL SUO LEGALE RAPPRESENTANTE

DENUNCIA QUANTO SEGUE

Sono convinto che il nostro  coraggio sia l’elemento imprescindibile a me ora richiesto, perché la “Forma mentis” del Pubblico Ministero che raccoglierà questo mia accorata “DENUNCIA” o comprenda che anche a lui la Vita sta dando quell’opportunità che a pochi è concessa: lasciare un segno indelebile nella continuità della nostra vita sociale.

Per offrire immediatamente

al PUBBLICO MINISTERO

il nucleo sensazionale del mio Documento, affermo che tutti i soggetti di mia conoscenza, che sono varie decine di migliaia, quando sviluppano sintomi che potrebbero far pensare al COVID, se non seguono la via della paura, degli antinfiammatori, dei comuni protocolli, non vanno incontro al COVID, nemmeno uno.

Numerosi gli Studi, ma basilare il novero dei concetti dei sacri Testi.

 

Ecco solo un piccolo esempio, in cui persino l’OMS è costretta a farne cenno.

 

 

L’Oms: “Non prendere l’ibuprofene in caso di contagio”Ma occhio alle fake news
Secondo alcuni studi l’anti-infiammatorio peggiora le conseguenze del Covid-19
Alessandro Austini 22 marzo 2020

 

Le persone che sospettano un contagio da coronavirus non dovrebbero assumere l’ ibuprofene senza consultare un medico. Lo ha detto l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Il portavoce dell’Oms Christian Lindmeier ha dichiarato, in conferenza stampa a Ginevra, che non ci sono studi recenti che collegano il farmaco antinfiammatorio con un aumento dei tassi di mortalità, ma ha aggiunto che gli esperti stanno indagando per far luce sulla questione. «Raccomandiamo il paracetamolo, non l’ ibuprofene, per l’automedicazione», ha detto Lindmeier. L’indicazione dell’agenzia delle Nazioni Unite è arrivata dopo che importanti funzionari sanitari francesi avevano messo in guardia dall’uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) per Covid-19. Un recente articolo su “The Lancet” aveva avanzato l’ipotesi che alcuni farmaci, incluso l’ ibuprofene, possano rappresentare un rischio per i pazienti con Covid-19 che soffrono anche di ipertensione o diabete. Nei giorni scorsi il ministro della Salute francese Olivier Véran aveva già messo in guardia tutti sull’argomento: «L’assunzione di farmaci anti-infiammatori ( ibuprofene, cortisone,…) potrebbe essere – ha scritto su Twitter – un fattore aggravante dell’infezione. Se avete la febbre, prendete il paracetamolo. Se state già assumendo farmaci antinfiammatori o in caso di dubbio, chiedete consiglio al medico».  ⚠️ #COVIDー19 | La prise d’anti-inflammatoires (ibuprofène, cortisone, …) pourrait être un facteur d’aggravation de l’infection. En cas de fièvre, prenez du paracétamol. Si vous êtes déjà sous anti-inflammatoires ou en cas de doute, demandez conseil à votre médecin.— Olivier Véran (@olivierveran) March 14, 2020 La notizia sta inevitabilmente creando tanto panico e, purtroppo, si sono aggiunte delle fake news sull’argomento. Oggi è diventato virale su Whatsapp un testo secondo cui il Prof. Walter Pascale, chirurgo ortopedico dell’ospedale Galeazzi di Milano, consiglierebbe a tutti di non assumere l’aspirina, li’buprofene, il naprossene e il voltarene, così come tanti altri farmaci, perché favorirebbero le forme gravi di coronavirus.  Il sito “Open” ha contattato l’ufficio stampa del Gruppo San Donato, che fa a capo all’Ospedale Galeazzi di Milano, e la smentita è secca: il testo non è suo e non è stato in alcun modo diffuso dal loro chirurgo nelle chat di Whatsapp. Inoltre il prof. Pascale annuncia di aver già sporto denuncia all’autorità competente quanto accaduto, a tutela della sua immagine e dell’Istituto Ortopedico Galeazzi
https://www.iltempo.it/home/2020/03/17/news/coronavirus-ibuprofene-pericoloso-non-prendere-cortisone-tachipirina-paracetamolo-1296874/

 

A conferma che il tema da me sollevato esiste, ma viene modulato a seconda dei casi, chissà per quali influenze.

 

Questa nota osservazionale, spiegata in modo più approfondito in tutto quello che segue, ho cercato l’occasione di spiegarla e dimostrarla alla Magistratura che, a tutt’oggi appare, forse, non accorgersi di tutto questo perché distolta da milioni di altri discorsi.

Ritengo, sinceramente e in tutta umiltà, che il dato in mio possesso sia la più grande scoperta della storia dell’umanità.

Nel frattempo, questa scoperta conferma che vi è una parte automatica e scontata della nostra vita, alimentata da interessi privati, che deve essere finalmente “guardata in faccia” e superata una volta per tutte, se vogliamo che non succeda più tutto ciò che stiamo vivendo, ma anche moltissimo di ciò che affligge caratteristicamente l’umanità.

Nel mentre io, Medico esperto e di ampio consenso, cerco di comunicare la mia scoperta, il Dr. Anelli, Medico anch’egli, a capo dei Medici italiani, snobba, occulta e persegue la mia condotta, testé espressa in due parole, uccidendo lo spirito scientifico e rallentando l’evoluzione dell’umanità, facendo in modo che i dati fondamentali che io porto restino ignoti proprio ai Medici, che sarebbero gli unici a poterli comprendere e farli comprendere, anche se ciò sarebbe opposto alla corrente dominante:

 

LEGARE A MILLE ORPELLI LA SALUTE, CHE RESTA PIÙ DANNEGGIATA CHE PROMOSSA, E IL TUTTO A CARISSIMO PREZZO!

 

Nel 1918-1920, al tempo dell’Influenza Spagnola, vero clone del periodo attuale, divenne noto, a tutti, il fatto che i pazienti che si curavano con l’omeopatia guarivano tutti, mentre quelli che utilizzavano il farmaco prescritto e pubblicizzato, ASPIRINA, morivano tutti, 50.000.000 di decessi. La morte è stata attribuita con chiarezza al più grande errore della storia dell’Umanità: ASPIRINA (antinfiammatorio).

Secondo la mia ricostruzione dei fatti, solo una “cosa così innocente”, come ASPIRINA, avrebbe potuto mietere tante vittime, in mezzo alla follia bieca e insulsa di tutti.

Le autopsie dell’epoca erano identiche a quelle, tardive, effettuate nella nostra epoca covidiana!

La cosa non piacque alla Bayer, che si è “legata al dito questa storia” ed ha impiegato tutte le sue forze per imporre la sua visione del mondo, della salute e della malattia. Abbiamo il dovere, una volta per tutte, di appurare certe verità.

 

Con la presente Denuncia, anche ad integrazione di quanto già esposto da me nelle adeguate sedi, tra queste la PROCURA DI BARI, voglio fornire FATTI CONCRETI, storici, professionali e, a mio parere di rilevanza penale, che rappresentano il contorto iter secondo il quale, sempre di più negli anni, si è voluta costruire una pesante situazione di Dittatura sanitaria.

Per raccordarsi agli eventi di cui sopra, basta partire esaminando l’Esposto assistito realizzato dall’Avv. Saverio Lauretta, e presentato da circa 5.000 persone in Italia, nel luglio 2020, da intendersi qui integralmente trascritto e riportato.

Già dagli inizi del 2020, mi ero espresso su alcuni meccanismi scientifici che avrebbero potuto apportare una chiarezza speciale sull’accaduto globale.

Il presente Documento di denuncia segue la serie di Documenti già da me ufficialmente pubblicati, inoltrati all’Ordine dei Medici e in seguito alla Procura di Bari, individuabili nei miei fascicoli, ad iniziare dall’aprile 2018, epoca in cui, a causa della Legge Lorenzin, alla luce della mia posizione sociale di Medico e Scienziato, con profilo di formazione e professionalità particolarmente atti a farmi esprimere negli argomenti in questione, ho dovuto assumere una netta posizione a difesa della popolazione violata dalle costrizioni vaccinali, forzatamente artate e stranamente univoche, a dispetto di ampie discordanze con fatti concreti ripetutamente posti in evidenza dall’intera comunità scientifica.

Nella atroce e vergognosa confusione delle vicende intercorse, si è notato un atteggiamento del Presidente dell’Ordine dei Medici, che lungi dal valorizzare tutte le rilevanze scientifiche atte a contrastare la palesemente grottesca posizione politica, ha, invece, “ha preso ordini” da tale fronte deformato e illegale, condizionando, fatto ancora più grave, la condotta dell’intera categoria dei Medici, che erano i soli a poter ridimensionare con autorevolezza il tutto.

La relativa esiguità numerica dei Medici che hanno “alzato la testa”, non è segno di scarsa importanza della loro posizione, come il Dr. Anelli avrebbe detto (https://www.huffingtonpost.it/entry/l-ordine-dei-medici-apre-uninchiesta-su-13-medici-negazionisti-e-no-vax_it_5fe9b9c8c5b6e1ce833b0dbf), ma, al contrario, è segno della totale atmosfera di censura e ricatto svolta criminosamente dall’Ordine dei Medici, che non è nuovo a questi tipi di atteggiamento.

La sfumatura di opinioni differenti su argomenti scientifici, sempre a fronte della capacità di utilizzare le conoscenze scientifiche nel migliore dei modi, grazie alle proprie doti personali, è, e deve rimanere un fiore all’occhiello dei Professionisti di successo, che oggi, alla luce dell’andazzo medico corrente, forse non sono così numerosi.

Il commento malvagio ed anti-deontologico di Anelli, in relazione all’esiguità dei Medici che lui chiama NO-VAX, è invece una ennesima prova che la condotta ordinistica, proprio ai Medici che sentono il dovere di reagire, non consente di esprimere le loro opinioni, ricattandoli con lo spauracchio disciplinare, che invece pone le premesse per una rivalsa penale di questi Medici nei confronti dell’Ordine professionale.

Ecco perché io non intendo presentarmi al cospetto dell’Ordine, specie dopo i suoi tentennamenti ridicoli, che hanno inizio nei miei confronti sin dall’aprile 2018.

Piuttosto, al Dr. Anelli, rispondo, dicendo che in questi ultimi giorni, in cui incombe il momento concreto della vaccinazione covid, si sta assistendo ad una clamorosa marcia indietro di quanti si designavano eroi in prima linea, in quanto gli operatori sanitari stanno dimostrando di aver paura di sottoporsi al vaccino. Ci spieghi il Dr. Anelli che cosa sta succedendo!

La stessa penosa ritirata si sta palesando per gli Uomini in divisa, che non intendono farsi vaccinare. Qual è la spiegazione anche per questo fenomeno?

Evidentemente, quando ci sono queste ritirate così patetiche, vuol dire che i presupposti dei comportamenti e delle affermazioni precedenti non erano in linea con le convinzioni profonde. Altrimenti, perché adesso queste persone non si precipitano a farsi vaccinare?

Quindi era stata operata una pressione notevole per fare apparire le cose in un certo modo, ma su questo intendo anche confrontarmi con il Dr. Anelli, al cospetto della Magistratura.

Il Dr. Anelli continua, anche in questa sua ultima condotta in relazione ai Medici, a dimostrare che non ha interesse a porre in risalto la verità dei fatti.

Comunque, io sono sempre pronto a vaccinarlo, però con le mie mani!

State tranquilli che non gli permetterò di fare come ha fatto il Dr. Fauci, che ha mostrato di vaccinarsi al braccio sx e poi ha indicato, il giorno successivo, i fastidi al braccio dx.

La Magistratura è seriamente pregata di prendere dignitosamente la storia in mano, almeno per premiare la nostra fiducia, di persone oneste e responsabili.

Ritengo, potendolo supportare con mille argomentazioni, che sia evidente una “Mala Gestio” del “Fatto Medico” e del “Fatto Deontologico”, ma ciò che è ben più grave è l’origine centrale a partire dal Dr. Anelli, evidentemente non immune da condizionamenti, il cui comportamento cozza con quello scientifico, che i Colleghi si attendono da lui.

Io non ho potuto tacere, mosso dai Valori più sacri della mia vita e della partecipazione sociale attiva alla storia della mia gente.

Possibile che io non possa confrontarmi, sul piano della par conditio, su argomenti che posso insegnare a Lezione nell’Università, e debba essere perseguitato come se vi fosse una mia responsabilità professionale, da un Ordine dei Medici, che ormai si è posto in una situazione di incriminabilità penale?

Di seguito, vi è la lunga elencazione di Documenti precedenti, che restano agli atti per circostanziare con più precisione ciò che in questa battuta è la mia esigenza di richiamare l’attenzione della Magistratura nei tempi più immediati possibili,

a)   Perché la situazione gravissima non continui a danneggiare ancora più gravemente la popolazione (anche con la pressione vaccinica, che, praticamente è un capitolo di criminologia e non di scienza)

b)   Perché siano individuate con urgenza le condotte, secondo quanto ho spiegato, criminali del Presidente dell’Ordine dei Medici, completamente soggiogato e soggiogante, in virtù della sua posizione

c)    Perché mi ritengo in pericolo, di vita  di salute, per la nettezza della mia figura e la potenziale “pericolosità” che rappresento per il fronte colluso in avanzata, che, grazie alla mia insistenza, troverebbe un meccanismo di arresto, la soluzione civile, legale e definitiva, solo nell’intervento della Magistratura

d)   Perché sono in preda ad una situazione di grave attacco della mia onorabilità e della mia salute, a causa dell’ansia e della perdita di concentrazione necessaria per svolgere la mia missione, procurata dal comportamento gravemente persecutorio da parte del Dr. Filippo Anelli, Presidente dell’Ordine dei Medici, assieme ai suoi collaboratori che lo affiancano e che chiedo di sottoporre tempestivamente al vaglio della Giustizia

e)    Perché sono convinto che proteggere la mia persona, lungi dall’essere un fatto personale, è, invece, troppo importante per la sua connessione con la possibilità di fare rientrare l’apocalisse di corruzione e amoralità che si sta scagliando sul Mondo, e in un modo particolare sull’Italia

f)     Perché, per i motivi predetti, al fine di preservare quanto possibile l’integrità e la sicurezza della mia vita, avverto che per nessun motivo io debba sottopormi ad un incontro con nessuna Commissione Disciplinare all’Interno dell’Ordine dei Medici, in quanto invoco la Magistratura di intervenire al più presto per proteggermi.

g)   Perché, secondo la recentissima giurisprudenza della Cassazione (sent. Cass. Civ. n. 870 del 17.01.2014) la mancata partecipazione dell’inquisito al procedimento disciplinare nelle sue varie fasi (compresa, quindi, l’audizione) non costituisce, di per sé, specifico addebito disciplinare, costituendo un legittimo esercizio del diritto alla difesa

h)   Perché, infatti, non avendo commesso nessun reato e non avendo apportato danni ad alcuna delle persone con cui interagisco, dalle quali, anzi, sono additato come il loro protettore, non posso ulteriormente violentarmi, più di quello che il Dr. Anelli abbia già fatto, annichilendo il mio senso del dovere e la mia dignità di Uomo e di Medico

i)      Perché, alla luce di quanto mi sembra di poter sostenere, esaminando le implicazioni della Giurisprudenza nelle vicende in corso, ritengo che il Dr. Anelli debba essere posto sollecitamente “agli Arresti”, in quanto egli sta continuativamente esercitando dei reati di immane impatto sociale, tramite meccanismi soprattutto incentrati sulla condotta dei Medici, che non sono tutti in grado di reagire con la mia stessa lucidità, in quanto intimoriti, ricattati e posti nell’impossibilità di esercitare la propria autonomia di giudizio, in scienza e coscienza

j)      Perché il Dr. Anelli ha dimostrato di non saper porre un limite alla tracimazione arrogante, presuntuosa, cinica e delittuosa della classe politica, del tutto disinteressata al reale benessere della gente, ormai in collasso criptico e ridotta ad una massa di dementi, occupati da problematiche psichiatriche indotte dall’influenza di ogni ordine e grado, anch’essa ridotta a brandelli, come accade in un “effetto domino”

k)    Perché i reati in discussione, che imploro la Magistratura di vagliare sono: la stessa Continuatività dei comportamenti illeciti tenuti (art. 81, co. 2 c.p.), Favoreggiamento (art. 378 c.p.), Abuso di Atti d’ufficio (art. 323 c.p.), Procurato allarme (art. 658 c.p.), Abuso di potere (art. 323 c.p.), Falso ideologico (art. 479-483 c.p.), Coercizione (art. 611 c.p.), Falsità materiale (artt. 476, 477 e 478, 482 c.p.), Plagio (art. 603 c.p.), Tortura (art. 613 c.p.), Atti persecutori (art- 612-bis c.p.), Istigazione a delinquere (art. 414 c.p.), Istigazione a disobbedire alle Leggi (art. 415 c.p.), Associazione a delinquere (art. 416 c.p.), Associazione di tipo mafioso (art. 416-bis c.p.) Terrorismo ed eversione dell’ordine democratico (art. 270 c.p.), Violazione del Giuramento di Ippocrate (indipendenza della Professione, difesa della vita, tutela della salute fisica e psichica, scienza, coscienza, diligenza, perizia e prudenza, etc), ma senz’altro la Magistratura potrà essere più precisa

l)      Perché, considerando il Presidente dell’Ordine dei Medici un P.U. o un incaricato di Pubblico servizio, è da sottolineare in particolare, l’art. 323 c. p.;

in relazione alle dichiarazioni rilasciate o notizie fornite alla stampa potrebbe starci l’art. 595, comma 3, c. p.;

in alternativa, la violenza privata (art. 610 c. p.) o la minaccia aggravata (art. 612 c. p.).

La libertà di manifestazione del pensiero risulta, infine, tutelata e garantita, in ordine cronologico, dalle seguenti norme: Art. 21 Cost. Rep. It.; Art. 19 Dich. Univ. Diritti dell’uomo; Art. 10 Conv. Eur. per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, secondo cui – all’esito dei possibili rimedi giurisdizionali – il cittadino può ricorrere alla CEDU, per il ristoro dei danni subiti anche di tipo morale

m) Perché ritengo che, qualora la mia richiesta, sollecita e ripetuta, di intervento pronto nell’accertamento delle condotte delittuose in atto, tardi ancora a venire in aiuto sia mio che dell’intera popolazione, mi dispiace dirlo, ma dovrei ravvedermi sulla effettiva utilità dell’esistenza della Magistratura, poiché, l’inerzia omissiva della stessa contribuirebbe ulteriormente ad aggravare la situazione globale che attraversiamo

n)   Perché, sono pronto ad accettare il peso del mio errore, se, sino alla fine, non dovessi essere in grado, in Sede di Giudizio, di supportare ogni mia affermazione rilasciata sino a questo momento.

ATTENZIONE

Prima di augurare buon lavoro, nello Studio del mio Documento, ho il dovere di insistere nel far precedere, alla lettura di quanto segue, la visione completa del Video Intervista alla notissima CATHERINE AUSTIN FITTS, che dalla sua posizione al centro delle grandi verità finanziarie del Mondo, poche ore fa, ha inequivocabilmente rivelato e spiegato che cosa è effettivamente quella che chiamano Pandemia virale da Coronavirus.

Ecco il Video

https://www.youtube.com/results?search_query=scoop+intervista+a+catherine+austin

Il contenuto del Video è in sintonia con quello di infinite altre fonti autorevoli, ma, in sé e per sé, è davvero lucido e sconvolgente, per la sua chiarezza.

Si comprende bene che io ho ragione a ritenere che un Medico, nella posizione di Anelli, non avrebbe mai dovuto assecondare gli Ordini dello Stato deviato, perché, così facendo, nel suo Ruolo di Medico, che alimenta il comportamento di tutti i Medici in Italia, ha determinato danni di inaudita gravità, macchiandosi di tutti i Reati che io gli ascrivo.

La mia attenzione, quindi, da Medico, infastidito dal Dr. Anelli nella parte più sacra della mia vita e della mia Professione al servizio della gente, è centrata sul perseguimento della sua condotta continuativa, MORTALE per la Comunità.

 

Ma prima di proseguire nel dispiegamento di una miriade complessa di elementi che supportino la mia presa di posizione, invito (solo a mo’ di esempio) a prestare attenzione a:

LOMBARDIA: 1.500 di bonus ai medici di famiglia che faranno più vaccini covid-19

 

LOMBARDIA: 1.500 di bonus ai medici di famiglia che faranno più vaccini covid-19

Di

Cesare Longo

8 Gennaio 2021

 

 

IL VACCINO È ARRIVATO IN ITALIA: sono state consegnate

a Roma le prime 9750 dosi

 

 

LOMBARDIA – Accordo fra medici di famiglia e Regione: 1.500 euro di bonus se sarà raggiunta una copertura vaccinale pari al 20% degli assistiti.

Dopo i confronti dei giorni scorsi, è stato siglato in Lombardia l’accordo fra i medici di famiglia e la Regione per la somministrazione dei vaccini anti Covid.

I camici bianchi di base avranno un ruolo significativo nell’immunizzazione della popolazione generale a partire dalle prossime settimane, con la disponibilità del vaccino Moderna.

Fra i punti salienti dell’accordo, la possibilità di procedere con le somministrazioni non necessariamente negli studi medici, ma anche e soprattutto in strutture esterne in collaborazione con enti locali, Ats e cooperative della medicina generale presenti sul territorio e la previsione di un sistema di premi che scattano al raggiungimento di obiettivi di copertura.

Missione vaccinare il più possibile e in maniera efficiente i lombardi. In pratica, a partire da quando il medico assicura una copertura vaccinale pari al 20% degli assistiti (in particolare fragili e cronici) vengono riconosciute “delle aree di risultato economico”, una sorta di incentivi.

Commento personale

Queste sono le logiche del deprecabile “Comparaggio”, ove il discernimento del Medico salta in favore di dinamiche di favoreggiamento e istigazione a delinquere.

*****

Sarebbe sufficiente, oltre la presente denuncia, il solo fatto di quanto espressamente riferito da Ranieri Guerra e Zambon, nelle due scorse recenti trasmissioni, di questo mese di gennaio 2021, di Giletti NON E’ L’ARENA su “LA 7”, della cui registrazione, relativa a due Puntate,

si chiede

l’estrazione, affinché, d’Ufficio, l’Autorità Giudiziaria avvii un’indagine penale, in quanto appare assolutamente conclamato il nesso causale che ha condotto a tante vittime, di cui i responsabili politici ed amministrativi appaiono assolutamente identificati con il loro nome e cognome. A tal proposito si auspica che proprio dall’acquisizione delle registrazioni di queste due puntate di NON E’ L’ARENA, d’Ufficio, i responsabili vengano assicurati alla Giustizia.

 

Alcuni dati estrapolati dalle Tabelle

Nel 90,8% delle diagnosi di ricovero erano menzionate condizioni per cui il ricovero non era correlabile all’infezione.

La terapia antibiotica è stata comunemente utilizzata nel corso del ricovero (86,0% dei casi), meno usata quella antivirale (51,1%), più raramente la terapia steroidea (49,0%). Il comune utilizzo di terapia antibiotica può essere spiegato dalla presenza di sovrainfezioni.

 

Quindi ci risiamo: lo stesso quadro degli anni 1918-1920 (Spagnola), in cui la causa di morte era la sovrainfezione batterica opportunista legata alla soppressione della risposta infiammatoria utile, dovuta all’uso spropositato degli antinfiammatori.

Vi è da dire che questi farmaci sono stati assunti dai pazienti, per autoprescrizione, sinché erano ancora in casa, tanto da precipitare le condizioni cliniche e finire in Ospedale.

Questo è l’elemento che spiega come anche negli anni scorsi vi erano quadri di tipo epidemico importante, ma non era scattato l’Ordine di parlare di Pandemia COVID.

 

Nonostante, avendo posto in massimo rilievo la responsabilità dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) la mia posizione di Studio abbia superato qualunque altra linea in grado di atterrare la Truffa pandemica, è comunque fondamentale evidenziare che il numero di Medici che non tollerano più le sciocchezze terrificanti del COVID e tuonano contro il VACCINO aumenta sempre di più.

Ma in Italia, il GUARDIANO che ha impedito ai Medici di esprimersi è il fantomatico Medico a capo dei Medici, il Presidente dell’Ordine dei Medici, Dr. Filippo Anelli, pur avendo le conoscenze scientifiche per assumere una POSIZIONE che limitasse la tracotanza politica.

 

Ecco un interessantissimo Video che raccoglie il Verdetto di molti Illustri Medici di tutto il Mondo, ma è solo un esempio fra tanti.

https://rumble.com/vcawve-qui-abbiamo-le-opinioni-degli-esperti-medici-e-non-solo-sul-coronateatro-.html

 

*****

 

 

CELEBRAZIONE

Ecco che cosa ho inviato all’Ordine dei Medici,  che,  ancora una volta interferisce criminosamente con il mio Dovere di Medico, di Scienziato e di Pubblico Ufficiale.

“Celebrazione”

Filippo Anelli, nuovamente, dopo vari tentennamenti e rimandi, che risultano agli Atti, mi hai convocato, disponendo il 18/01/2020, senza nemmeno renderti conto che la data si riferisce all’anno già trascorso.

Però, non mi meraviglio di questo errore, poiché esso si inscrive in un coacervo di altri numerosi errori che fanno capire come tu sia in confusione.

Io ho il dovere sacrosanto di continuare a farti notare che:

1) IN RELAZIONE ALLA MIA CONVOCAZIONE, CHIEDO, COME E’ ’MIO DIRITTO, CHE MI SIA COMUNICATO  IMMEDIATAMENTE L’ELENCO COMPLETO DELLE GENERALITA’ DEI SIGNORI CHE COMPONGONO LA COMMISSIONE.  IN MANCANZA DI PRONTA RISPOSTA ALLA MIA DOMANDA, SARO’ COSTRETTO AD INTERVENIRE CON MODALITA’ CHE VI OBBLIGANO A RISPONDERE.

2) stai prestando la tua persona a diffondere informazioni menzognere

3) queste informazioni hanno creato insostenibili anomalie di condotta dei Medici, che sono sotto il plagio esercitato, grazie all’influenza del tuo ruolo

4) le mie affermazioni sono la realtà dei fatti, tanto che ti conduco in Tribunale per dimostrarti che hai tirato troppo la “corda”, vediamo come ti argomenterai

5) costi quel che costi, io non intendo abbassare la guardia nei tuoi confronti, perché ritengo che tu sia un vero pericolo pubblico

6) il numero di Medici che è d’accordo sulla fraudolenza del tuo operato è così alto, che dovresti solo preoccuparti

7) sei stato invitato ripetutamente a moderare le posizioni assunte, ma non hai voluto prestare attenzione e applicare, proprio tu, un pizzico di deontologia

8) hai generato una riserva di energia potenziale che ti si scaglierà addosso, da un momento all’altro e ti destituirà, ponendo finalmente l’Ordine dei Medici nelle condizioni di CHIUDERE, perché non rappresenta più l’indipendenza della Professione medica

9) il modo in cui l’attività ordinistica si svolge è diventata la vergogna della Classe Medica

10) anche se i politici dettano ordini, tu avresti dovuto tenere una posizione al di sopra dei condizionamenti, ai quali ti sei piegato, invece, determinando una gravissima situazione sanitaria in Italia

11) insisti sul voler contrastare la mia nobile posizione scientifica ed umana, ma non comprendi che la situazione attorno alla mia persona, grazie ai FATTI sempre più acclarati sul piano scientifico, non è, e non lo è mai stato, un argomento di natura disciplinare nei miei confronti, bensì trattasi di una grave situazione penale nei confronti della tua traballante figura

12) sei avvisato, dato il comportamento odioso ed inetto tenuto finora, in quanto mi hai solo molestato e mi hai fatto perdere tempo ed energia come se ciò fosse indispensabile, ma intanto è dai tempi della Lorenzin che attacchi ma non hai il coraggio di procedere, perché, te lo diciamo in parecchi, ti rendi conto che non avresti i mezzi per sostenere il confronto con me

13) hai creato le condizioni perché io possa ritenermi seriamente danneggiato per tutti questi motivi, e pertanto sappi che sei citato ai danni

14) preciso che, data la condotta scandalosa nella quale vi siete collocati, con le ricadute pesantissime sulla salute pubblica, con implicazioni penali senza precedenti, qualunque decisione ulteriore nei miei confronti, di qualunque natura, non farà altro che peggiorare la vostra incriminabilità

15) le anomalie applicative dei fondamenti scientifici in tema di virus, pandemia e vaccini sono ufficialmente state smascherate e tu, Anelli, continui ad essere il responsabile dell’autorizzazione dell’intera categoria medica ad assumere comportamenti  antiscientifici, dannosi per la comunità e gravemente omissivi

16) hai distolto i Medici dalle buone pratiche della Professione, dal parlare delle buone regole di igiene di vita, dall’insegnare i comportamenti per scongiurare che la malattia si impadronisca delle persone

17) ti sei reso complice del Governo deviato, con ingiustificate restrizioni che hanno avvilito in ogni modo i cittadini, generando errori di comportamento e gravissime problematiche anche psichiatriche

18) hai tenuto impegnati Medici, operatori sanitari e tante altre categorie con occupazioni demenziali e dannose per tutti

19) hai travisato ogni buon senso, imponendo e avallando modi di agire insulsi, che offendono la nostra tradizione medica e umana di alto rango

20) hai avallato comportamenti socialmente pericolosi, sostituendoli a quelli corretti, servendoti del prestigio della tua immagine, Ospedali chiusi, Pronto soccorso chiusi, Reparti e prestazioni indisponibili e farraginosi, Ambulanze che non arrivano, Medici di base che non visitano più, moltitudini di assistiti allo sbaraglio, come se fossimo persi nella giungla. Non avresti dovuto assecondare nemmeno per un attimo tutto questo andazzo, che ora si è impadronito della Sanità e continua a mietere vittime, grazie a te

21) non hai per niente preso in esame la situazione con spirito medico e scientifico, come ho fatto io, che sono, DI FATTO,  a capo di una popolazione esente da cancro e che non prende il covid nemmeno se implori le forze malefiche con cui, capisco, familiarizzi

22) l’andamento delle vicende è completamente indipendente dai tenori impiegati, ormai è chiaro, ma questo non ti ha fatto valorizzare altre possibilità che il Medico ha il dovere di vagliare, come ho fatto io, indicando con chiarezza letture degli eventi che con il virus infettivo non c’entrano proprio nulla e che urlano che sia rivista la modalità ascientifica di utilizzo dei farmaci e degli schemi di ragionamento dei politici, che ora vogliono entrare in Facoltà e insegnare Medicina!

23) i farmacisti, da me interrogati sull’andazzo di questo anno, arrossiscono, imbarazzati, e confessano che è tutto uno schifo, ma loro vengono lasciati ad alimentarlo; il boom di vendita di FANS ha preceduto ed alimentato le cifre covid, come dite voi, e senza che nessuno oltre a me se ne rendesse veramente conto, anche se le segnalazioni da parte di tutto il Mondo sono numerose

24) hai disorientato tutti nell’affrontare il Colpo di Stato in atto, impedendo di disporre di una guida medica integra e lasciando la popolazione tutta e i Medici da soli, in contrasto con la propria coscienza

25) per questo motivo è giusto indirizzare ogni sforzo verso di te, affinché tu, che non sei un politico, ma un Medico, sia assicurato alla Giustizia, restituendo ai Medici la libertà di esercitare la Medicina senza condizionamenti, che ormai hanno cancellato il senso dell’essere Medico

26) avresti potuto chiedere aiuto alla popolazione e a tutti i Medici di buona volontà e di spicco, per non dovere obbedire ciecamente e replicare i copioni nefasti imposti dall’alto

27) ho raccolto e pubblicato, e non solo io, una serie infinita di argomenti inoppugnabili che provano l’inammissibilità della tua condotta

28) il fatto che, dopo la radiazione di altri Colleghi, per aver mantenuto integra la dignità del Medico nelle derive criminose dell’attuale situazione, tu insista adesso nel voler perseguire la mia condotta non è sostenibile dal punto di vista scientifico e deontologico

29) pertanto la tua insistenza, con fare più che discutibile, diviene obiettivamente l’argomento da perseguire, ed io lo faccio, con l’aiuto ed in rappresentanza di una mole gigantesca di figure autorevoli, che hanno individuato con precisione la grave condotta da te tenuta in queste situazioni ed in altre   situazioni simili

30) è indispensabile che tu comprenda, per non fare più danni, che non puoi continuare ad avallare le dinamiche politiche dalle quali ti sei fatto rendere soltanto un fantoccio

31) ogni tuo operato è sotto il riflettore della Giustizia, per cui, ancora una volta sei invitato, a chiarire che hai ricevuto pressioni che ti hanno costretto a comportamenti che tu non intendi più sostenere

32) sullo sfondo dei condizionamenti che hai ricevuto, è evidente che, per restituire il suo ruolo alla Medicina, occorre passare dalla inattivazione della tua figura e dell’Ente che tu gestisci, che ormai deve essere rivisto dalle fondamenta, nella sua utilità e nelle sue funzioni, che sono divenute contrarie agli scopi che l’Ordine dei Medici afferma di prefiggersi

33) ti ricordo che l’Esame di Abilitazione è più che sufficiente a contestualizzare l’idoneità “tecnica” del Medico all’esercizio della Professione medica, mentre l’Ordine è un’aggiunta statale, che ha senso se protegge il Medico e lo illumina nella sua condotta, cosa che non accade da molto tempo per vari argomenti, oltre a quello che voi avete l’ardire di chiamare pandemia, a fronte,  poi, della rovinosa caduta delle Istituzioni, che non si sono dimostrate all’altezza di un discorso medico

34) torno a dire che bisogna spiegare molte cose che non giustificano che si parli di virus, contagio, positività e pandemia, ma, soprattutto,  bisogna spiegare tutti i morti per negligenza medica indotta dalla tua condotta irresponsabile e cinica, che continui a presentare sotto mentite spoglie di comportamento corretto e adeguato alle circostanze, MA POTRAI SPIEGARE TUTTO, SE CI RIESCI, IN AULA DI TRIBUNALE

35) RATIFICO inesorabilmente che non sono tenuto a presentarmi a nessuna celebrazione, non si capisce di che cosa, non si capisce perché, dato che chi deve dare spiegazioni sei solamente tu

36) non scherzo, quando dico di non azzardarti a prendere altre decisioni che rendano l’aggressione che mi avete fatto subire ancora più grave

37) ho premura di spiegare che non mi sarei mai sognato di assumere questo mio comportamento se non avessi dovuto farlo per motivi di Deontologia, contrariamente a ciò che hai fatto tu

38) avvisa tutti i tuoi collaboratori nello svolgimento delle operazioni contro di me che devono già ritenersi tutti, uno ad uno, coinvolti nel dover spiegare nelle Sedi adeguate, perché si sono ostinati a non sollevare dubbi nei confronti del tuo inopinatamente discutibile operato

39) sia chiaro che è in corso una adeguata osservazione del comportamento di molte figure, specie delle figure universitarie e ospedaliere più autorevoli, che dovranno egualmente dar conto di una serie di ripetute affermazioni, che sono soltanto l’eco dello scimmiottamento di figure politiche e gestionali, anche internazionali, gravate da una pubblica accusa incoercibile

40) come è giusto anticipare che si sta dando voce a tutti coloro che, addetti ai lavori, sgomenti per i condizionamenti che stavano subendo, hanno dichiarato che i motivi del procurato allarme erano del tutto ingiustificati (addirittura sono stati scoperti dei manichini in rianimazione!!!!!!)

41) quindi, Anelli, in fin dei conti, chi te la fa fare a continuare a far finta di gestire il ruolo che somiglia molto a quello di altri personaggi altrettanto atterrabili, come certi Governatori regionali, che saranno travolti in uno scandalo senza precedenti storici, ma assieme a te che sei, ripeto, un Medico

42) inutile dire anche che è in corso di istituzione una lista delle persone che indirettamente sono state danneggiate per i gravi vuoti assistenziali di cui hanno patito, sino alla perdita dei propri cari, a causa della “follia”covid, che ha tolto qualunque lucidità ed ha stravolto i sani comportamenti diagnostici e terapeutici

43) molte figure saranno chiamate a rendere conto del loro operato, ma ricordati che non si tratta di Medici e che, pertanto, non graverà su di loro la pena che graverà su di te, perché, come ben sai, l’errore è tanto più grave quanto più la persona ha i titoli per poterlo evitare

44) concludo riassumendo che ti intimo di fermarti, posso farlo perché sono un Medico, un Internista, un Immunologo, un Omeopata, un Pubblico Ufficiale, un Ufficiale Medico in congedo, un insignito del Titolo di Nobil Homo

45) il tuo orgoglio, come accade in questi casi, ti spingerà a reagire, ma, credimi, questo tuo ennesimo errore accelererà solo il tuo arresto, specie nella misura in cui dedicherai ancora la tua attenzione distorta alla mia nobile figura, il che potrà solo arroventare le questioni a tuo carico

46) ho dato a te, e alla Commissione che ti affianca, l’opportunità di leggere le mie memorie, ma, evidentemente, volete proprio “farvi male”, altrimenti, dopo i vostri miserevoli tentennamenti, avreste rinunciato a convocarmi per l’ennesima volta (vedo un Ordine dei Medici, come dire, “di campagna”)

47) gli argomenti che vi hanno fatto erigere non sono meritevoli di alcuna celebrazione, come voi dite, in quanto la sede ove parlarne non è il luogo del “Provvedimento disciplinare”, ma il “Podio” ove l’Umanità sana di mente e responsabile punta il dito su di voi, e ormai l’ha fatto con tale chiarezza, che siete davvero obsoleti e ridicoli nel voler insistere, mentre vi si sgrètola il terreno sotto i piedi

48) un pensiero è d’obbligo a tutti quei giornalisti che potrebbero rientrare nei ranghi, semplicemente svolgendo il loro dovere di cronaca, cioè pubblicando, integralmente, questo ennesimo mio messaggio rivolto al Presidente dell’ordine dei Medici italiano

49) solo la Legge di Dio conosce la vera natura del cuore di ognuno di noi, compresa la mia e la tua, caro Anelli

50) ti chiedo scusa se ho dovuto rivolgermi a te con tale forza, e mi sono anche moderato, ma se non lo facessi, un giorno sarei davvero perseguibile dal punto di vista deontologico, morale e professionale, quindi procedo, sempre nel rispetto del mistero del tuo divenire, che ti auguro di poter correggere al più presto.

Nobil  Homo

Dr. Salvatore Rainò

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo –

13° Battaglione Logistico di Manovra

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

*****

 

COMUNICATO ALLA SOCIETA’ CIVILE

Ecco che cosa ho prodotto per rendere più evidente la grande verità, sulla quale mi muovo, sempre per fare, semplicemente, il mio Dovere. Allego anche il Link del Video corrispondente a questo mio intervento

( https://salvatoreraino.com/comunicato-alla-societa-civile/ )

 

 

 

COMUNICATO ALLA SOCIETA’ CIVILE

Oggi, 24 dicembre 2020, ho il dovere di emettere il seguente Documento, se non facessi la qual cosa mi porrei in una situazione di perseguibilità penale, che, ovviamente, voglio evitare.

Come ripetuto in varie occasioni, presentando anche in Procura le pagine da me prodotte su diversi dettagli della così detta pandemia, stiamo affondando nella più assoluta discrepanza tra l’obiettività scientifica disponibile all’attenzione di tutti e una serie di comportamenti mantenuti a danno dell’intera comunità da una parte ristretta della compagine sociale, che però condiziona l’andamento dell’intero periodo 2020, in termini drammatici.

Invano, ho ripetutamente invitato il Presidente dell’Ordine dei Medici, Dr. Filippo Anelli, ad assumere una posizione veritiera che fungesse da Faro nella coltre nebbiosa di menzogne, che sono più che acclarate.

Contemporaneamente, ho allertato in vario modo, la Magistratura, anche tramite diversi Documenti presentati in Procura, affinché si intervenisse nel fare luce con la necessaria tempestività sugli oscuri aspetti della pandemia, e, avendo fornito persino delle chiavi di lettura, plausibili fin dall’inizio delle mie segnalazioni, ho potuto constatare che è passato un anno e che i danni incalcolabili per la popolazione hanno raggiunto livelli che non possono essere più tollerati e che adesso inizierebbero ad autorizzare manovre di intervento popolare di qualunque natura, pur di fermare gli apocalittici reati in corso.

Mi dispiace, ma in questa occasione, devo essere più chiaro che mai.

Infatti, vengo a spiegare che nel profilo di responsabilità penale, la condotta eventualmente colposa del Sanitario è tanto più rilevante quanto più egli ha Titoli di Studio che lo porrebbero nelle condizioni di sbagliare di meno.

Lo stesso vale per profili di responsabilità che vedono il Sanitario a capo di un Istituto, un’Organizzazione, un Servizio, una Categoria, su cui egli esercita la sua autorevole influenza, determinandone le scelte di comportamento, con le ovvie ricadute dirette in termini di responsabilità penale.

Un esempio emblematico, in tal senso, è quello che si dirama dalle attività del Dr. Filippo Anelli, che, a fronte delle sue prestigiose funzioni di Medico a capo dell’intera Categoria dei Medici italiani, ha omesso il ragionamento scientifico, avallato i condizionamenti politici, travisato la lettura dei dati epidemiologici, ceduto troppo facilmente alle pressioni dell’Industria farmaceutica, incoraggiato una condotta omertosa dei Medici in genere, con gravissime conseguenze di Reati a danno dell’intera popolazione, Reati ancora in corso, più che mai, che, dopo gli abusi sanitari in termini di vaccinazione obbligatoria in genere, ora volgono al coronamento di un sogno di una particolare specie di farmindustria, già coinvolta in una serie di Reati depositati nella memoria storica e giurisprudenziale, portando l’intera popolazione, come un gregge,   all’interno del recinto vaccinico, colmo di artefatti che non possono e non devono essere più tollerati.

La gravità di tutto ciò è tale che la condotta ordinistica del Presidente Anelli si configura palesemente come un grave crimine contro l’Umanità, tutt’ora in corso, che esplicita sempre di più i suoi danni e pertanto, come da Giurisprudenza, richiede l’ARRESTO IMMEDIATO, per porre fine al perseverare dei Reati in corso. Flagranza di Reato.

Siccome, i Reati gravi, come l’organizzazione mafiosa della pandemia, avrebbero dovuto trovare soluzione, la più tempestiva possibile,  nell’intervento della Magistratura, che io ho allertato sin dalle prime settimane dell’anno, dovendo constatare che a tutt’ oggi non vi è stato nessun intervento risolutivo che abbia dimostrato di far tesoro delle numerose indicazioni fornite dal sottoscritto e da molti altri Professionisti, sono costretto a fare presente anche a tutti i Magistrati potenzialmente coinvolti in questa grave negligenza che la loro posizione inizia ad essere non meno perseguibile di quella del Presidente dell’Ordine dei Medici.

Sempre per dovere, mi spetta sottolineare che, nel nostro Ordinamento, esiste un profilo di responsabilità penale dei Giudici, che può essere invocato sotto vari profili, parlando del Giudice competente, del Giudice quale Pubblico ufficiale, del Reato di corruzione in atti giudiziari, dell’Abuso di ufficio, del Rifiuto di atti di ufficio.

Nella fattispecie dell’ultimo punto citato, il Giudice che rifiuta indebitamente un atto del suo ufficio che, per ragioni di giustizia, sicurezza e ordine pubblico, igiene e sanità, debba essere compiuto senza ritardo, risponde, invece, del reato di “Rifiuto di atti d’ufficio” previsto dall’art. 328 c.p., punito con la reclusione da sei mesi a due anni.

E’ punibile, altresì, con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a 1.032 euro, secondo il disposto del secondo comma dell’art. 328, il Giudice che, entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse, non compia l’atto del suo ufficio e non risponda per esporre le ragioni del ritardo.

Secondo la Suprema Corte, ai fini dell’integrazione della fattispecie di cui al primo comma dell’art. 328 c.p., è sufficiente un’inerzia omissiva, non essendo necessario un rifiuto esplicito (Cass. n. 10051/2013; n. 2339/1998), mentre l’ipotesi di cui al secondo comma si integra con l’omissione e la mancata risposta sui motivi della stessa (Cass. n. 11877/2003)
Fonte: La responsabilità penale dei magistrati https://www.studiocataldi.it/guide_legali/responsabilita-magistrati/la-responsabilita-penale-dei-magistrati.asp#ixzz6hXPVLV1U
(www.StudioCataldi.it)

Sembrerebbe, quindi, che, fino a questo momento, il livello di efficacia ed appropriatezza, sia del Presidente dell’ordine dei Medici che della Magistratura in genere, non abbia conseguito livelli distanti dalla RUDIMENTALITA’

Si comprende bene, dunque, che, lungi dal poter essere una mancanza di rispetto, o addirittura un reato, il mio, di parlare in questo modo, proprio per il rispetto dell’Immagine dell’intera Categoria dei Medici come quella tutta dei Giudici, si configura con chiarezza direi esemplare, impossibile da contraddire, che il margine di libertà nel proseguire con la deformazione dei Doveri e degli obblighi della Legalità, sia del Presidente Anelli che di tutta la Magistratura che dovesse risultare omissiva, si è ormai ridotto a tale livello, che non sarebbero perseguibili le eventualità, frutto dell’esasperazione, che dovessero concretizzarsi per il procrastinarsi di dinamiche contrarie a qualunque diritto umano e sociale.

Lo sconvolgimento delle logiche nel corso di questo anno ha oltraggiato qualunque buon senso e qualunque ulteriore criterio di sostenibilità, ragion per cui, i miei toni sono quelli di un cittadino con abilitazioni scientifiche talmente alte da collocarsi all’apice del discernimento necessario per esprimersi.

Se a ciò uniamo il dovere e la responsabilità sociale che ne deriva, di fronte all’orda di barbàrie legate alla ineluttabile ignoranza della popolazione globale, alla condizionabilità, allo smarrimento e/o alla malafede che si inscrive nel comportamento degli uomini in divisa, che applicano sugli estranei delle regole che non applicano nelle proprie famiglie, allora si raggiunge l’orlo di un recipiente ormai colmo, con la ineluttabile conseguenza che il trabocco determinerà risposte necessariamente violente, la cui responsabilità incrementerà il profilo criminoso sia del Dr. Anelli che dell’intera Magistratura.

Affido il presente Documento alle Forze legali che mi assistono nell’esercizio del mio Dovere professionale, che utilizzeranno per le Vie legali il potenziale che esso esprime,  come anche a tutti coloro che, ancora una volta, sono invitati a correggere la propria condotta o, meglio, le proprie omissioni, per sanare la disfunzione in cui sono venuti a trovarsi sempre più protagonisti, e per ridurre il coinvolgimento della propria persona nei Momenti giudiziari, che non tarderanno a venire per loro.

Come in altre epoche della Storia passata, anche in questo frangente epocale, la vita si riprenderà i suoi spazi e allora sarà necessario dover rivedere le regole, per avanzare di un’altra spanna, ma questo è il Destino della Storia dell’Umanità.

I Medici come me aumenteranno ed anche i Magistrati corretti, e faranno il lavoro per cui passare alla Storia e diventare un simbolo per tutti!

Nobil  Homo

Dr. Salvatore Rainò

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo –

13° Battaglione Logistico di Manovra

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

 

*****

 

Alcune considerazioni agghiaccianti

 

Ho il Dovere di invitare caldamente a vedere con estrema attenzione il seguente video giornalistico, che contiene delle prove agghiaccianti in relazione a ciò che io vado dicendo da molto tempo, prove delle quali il Giornalista forse nemmeno si è reso conto, oltre alla sua giusta denuncia sull’andamento di certi dati epidemiologici nel corso degli anni scorsi.

(ATTENZIONE: VIDEO FONDAMENTALE)

 

Quindi, a commento personale del Video di cui sopra, si capisce che i quadri influenzali, anche negli anni passati, più volte ed abbondantemente, hanno avuto evoluzioni maligne come quelle del COVID, ma non è scattato il meccanismo che invece si è voluto fare scattare questa volta.

Sembrava una distribuzione di tipo epidemico, ma non eravamo in presenza dell’avvento del Coronavirus.

Se questi quadri non erano COVID, e se la loro gravità era legata comunque ad un fattore, diverso dal COVID, vuol dire che anche senza COVID vi erano quadri gravissimi da rianimazione che tendevano in un periodo ristretto ad assumere le caratteristiche che ora sono attribuite al COVID.

Ma il COVID c’è adesso, non negli anni passati.

Quindi doveva esserci un altro motivo, che era presente anche in ogni occasione del passato, diversa dal virus, ma identica ad una situazione attuale.

Qual è questa causa, che è in grado di imprimere un andamento così maligno e diffuso, e ripetuto?

Nei periodi autunno-invernali, al ritmo della solita pubblicità mediatica battente, che annuncia (INSPIEGABILMENTE E IPNOTICAMENTE) l’arrivo dell’Influenza, le persone iniziano ad incrementare la propria abitudine ad assumere farmaci antinfiammatori, e lo fanno a ritmo crescente, perché la febbre è vietata, è vietato assentarsi dal lavoro, impossibile raccogliersi qualche giorno per riprendersi,  nel tentativo di ripristinare la propria efficienza sociale e lavorativa, tutti si imbottiscono di farmaci antinfiammatori di vario genere.

Questi farmaci, che facilmente vengono assunti in dosi tossiche, ma anche senza raggiungere dosaggi elevati, trovano alcuni soggetti più inclini ad elaborare gli effetti collaterali, che, SECONDO SCHEDA TECNICA, promuovono aumentato rischio trombotico dei vasi venosi polmonari, interstiziopatia polmonare, edema polmonare, insufficienza respiratoria, alterazioni della coagulazione miste ad attivazioni aspecifiche dei distretti infiammatori più pericolosi ed attivazione di fatti prima trombotici e poi emorragici (per consumo dei fattori della coagulazione, con abbattimento della risposta immunologica utile, avvento di infezioni opportunistiche da batteri saprofiti, abitualmente innocui).

Le manifestazioni cliniche, sostenute da meccanismi che non si realizzerebbero senza l’assunzione dei farmaci a rischio, assumono tonalità gravi in molti pazienti, parecchi dei quali intasano gli ambienti di Terapia intensiva e Rianimazione.

Ma, tutto ciò, solo in questo ultimo anno, si è deciso che si chiami COVID, con tutte le altre conseguenze del caso, sino a terapie ulteriori, che rinforzano l’errore medico, con un circolo vizioso, oltre che proporre le incongruenze di assistenza respiratoria con regimi che sono risultati essere la causa di morte e che VENGONO ANCORA UTILIZZATI, mentre il Dr. Anelli, invece di fare i Medico, e riportare l’ordine, dorme e prende ordini dai Politici.

 

*****

BEATRICE LORENZIN

Per riscostanziare la mia correttezza che ha dovuto, successivamente, assumere toni via via più acuti, riporto questo Articolo pubblicato dal sottoscritto, in occasione della presentazione del Libro di Beatrice Lorenzin:

”PER SALUTE E PER GIUSTIZIA”, nel marzo 2018.

Alla luce delle consapevolezze maturate drammaticamente a tutt’oggi, commenterei dicendo che le mie repliche “garbate”, che, in quell’occasione, ho espresso, oggi andrebbero trasformate in franchi anatémi verso una delle figure più discutibili del nostro panorama socio-politico, che si è macchiata di crimini orribili, basati sull’evidenza delle disamine fatte ormai abbondantemente su di essa, e che ancora risulta essere a piede libero.

Ma vedremo meglio perché ho facoltà di esprimermi in tal modo, alla luce del contenuto anche del paragrafo successivo a questo.

 

Presentazione del libro PER SALUTE E PER GIUSTIZIA, di Beatrice Lorenzin

2 Marzo 2018

 

 

 

Presentazione del libro PER SALUTE E PER GIUSTIZIA, di Beatrice Lorenzin

Visionando l’intervista a Lorenzin per la presentazione del Suo libro PER SALUTE E PER GIUSTIZIA, in data 28 febbraio 2018 a Roma, nell’Hotel Parco dei Prìncipi, ho sentito il dovere morale e civile di riportare alcune affermazioni del Ministro, che, con tutto rispetto, non condivido pienamente, ma vorrei spiegare perché, annunciandomi pronto a rilasciare interviste e a confrontarmi, pubblicamente, con il Ministro sugli argomenti in questione.

In qualunque contesa su qualunque argomento, spesso l’entusiasmo e la convinzione nella bontà delle proprie idee portano ad usare le parole senza prevedere le possibili conseguenze, valutabili anche in sede civile e penale.

Quando gli argomenti in gioco sono dibattuti, l’importante è che lo scrivente o chi parla sia in possesso dei Titoli giusti, per supportare l’eventuale intensità delle proprie affermazioni.

Ho trovato molto interessante la presentazione del libro di Beatrice Lorenzin, tenutasi a Roma il 28 febbraio 2018.

Prima di parlarne, vorrei subito esprimere alcune mie considerazioni generali di base.

Una delle curiosità più paradossali è che, quando si parla di scienza, raramente la si definisce.

Si dà per scontato che tutti sappiano di che cosa si tratta, ma, effettivamente, se chiedessimo di fornire una definizione, poche persone risponderebbero in modo da non dire troppo, pur dicendo abbastanza.

In effetti, la scienza può essere definita in talmente tanti modi, che forse è meglio non irrigidirsi col presumere che sia scontato un suo significato univoco.

Allora, è meglio non fissare presuntivamente le conseguenze del pensiero scientifico, perché la storia insegna che il progresso più entusiasmante delle scienze si è sviluppato anche attraverso numerose eresie.

Di seguito, in colore rosso-corsivo-sottolineato, riporto alcune espressioni letterali di Lorenzin, usate nel corso dell’evento, seguite dalle mie considerazioni.

Lorenzin ha detto: per lo sviluppo sociale, scienza e politica devono interagire in modo coordinato.

Ho la sensazione che tale affermazione possa essere ardita, non solo perché non è univoco il significato di scienza, ma anche perché ancora più intricato è il significato di politica.

Lorenzin ha parlato di posizioni che di scientifico hanno ben poco.

Le posizioni eventualmente antiscientifiche andrebbero esaminate una alla volta, con estrema attenzione, per evitare il rischio di esprimersi sommariamente su tali posizioni e non rendere nessuna ragione di tutte le sfumature, che proprio il ragionamento scientifico deve tenere contemporaneamente presenti.

Lorenzin ha detto che la scienza ha bisogno della politica per indirizzare gli sforzi della ricerca.

E’ noto che una grande porzione di ricerca scientifica è confezionata su ordine di gruppi privati, che la fanno da padrone, persino sul destino dei risultati, ottenuti all’interno dell’Università, sempre più imprigionata in interessi privati di vario genere.

In tali situazioni, distinguere i confini del lecito con l’illecito è spesso difficile, figuriamoci se introduciamo anche la variabile della politica.

Lorenzin ha parlato dei princìpi basilari della sperimentazione clinica.

Mi piacerebbe confrontarmi con Lei, per capire se ci riferiamo agli stessi argomenti e se utilizziamo gli stessi strumenti di studio, in quanto l’ambito della discussione, intricato,  già per gli addetti ai lavori, richiede di porre in campo anche gli studi  di epistemologia, che è in preda a un vero terremoto, in molti consessi scientifici di fama mondiale, a causa della revisione profonda dei parametri, che definiscono i limiti della conoscenza scientifica stessa.

In Medicina, la diatriba se essa sia una scienza oppure un’arte è più che attuale, mentre molti concordano sul fatto che la Medicina, più che essere una scienza, sia una confluenza di più scienze di varia natura.

L’assortimento dei linguaggi e dei codici usati, di volta in volta, determina risultati finali anche opposti, ma veri entrambi, se considerati nei limiti dell’ambito che è stato prefissato.

Lorenzin parla ripetutamente del caso Stàmina, accomunando l’esempio con la storia dei vaccini.

Ho difficoltà a comprendere perché si associano, così automaticamente, le due situazioni, specialmente se si assìmila la posizione critica sui vaccini a quella dei sostenitori del metodo Stàmina.

Infatti, la critica sui vaccini non rappresenta un metodo, perché appunto si astiene dal proporli.

In questo tipo di considerazioni, mi sembra che il primo obbligo verso la scienza è la decisione se  praticare oppure non praticare una metodica sulle persone.

Lorenzin ripete ancora che il caso stàmina ha insegnato a tenere delle posizioni severe.

Però, non riesco a capire perché il rigore una volta va impiegato per evitare un trattamento e l’altra volta, invece, per proporre una vera sperimentazione di massa per i vaccini.

Lorenzin aggiunge che il metodo stàmina era privo di sperimentazione clinica.

Vorrei essere aiutato a comprendere, alla luce dei numerosi dati di Letteratura, se è possibile affermare che la vaccinazione di massa non sia una vera e propria sperimentazione, ancora priva di certezze cliniche, o, per lo meno, con moltissime aree oscure, che non autorizzerebbero a procedere con sicurezza assoluta.

Mi piacerebbe capire, con estrema precisione, perché dovremmo essere certi della sicurezza dei vaccini obbligatori, in tutti i sensi, in quanto l’esame degli Studi non produce certezze inoppugnabili, anzi apre il dibattito in modo accesissimo, come, infatti, è accaduto.

Inoltre, Lorenzin introduce criteri di finanza in Sanità, indicandoli come paletti importanti di scelte e decisioni.

Io sono in difficoltà poiché ogni scienza definisce gli ambiti di cui si interessa, ma penso che, per come ci siamo ridotti in Italia, qualcosa non abbia funzionato nella gestione delle scienze finanziarie, ma, anche per queste, si intima di non uscire fuori dalle righe prestabilite. Non capisco perché.

Se un metodo non ha funzionato, bisogna cambiarlo, e per questo la finanza deve essere cambiata, prima che la povertà mieta altre vittime. Chiedo aiuto a capire se sto sbagliando.

Mi chiedo se ho ragione, quando penso che la vera scienza debba essere praticamente indipendente dal denaro, ma ciò, forse, richiederebbe una revisione dei paradigmi fondamentali della gestione del sapere e dei fondamenti etici della politica economica.

Lorenzin afferma che per il rifinanziamento del Sistema sanitario, occorrerebbe un incremento delle tasse.

In tal senso, davvero non riesco a intravedere ragionevoli motivi che autorizzino, ancora una volta, a mescolare aspetti primari della vita, come la salute, o le pensioni sociali, sui quali non bisognerebbe speculare, con aspetti tipici delle Banche d’affari.

Lorenzin, con la collaborazione del giornalista di cui mi dolgo di non ricordare il nome, allude alla Sua guida del Ministero per cinque anni.

Se dovessi immaginare di trovarmi al Suo posto, forse, per tutti gli aspetti più critici di tipo tecnico-scientifico, prettamente medico, non avrei sentito la necessità di demandare a nessuno, avvalendomi, invece, del confronto con altri Colleghi e del consiglio di collaboratori qualificati per tutti gli altri aspetti non scientifici.

Infatti, mi chiedo se è la cosa migliore che un Ministro della salute non sia un addetto ai lavori, e mi chiedo anche quanto serva la mancanza di un titolo di studi universitario.

Nella mia esperienza professionale e scientifica, non avrei saputo come fare, senza l’impostazione severa della mia lunga e complessa formazione universitaria, che spesso non basta nemmeno.

Mi chiedo se sia il caso di correre il rischio, che tale dettaglio potrebbe, forse, comportare, sulla guida, vera e propria, sulla supervisione totale e sulla delicata valutazione finale di ogni singolo argomento, su cui, facilmente, si potrebbe rimanere inermi e nelle condizioni di essere soppiantato da altre figure, che non hanno, però, la responsabilità ufficiale del Ministro.

Non è forse come quando si pretende di fare guidare un’auto da una persona che non lo ha mai fatto, ponendo una situazione di rischio anche grave?

Eppure, la stessa Lorenzin afferma che, per ben cinque anni, ha dovuto occuparsi di tutto il sistema salute degli italiani.

Io non sarei riuscito, in una tale impresa, senza i miei Titoli accademici e professionali. Mi chiedo come Lei abbia potuto farcela.

Lorenzin ha determinato una svolta, improvvisa e pesante, in termini di vaccini, altalenando l’assunzione di responsabilità personali con quelle assunte da altre figure, in assenza di scelte da Lei sostenibili autonomamente. La situazione non mi è chiara.

Un aspetto, che vorrei approfondire con il Ministro, riguarda l’apparente superficialità con cui si affrontano, o meglio, mi sembra che non si affrontino, le dinamiche di correlazione fra degrado della salute e meccanismi politico-finanziari, come se tale danno biologico, indotto da errori di gestione politica, fosse trascurabile, o potessimo tralasciarne il ruolo causale.

Forse, oltre ad alimenti poco salutari, come causa di malattia, il cittadino è indotto ad ingoiare tutta una serie di costrizioni, che determinano malattia sociale e individuale. Non è una mia illazione, e, secondo me, dovrebbe coinvolgere anche le responsabilità di un Ministro della salute, in collaborazione con diversi altri ministeri.

Mi chiedo perché vi è una grande intimidazione verso numerosi professionisti e uomini di scienza, che hanno i mezzi per partecipare alle decisioni da prendere nell’interesse della comunità, ma che si vedono preclusa la possibilità di esprimere la propria opinione, di informare la popolazione, pena sanzioni disciplinari anche molto serie, come la radiazione dall’Albo.

Lorenzin aggiunge che la scienza è provocatoria, la scienza non è democratica, la scienza non è più normale nel nostro Paese.

Frasi ripetute diverse volte, mentre Lorenzin avanzava avanti e indietro sul palco, con fare, a mio parere molto teatrale e artatamente castigatorio, che ha generato, non soltanto in me, molta paura.

Se questi sono i toni, potrebbe non meravigliarmi che, in diverse occasioni, Lorenzin sia stata oggetto di reazioni anche spiccate.

Ho imparato che le reazioni delle persone sono sempre proporzionate allo stimolo che le ha indotte.

Eppure, Lorenzin parla di democrazia, del diritto a esprimere le opinioni, ma insulta il Generale Pappalardo, confonde zuppa e pan bagnato, a mio parere, con molta e pericolosa superficialità, sembrerebbe, senza aver compreso la serietà e la legalità del Verbale di arresto a Suo carico, consegnato alle Forze dell’Ordine, per esercizio abusivo di potere politico.

Del resto, la stessa abitudine Ella ha esibito tutte le volte che l’evidenza di danni da vaccini gettava nello sgomento i genitori, negando anche fatti istituzionali, noti, con cui già la Magistratura si è, in passato, autorevolmente espressa.

Secondo il mio modesto parere, il linguaggio scientifico dovrebbe essere sempre pacato, ma penso che anche quello utilizzato da Lorenzin, in molte occasioni, date le circostanze, avrebbe dovuto essere più che scientifico.

Si tratterebbe di scienza, anche in questo caso, scienza della comunicazione, del rispetto delle persone, del sacro dubbio scientifico, del dettame irrinunciabile “PRIMUM NON NOCERE”.

Ovviamente, sono abituato al linguaggio scientifico, in quanto latore riconosciuto ufficialmente dello stesso.

A dire il vero, non sono riuscito sempre a cogliere lo stile di argomentazione utilizzato da Lorenzin, come uno stile scientifico, ma non lo pretendo da Lei, perché, come è noto, non è in possesso della formazione universitaria atta allo scopo.

Personalmente, ci tengo a precisare che non ho nulla contro la persona di Lorenzin, ma avverto il dovere di essere garante del linguaggio scientifico e di tutte le conseguenze importanti che il rispetto dei suoi parametri, irrinunciabili, apporta alla comunità, per decisioni di ordine medico. Ciò mi compete.

Per esempio, sono costretto a dire che non vi è nulla di scientifico nel ripetere che si muore per morbillo, ma non è questa la sede per stendere gli argomenti che supportano la mia affermazione, mentre sono disposto a riprendere il discorso nelle adeguate sedi, a rilasciare interviste e a confrontarmi con chicchessia, usando esclusivamente un linguaggio rigorosamente scientifico.

Lorenzin aggiunge: Vi sembra normale che un ministro della repubblica debba essere aggredito per aver introdotto l’obbligo vaccinale?

La mia risposta è che non capisco perché la popolazione dovrebbe reagire così male ad una manovra che sarebbe tesa a garantirne la salute.

Vorrei provare a proporre altre misure, non vaccinali, per aumentare il livello di salute, per vedere se le persone probabilmente ringraziassero e ne fossero contente.

Altra espressione di Lorenzin: Tu puoi prendere un dato, buttarlo lì e può significare qualsiasi cosa.

Ciò è stato detto in relazione ai così detti saltimbanchi antiscientifici, come Ella li ha chiamati, che procurerebbero allarmismo ingiustificato, ma forse non capisco perché non  si fa riferimento all’allarmismo sulle malattie infettive.

Posso anche essere d’accordo, ma quello che non riesco proprio a capire è l’indignazione per l’esoterismo, il simbolismo, lo yoga etc., anche se penso che Lorenzin si voglia riferire ad arti magiche, ma, se così fosse, La inviterei a rivedere meglio il significato di queste parole, da Lei usate con evidente disprezzo.

Mi sembra controproducente che siano state assunte posizioni di palese scherno per chi solleva argomenti scientifici, avendo titolo a farlo, che pongono in dubbio l’ortodossia dell’obbligo vaccinale, specie se tali argomenti sono svolti da figure qualificate e anche di grande rilievo, come quella del Prof. Montagnier.

Aggiungo un dato non citato nella relazione di Lorenzin, ma che, in questo momento, ritengo pertinente, in quanto strettamente legato alla qualità delle decisioni del Ministro.

Il 16 ottobre 2016, Roberto Burioni scrive:

“La scorsa settimana, diversi siti antivaccinisti hanno riportato le scemenze su vaccini ed autismo affermate da un premio Nobel, Luc Montagnier. I premi Nobel vengono assegnati a uomini che hanno fatto grandi scoperte; ma anche gli uomini che hanno fatto grandi scoperte sono uomini e purtroppo possono talvolta rimbambirsi e dire scemenze”.

A tale punto, ogni mio commento è superfluo.

Lorenzin cita la scarsa alfabetizzazione scientifica della gente.

Ma non è forse contraddittorio inibire, con una pesante atmosfera intimidatoria, le persone che hanno titoli professionali e scientifici ad esprimersi sugli argomenti?

Quanto agli insulti, di cui si lamenta Lorenzin, potrebbe essere che questi non sono scollegati dagli insulti da Lei scagliati in varie occasioni, assieme al team di sostegno dell’obbligo vaccinale. Tutto documentato.

Io resto anche preoccupato per i risvolti, pesantemente repressivi e sanzionatori, sulle famiglie, e per le molestie in relazione alla frequenza scolastica dei bambini, che aggravano ulteriormente la già penosa situazione sociale di malessere diffuso in Italia.

Se mi consente, direi, anzi, che, forse, le persone stanno dimostrando doti non comuni di pazienza e tolleranza.

Per ultimare le mie considerazioni, ho il dovere di dire che il metodo scientifico è più che mai sotto osservazione, in quanto la ripetibilità degli esperimenti, in genere, non esclude che proprio le vie più difficili da trasformare in paradigmi certi non siano l’alba dei nuovi traguardi scientifici, ben più importanti delle colonne d’Ercole attestate.

Mi compete precisare che gli argomenti utilizzati in queste righe sono evocati da quelli usati da Lorenzin nel Suo evento, in quanto, la serie di trattazioni in mio possesso, per approfondire il tema è, letteralmente, di mole oceanica.

 

N. H.  Dr. Salvatore Rainò

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore Bioenergetico – PIRTSI

(Polo Inventivo per la Ricerca Tecnologica e lo Sviluppo Innovativo)

*****

BILL GATES – GAVI

In questa sezione, riporto la trascrizione del testo-video (24 agosto 2020) della nota Dott.ssa Avv. DEVETAG , che, attenendosi alle Fonti ufficiali ricostruite con fedeltà e pertinenza di causa, ha prodotto la sequenza degli intrecci gravissimi a danno della vita degli italiani, che inesorabilmente, in sintonia con manovre criminose internazionali, ha, prima del dramma attuale, non a caso, scaldato i motori,  attraverso la storia, ben circostanziata, che in questi giorni è stata trascritta, testualmente, anche dal corriereQuotidiano.it

ECCO LA STORIA

 

Avv. A. Devetag: Gli intrecci del nostro Governo con

le fondazioni Bill Gates-Gavi

 

Fondazione Bill e Melinda Gates
L’avv. Devetag traccia un percorso chiaro e trasparente sugli intrecci che ha l’Italia con le fondazioni Gates e Gavi partendo da un grafico tratto dal sito dell’istituto Superiore di Sanità per i casi di morbillo dal 1970 al 2016, tutto questo per avere maggiore contezza e consapevolezza.

Nel 2011 ci fu un’epidemia così detta se proprio vogliamo usare questo termine di 4671 casi di morbillo, ciò nonostante l’anno dopo viene approvato il Piano Nazionale vaccini per il triennio 2012/2014, questo Piano prevede di superare l’obbligo vaccinale e passare alla raccomandazione. Un piano che porti progressivamente tutte le regioni in maniera sincrona verso il superamento dell’obbligo vaccinale.

 

Cosa significa questo? Significa che non solo un’epidemia di 4671 casi di morbillo non ha destato nessuna preoccupazione, ma si è pensato addirittura che si potesse finalmente superare l’obbligo e passare alla raccomandazione per tutti i vaccini, e all’epoca obbligatori erano solo 4. Il piano nazionale vaccini venne approvato il 22 febbraio del 2012.

 

Introduzione dell’obbligo vaccinale.

Il 19 marzo del 2017, si è già concluso il dibattito sul decreto Lorenzin ed è già stato presentato. Quindi significa che l’epidemia che giustifica l’introduzione dell’obbligo vaccinale era già in corso. Ma di quanti casi si stava parlando?

Al 30 maggio 2017 erano solo 2700 casi, peraltro l’età mediana era di soli 27 anni. Come mai, 4671 casi nel 2011 legittimano addirittura di passare dall’obbligo alla raccomandazione e solo 2700 portano all’adozione della legge sulle vaccinazioni che prevede addirittura l’espulsione dei bambini dell’asilo. Nel frattempo in un articolo tratto dal sito di AIFA, Agenzia italiana del farmaco, il 28 settembre 2014 l’italia viene insignita del ruolo di capofila per le strategie vaccinali dei successivi cinque anni, a ricevere l’incarico il ministro Lorenzin, presidente di AIFA Pecorelli e Ranieri Guerra consigliere scientifico dell’ambasciata a Washington.

Il programma si inserisce all’interno della Global Health Security Agenda. Curioso che l’anno dopo il presidente di AIFA, Pecorelli, dovrà dimettersi per conflitto di interessi con aziende farmaceutiche, mentre dal curriculum di Ranieri Guerra così come pubblicato sul sito del ministero della Sanità con data e autofotografie risalenti a luglio 2014 si evince il suo incarico quale consigliere di amministrazione della Fondazione Glaxo Smith Kline.

La Lorenzin nel corso della presentazione del decreto vaccini in conferenza stampa presenta il dott. Guerra descrivendolo cosi:”Conoscete il dottor Ranieri Guerra, esperto del settore dei vaccini  per l’Istituto Superiore di Sanità  colui che è responsabile di tutto ciò, direttore della prevenzione del ministero della Salute”.

“Colui che è responsabile di tutto ciò”!!! Ma qual’ è il programma a cui l’Italia ha aderito?

Si tratta di un programma a cinque anni che prevede la diffusione delle vaccinazioni in ambito nazionale. Ma come verrà misurato l’impegno dell’Italia in base al vaccino per il morbillo? Dovrà raggiungere nella popolazione dei quindici mesi d’età una copertura di almeno il 90%.

Un mese dopo Beatrice Lorenzin ospite a Porta a Porta -dichiara quanto segue-“C’è’ una disinformazione totale, sul tema vaccinazioni. Ricordo che solo di morbillo a Londra,lo scorso anno sono morti 270 bambini”.

La stessa dichiarazione viene ripetuta sempre dalla Lorenzin a Piazza Pulita un anno dopo 22 Ottobre 2015-“Si muore  in Europa, c’è stata un’epidemia di morbillo. A Londra nello scorso anno sono morti 200 bambini”.

Beatrice Lorenzin dice sempre lo scorso anno, comunque in ogni caso si tratta degli anni 2013/2014. Dal sito del ministero della Salute inglese si può prendere visione dei morti di morbillo dal 1980 al 2017 e si evince che ce ne fosse stato uno nel 2013 era un adulto, e zero nel 2014.
Perché Beatrice Lorenzin ha mentito. E soprattutto perché proprio sul morbillo, forse perché la vaccinazione contro il morbillo sarà presa come parametro per valutare l’operato dell’Italia, è necessario dunque, che aumentino le coperture proprio per questo vaccino, perché questa malattia sia evidentemente temuta più delle altre. Questo spiega anche come mai ci sia stato un mercato delle vacche in Senato in cui si è contrattato “meningite si meningite no”, alla fine ciò che contava era che rimanesse il morbillo.

13 Aprile 2016 il sole 24 ore esce con questo articolo a firma Roberto Turno ”Vaccini e farmaci Glaxo scommette un miliardo sull’Italia”, proprio ai vaccini è riservato il 60% degli investimenti di Glaxo leader mondiale nel settore dei vaccini. E’ da questo settore che si aspetta un’autentica escalation nei prossimi anni, fino ad arrivare a sei miliardi di sterline di fatturato entro il 2020.

“Glaxo crede nell’eccellenza italiana e, in questa eccellenza continueremo a investire, chissà, forse anche di più se l’Italia saprà essere un paese ospitale per gli investitori”. Ma perché Glaxo si aspetta un’escalation così importante in questo settore?

Di recente, il Ministro Speranza in una conferenza ha -dichiarato-” la vaccinazione è un pilastro per noi del lavoro che faremo nell’ambito della prevenzione come riconosciuto a livello internazionale, contesto nel quale l’Italia ha assunto anche importanti impegni, come ad esempio il finanziamento significativo a favore di Gavi Alliance per vaccini d’ immunizzazione. Il Ministero della Salute, pertanto, conferma l’impegno a proseguire un attento e continuo monitoraggio sull’adesione all’obbligo vaccinale, e conferma altresì la disponibilità a interagire con le iniziative di natura parlamentare”.

Ebbene, ma chi è Gavi?

In un dossier redatto dal professor Eduardo Missoni, cattedratico presso l’università Bocconi di Milano, presso la Bicocca sempre di Milano e presso la Geneva School of Diplomacy and International relations, racconta chi è che cosa fa Gavi. Gavi è un partenariato globale tra pubblico e privato che ha lo scopo di migliorare l’accesso all’immunizzazione per le popolazioni dei paesi in via di sviluppo. La forma giuridica di Gavi è una fondazione privata di diritto svizzero, non costituita in base a un trattato internazionale, quindi è un soggetto privato.

Quando è nato Gavi? E’ nato nel 2000 da un’idea della Fondazione Bill e Melinda Gates, che offri 750 milioni di dollari a patto che venisse creata un’iniziativa globale allo scopo della vaccinazione sul modello del partenariato pubblico-privato. Nasce quindi nel 2000 Gavi, e nel 2014 la Fondazione Bill e Melinda Gates ha investito in questo progetto 1,6 sei miliardi di dollari .Quindi  nel 2000 crea Gavi e  nel 2002 la Fondazione acquista quote di 9 società farmaceutiche per un totale di 205 milioni di dollari.

Com’è composta Gavi? Ci sono dei seggi permanenti per UNICEF, OMS, Banca Mondiale e Fondazione Bill e Melinda Gates. Mentre gli altri seggi sono a rotazione, e tra i seggi ci sono le industrie farmaceutiche dei paesi in via di sviluppo, le industrie farmaceutiche dei paesi industrializzati.

Ma come si finanzia Gavi? Attraverso contributi diretti e attraverso meccanismi innovativi “IFFIM, AMC e Gavi Matching Found”. Si tratta sostanzialmente di titoli obbligazionari immessi sul mercato che garantiscono utili importanti e garantiscono a Gavi una liquidità immediata. Dalla sua creazione fino a un futuro 2034 sono impegnati per Gavi 23,5 miliardi di dollari suddivisi tra governi donatori e Commissione europea per un totale di 19 miliardi, mentre fondazioni, organizzazioni e imprese per i residui 4 miliardi.

Uno dei grandi meriti di GAVI è stato inserire i vaccini nell’agenda globale. La Global Health Agenda è quella in seno alla quale L’Italia è stata nominata capofila, sintetizzata nella decade dei vaccini, adottata dall’assemblea mondiale della sanità nel 2012.Stiamo parlando della assemblea del’OMS del 21/26 maggio 2012.

Il direttore esecutivo del Global Policy Forum (un’associazione tedesca) Jens Martens    approfondisce lo studio dell’influenza della filantropia nella Global health Agenda. La Global Health Agenda è il programma in seno al quale L’Italia sta svolgendo il ruolo di capofila. La Fondazione Gates supporta l’OMS, ed è il più importante finanziatore e di fatto ne condiziona le politiche. La direttrice dell’OMS Margaret Chan ha ammesso che il suo budget è fortemente vincolato, quindi l’attività della OMS, è condizionata da quello che lei chiama gli interessi dei suoi donatori. Cosi come  confermato da questi due articoli: un articolo del Corriere datato 29 gennaio 2010,in questa data la Fondazione Bill e Melinda Gates partecipe del Forum economico mondiale in corso a Davos, offre 10 miliardi di dollari per le vaccinazioni nei paesi poveri e invita i presenti a fare di questo decennio il decennio dei vaccini.

Ebbene, a Ginevra, come abbiamo scritto sopra il 26 maggio del 2012, la presidente Margaret Chan indice la decade dei vaccini.

Ecco i nomi al 31 dicembre 2018 dei finanziatori in dollari americani dell’OMS, hanno numeri che si aggirano intorno dai 24 ai 29 milioni di dollari. Uno dei più grandi finanziatori, è l’America con 281 milioni di dollari seguita da Inghilterra 205 milioni e Germania 154 milioni. Ed ecco i privati: Fondazione Bill e Melinda Gates 228 milioni di dollari e Gavi Alliance 158 milioni di dollari. Si Noti bene come, nessuna cifra si avvicina neanche lontanamente all’investimento di Gavi e fondazione Gates, che arrivano in totale a 387 milioni di dollari, divenendo sostanzialmente i più importanti donatori, sovvenzionatori dell’OMS tanto da poterne vincolare le politiche.

Nel 2014, Gates nel suo blog personale parla del miracolo delle vaccinazioni, ma la Fondazione Gates è stata sempre fortemente criticata dalla società civile, dalle organizzazioni della società civile e dai ricercatori, per il “Gates Approach” cioè l’approccio di Gates alla salute per i suoi interventi sempre in senso verticale che puntano contro specifiche malattie, quindi attraverso i vaccini, piuttosto che orizzontale e olistico, quindi attraverso il rafforzamento del sistema sanitario.

In risposta a queste critiche, nel 2005 Gavi ha destinato il 10% del suo impegno economico al rafforzamento di sistemi sanitari, mentre oltre il 78% dei suoi investimenti continua a sostenere solo la vaccinazione.

Perché i vaccini contro Sistema Sanitario?

Gates avrebbe riferito ad un sostenitore dei partner senior di Gavi in una conversazione privata: “di essere fortemente contrario ai sistemi sanitari perché sono un completo (secondo Gates) spreco di denaro. Non ci sono prove che funzionino, quindi non investirò neanche un dollaro né un centesimo dei miei soldi nel rafforzare il sistema sanitario“.

A marzo 2015 le due compagnie farmaceutiche Pfizer e Glaxo hanno ricevuto attraverso i meccanismi finanziari di GAVI 1,095 miliardi di dollari. Medici Senza Frontiere ha dichiarato che mentre Gavi ha aiutato ad abbassare i prezzi per vaccini nuovi e poco utilizzati, in realtà il costo di una immunizzazione completa per un bambino è diventato 68 volte più caro nel 2014 di quanto lo fosse nel 2001.

La filantropia all’interno delle nostre istituzioni e le massime istituzioni rappresentative e specialmente l’intervento della Fondazione Bill e Melinda Gates rappresenta un pericolo per le democrazie, perché porta ad un indebolimento della democrazia rappresentativa e delle sue istituzioni come i parlamenti, e soprattutto a causa della mancanza di strumenti di monitoraggio e di responsabilità.

Neanche a farlo apposta Bill Gates è di nuovo dopo questa luminosa decade dei vaccini l’uomo più ricco del mondo.

Andiamo a Gavi e l’Italia sullo studio sempre del professore Missoni della Bocconi, fino al 2016 l’Italia non aveva erogato finanziamenti diretti a Gavi mentre ha annunciato proprio nel quadriennio 2016/2020 un contributo eccezionale di 120 milioni di dollari. Ciò rappresenta una novità rispetto al passato, stiamo parlando sempre del governo Renzi. L’Italia si impegna a versare 635 milioni in vent’anni.

L’Italia partecipa a Gavi dal 2006 attraverso gli strumenti IFFIM, mentre per quanto riguarda i cosiddetti AMC e più difficile risalire alla rappresentazione contabile perché inseriti nella finanziaria del 2008, articolo 2, comma 373, come parte di una spesa comprensiva sia dei meccanismi innovativi sia della cancellazione del debito dei paesi poveri, che curiosamente, rientra nella missione competitività e sviluppo delle imprese.

Torniamo alla situazione italiana nel 2014,quando Beatrice Lorenzin accoglie questo incarico, in realtà la scienza, quella vera, quella autorevole, attingeva ancora il nostro Paese, si potevano  leggere articoli come questo risale al 30 maggio 2016 comparso sul sito dell’azienda sanitaria di Reggio Emilia  professor Yehuda Shoenfeld, autorità di fama internazionale nel campo delle malattie autoimmuni e docente all’Università di Tel Aviv ,ospite per una lettura sulle malattie autoimmuni, viene presentato come autorità di fama internazionale . E’ il direttore di un centro per le malattie autoimmuni allo Sheba Medical Center in Israele, è titolare di una cattedra sempre presso l’università di Tel Aviv. Presidente e responsabile del programma scientifico dell’international Congress of Autoimmunity ha appena ricevuto il titolo di Master dall’American College Reumatology, quindi è un’autentica autorità in campo di patologie autoimmuni. Dal 2013 si occupa di Asia Sindrome infiammatoria autoimmune indotta dagli adiuvanti e in particolare dagli adiuvanti contenuti nelle vaccinazioni.

Le conclusioni di Asia sono drammatiche, aumentato tasso di ospedalizzazione, con l’aumentano delle vaccinazioni, aumentata mortalità, con l’aumentare delle vaccinazioni, fenomeni autoimmuni collegati al vaccino che si verificano anche dopo mesi o anni, dalla vaccinazione e poiché i vaccini sono somministrati a milioni di bambini ogni anno è imperativo che le autorità per la salute abbiano dati scientifici da studi di tossicità sinergica su  tutte le combinazioni di vaccini che gli infanti potrebbero ricevere, al fine di migliorare la sicurezza del vaccino. Yehuda Shoenfeld è stato ospite in diversi congressi sostenuto anche dall’università di Tor Vergata dove illustrava le stesse conclusioni. Ma si sa in Italia dal 2014 di questi temi non si può più parlare. La legge 3 del 2018, in vigore dal 15 febbraio del 2018 era in lavorazione mentre si approvava il decreto legge sui vaccini.

Con questa legge gli ordini dei medici e le federazioni nazionali diventano organi sussidiari dello Stato e viene introdotto l’obbligo per i medici di attenersi non soltanto al codice deontologico, ma anche a tutti gli obblighi che derivano dalla normativa nazionale regionale o dai contratti collettivi nazionali di lavoro. Questo significa mettere in conflitto  la etica del medico con la ragion di Stato. Il medico non potrà più semplicemente non applicare una legge se contraria alla sua etica,ma sarà costretto a scegliere. La FNOMCeO (Federazione Nazionale dei Medici), divenuta organo sussidiario dello Stato approva l’8 luglio del 2016 il documento sui vaccini. Con questo documento viene introdotto

l’illecito disciplinare, diciamo sfiducia vaccinale, un medico che sconsiglia il vaccino, qualunque esso sia, commette un illecito disciplinare. Inoltre, la FNOMCeO auspica che la magistratura adotti la metodologia dell’evidenza scientifica nei processi civili del riconoscimento nesso causale del danno da vaccino e sollecita anche una impugnazione di tutte le pronunce che dovessero stabilire un nesso causale tra vaccinazioni e autismo.

Queste due previsioni sono particolarmente gravi perché non dimentichiamo che queste direttive della FNOMCeO coinvolgono anche i consulenti tecnici d’ufficio che vengono nominati nei processi per valutare il nesso causale. Di fatto si tenta di ostacolare il riconoscimento del nesso causale fra vaccinazione e danno. Nel periodo immediatamente successivo i rispettivi ordini di appartenenza emettono la massima sanzione possibile, cioè la radiazione nei confronti della dottoressa Lesmo, del dottor Dario Miedico e del dottor Roberto Gava. Questi provvedimenti sono tutti in attesa di appello, ma il risultato ottenuto è immediato ed è potentissimo.

Questi medici possono essere etichettati come radiati,quanto meno nel primo grado di giudizio. Questo insegna che l’illecito disciplinare comporta la radiazione. Quindi il medico che sconsigliasse un vaccino non rischia soltanto una censura, un ammonimento, ma rischia la radiazione, cioè la misura più grave. Nel frattempo parte la campagna mediatica di sostegno alle vaccinazioni a spada tratta con metodi anche estremamente aggressivi. Roberto Burioni che tutti ormai conosciamo è un esempio di questa propaganda e  la esprime su Facebook esternando e scrivendo quanto segue: ” dà ai novax  e ai medici del branco di sommari raglianti, atrofizzati, italiano claudicante ,dovete essere messi in condizione di non nuocere.Ho sentito di festa di compleanno dove i bambini non vaccinati non vengono invitati, quindi basterà l’emarginazione.I medici che raccontano bugie verranno radiati,basterà radiarne  un paio e gli altri si metteranno in riga, il vento è cambiato, e così via…”.

Ebbene 47 esposti contro Burioni vengono tutti archiviati. L’Ordine dei medici lo assolve ritenendo che le sue espressioni non siano contrarie al decoro della professione, non siano contrarie al principio di solidarietà e vadano nella direzione della tutela dei soggetti fragili.

Ma la scienza, quella vera, ancora coinvolge il nostro Paese.

Questo è il rapporto dell’osservatorio Puglia a seguito di un esperimento di vaccino-vigilanza attiva, piccola precisazione la vaccino vigilanza attiva e’ un sistema di monitoraggio estremamente più efficace di quella comunemente utilizzata, cioè la vaccino vigilanza passiva, perché prevede di seguire attivamente il bambino per alcune settimane dopo la vaccinazione per registrarne tutti i cambiamenti nello stato di salute. Non è un sistema adottato comunemente se non nella regione Veneto. Bene, le conclusioni sono drammatiche. Le reazioni avverse gravi sono 40 su mille dosi, quindi il 4% contro le 0,12 su 1000 dosi, della sorveglianza passiva che è quella adottata in tutte le regioni.

Cosa vuol dire grave? La definizione di gravità la prendiamo qui da AIFA: ”Grave vuol dire fatale oppure prolungata ospedalizzazione, invalidità gravi e permanenti in pericolo di vita, anomalie congenite, oppure ancora altri eventi particolarmente gravi”.

Come si fa a evitare che queste informazioni vengano diffuse dalla stampa?

Il 18 settembre 2017 Beatrice Lorenzin ha firmato un protocollo con la Federazione Nazionale della Stampa Italiana. In base a questo protocollo non verranno più pubblicate informazioni che non siano corrette e scientificamente validate. Su questo si apre una parentesi: Shoenfeld è scientificamente validato, l’osservatorio Puglia è scientificamente validato.

Curioso questo articolo sulla riservatezza nel quale le parti si rendono garanti che le attività oggetto dell’accordo rimarranno segrete. Con questo accordo si garantisce che articoli “Pericolosi sui vaccini” non usciranno più sui giornali.

Bene, andiamo agli immunodepressi. Sono stati il grimaldello con cui si è giustificata l’espulsione dei bambini degli asili. Sempre sotto il governo il ministro Lorenzin, a conferma delle criticità della pratica vaccinale, viene depositata il 7 febbraio 2018 la relazione parlamentare redatta dalla commissione parlamentare d’inchiesta sui casi di morte di gravi malattie che hanno colpito il personale militare italiano, ha riguardato anche la somministrazione di vaccinazioni e questa Commissione ha lavorato dal 2015 e fino a febbraio 2018.

Le conclusioni sono drammatiche. Va fatta una precisazione le vaccinazioni esaminate dalla Commissione sono le stesse che vengono autorizzate dai AIFA per il settore civile, quindi non riguardano solo i militari. Che cosa stabilito questa relazione? Che una serie di malattie autoimmuni sono considerate effetti indesiderati o reazioni avverse alla vaccinazione che le reazioni avverse non tutte sono notevolmente sottostimate, che la vaccinazione comporta dei rischi in termini di immunosoppressione, iper-immunizzazione, autoimmunità e ipersensibilità e che le case farmaceutiche chiedono l’applicazione di opportune precauzioni all’impiego del vaccino.

Sono 81 gli elementi per cui è prevista una valutazione di sensibilità o allergia. Le reazioni avverse e le controindicazioni sono ben 240 e vanno da una frequenza variabile dal 10% a non nota. Il limite precauzionale di vaccinazioni non deve superare il numero di cinque vaccini in un’unica soluzione. Alla luce degli elementi raccolti, la Commissione conferma che vi sia un’associazione statisticamente significativa tra patologie neoplastiche e linfoproliferative e altre patologie autoimmuni.

La somministrazione dei vaccini secondo la profilassi vaccinale militare, la Commissione ritiene di non poter escludere il nesso di causa. Nella relazione fa anche riferimento ai dati consegnati il 14 gennaio 2018 sulle analisi del contenuto di questi vaccini. Analisi che hanno tratto delle conclusioni molto gravi, e la Commissione ha trasmesso questi elementi all’Istituto Superiore di Sanità affinché l’istituto svolgesse degli approfondimenti che ad oggi non sono stati fatti.

Quanto al nesso di causa è interessante vedere come viene riconosciuto o negato nei rapporti AIFA.

La campagna indetta dall’Ordine dei medici di Como “Isolata o vaccinata.

La vaccinazione è meglio per te è meglio per gli altri”. Il dottor Gava nel 2006 nel suo libro “Le vaccinazioni pediatriche” ammoniva e invitava il lettore a riflettere, perché alla fine, prima o poi dovrà anche lui scegliere da che parte stare, dato che tra poco l’industria farmaceutica, facendo leva su ragionamenti puramente speculativi, proporrà anche a lui di vaccinarsi. Ebbene molti anni dopo la profezia si avvera. Il piano nazionale per l’eliminazione del morbillo e della rosolia congenita che è stato inviato alle regioni 21 febbraio 2019 per l’approvazione alla conferenza stato-regioni, si prevede che non si possa più fare l’Erasmus senza la vaccinazione per il morbillo, non si possa più fare le gare sportive senza la vaccinazione per il morbillo, non si possa più accedere alle forze dell’Ordine, ai Vigili del fuoco, senza la vaccinazione per il Morbillo.

Questa è la raccomandazione adottata dal Consiglio dell’unione europea il 7 dicembre 2018, che prevede l’introduzione del passaporto delle vaccinazioni per i cittadini dell’unione europea, in modo da impedire la circolazione transfrontaliera in assenza di regolarità vaccinale. Questi dati unitamente alla dichiarata adesione dell’Italia a Gavi sono sufficienti non solo per una interrogazione parlamentare urgente che chiarisca quali sono questi accordi internazionali a cui l’Italia ha aderito, ma anche e soprattutto per una sospensione immediata dell’obbligo vaccinale. Questo perché il documento della FNOMCeO impedisce il libero esercizio della professione medica nel riconoscimento del nesso causale fra vaccinazione e danno.

Questo costituisce una frattura nel contratto sociale tra cittadini e Stato, il Cittadino accetta una limitazione della libertà, ma tu, Stato, sei in grado di garantire che qualunque cosa succeda sarai al suo fianco? O verrà abbandonato al suo destino?

Proprio adesso che grandi Marchi come AstraZeneca, GlaxoSmithKline, Janssen, Merck, Novavax, Pfizer, Sanofi, Takeda, Abbott e CureVac, chiedono un’esenzione dalla responsabilità civile affermando  che “la pandemia e l’esigenza di trovare rapidamente vaccini hanno compresso i tempi della ricerca e dello sviluppo da anni a mesi, la velocità e la portata dello sviluppo e dell’implementazione [dei vaccini] significano che è impossibile produrre la stessa quantità di dimostrazioni scientifiche di supporto che sarebbero normalmente disponibili attraverso studi clinici ad ampio raggio e la normale prassi ospedaliera degli operatori sanitari“. Inoltre, non sembrerebbe possibile adottare provvedimenti di questa portata, in onore di patti sottoscritti con soggetti privati che hanno questi interessi economici sottesi al programma sanitario e che possono influenzare l’operato della massima autorità sanitaria mondiale, cioè l’OMS.

 

FONTE:

 

 

https://corrierequotidiano.it/sanus-vivere/avv-a-devetag-gli-intrecci-del-nostro-governo-con-le-fondazioni-gates-gavi/amp/

 

Commenti personali

 

Qualora, non siano sufficienti le prospettive di inquadramento, secondo Logica, Scienza ed Etica, da me abbondantemente fornite in questa Documentazione di Denuncia, nell’intento di aiutare la Magistratura, secondo il noto aforisma di Giovanni Falcone: ”Per combattere la mafia e contrastarne il potere, bisogna seguire la traccia dei soldi”, specifico quanto segue.

 

Si comprende che in Italia, non si amministra più la Salute, “secondo Scienza e Coscienza”, in quanto SI E’ INVESTITO, sotto la pressione speculativa delle solite ENTITA’, ormai da neutralizzare, che hanno sedimentato bene la loro bieca e disumana manovalanza, imbrattando di profonda criminosità   ogni dinamica politica e sociale, e determinando gravi e diffusi danni alla Salute.

 

In tal senso, documentatamente

 

CONFERMO

 

che l’Ordine dei Medici, con a capo il Dr. Anelli, essendo ormai l’Ordine professionale un Organo dello Stato più compromesso, è divenuto il ricettacolo dei condizionamenti più ostili alla vita e alla salute, insterilendo la Formazione e l’Atto medico, ragion per cui,

 

CHIEDO

 

ALLA MAGISTRATURA, ANCORA UNA VOLTA, ASSIEME AL POPOLO STREMATO DALL’INERZIA, DI DARE PROVA DI INTEGRITA’, disponendo l’ARRESTO IMMEDIATO IN FLAGRANZA DI REATO per Crimini contro l’Umanità del DR. FILIPPO ANELLI, PRESIDENTE DELL’ORDINE DEI MEDICI (considerando, ovviamente l’intero elenco di Reati che ho ravvisato ed esposto in questo Documento – Denuncia.

 

*****

 

 

 

ESPOSTO EPOCALE COVID

 

Nel Luglio 2020, nell’ambito di una manovra di intervento del Partito Valore Umano (PVU) veniva presentato, alla Procura della Repubblica di Roma, l’Esposto Epocale “COVID” (Avv.  Saverio Lauretta) da circa 5.000 (cinquemila persone) in tutta Italia, ma il numero di persone che avrebbero voluto presentarlo sarebbe stato enormemente più alto, se non vi fosse stata una vera e propria operazione di sabotaggio da parte di molte Caserme, che, come da testimonianze, hanno interferito con la volontà dei depositanti, intimorendoli, a torto, in relazione a ripercussioni legali che essi avrebbero potuto avere.

Di seguito è riportato, lo stesso Documento, presentato all’epoca anche dal sottoscritto, che è stato ripresentato all’interno del nuovo Esposto Rainò, presentato alla Procura di Bari, in cui si riprendevano i temi del precedente Esposto, questa volta all’interno del contenzioso tra la mia figura e quella del Presidente dell’Ordine dei Medici, Dr. Filippo Anelli, assieme ai suoi Collaboratori, all’interno dell’intentato inizio di un Provvedimento disciplinare a mio carico, per le OPINIONI da me espresse in tema di argomenti pandemici.

Questo Provvedimento non è ancora partito, per le reiterate e patetiche azioni di rimando dell’Ordine, evidentemente in situazione di difficoltà a confrontarsi con me, data la inopinabilità dei miei argomenti, che sono espressi nel resto di questa corposa ennesima mia Richiesta alla Magistratura perché essa intervenga, nel dirimere gli scottanti argomenti in questione, dei quali io ho illuminato circostanziatamente molti fatti.

*****

 

Alla Procura della Repubblica di ROMA

E S P O S T O

Il sottoscritto Dr. Savatore Rainò, nato ad Altamura il 25/10/61 e residente ad Altamura in Largo Nitti 13, C.F.: RNASVT61R25A225Y, CARTA DI IDENTITA’ NR. AY4637293, RILASCIATA DAL COMUNE DI ALTAMURA IL 29/08/2017

ESPONE

QUANTO SEGUE

La questione concernente il presente atto riguarda l’illustrazione dei vari momenti della “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e “il Proclama Internazionale dell’OMS” che, di concerto con tutti i Governi – compreso quello Italiano, – ha stabilito che la soluzione alla Pandemia Covid – 19, è il “Vaccino”.

Il presente esposto, preliminarmente, si richiama a quello che il dott. Salvatore Rainò ha argomentando “ sull’Analisi dei Reali Meccanismi sommersi alla base del Covid – 19” sebbene, come dallo stesso affermato “ha però constatato che è difficilissimo  far comprendere questi “Reali Meccanismi” e soprattutto sensibilizzare la Magistratura, con cui ha voluto interagire, in ogni modo sin dagli inizi dell’anno 2020, ritenendo che questa difficoltà potesse dipendere da problemi di autocautela, di paura, di interazioni di vario genere con gli equilibri di cui il Covid è frutto” .

Il dott. Salvatore Rainò afferma “Si è capito che dover trattare di certi argomenti, come il sottoscritto ha fatto, anche con una certa cautela, costa l’attacco di molte persone e, infine, dell’Ordine dei Medici, fatto che aumenta i problemi già in corso, a causa della difficoltà di sopportare la follia in cui la società ed ogni persona, oramai lobotomizzata da questo sistema, si trova immersa…”.

A questo punto, anche l’odierna parte esponente, potrebbe decidere di non parlare più di nulla, in modo di non crearsi problemi inutili per la soluzione della grande problematica della nostra vita.

Ma così non può essere perché, con estremo coraggio e senso di responsabilità, è giunto il momento di “Scoperchiare il Vaso di Pandora” ed affidarsi unicamente al credo assoluto, adesso più che, che i “principi di Legalità, Giustizia e Verità” stanno al di sopra di ogni cosa per la soluzione della grande problematica della nostra vita.

Vaso di Pandora è una locuzione che viene utilizzata come metafora per riferirsi alla scoperta di uno o più gravi problemi, che per molto tempo erano rimasti nascosti, ma che, una volta scoperti, non possono più essere celati e che avranno gravi conseguenze. L’espressione viene usata anche in contesti scherzosi.

Però, in questa occasione, riportando, a titolo puramente esemplificativo e non riduttivo, il Discorso di John Rockefeller:

(https://newdimension2012.blogspot.com/2020/09/rockefellers-ideology.html),  vi è poco da scherzare.

 

 

JOHN D. ROCKEFELLER:

 

“Quando si solleveranno contro di noi, li schiacceremo come insetti, perché sono meno di questo.

Non potranno fare nulla al riguardo”

Vedranno che i nostri prodotti vengono utilizzati nei film e si abitueranno a loro e non

conosceranno mai il loro vero effetto.

Quando partoriranno, inietteremo veleni nel sangue dei loro figli e li convinceremo che li stiamo aiutando! Inizieremo prima, quando le loro menti saranno giovani, indirizzeremo i loro figli con ciò che i bambini amano di più, le cose dolci.

Quando i loro denti si deteriorano, li riempiremo di metalli che uccideranno le loro menti e ruberanno il loro futuro.

Quando la loro capacità di apprendimento è stata influenzata, abbiamo creato farmaci che li renderanno più malati e causeranno loro altre malattie, per le quali creeremo ancora più farmaci.

Li renderemo docili e deboli davanti a noi, con il nostro potere.

Diventeranno depressi, lenti e obesi e quando verranno da noi per chiedere aiuto, daremo loro più veleno.

Focalizzeremo la nostra attenzione sul denaro e sui beni materiali in modo che non si connettano mai con il loro io interiore.

Li distrarremo con fornicazione, piaceri esterni e videogiochi, in modo che non siano mai uno con l’unità di tutti.

Le loro menti apparterranno a noi e faranno come diciamo.

Se rifiutano, troveremo modi per implementare la tecnologia che altera la mente nelle loro vite.

Useremo la paura come nostra arma. Istituiremo i loro governi e stabiliremo l’opposizione al loro interno.

Possederemo entrambe le parti. Nasconderemo sempre il nostro obiettivo, ma continueremo ilnostro piano.

Faranno il lavoro per noi e noi prospereremo grazie alla loro fatica.

Le nostre famiglie non si mescoleranno mai alle loro.

Il nostro sangue deve essere puro (perché lo è).

Li faremo ammazzare a vicenda quando si opporranno a noi.

Li terremo separati dall’unità attraverso i dogmi e la religione.

Controlleremo tutti gli aspetti della loro vita e diremo loro cosa pensare e come.

Li guideremo gentilmente e faremo credere loro che stanno guidando se stessi.

Istigheremo animosità tra di loro attraverso le nostre fazioni.

Quando una luce risplende tra loro, la spegneremo con la beffa o la morte, che ci si addice meglio.

Faremo loro a pezzi i loro cuori e ad uccidere i loro stessi figli.

Realizzeremo questo usando l’odio come nostro alleato, la rabbia come nostro amico.

L’odio li accecherà completamente e non vedranno mai che nei loro conflitti noi saremo i loro leader.

Saranno impegnati a uccidersi a vicenda.

Si laveranno nel proprio sangue e uccideranno i loro vicini, purché vedremo che sono contro di noi.

Ne trarremo grande beneficio, perché non ci vedranno, perché non possono vederci.

Continueremo a prosperare dalle loro guerre e dalle loro morti. Lo ripeteremo fino al

raggiungimento del nostro obiettivo finale.

Continueremo a farli vivere nella paura e nella rabbia, daremo loro immagini e suoni.

Useremo tutti gli strumenti a nostra disposizione per raggiungere questo obiettivo.

Gli strumenti saranno forniti dal loro lavoro. Faremo in modo che odino sé stessi ei loro vicini.

Nasconderemo sempre loro la verità divina, che siamo tutti uno. Che non deve mai sapere!

Non devono mai sapere che il colore è un’illusione, devono sempre credere che non sono uguali.

Goccia dopo goccia, goccia dopo goccia avanzeremo il nostro obiettivo.

Prenderemo il controllo delle loro terre, risorse e ricchezze per esercitarne il controllo.

Li indurremo ad accettare leggi che ruberanno la poca libertà che hanno. Istituiremo un sistema monetario che li spegnerà per sempre, mantenendo debiti loro e i loro figli.

Quando li bandiremo insieme, li accuseremo di omicidio e presenteremo una storia diversa al mondo perché saremo proprietari di tutti i media.

Useremo i media per controllare il flusso di informazioni e i loro sentimenti a nostro favore.

Quando si solleveranno contro di noi, li schiacceremo come insetti, perché sono meno di quello.

Non potranno fare nulla al riguardo!”

 

In queste righe, vi è l’Agenda, storicamente annunciata con “avviso pubblico” di una delle frange psichiatriche che hanno improntato la dinamica di dolore e assurdità del nostro Pianeta.

All’interno del Progetto vi sono tutte le caratteristiche che comprovano l’evoluzione delle vicende, soprattutto quelle attuali.

Ignorare l’esistenza di questo piano annunciato, che è, purtroppo, la realtà dei meccanismi in corso significa piegarsi senza nessuna consapevolezza a tutta la larga serie di anomalie, che pare hanno anche potuto investire il comportamento dell’Ordine dei Medici.

Senza contestualità, non sarebbe degno di attendibilità il discorso sinora svolto.

E’ inesimibile l’obbligo dell’odierna parte esponente di fornire esempi dei motivi che conducono ad assumere atteggiamenti netti di contrapposizione alla situazione attuale.

Le atmosfere create da pochi uomini, organizzati in gruppi privati, all’attacco della spontaneità dell’espressione della vita armoniosa dei cittadini di ogni Nazione, all’interno del proprio territorio, nel rispetto delle tradizioni e nella valorizzazione delle differenze legate ad un lungo e sacro cammino, rischierebbero troppo facilmente di essere travolte dalla fitta rete cinicamente e dittatorialmente assertiva, organizzata e tesa, a spada tratta, contro il realismo storico, che viene distorto nella visione procurata attribuita al complottismo, al negazionismo alla tematica delle fake-news.

All’interno del presente Esposto, è irrinunciabile, invece, a costo di dilungarsi, fornire ineluttabilmente delle “videate” che confermino come, molto probabilmente, siamo all’interno di una possibile una “bolla” incantesimale maligna, molto circostanziata, e inequivocabilmente confermante che vi possono essere organizzazioni criminali che preludono a vicende malsane come il Covid qualora si accertasse, anche giudiziariamente, poter essere, tutto questo, un grande inganno.

Quello che qui appresso, pertanto, si espone rappresenta, una segnalazione di fatti e circostanze gravissime accadute nel nostro Paese da cui appaiono poter emergere “violazioni di legge” di cui si rende necessario e opportuno l’intervento dell’Autorità Giudiziaria.

Quanto alla “diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” è notoriamente evidente e incontestabile quello che da tale evento è scaturito:

a) migliaia di decessi,

b) danni gravissimi alle famiglie,

c) danni economici gravi e incalcolabili a famiglie e all’intero tessuto imprenditoriale e lavorativo italiano,

d) una crisi economica “apocalittica” dagli effetti assolutamente irreversibili e insanabili,

e) disagi, limitazioni e divieti vari, rispetto all’esercizio e all’inviolabilità di diritti sacri che hanno condotto al c.d. “distanziamento sociale” e al cambiamento della vita delle persone.

Così come notoriamente riferito dagli organi di stampa, sembrerebbe che, già a novembre del 2019 – e forse anche a ottobre sempre 2019  secondo le ipotesi di uno studio  italiano –, il nuovo coronavirus Sars-CoV-2 aveva iniziato a circolare in Cina, in particolare a Wuhan, la città più popolata della parte orientale, perno per il commercio e gli scambi.

All’inizio, però, non si sapeva che si trattava di un nuovo virus: ciò che inizia a essere registrato è un certo numero di polmoniti anomale, dalle cause non ascrivibili ad altri patogeni.

A dicembre 2019 l’epidemia ha avuto a una super accelerazione.

Uno studio italiano firmato da scienziati dell’università Statale di Milano, sembra aver ricostruito i primi mesi di vita del Covid-19.

L’équipe, i cui risultati del lavoro – così come riferito da autorevoli organi di stampa – sono già stati inviati anche all’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), è quella di Gianguglielmo Zehender, Alessia Lai e Massimo Galli del Dipartimento di Scienze biomediche e cliniche (Dibic) ‘Luigi Sacco’ dell’università degli Studi di Milano e Crc Episomi (Epidemiologia e sorveglianza molecolare delle infezioni).

La ricerca, condotta nel laboratorio della Clinica delle Malattie infettive del Dibic all’ospedale Sacco di Milano (Asst Fatebenefratelli-Sacco), è stata svolta “sulle variazioni del genoma virale e quindi sulla filogenesi del virus stesso – precisano gli autori – e non sul numero dei casi osservati”.

Oggetto dell’indagine di questo lavoro 52 genomi virali completi di Sars-Cov-2 depositati in banche dati al 30 gennaio 2020.

“La ricerca ha consentito la datazione dell’origine e la ricostruzione della diffusione dell’infezione nei primi mesi dell’epidemia in Cina attraverso la stima di parametri epidemiologici fondamentali come il numero riproduttivo di base (R0) e il tempo di raddoppiamento delle infezioni”.

Secondo questo studio l’origine dell’epidemia da Sars-CoV-2 può essere collocata tra la seconda metà di ottobre e la prima metà di novembre 2019, quindi alcune settimane prima rispetto ai primi casi di polmonite identificati.

Secondo quanto riferito da organi di stampa nazionali, la prima data ufficiale in cui inizia la storia del nuovo coronavirus è il 31 dicembre 2019, data in cui le autorità sanitarie locali di “Wuhan” avevano diffuso la notizia di questi casi insoliti.

Sempre secondo quanto riferito da organi di stampa nazionali, all’inizio di gennaio 2020, in quella città si erano riscontrate decine di casi e, conseguentemente, centinaia di persone erano sotto osservazione.

Dalle prime indagini sembrava emergere che i contagiati erano frequentatori assidui del mercato Huanan Seafood Wholesale Market a Wuhan.

Da qui la prima ipotesi “che il contagio potesse essere stato causato da qualche prodotto di origine animale venduto nel mercato”.

Per questo, il mercato di Huanan Seafood Wholesale Market a Wuhan venne chiuso dal 1 gennaio 2020.

Il 9 gennaio 2020 le autorità cinesi dichiarano ai media locali che “il patogeno responsabile è un nuovo ceppo di coronavirus, della stessa famiglia dei corona virus responsabili Sars e della Mers ma anche di banali raffreddori, ma diverso da tutti questi”.

L’Oms divulgava questa notizia il successivo 10 gennaio 2020 senza, però, disporre alcuna restrizione ai viaggi per/e dalla Cina ma, solamente, raccomandando di evitare contatti con persone che avessero sintomi di questo tipo e genere.

Il 21 gennaio 2020 le autorità sanitarie locali di Wuhan e l’Organizzazione Mondiale della Sanità annunciavano che “il nuovo coronavirus si trasmetteva da uomo a uomo”.

Nel frattempo, Wuhan diventava una città isolata.

In Italia, a quella data, il Ministero della Salute inizia a raccomandare di non andare in Cina salvo stretta necessità e con un comunicato ufficiale riportava come «moderata» la probabilità di introduzione del coronavirus nel nostro Paese”.

Dal 29 gennaio 2020 in Italia abbiamo:

1.                           due turisti cinesi di Wuhan contagiati che vengono ricoverati allo Spallanzani;

2.    un ricercatore italiano proveniente dalla Cina positivo al virus;

3.    un diciassettenne, rimasto bloccato a lungo a Wuhan a causa di sintomi                         simil-influenzali, non positivo al coronavirus ma ugualmente tenuto sotto osservazione e poi ricoverato allo Spallanzani.

Alla fine di gennaio il rischio che l’epidemia si diffondesse, passava da “moderato” a “alto”.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità:

Ø il 27 gennaio 2020, dichiarava “che il rischio che l’epidemia si diffondesse era molto alto per la Cina e alto a livello regionale e globale”;

Ø il 30 gennaio 2020 dichiarava “l’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale” .

In conseguenza di quanto dichiarato dall’OMS il 27 gennaio 2020 l’Italia bloccava i voli da e per la Cina.

Mentre la situazione in Cina sembrava stesse migliorando l’Oms, l’8 febbraio 2020, confermava questa situazione, dichiarando “che i contagi in Cina si stavano stabilizzando ovvero che il numero di nuovi casi giornalieri sembrava andare progressivamente calando”.

In quelle stesse giornate, in Italia, in una nota trasmissione televisiva, condotta da Fabio Fazio, (questo è il link che riproduce la registrazione: https://www.raiplay.it/video/2020/01/Che-Tempo-Che-Fa-87867c86-99ef-4192-9055-fb31e0bb9a4e.html) , il medico, anche virologo (tale appare qualificatosi e per come qualificato dalla stampa), Prof. Dott. Roberto Burioni “dichiarava che per l’Italia il rischio Corona Virus era pari a zero” mentre, contestualmente collegato con questa trasmissione, il Ministro della Salute Speranza esaltava la capacità ed eccellenza del Servizio Sanitario Nazionale Italiano affermando che, “nel caso in cui il Corona Virus potesse giungere anche in Italia, il sistema sanitario nazionale Italiano avrebbe, senza alcun rischio per la popolazione, fatto fronte  ad ogni tipo e genere di emergenza di questo tipo e genere in quanto assolutamente preparato verso questo possibile ed eventuale imprevisto”.

Entrambi, quindi, “Burioni e Speranza” rassicuravano, espressamente, il Popolo Italiano da ogni pregiudizio possibile scaturente dal Corona Virus nel nostro Paese.

L’11 febbraio è arrivato il nome della nuova malattia causata dal coronavirus.

Il nome, scelto dall’Oms, è Covid-19: Co e vi per indicare la famiglia dei coronavirus, d per indicare la malattia (disease in inglese) e infine 19 per sottolineare che sia stata scoperta nel 2019.

Venerdì 21 febbraio 2020 è una data centrale per la vicenda italiana legata al nuovo coronavirus.

Mentre il Presidente del Consiglio Prof. Avv. Dott. Giuseppe Conte, rassicurava il Popolo Italiano e parlava di “situazione sotto controllo” in realtà, in Italia, vi erano:

Ø due morti da Corona Virus;

Ø un centinaio di infettati di cui 89 in Lombardia e 17 in Veneto.

In conseguenza di questi eventi l’Assessore Regionale al Welfare della Lombardia, Gallera, vieta in dieci Comuni – tra cui Cremona, Casalpusterlengo e Codogno – ogni attività scolastica e di aggregazione.

A distanza di due giorni, il 23 febbraio 2020, Walter Ricciardi, ordinario di Igiene alla Cattolica e membro del Consiglio Esecutivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, di fronte alla situazione venutasi a creare di morti e infettati in Italia, dichiara,:                         “ Paghiamo il fatto di non aver messo in quarantena da subito gli sbarcati dalla Cina”.

Sempre nel mese di febbraio 2020, mentre in Italia sta accadendo tutto questo – e vi sono già difficolta nell’approvvigionamento di mascherine che non permettono di soddisfare le richieste da parte di Ospedali e Forze dell’Ordine – fonti giornalistiche riporterebbero che il Ministero degli Esteri Di Maio avrebbe regalato circa 2 tonnellate di materiale sanitario alla Cina, tra cui le introvabili mascherine (il Giornale.it, titolo dell’articolo “L’Italia ora è senza mascherine. Le abbiamo “regalate” alla Cina , link : https://www.ilgiornale.it/news/politica/mascherine-lue-abbandona-litalia-1837056.html – stralcio dell’articolo “……..Anche per questo suona paradossale il «dono» del governo italiano alla Cina di 2 tonnellate di dispositivi individuali di protezione ovvero tute, guanti, occhiali e mascherine. Le foto degli scatoloni imbarcati su un volo dell’Onu decollato da Brindisi il 15 febbraio fanno vedere la bandiera tricolore appiccicata sugli imballaggi con la scritta in varie lingue «dono del governo italiano». Tutto materiale d’importazione pagato dalla Cooperazione internazionale……”).

Fra la fine di febbraio e i primi giorni di marzo 2020, dopo l’Italia, anche in altri stati (europei e non solo) vedono rilevare un numero crescente di casi di epidemia da Covid-19.

Il contagio si è diffuso nel nostro paese, soprattutto nel nord, ma inizia anche in altre regioni.

Mercoledì 4 marzo 2020 il Governo Italiano da il via libera alla chiusura di scuole e università in tutta Italia fino al 15 marzo 2020.

Alla data del 4 marzo, stando ai dati della Protezione civile, i positivi sono circa 2.700 e già c’è qualche caso (decine o qualche unità) in tutte le regioni.

Domenica 8 marzo 2020 arriva il decreto che prevede l’isolamento della Lombardia, in assoluto la più colpita, e di altre quattordici province, che diventano “zona rossa”.

Lunedì 9 marzo 2020, intorno alle ore 22,00, il Presidente del Consiglio Prof. Avv. Dott. Giuseppe Conte, “annuncia in televisione di aver esteso a tutto il paese le misure già prese per la Lombardia e per le altre 14 province, tanto che tutta l’Italia diventerà “zona protetta”: dal 10 marzo si “deve rimanere a casa” e si può uscire solo per comprovate ragioni di necessità come per fare la spesa, per esigenze lavorative, per l’acquisto di farmaci o per altri motivi di salute.

“Da che il Popolo Italiano era stato rassicurato che il rischio per l’Italia, riguardo al Coronavirus, era pari a zero e che la situazione era sotto controllo, a che, invece, accade tutto il contrario”:

1.    Morti infettati da Corona virus;

2.    Incapienza delle terapie intensive;

3.    Il Popolo Italiano deve restare rinchiuso a casa;

4.    Le attività si devono tutte chiudere, salvo alcuni comparti;

5.    Si può uscire solamente in casi particolari muniti di autocertificazione col preciso avvertimento che se si esce da casa senza valida giustificazione, il fatto costituisce anche reato passibile di arresto.

Insomma, l’Italia dal 10 marzo 2020 è chiusa: il Popolo Italiano rinchiuso a casa, le attività economiche devono chiudersi e, quindi, fermarsi.

L’11 marzo 2020 Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms, annuncia, in occasione del briefing a Ginevra sull’epidemia di coronavirus, che “Covid-19 può essere caratterizzato come una situazione pandemica” dichiarando, così, “ la Pandemia”.

Sui fatti e sulle circostanze sopra enarrate

L’ODIERNO ESPONENTE

fa rilevare quanto segue:

1.    Perché il Prof. Dott. Burioni ha dichiarato (nella trasmissione di “Fazio”) “che per l’Italia il rischio Corona Virus era zero” quando, invece, così non è stato? Questa dichiarazione, pubblicamente espressa dal Prof. Dott. Burioni, ha fatto abbassare il livello di guardia in Italia sul pericolo Corona Virus? Questa dichiarazione, pubblicamente espressa dal Prof. Dott. Burioni, ha potuto incidere negativamente sugli Italiani che, a casa o in ospedale, sono invece morti, e, in seguito addirittura, cremati? Perché i morti sono stati cremati? Questa dichiarazione, pubblicamente espressa dal Prof. Dott. Burioni, ha potuto incidere negativamente sugli Italiani che, contrariamente a quanto dallo stesso prospettato che non accadesse, sono, invece, stati costretti a rimanere reclusi a casa? Se il Prof. Dott. Burioni non avesse detto “Zero problemi per l’Italia” il livello di guardia sul pericolo Corona Virus sarebbe stato più alto e, conseguentemente, si sarebbero potute adottare misure preventive adeguate che avrebbero permesso di ridurre, quanto meno, il numero dei morti e tutti gli altri gravissimi e tragici eventi che si sono succeduti e che ancora oggi persistono?

2.    Perché Il Ministro della Sanità Speranza ha dichiarato (nella trasmissione di “Fazio”) che la “Sanità Italiana era in grado, senza rischio alcuno per la popolazione, di fronteggiare questo virus qualora si fosse espanso anche in Italia” quando, invece, così non è stato? Questa dichiarazione, pubblicamente espressa dal Ministro della Sanità Speranza ha fatto abbassare il livello di guardia in Italia sul pericolo Corona Virus?  Questa dichiarazione, pubblicamente espressa dal Ministro della Sanità Speranza ha potuto incidere negativamente sugli Italiani che, a casa o in ospedale, sono invece morti, e, in seguito addirittura, cremati? Se il Ministro della Sanità Speranza avesse, sin dall’inizio, detto come, invece, stavano le cose per la sanità italiana il livello di guardia sul pericolo Corona Virus sarebbe stato più alto e, conseguentemente, si sarebbero potute adottare misure preventive adeguate che avrebbero permesso di ridurre, quanto meno, il numero dei morti e tutti gli altri gravissimi e tragici eventi che si sono succeduti e che ancora oggi persistono?

3.    Il Presidente de Consiglio Prof. Avv. Giuseppe Conte, aveva veramente ed effettivamente “la situazione sotto controllo” quando nel mese di febbraio, u.s., dichiarava questo mentre, invece, così non è stato?  Se il Presidente del  Consiglio Prof. Avv. Giuseppe Conte, avesse, sin dall’inizio, detto come, invece, stavano le cose sulla diffusione e gravità di questo Virus e avesse, conseguentemente,  adottato, già a gennaio 2020 le misure di prevenzione e distanziamento sociale, l’Italia avrebbe avuto e vissuto in maniera,  quanto meno, ridotta i gravissimi terribili drammi che, invece, si sono verificati con i tanti morti infettati da Corona Virus, con la cremazione dei deceduti, con l’incapienza delle terapie intensive, con il Popolo Italiano che è stato richiuso a casa, con le attività economiche che si sono dovute fermare, con l’economia del Paese che è crollata  e con le famiglie ridotte al lastrico?

4.    Se è vero che il Ministro degli Esteri Di Maio, avrebbe regalato, nel mese di febbraio c.a., alla Cina 2 tonnellate di materiale sanitario, oltre le mascherine, privandole agli ospedali, quanto ha potuto incidere questo suo possibile atto nella crisi del sistema sanitario nazionale e sui tanti morti infettati da Corona Virus?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, con un Proclama Internazionale deliberato con tutti i Governi – compreso quello Italiano, – ha dichiarato che la soluzione alla Pandemia Covid – 19, è il “Vaccino”.

Come ha fatto l’OMS ha stabilire che il Vaccino è la soluzione del problema se non ha né documentato né trasmesso alla Comunità Internazionale, in modo scientifico e inoppugnabile, le cause del problema denominato Pandemia Covid – 19, la sua natura e la sua origine?

Una soluzione a un problema assume valenza solo se scaturisce, come tale, dopo che si è conosciuto il problema in tutte le sue articolazioni e aspetti che lo hanno generato, altrimenti che soluzione è?

Pertanto, senza la conoscenza del problema:

a)   come si fa a credere e pensare, fondatamente, che la soluzione “sic et simpliciter” alla Pandemia Covid – 19 possa essere, così come proposta dall’OMS, quella del “Vaccino contro il Covid – 19”?

b)   se si dovesse aprire da parte dell’OMS, in modo inspiegato, la strada alla soluzione “Vaccino” per Covid – 19  e  successivamente aver luogo un nuovo evento pandemico  denominato, ad esempio, Covid – 20 e poi ancora Covid – 21 e cosi via, la strada alla soluzione potrà  sempre essere quella inspiegata del Vaccino per Covid – 20, per Covid – 21 e così via?

Questa soluzione, così come proposta dall’OMS senza una giustificazione scientifica e documentale riscontrabile in modo inoppugnabile, appare poter far ravvisare, quanto meno, una oscura illogica ragione fondata sul fatto che “Qualcuno” pensa di volerla adottare nell’obiettivo di poter, ad esempio, tentare di omologare “l’Uomo” a una macchina come, ad esempio, avviene per un computer che, dopo che viene infettato da un virus, per rifarlo funzionare occorre istallare un “Antivirus” il quale, con frequenza cadenzata, successivamente, si deve  costantemente aggiornare rispetto alle versioni che in prosieguo vengono introdotte nel mercato.

Per quanto sopra, fatto anche l’esempio, siccome l’OMS dà una soluzione senza, però, enunciare le cause del problema questa circostanza fa sorgere il dubbio che “Qualcuno” possa, attraverso la Pandemia denominata Covid – 19, aver potuto operare per tentare, proprio, di omologare “l’Uomo” ad una macchina, tipo computer, nell’obiettivo, dopo averlo infettato, di riportalo “funzionante” attraverso una “Vaccinazione Globale” corrispondente a tutta la popolazione mondiale che, in prosieguo dovrà sempre vaccinarsi ed il cui business, per le lobby che operano nel settore vaccinale”, ben si comprende, essere stratosferico.

Ovviamente, quanto sopra riferito non rappresenta un’accusa specifica ma semplicemente la conseguenza di uno dei tanti possibili logici  ragionamenti verso una ipotesi plausibile scaturente dalle circostanze e dai fatti testé riferiti, di assoluto dominio pubblico, accompagnati  dagli interrogativi e dai forti dubbi sopra enarrati e tutto ciò diventa un plausibile inevitabile ragionamento  perché, fino ad oggi, non appare  emergere alcuna verità assolutamente inconfutabile valevole a conclamare la trasparenza, la fondatezza e la legalità delle condotte da cui sono  scaturiti i gravissimi eventi di cui al presente esposto.

Per quanto sopra poiché le circostanze, gli interrogativi e i dubbi  sopra riferiti, viste le condotte che appaiono, fanno, invece, ravvisare possibile, eventuale e immaginabile  la sussistenza  di gravissime violazioni di legge, anche penali è per questo, che  l’odierno esponente reputa che, su quanto accaduto e su quanto sta ancora accadendo a seguito della Pandemia Covid – 19, si debba aprire un “fronte giudiziario penale d’inchiesta”, quanto meno, per rendere Legalità, Giustizia e Verità a:

1.    tutte quelle persone che, senza aver fatto nulla, sono rimaste vittime di questa Pandemia negli ospedali ed a casa – addirittura decedute e “cremate”- ;

2.    tutte quelle persone che sono state costrette a rinunciare alla propria libertà, al proprio lavoro ed agli affetti dei propri cari;

3.    tutte quelle persone che sono rimaste senza aiuto e senza soldi per mangiare e fare la spesa;

4.    tutte quelle persone che non potranno più aprire le loro attività imprenditoriali;

5.    tutte quelle persone che, senza aver ancora ricevuto gli aiuti dello stato sebbene decretati, sono state costrette a dare in pegno i propri effetti personali più cari e ad indebitarsi per sopravvivere;

6.    tutte quelle persone che sono cadute nello sconforto piscologico e nella depressione;

7.    tutte quelle persone che hanno perso la speranza del proprio futuro;

8.    tutte quelle persone che dovranno affrontare il rischio prossimo di azioni giudiziarie da parte del fisco per le tasse che non potranno pagare;

9.    tutte quelle persone che rimarranno al buio e senza telefono perché non potranno pagare le bollette;

10. tutte quelle persone che non si rialzeranno più;

11. tutti noi cittadini, per il futuro dei nostri figli e delle generazioni che verranno;

ma, anche e soprattutto, per tutti gli anziani che sono stati quelli maggiormente colpiti da questi decessi (cosicché non sono più né un costo per la società e né un peso per chi li riteneva tali piuttosto che considerarli “un bene prezioso” di cui il nostro Paese si è dovuto privare).

Fosse solo in memoria di tutte quelle persone anziane che a casa o in ospedale sono decedute, finendo poi cremate, e senza che ancora le urne contenenti le ceneri di molte di loro siano state ancora consegnate ai familiari, che l’apertura di un fronte giudiziario di inchiesta, su quanto accaduto e su quanto sta ancora accadendo a seguito della Pandemia Covid – 19, rappresenta un atto dovuto e legittimamente fondato sul rispetto della Legalità, Giustizia e Verità di un Paese Civile e Democratico, quale è l’Italia, affinché, oltre a poter valere  per assicurare, eventuali e possibili, responsabili alla giustizia valga, anche, a dirimere e scongiurare che, in futuro, eventi disastrosi di questo tipo e genere non accadano più.

Questa Pandemia ha causato, così come riferito da alcune fonti, in pochissimi mesi OLTRE 1.000.000 morti in tutto il mondo destinati, però, ad aumentare.

Solo in Italia le morti, a oggi, sono oltre 30 mila con diverse migliaia di  persone attualmente ancora positive.

Facciamo adesso un confronto molto interessante con le “Organizzazioni Criminali” (che si prefiggono il raggiungimento di “Altissimi Profitti Economici” mediante attività illecite che violano regole e leggi).

Nel mondo i morti deceduti a causa dalla Pandemia Covid – 19 sono pari, in questi pochissimi mesi, a quasi tutti quelli provocati, nel 2019, dalle droghe spacciate dalle “Organizzazioni Criminali”.

A titolo puramente esemplificativo e non riduttivo il fatturato stimato delle “Organizzazioni Criminali Europee”, che alcune fonti riportano, è di circa 120 miliardi di euro, quello della “Yakuza” di circa 80 Miliardi e  le altre, tutte insieme, circa  20 Miliardi, per un importo complessivo di tutte, stimato, di circa 220 Miliardi all’anno.

Riassumendo questi dati della “Criminalità Organizzata”, nel 2019, nel mondo sono stati circa 600 mila i morti per uso di sostanze stupefacenti rispetto a 270 milioni di persone che ne hanno fatto uso, il che può significare che il business della droga nel mondo ha avuto un mercato di 270 milioni di persone (dati forniti e pubblicati direttamente dall’ONU).

La “Criminalità Organizzata” è fronteggiata e combattuta, quotidianamente, grazie all’attività della Magistratura e delle Forze dell’Ordine.

Vi è però da dire e porre l’accento che, mentre rispetto alle morti attribuibili, ad esempio, alle “Organizzazioni Criminali” attraverso le loro attività di produzione, organizzazione, gestione e spaccio di sostanze stupefacenti, si procede giudizialmente, rispetto, invece, alle morti causate da questa Pandemia che, di per se, sta procurando più morti di quelli causati dalla “Criminalità Organizzata” non pare che, ancora, si sia aperto un fronte giudiziario di indagini di questa portata che, auspico e reputo vada, indubbiamente, aperto quanto meno sul presupposto di un ragionamento incontestabile che, assieme alla “Criminalità Organizzata” vi possono essere  attività che, pur non essendo legittimamente qualificate e riconosciute come Criminali, poiché per raggiungere i loro “profitti economici”  fondano il loro mercato sull’intera popolazione mondiale  possono porre in essere condotte umane che, di fatto, potrebbero celare altrettanti  “Propositi Criminali” come quelli che, comunemente, conosciamo essere attribuibili alle  “Organizzazioni Criminali Tradizionali”  se non, forse, di più.

Se si fa riferimento alla Pandemia Covid – 19 rispetto agli effetti sociali che ha drammaticamente – ed in modo terribile – prodotto con le morti, il distanziamento sociale e la crisi economica ma soprattutto rispetto allo stratosferico business che sottende, quale “Profitto Economico”, dai programmi di “Vaccinazione Globale” proclamati come soluzione del problema Covid – 19 si comprende bene che l’esigenza di aprire un “fronte giudiziario penale d’ inchiesta sul fenomeno” appare legittima e perseguibile oltre che:

a)    per le discordanze scientifiche, le contrastanti raccomandazioni della comunità scientifica tutt’altro che unanime sui consigli, i dati altrettanto contrastanti ed a volte assolutamente inveritieri rispetto alle morti da COVID e che vengono diffusi generando allarmismo e paure nelle persone, l’insegna Covid che ormai SOVRASTA come unica e sola ed esclusiva patologia che si proclama nelle persone affette, ORAMAI, solamente di questo Virsus, e non più di altere malattie (tumori, malattia cardiache, ed altre ancora che prima di questa pandemia rappresentavano la causa di tante morti di cui oggi non si parla affatto) come se non esistessero più patologie diverse dal Covid sicchè  tutti i decessi comunicati e diffusi sono riferiti ed attribuiti unicamente al Covid – 19 (per non parlare di persone ricoverate nei reparti di rianimazioni per il Covid – 19 quando invece lo sono per altre patalogie, ecc….);

b)   per accertare se, dietro tutto questo, non si celino “Propositi Criminali” rispetto ai “profitti economici” scaturenti da programmi di “Vaccinazione Globale” che fondano il loro mercato sull’intera popolazione mondiale di oltre 7 miliardi di persone.

Per quanto sopra, senza voler essere affatto complottisti e ne voler apparire tali, a parere degli odierni esponenti, aprire un “fronte giudiziario penale d’inchiesta” di questo tipo e genere rappresenta un atto dovuto di Legalità, Giustizia e soprattutto di Verità  perché, ancora oggi, l’Organizzazione Mondiale della Sanità – che come sappiamo è il massimo organo mondiale specializzato dell’ONU per la salute e fondato il 22 luglio 1946, per assicurare a tutte le popolazioni il raggiungimento del più alto livello possibile di salute, inteso non solo come assenza di malattia, ma come condizione di completo benessere fisico, mentale e sociale –  non ha fornito alcuna inconfutabile spiegazione ufficiale, scientifica e documentale sulle cause e sugli interrogativi di cui sopra salvo “lanciare il proclama di un’alleanza internazionale per accelerare lo sviluppo, la produzione e la distribuzione di un vaccino contro SarsCoV2, invitando i leader di tutto il mondo, le organizzazioni internazionali e il settore privato a scendere in campo uniti verso lo stesso obiettivo”.

Probabilmente questo proclama potrà essere giusto però, a monte di tutto questo, ben si comprende, che la risposta a questi interrogativi è legittima che ci sia , preliminarmente ad ogni cosa, in quanto oltre a poter rendere logica e motivata “la soluzione Vaccinale proclamata dall’OMS” vale:

a)  sia per dirimere ed evitare che in futuro eventi disastrosi di questo tipo e genere non accadano più,

b) sia per comprendere, qualora fossero rilevati errori e/o responsabilità nell’accaduto, quale tipo e genere di attività, protocolli ed altro ancora bisognerà migliorare, integrare o eseguire ex novo, per prevenire ed evitare in futuro accadimenti di questo tipo e genere.

Se si raffronta che i morti Globali di questa Pandemia   Covid – 19 corrispondono a quelli, ad esempio,  di un disastro aereo di circa 5000 velivoli che precipitano al suolo sappiamo bene che, in questo caso, si aprirebbero, indubbiamente, indagini giudiziarie non soltanto per stabilire le eventuali possibili responsabilità del caso ma anche per comprendere se vi sono stati errori umani o difetti meccanici e/o  delle apparecchiature degli aerei  nell’obiettivo finale di valutare eventuali possibili interventi migliorativi dal punto di vista tecnico e delle procedure di volo e pilotaggio degli aerei così da prevenire altri disastri aerei dello stesso tipo e genere.

E’ anche per queste stesse ragioni che, quindi, bisogna aprire un’indagine giudiziaria da parte della Magistratura sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sul “ Proclama Internazionale dell’OMS” ancor più perché l’Organizzazione Mondiale della Sanità non dice niente sulle cause del problema salvo proclamare, inspiegabilmente, la soluzione vaccinale e tutto questo, non fosse altro, per scongiurare che dietro tali “eventi e proclami” si possano celare i responsabili stessi della Pandemia i quali, in esecuzione a specifiche mirate condotte preordinate verso un fine “Criminale”, l’hanno potuta generare nell’obiettivo di “vendere il vaccino”, di cui essi stessi sono produttori e finanziatori, a diverso titolo, dell’Oms.

L’odierna Parte esponente sebbene comprende  perfettamente che attorno a questa vicenda potrebbero, forse, ruotare interessi personali e di “potenti lobby economiche”,  al di la di ogni immaginazione possibile, tuttavia sentono il dovere di richiamare l’attenzione della “Magistratura” verso questi “Fatti” affinché si avviino, per le ragioni su esposte,  le attività giudiziarie di indagine del caso al pari, quanto meno, rispetto a quelle rese verso la  “Criminalità” anche “Organizzata” non fosse altro – per la stessa ragione di Legalità, Giustizia e Verità, quando, diversi anni fa, si iniziò a capire ed indagare come erano strutturate certe “Organizzazioni Criminali”, è sappiamo bene tutti cosa, conseguentemente, emerse ed accadde -, perché potrebbe emergere, anche questa volta, un quadro di intrecci, di soggetti e di organizzazioni, di interessi e finalità economiche,  probabilmente  più “allarmante e pericoloso”  di quello della  “Criminalità” anche “Organizzata” che oggi conosciamo.

Detto questo:

1.       Chi sono i membri dell’OMS?

2.       Vi sono situazioni di conflitto d’interesse tra membri dell’OMS rispetto ad altri soggetti a essa collegati che, dalle decisioni dell’OMS, possono trarne profitto in modo illecito?

3.       Quali sono le correlazioni tra l’OMS e i Governi dei Paesi visto che il Governo italiano, ad esempio, sta aderendo a quanto dicono “quelli dell’OMS”?

4.       Vi sono conflitti d’interesse tra OMS e Governi?

Avere risposte anche su queste “domande è importante poiché, visto che – secondo il suddetto proclama dell’OMS –  si dovrà arrivare a vaccinare l’intera popolazione del mondo, quanto sarà il Business per i produttori di vaccini?

Vi sono correlazioni anche lobbistiche tra produttori di vaccini, OMS e Governi?

Poiché di fronte a questi interrogativi anche il Governo italiano non pare se li sia posti nell’interesse dei cittadini ma si è affidato a “quelli dell’OMS”, gli odierni esponenti reputano che, anche questa condotta debba essere compresa ed approfondita nelle sede giudiziarie competenti per dirimere ogni dubbio:

a) sulle cause che possono aver prodotto il Covid – 19;

b) sulle cause che possono aver provocato i disastri sociali ed economici in Italia;

c) se vi è stata una possibile violazione di protocolli specifici da parte dell’OMS da cui, conseguentemente, la stessa non ha assicurato alla popolazione il raggiungimento del più alto livello possibile di salute, inteso non solo come assenza di malattia, ma come condizione di completo benessere fisico, mentale e sociale.

E se detta responsabilità, qualora si ravvisassero i presupposti, l’avessero, in concorso, anche tutti quei Governi che si sono affidati all’OMS, come pare che anche il Governo italiano abbia fatto, è questo un punto di non poco conto che non merita di essere giudizialmente accertato?

E se addirittura detta responsabilità, qualora si ravvisassero i presupposti, l’avessero membri del Governo italiano con altrettanti membri dell’OMS è questo un punto di non poco conto che non merita di essere giudizialmente accertato?

Detto accertamento si reputa necessario perché dietro questa triste drammatica e gravissima vicenda si potrebbero celare, per le ragioni di cui alla superiore narrativa, condotte illecite poste in essere nell’obiettivo di raggiungere “Profitti economici stratosferici” dai programmi di vaccinazione globale di cui, così come fanno rilevare alcuni organi di stampa e comunicazione mondiali, “…anche gli sceicchi vogliono investire nel business dei vaccini…”

Durante questa Pandemia sono emerse alcune figure principali sullo scenario internazionale.

Quella del Direttore dell’OMS, l’etiope Tedros Adhanom, quella dell’immunologo statunitense Anthony Fauci, che guida in America la Task Force contro il Covid-19, e quella di Bill Gates, in qualità di protagonista indiscusso nel mondo dei vaccini con la sua Bill & Melinda Gates Foundation.

In questo contesto abbiamo:

1)    Il direttore Generale dell’OMS Tedros Adhanom, che ha dichiarato lo stato di pandemia, in precedenza aveva presieduto il fondo globale per la lotta contro l’AIDS (di cui stranamente non si è trovato vaccino; forse perché i costi per la terapia sono abbastanza remunerativi per alcuni che vi hanno interesse?) e che oggi ha indirizzato la Task Force verso i vaccini come unica soluzione per venirne fuori;

2)    Anthony Fauci che ha proposto l’alleanza nazionale per i vaccini;

3)    Bill Gates che ha interessi inimmaginabili nello sviluppo dei vaccini.

In questo contesto appare legittimo ritenere discutibile “credere unicamente che quella che dovrebbe essere una Organizzazione Mondiale per la Sanità possa, invece, verosimilmente trovarsi, forse, alla mercé di uno strettissimo numero di persone che da anni si finanziano a vicenda e che possano avere come unico scopo l’imposizione dei vaccini nell’obiettivo di poter raggiungere Profitti economici stratosferici”.

Di fronte questa possibile eventualità è certamente, altrettanto, legittimo che emerga il dubbio che su questa “vicenda pandemica” interessi privati si potrebbero essere sostituiti ad interessi pubblici ed è per dirimerlo che gli odierni esponenti reputano necessario che, su questo aspetto, vi sia un approfondimento giudiziario.

Ma vi è più.

a)     Si può ritenere, veramente, che la soluzione “sic et simpliciter” a tutto questo potrà essere, così come proposta, solo quella del “Vaccino contro il Covid – 19” che poi potrà diventare Covid – 20, poi 21, poi 22 e così  via come avviene per gli antivirus nei computer che con una frequenza cadenzata si debbono aggiornare rispetto alle versioni che successivamente vengono introdotte nel mercato?

b)    E se oltre a questo verrà imposto, cosi come in Cina, l’uso di applicazioni mobili per il rintracciamento e/o l’istallazione di microchip sottocutanei e così via… si può ritenere che tutto ciò possa essere frutto di un programma esecutivo stabilito a tavolino da organizzazioni che hanno fondato il proprio business nella diffusione globale dei vaccini?

c)     E se tutto questo fosse vero si potrebbero ricondurre tutte tali vicende, soprattutto impositive, secondo una delle più vaste tesi complottiste per la quale un presunto gruppo di potere oligarchico e segreto si adopererebbe per prendere il controllo di ogni paese del mondo in maniera totalitaria al fine di ottenere il dominio della Terra dove ogni persona diventa semplicemente “aliena” e sotto il controllo di tale potere oligarchico e segreto?

E se a tutto questo aggiungiamo anche i fatti correlati agli eventi, qui appresso riportati, in virgolettato, dagli organi di stampa (fra questi https://www.altrainformazione.it/wp/2017/06/15/cronologia-di-una-dittatura-sanitaria/ del 15 Giugno, 2017 e  https://www.econopoly.ilsole24ore.com/2020/05/05/oms-complotto-bond/ del 5 Maggio 2020 ):

 

 

a)     Il 2 aprile 2014 quando il premier Matteo Renzi è ricevuto nella City di Londra per incontrare i massimi dirigenti di Vodafone; Lloyds; British Bankers Association; BAE Systems; Credit Suisse; BP; HSBC holdings; London Stock Exchange; PwC LLP; Silver Lake; BT Group.

b)     Il 29 settembre 2014 a Washington l’Italia, nell’ambito del Global Health Security, viene designata capofila per le strategie vaccinali a livello mondiale alla presenza di Barack Obama, del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin (diploma di liceo classico), accompagnata dal Presidente dell’Agenzia italiana del Farmaco (AIFA) prof. Sergio Pecorelli e dal dottor Ranieri Guerra (con un conflitto d’interessi grande come una casa).

c)     La dichiarazione del prof. Sergio Pecorelli, nel 2014, secondo cui l’impegno dell’Italia a favore delle vaccinazioni si realizzerà anche con il coinvolgimento degli atenei, partendo da importanti esperienze già maturate con il progetto Salute 10+, promosso da Healthy Foundation in due Regioni, Lombardia e Veneto…. (putacaso le due regioni risultate più colpite dalla pandemia covid – 19)

d)     Il 7 ottobre 2014 il primo ministro pro tempore Matteo Renzi incontra a Palazzo Chigi i dirigenti delle multinazionali del farmaco per approntare una strategia comune, incontro questo senza precedenti, in cui sono presenti: Pier Carlo Padoan, Federica Guidi (con conflitti d’interesse nel campo dell’energia), Beatrice Lorenzin, Maria Elena Boschi (con conflitti d’interessi nel settore bancario) e il sottosegretario Luca Lotti (anche lui indagato per conflitti d’interesse).

e)     Nel mese di novembre 2015 il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin è invitato a cena da Federfarma Roma (Numerose foto l’hanno immortalata in tailleur nero mentre scherza a tavola con i commensali farmaceutici).

f)      Nel mese di Dicembre 2015 la Glaxo se ne esce titolando nei giornali a caratteri cubitali:”Esubero di personale alla Glaxo di Siena”; «Glaxo, è allarme licenziamenti»; «Nel 2010 a Verona la Glaxo aveva già messo in liquidazione 600 ricercatori».

g)     A metà dicembre il direttore dell’AIFA Sergio Pecorelli, quello presente alla Casa Bianca per l’investitura ufficiale è costretto a dimettersi per «gravi conflitti d’interesse» con le lobbies farmaceutiche ovviamente.

h)   Ad aprile 2016 avviene il colpo di scena: la Glaxo che solo qualche mese prima doveva chiudere, magicamente ora investe 1 miliardo di euro in Italia. Perché l’azienda leader mondiale di vaccini investe in Italia? Per caso i dirigenti si attendevano un’escalation di patologie infettive?

i)      Nella primavera del 2016 inizia l’accanimento nei confronti di medici e ricercatori che osano soltanto porre qualche dubbio sulla correttezza dell’attuale sistema vaccinale. Tra i più integerrimi inquisitori dei medici ribelli, emergono subito due figure, in nome della “VERA SCIENZA”, che iniziano ad affollare i salotti televisivi e a lanciare anatemi contro chiunque provi a divulgare gli studi scomodi sulla sicurezza delle vaccinazioni a tappeto. Si tratta di Roberto Burioni (virologo) e di Fabrizio Pregliasco (virologo), il primo pare abbia registrato dei brevetti sugli anticorpi monoclonali che possono essere usati nei vaccini, il secondo invece, ha pubblicamente ammesso di avere svolto studi finanziati dall’industria ed è stato in prima linea nel diffondere paura nella popolazione gonfiando in termini apocalittici le conseguenze della cosiddetta pandemia suina del 2009 che sembrerebbe essersi rivelata solamente una scandalosa truffa orchestrata dagli esperti dell’OMS nel libro paga di Big Pharma.

j)      A luglio 2016 avviene il passaggio cruciale: la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) pubblica il «Documento sui vaccini».

k)     Il 29 settembre 2016 al congresso della GSK (un pericolo pubblico) dal titolo «Come sarà la vaccinazione del futuro?» figura tra gli ospiti d’onore un certo Matteo Renzi che propone, pubblicamente, di radiare i medici che mettono in discussione i vaccini ed iniziano così le prime radiazioni dei medici coinvolti.

l)      Il 19 maggio 2017 Beatrice Lorenzin, Maria Elena Boschi e Valeria Fedeli presentano il decreto-legge per imporre le vaccinazioni di massa con la forza triplicandone finalmente il numero: da 4 a 12. Alla conferenza stampa del Ministero della Salute oltre alla ministra vi era anche il dottor Raniero Guerra, dalla stessa già nominato Direttore generale di Prevenzione Sanitaria presso il suo ministero, medico pluri-specializzato dotato di un curriculum eccezionale con incarichi prestigiosi nazionali ed internazionali a non finire. La cosa molto interessante è che si tratta del Consigliere di Amministrazione della Fondazione SmithKline (ente finanziato dalla GSK) e della Società Exosomics di Siena presso Siena Biotech Fondazione Monte dei Paschi (Ranieri appare il perfetto anello di congiunzione tra le istituzioni, la Glaxo, il ruolo dell’Italia quale «Capofila delle politiche vaccinali mondiali» e il decreto Lorenzin).

m)  Abbiamo poi i  320 milioni di dollari  di “Pandemic Bond” emessi nel 2017 dalla Banca Mondiale la cui scadenza naturale dei bond è fissata a metà luglio 2020 ma di  cui bisognava attendere in primo luogo la data del 24 marzo, (quando sarebbe terminato il periodo di 12 settimane dalla dichiarazione di avvio dell’epidemia di coronavirus – fissato dall’Oms al 31 dicembre 2019 -) per capire se fossero scattate le clausole degli investitori che hanno sottoscritto i titoli a carico dei quali apparentemente si profilerebbe la perdita del capitale (che sarà utilizzato per finanziare la lotta contro il virus nei Paesi più poveri sicché lo scenario della Pandemia Covid – 19 profilerebbe un incameramento di questo capitale ingente capitale a favore degli investimenti sui vaccini per i soggetti farmaceutici che orbitano attorno all’OMS) ma di fatto  si  ipotizza, semmai, l’esatto contrario, cioè che l’OMS, dichiarando la pandemia, abbia fatto un ‘favore’ ai grossi investitori perché non si può escludere che questi operatori abbiano fatto consistenti speculazioni al ribasso, guadagnando più di quanto abbiano apparentemente perduto

 

il quadro che emerge presenta tutte le caratteristiche indiziarie per apparire veramente inquietante ed oscuro dove, verosimilmente, tutto quello che è accaduto a livello globale con la Pandemia Covid – 19 potrebbe anche sembrare essere l’esatta riproduzione di uno dei tanti film di genere fantascientifico e apocalittico di distruzione di masse dove i “cattivi” operano con questa strategia per ottenere stratosferici guadagni ed il dominio della terra.

Se poi consideriamo lo Stato di Emergenza dichiarato dall’attuale Governo ai sensi dell’art. 7 del Codice della Protezione Civile (Tipologia degli eventi emergenziali di protezione civile) ove, inconfutabilmente, non vi rientrano assolutamente i fatti accaduti rispetto alla fattispecie normativa applicata per dichiaralo e che, a tutto voler concedere l’applicazione di tale normativa, cosi come da ultimo prorogata dall’attuale Governo, supera il termine massimo di proroga da essa consentito, appare di tutta evidenza potersi ravvisarsi, oltremodo incontestabile, l’illegittimità della condotta del Governo rispetto ai poteri che lo stesso si è attribuito minando e “barattando”, altrettanto illegittimamente, “le liberta dei Cittadini Italiani” rispetto ad una presunta “tutela del diritto alla salute degli stessi” che, invero, potrebbe forse  celare propositi anche  politici e di diversa natura contrari al “bene del nostro Paese”.

Se poi consideriamo pure che la Pfizer (basta vedere chi c’è dietro questa azienda il cui titolo quotato in borsa, come Pfizer, continua a salire del 10% all’anno, nonostante scandali e condanne) ha pronta i vaccini anti Covid 19 da essere immessi nel mercato ad un prezzo, a quanto pare,  maggiore di 6 volte quello degli altri produttori e di cui anche il Governo Italiano, pare, se ne stia approvvigionando, ma non viene da chiedersi se questa scelta contrattuale di acquisto nei confronti del vaccino della Pfizer rispetti i canoni della legalità imposti nella contrattazione di diritto pubblico che, così come impone ai privati che hanno a che fare con la P.A. di esibire documentazioni attestanti la integrità della loro azienda sotto i tutti i profili (compreso ad esempio il certificato antimafia), tutto questo debba imporsi anche alla Pfizer, tenuto conto che la Pfizer:

a)     assieme ad altre industrie farmaceutiche e stata costretta a pagare la gigantesca somma di 7 miliardi di dollari per avere pubblicizzato farmaci per indicazioni non approvate dalla FDA (Food and Drug Administration), l’agenzia regolatoria dei farmaci e degli alimenti degli USA;

b)   ha permesso il lancio di farmaci (così come rivelato da dipendenti “pentiti”, a vari livelli di responsabilità) verso i quali ha indotto la loro prescrizione affinché diventino ad ogni costo dei best seller e dei long seller, oltre i limiti imposti dalle indicazioni cliniche previste al momento della registrazione e dalle più elementari norme di sicurezza, secondo un’etica che tiene conto soprattutto della soddisfazione degli azionisti dell’industria;

c)    unitamente ad altre industrie farmaceutiche si è dichiarata colpevole, e per questo multata, per avere promosso scorrettamente farmaci per usi non approvati, sicché milioni di pazienti per sua colpa sono stati esposti a gravi rischi per la propria salute, ad infezioni polmonari, ad attacchi cardiaci, a impulsi al suicidio fino alla morte.

L’odierna parte esponente ha compreso benissimo che il Covid  potrebbe essere l’acme di un lungo processo di sottomissione delle libertà essenziali ad un copione psichiatrico ben articolato. Per questo lo scrivente sente, responsabilmente, il dovere di raccogliere nel presente esposto queste righe e far interagire l’intelligenza preziosa che le anima con la fattualità risolutiva di una Magistratura capace, certamente, di capire, subito dopo, la fortuna nella quale è incorsa, venendo in possesso di questo atto.

Ma il problema non finisce qui, perché questo momento di germinazione della comprensione porrà problemi molto più difficili cui dare risposta: “E’ POSSIBILE SCARDINARE IL LUNGO E BEN ARTICOLATO SISTEMA CHE CI HA CONDOTTO A QUESTO PUNTO?

E’ possibile far tramontare il male di certe grandi famiglie e di altrettanti gruppi lobbistici, che, qualora la magistratura lo accerti, risulterà che stanno potendo muovere le fila di una così terribile cabina di regia?

L’odierna parte esponente non conosce la risposta a questa domanda, ma non per questo “vuole vivere senza la speranza che il Bene possa davvero prendere sede in modo armonioso e definitivo nel nostro Pianeta”.

Prima di sfoderare i prossimi concetti, lo scrivente riassume, ultrasinteticamente, i grandi meccanismi che vengono tenuti nascosti.

A parere dell’odierna parte esponente il Covid potrebbe esistere sulle spoglie di una intelligenza infranta. A tal proposito infatti si fa richiamo a quanto affermato dal Dott. Salvatore Raino:

“La salute salda e l’assenza di problemi, più che mai, si sta evidenziando in modo fortissimo nel periodo Covid, dimostrando che il Covid non esiste e che se le persone vivono bene e non si danneggiano nei mille modi indotti dal Sistema, RESTANO IN OTTIME CONDIZIONI DI SALUTE. Ma prima di arrivare a ciò, sembra che una pubblicità battente dei farmaci di Banco, una banalizzazione dei protocolli di comportamento dei Medici, che avallano la pochezza delle persone, che vengono mantenute ignare su come alimentare la propria salute, il contrasto fisso e incessante, quanto grave, di ogni processo infiammatorio creino le premesse per una salute fasulla, aperta a tutte le ulteriori trappole, come quella del Covid. Il massimo è far credere a persone sane di poter essere causa di problemi di salute per gli altri, come anche di far credere di non essere sani, in quelle fasi naturali di indisposizione temporanea che caratterizzano la vita normale. Ormai, è perseguita la febbre, un raffreddore, un colpo di tosse, il malessere che precede una sindrome da raffreddamento, persino la banale anosmìa, tipica delle banali sindromi da raffreddamento. I bambini, al ritorno dalla scuola, continuano ad igienizzare freneticamente tutto, e si stanno avviando alle loro sindromi psichiatriche del futuro. L’inibizione alla vita è ormai al suo massimo livello di espressione ……l’infiammazione, lungi dall’essere una situazione da rimuovere stupidamente, come incoraggiato da pubblicità battenti, prive di qualunque moderazione, rappresenta un momento che dimostra errori nello stile di vita, e richiede l’assunzione di consapevolezze sempre più articolate, capaci di restituire agli interessati un livello di salute sempre più crescente, LA VERA PREVENZIONE. In più, la continua e sciocca interferenza con qualunque momento di infiammazione rovina la modulazione fisiologica della vita e ne compromette l’efficienza, creando le premesse per ogni tipo di malattia, assieme ad una incoscienza pericolosa per la salute collettiva. Ovvio che la salute collettiva consapevole entrerebbe in conflitto con l’enorme business dei Farmaci, come anche legherebbe bene con la maestria dei concetti di prevenzione reale e dell’uso di prodotti naturali, non brevettabili. Troppo facilmente i Medici sono scivolati in comportamenti abituali che sciupano molte occasioni di salute e di preservazione possibile delle modalità con cui la Natura prevede il recupero dalle normali indisposizioni temporanee. Pur essendo gigantesco il numero di Medici omeopati, per esempio, si continua, per una pressione organizzata battente denigratoria, a fare credere che sia improprio il Corpus scientifico omeopatico, rinforzando nelle retrofila i messaggi legati alle dinamiche di condizionamento feroci della farmindustria. Un importante anomalia è la guarigione incompleta e resa comunque difficile, a causa dell’uso indiscriminato di antinfiammatori, compresi gli antipiretici, giungendo così alla completa snaturazione della vita, alimentando falsi luoghi comuni, invece di spiegare che infiammazione e febbre devono essere risolti in modo più intelligente. Basti osservare la volgarissima farsa della misurazione della temperatura, vessillo della gestione del periodo Covid, che cancella qualunque buon senso con cui considerare la Febbre, che nell’antichità era venerata come una DEA, mentre oggi è diventata, addirittura, univoco momento di attestazione su interpretazioni deliranti attorno alla presunta pericolosità della persona. Eppure, la febbre è la migliore risposta immunologica di un organismo sano ad una vasta moltitudine di noxae patogene, ragion per cui non ha nessun senso contrastarla. Le infezioni possono complicarsi combattendo la febbre e che la guarigione può essere “incompleta”, generando un vero “effetto gregge” di persone che vanno in giro come portatori di agenti patogeni che non hanno stroncato con una sana risposta naturale immune. Per renderci conto delle palesi contraddizioni, abbondantemente diffuse da innumerevoli siti “sanitari” come il seguente:

https://www.my-personaltrainer.it/salute/infiammazione-fans.html  ,

riporto, qui appresso il testo di una descrizione di Infiammazione e FANS. Lo scopo dell’infiammazione è quello di contrastare ed auspicabilmente eliminare l’agente responsabile della risposta innescata dall’organismo; oltre a ciò, il processo infiammatorio fa sì che si attivi una cascata di segnali che dovrebbe culminare con la sostituzione del tessuto danneggiato.

Fasi dell’infiammazione

Le fasi del processo infiammatorio potrebbero essere così schematizzate:

• Il danno iniziale di diversa origine e natura induce il rilascio di mediatori chimici infiammatori;

• Vasodilatazione che provoca l’arrossamento tipico dell’infiammazione;

• Incremento della permeabilità dei vasi sanguigni ed essudazione con conseguente gonfiore dell’area interessata;

• Migrazione dei leucociti verso il tessuto danneggiato e fagocitosi;

• Aumento della proliferazione del tessuto connettivo.

I mediatori chimici coinvolti nel complesso processo infiammatorio sono molteplici; senz’ombra di dubbio, le prostaglandine o meglio, alcune tipologie di prostaglandine – rivestono un ruolo primario in quella che è la comparsa dei sintomi tipici.

Per ridurre l’infiammazione, è possibile agire in diversi step della cascata di segnali che si attiva quando un tessuto subisce un insulto di qualsivoglia tipologia. Nel corso di questo articolo ci concentreremo proprio su quei farmaci – abitualmente e comunemente impiegati in terapia – che sono in grado di inibire la sintesi prostaglandinica. Stiamo parlando dei ben noti Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei anche conosciuti con l’acronimo FANS. Naturalmentesi allude anche alla pericolosità di presunte “situazioni virali”, che, come già provato nella storia degli accadimenti passati della vita sociale, si sono complicate proprio per la pressione incongrua farmaceutica, che spingeva a togliere frettolosamente il disagio delle prima fasi di confronto tra motivi di malattia ed efficienza delle risposte dell’organismo.Partiamo dall’analisi degli sconvolgenti risultati di un Lavoro scientifico italiano che dimostra che, nei casi Covid, un’infezione secondaria era presente nel 15% dei casi e nella metà dei deceduti, mentre la sepsi o shock settico si sono rilevate le complicanze più comuni (http://www.infezioniobiettivozero.info/13-sepsi/87-lasepsi-

come-causa-di-decesso-in-pazienti-covid-19).

Le informazioni di seguito riportate sono evincibili tramite le seguenti fonti giornalistiche: https://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/1918-influenzaspagnola-

influenza-killer-o-aspirina-killer/

Ebbene, i milioni di decessi della cosiddetta pandemia di influenza del 1918-1919 non furono causati da un virus, ma da un’estesa infezione batterica esacerbata dall’uso esteso di un farmaco immunosoppressore tossico assunto ad alti dosaggi:l’Aspirina.

I risultati batteriologici e istopatologici delle serie di autopsie pubblicate implicavano in modo evidente e coerente una polmonite batterica secondaria causata da comuni batteri delle vie aeree superiori, nella maggior parte delle vittime dell’influenza.” Le persone erano state uccise da un batterio comune che si trova nel tratto respiratorio superiore, secondo le ricerche rivelate da F.William

Engdahl (cfr. http://tinyurl.com/ljekg5y):

Capire la causa dei milioni di decessi del 1918-1919 non è solo una questione di rilevanza storica.

Da quel momento in poi, le autorità mediche, le agenzie sanitarie e i governi internazionali hanno attribuito la mortalità a un virus spaventosamente virulento.

La loro opinione ha posto le basi per creare la fobìa di una grande minaccia: la prospettiva di future pandemie di pari virulenza, in grado di uccidere milioni di persone in tutto il mondo. Sono nate nuove agenzie, sono stati sviluppati piani internazionali e leggi d’emergenza per pandemia, con tanto di supporto militare.

Miliardi, se non addirittura bilioni, di dollari sono stati investiti per trovare un vaccino che protegga il mondo da una possibile ricomparsa dell’Influenza spagnola del 1918.

Dato che i milioni di morti del 1918-1919 appaiono correlati a un’applicazione errata della panacea farmaceutica di allora (Aspirina) e che i vaccini sono la panacea farmaceutica di oggi, e in caso di pandemia verrebbero resi obbligatori per legge, conoscere la situazione del 1918-1919 è essenziale.

Il New York Times del 12 ottobre 2009 riportava ( http:// tinyurl.com/yko5v2l ):

“Nel febbraio 1917, Bayer perse il brevetto sull’aspirina per l’America, aprendo le porte di un redditizio mercato farmaceutico a molti altri produttori. Bayer reagì con una campagna pubblicitaria insistente che celebrava la purezza del marchio, proprio quando l’epidemia stava raggiungendo il picco”.

“Il Journal of the American Medical Association suggeriva una dose di 1.000 milligrammi ogni tre ore, l’equivalente di quasi 25 compresse standard di aspirina da 325 milligrammi in 24 ore. È circa il doppio del dosaggio giornaliero che oggi viene considerato sicuro.”

L’Omeopatia rappresentava una minaccia per i profitti dell’industria farmaceutica.

Peggio ancora, i Medici omeopati criticavano tutta la classe dei farmaci sintetici a base di catrame, vera e propria base dell’industria farmaceutica.

Per contro, usando solo sostanze naturali (e quindi non brevettabili), gli Omeopati salvarono le vite di quasi tutti i pazienti che si erano rivolti a loro durante la calamità del 1918-1919.

Questo dato minacciava di svelare che le nuove medicine sintetiche a base di catrame (derivate dalla potente industria petrolifera), la base stessa di un nuovo gigantesco settore di investimenti, erano in realtà disastrose dal punto di vista medico. Bisognava evitarlo.

“La Fondazione Rockefeller [di lì a poco collegata alla Bayer; cfr.

http://tinyurl.com/mhuwe85] usò l’epidemia di Influenza spagnola – insieme ai mass media (di cui all’epoca aveva già il controllo) – per iniziare una caccia alle streghe contro ogni forma di medicina che non fosse coperta dai propri brevetti.”

Per promuovere l’accettazione pubblica della sua ‘nuova medicina’ come ombrello filantropico per il recente settore degli investimenti farmaceutici in medicinali brevettati, i media controllati dai Rockefeller usarono l’epidemia di Influenza spagnola del 1918 per lanciare una campagna contro tutte le forme di medicinali senza brevetto per screditarle come ‘non scientifiche’. Nei successivi 15 anni, praticamente tutte le scuole di medicina degli USA, tutti gli ospedali importanti e, soprattutto, la ‘American Medical Association’ diventarono parte di questa strategia per allineare l’intero settore sanitario sotto il controllo del business degli investimenti farmaceutici.”

La verità – che le autorità mediche usando l’aspirina Bayer (e l’aspirina generica) hanno ucciso tanti milioni di persone, tanto che queste morti sono diventate uno degli eventi più terrificanti della storia dell’umanità – fondamentalmente minaccia un settore globale degli investimenti da bilioni e bilioni di dollari costruito intorno al mai discusso “parere dei medici” e all’uso dei farmaci sintetici.

Il prodotto di Bayer causò così tanti milioni di morti che potremmo equiparare l’aspirina alla peste nera: da 20 a 50 milioni di morti nel biennio 1918-1919 rispetto ai 25-75 milioni di morti nel corso di tanti anni di peste bubbonica.

Oggi la politica, sotto l’influenza della Bayer e di altre compagnie farmaceutiche, sta bloccando l’accesso ai rimedi naturali, che hanno letalità nulla e hanno salvato delle vite nel 1918-1919, a favore di vaccini prevedibilmente letali, considerati necessari in base a un falso mito estremamente fuorviante: l’idea che il colpevole fosse l’influenza (un virus) che in realtà non era la causa.

Al di là delle morti che Bayer ha causato con la sua aspirina, negli anni Ottanta la compagnia vendette consapevolmente “farmaci anticoagulanti agli emofiliaci per milioni di dollari: medicinali con un elevato potenziale di contagio dell’AIDS”, come riportato nel 2003 nel Sydney Morning Herald (http://tinyurl.com/lsp36zr).

Nel 1918 si trovano diverse testimonianze di prima mano di medici che accusavano l’aspirina come causa delle polmoniti. Raccogliendo queste testimonianze, l’omeopata Julian Winston notò nel 1998 (http://tinyurl.com/c3r3ex): “Leggendo i resoconti sull’epidemia, sembra che la maggior parte delle morti fosse stata causata da una polmonite virulenta che fu particolarmente devastante nei soggetti

il cui organismo era stato depresso dagli analgesici, e il più comune di questi era l’aspirina.” Ecco uno dei resoconti, che citava:

“””””Mi fu consegnato un pacco contenente 1.000 compresse di aspirina, e 994 erano di troppo. Credo di averne somministrate una mezza dozzina […] I miei rimedi erano pochi. Quasi sistematicamente somministravo Gelsemium e Bryonia (Rimedi

omeopatici). Se riuscivo ad arrivare per primo, i miei pazienti sopravvivevano quasi sempre, a meno che qualcuno non li avesse prima mandati in farmacia a comprare l’aspirina: quando accadeva in genere mi trovavo fra le mani un caso di polmonite.”

– Dott. J. P. Huff, Kentucky Winston aggiungeva: “Il medico che mi impartì le prime nozioni di Omeopatia, il Dott. Raymond Seidel, raccontava che aveva deciso di diventare un medico omeopatico durante l’epidemia di influenza, quando lavorava come fattorino per un omeopata del New Jersey […] Diceva: ‘Mi ero accorto che le persone che prendevano l’aspirina morivano, e invece quelli

che ricevevano rimedi omeopatici sopravvivevano’.”””””””

L’aspirina fu il primo degli antinfiammatori non steroidei (FANS), e non ce ne furono altri fino al 1955, quando fu messo in vendita il Tylenol (http://tinyurl.com/kjqq4yx).

Sono i farmaci di uso più comune sul mercato, venduti con o senza ricetta medica.

Per Bayer e l’industria farmaceutica, sono le basi indiscusse del loro business.

Eppure, uccidono sistematicamente.

Citando articoli tratti da varie riviste mediche nel suo fondamentale studio del 2002, “FANS tossici e letali: un rapporto investigativo”, l’investigatore indipendente Roman Bystrianyk dichiara: (http:// tinyurl.com/m86mqrh):

“”””””Ogni anno oltre 100.000 persone vengono ricoverate per emorragie gastrointestinali, e di queste 16.500 muoiono”””””.

Fra l’altro, queste stime sono considerate ‘prudenti’, e le cifre tengono conto solo dei FANS su ricetta usati solo per trattare l’artrite e solo negli Stati Uniti.

Se si contassero i ricoveri e decessi relativi a FANS su ricetta e da banco non solo per l’artrite, ma per ogni disturbo e in tutto il mondo, i numeri sarebbero sicuramente altissimi. Se prendiamo queste cifre e le applichiamo ai tanti anni di circolazione di questi farmaci fin dagli anni Settanta, i numeri sono spaventosi.

Eppure, finora nessuno studio ha mai cercato di quantificarli.” I dati provengono dal Centro nazionale di statistica sanitaria e dal Sistema informativo medico per artrite, reumatismi e invecchiamento.”

L’aspirina, primo farmaco appartenente a questa classe, esiste fin dall’Ottocento.

Quante persone ha ucciso questo farmaco da solo? Bystrianyk. Aggiunge:

“Un’altra osservazione importante è che, prima di finire in ospedale in gravi condizioni, la maggior parte dei soggetti non presenta segnali d’allarme che indichino i danni interni causati dai farmaci. E come abbiamo visto dalle statistiche, circa il 10% di questi ricoveri termina con la morte […]

“Persino l’Aspirina, il primo FANS sintetizzato oltre un secolo fa da Felix Hoffman per le industrie Bayer, non è esente da rischi. E considerando che l’Aspirina è tra i farmaci più consigliati per ridurre l’incidenza delle cardiopatie, dobbiamo tenere conto anche dei danni gastrointestinali che causa.”

Bystrianyk quindi cita l’articolo di J. Weil e all. nel British Medical Journal, “L’Aspirina a scopo preventivo e i rischi di ulcera peptica con emorragie”. “Abbiamo scoperto che le dosi di aspirina comprese fra 75 e 300 mg al dì, attualmente usate nella profilassi cardiovascolare, non sono sicure in quanto potenziali cause di emorragie da ulcere gastriche o duodenali. In alcuni casi anche i

dosaggi molto bassi di aspirina (75 mg) hanno causato emorragie gastriche nei volontari […] Una riduzione generale delle dosi di aspirina (75 mg) non eliminerebbe il rischio […]

Come se non bastasse, aggiunge Bystrianyk: “Purtroppo il rischio di ricoveri ospedalieri e morte non è l’unica possibilità quando si assumono farmaci di questo tipo. Altri studi indicano che quando si assumono FANS è elevato anche il rischio di scompenso cardiaco congestizio. Un autore indicava che la mortalità si può equiparare a quella dei pazienti con emorragie gastrointestinali. Se è così, il numero dei decessi attribuiti ai FANS supererebbe drasticamente la già drammatica cifra di 16.500.”

La sua fonte è l’articolo del 2000 di J. Page e D. Henry su Archives of Internal Medicine, “Il consumo di FANS e lo sviluppo di scompensi cardiaci congestizi nei pazienti anziani”.

La seguente dichiarazione di Bystrianyk riguardo a tutti i FANS (compresa l’aspirina Bayer) si può estendere facilmente a ciò che accadde nel 1918-1919, compreso il silenzio totale attorno all’aspirina di Bayer (e alle versioni generiche) che è implicata nell’uccisione di milioni di persone nel 1918:

“I FANS sono davvero un’epidemia silenziosa che ha seminato dolore e morte in proporzioni terribili. Il pubblico non sa praticamente nulla di questa tragedia, dato che un’enorme quantità di informazioni scritte esiste principalmente nei santuari delle biblioteche mediche. Le compagnie farmaceutiche continuano a vendere e promuovere in tutto il mondo queste sostanze tossiche e le agenzie governative non hanno fatto nulla di rilevante per allertare il pubblico.”

Naturalmente, le nuove ricerche non fanno che evidenziare i rischi dei FANS. Un sito che segnala le ricerche più recenti è Pain-Topics.org. Nel maggio 2011, il ricercatore e assistente medico Stewart B. Leavitt ha scritto (http://tinyurl.com/k97hozy):

“I risultati delle nuove ricerche indicano che anche l’uso a breve termine di questi antidolorifici non è sicuro per i pazienti [cardiopatici] con dolori.”

Nel 1984 entrano in commercio gli ACE inibitori, che per ridurre la pressione arteriosa, interferiscono con il Sistema delle Bradichinine, creando situazioni di

infiammazione latente dei polmoni.

Negli anni 90, sono entrati in commercio i Sartani, che, con un meccanismo simile a quello degli ACE inibitori, generano anch’essi situazioni polmonari che predispongono ad evoluzioni infauste di evenienze patologiche respiratorie.

Ci siamo mai chiesti cos’è e come funziona un virus?

Secondo la scienza ufficiale, il virus non è un microrganismo dotato di vita propria e non è in grado di replicarsi autonomamente, ma necessita per questo di un organismo ospitante che di conseguenza si indebolisce e quindi diventa più soggetto ad ammalarsi, in alcuni casi fino a morire. In pratica il virus è considerato un vettore di informazioni dissonanti e disarmoniche rispetto a quelle della cellula ospitante portandola quindi ad un avvelenamento. Questo punto di vista considera il virus come la causa esterna della malattia.

Ma i virus sono davvero la causa scatenante delle malattie?

Riflettiamo insieme facendo un esempio.

Abitate in campagna e fin dai vostri primi ricordi avete sentito cori di rane nelle

sere estive. Poi un giorno, all’improvviso, questo gracidare sparisce.

Qual è la prima domanda che vi porreste?

Hanno manifestato una malattia genetica, hanno contratto un virus, oppure

qualcuno ha sparso qualche schifezza appestante nello stagno?

Se è più probabile che le rane si ammalino per l’acqua inquinata allo stesso modo anche gli esseri umani si ammalano per l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e della terra. Le cellule avvelenate cercano di ripulirsi creando dei detriti, delle scorie che noi chiamiamo virus.

Dopo la “spagnola” del 1918 chiesero al Rudolf Steiner il perché di questa pandemia. Lui rispose che questa “febbre” erano semplicemente le escrezioni di una cellula avvelenata: i virus sono parte di DNA o RNA o di qualche proteina che vengono espulsi dalla cellula e si formano quando questa è avvelenata, ma non sono la causa di nessuna infezione, bensì la conseguenza di un avvelenamento! E ci sono perché  abbiamo l’aria, l’acqua e la terra sempre più avvelenate!

Ed anche le teorie più recenti sui virus emerse nell’ultima conferenza del National Institutes of Health, dipartimento per la salute degli USA, dove studiano la complessità dei virus, confermano ciò che aveva detto Rudolf Steiner nel 1918.

Tutte le malattie sono un avvelenamento del corpo!

Ogni pandemia negli ultimi 150 anni corrisponde ad un’intensificazione e ad un salto di qualità nell’elettrificazione della Terra e quindi del suo grado di avvelenamento. Nel 1918, si sono introdotte le onde radio intorno alla terra: quando esponete un qualsiasi essere vivente ad un campo magnetico artificiale e disarmonico rispetto alla normale vibrazione cellulare, lo avvelenate. Gli esseri umani più deboli muoiono mentre gli altri restano in uno stato di latente

intossicazione che facilmente, se protratta nel tempo, può condurre ad una

malattia.

Con la Seconda guerra mondiale, è iniziata una massiccia introduzione dei radar su tutta la Terra, ricoprendola di campi elettromagnetici artificiali. Era la prima volta nella storia che gli esseri umani subivano questo tipo di esposizione. La Terra è avvolta da una fascia protettrice denominata cintura di Val Allen situata nella magnetosfera terrestre, il cui ruolo principale è quello di incorporare i raggi cosmici provenienti da ogni pianeta del sistema solare ed oltre, e di distribuirli a tutti gli esseri viventi terrestri. Dal 1968 sono stati introdotti dei satelliti proprio in questa fascia e dopo 6 mesi vi è stata un’altra epidemia virale chiamata Hong Kong. Perché virale? Perché la gente avvelenata dall’elettromagnetismo artificiale espelle delle tossine che sono i virus, che non sono la causa della malattia, ma servono alla disintossicazione della cellula. Oggi si crede che il virus sia trasmissibile, ma sarà proprio così? Nel 1918, il ministro della sanità dello stato del Massachusetts decise di analizzare la caratteristica contagiosa di un’epidemia, così venne preso del muco di persone che avevano la spagnola e lo iniettarono ad altre persone sane: nessuna risultò positiva! Venne ripetuto per mesi e decine di volte, con migliaia di persone e neanche una si infettò! Stessa prova venne fatta sui cavalli, con lo stesso esito. Potete leggere tutto questo in un libro che si intitola

“L’arcobaleno invisibile” di Arthur Firstenberg (liberascelta.org), dove viene evidenziata la correlazione tra gli stadi dell’elettrificazione della Terra e l‘insorgenza di epidemie di influenza virale puntualmente entro 6 mesi.

Come ha potuto l’influenza spagnola propagarsi dal Kansas al Sud Africa in due

settimane in modo che tutti manifestarono lo stesso sintomo, e nonostante i mezzi di trasporto fossero i cavalli o le navi??? Infatti, le cronache di allora dicevano: non sappiamo come possa avvenire…

Ma se riflettiamo che le onde radio del cellulare che abbiamo in tasca o tra le mani possono in meno di tre secondi inviare un messaggio in Cina o Giappone o Usa ed arrivare all’istante, forse qualche dubbio o meglio certezza ci può venire …

Negli ultimi 6 mesi vi è stato un salto drammatico nell’ elettrificazione della Terra: si chiama 5G per il cui supporto stanno lanciando circa 20.000 nuovi satelliti a banda larga proiettati nello spazio, ognuno dedicato all’irradiazione della Terra con alte frequenze elettromagnetiche ad oltre 10 miliardi di hertz, quando le nostre cellule vibrano da 1 a 2 milioni di hertz, vibrazioni che faranno creare ad ogni cellula del nostro corpo grandi quantità di scorie che emetteremo per guarire e che gli “scienziati” chiameranno virus.

Tutto questo evidentemente non è compatibile con la nostra salute!

Inoltre, il 5G è un dispositivo che destruttura l’acqua, che quindi non può più essere veicolo delle vitali funzioni metaboliche del corpo umano portando all’accumulo delle scorie. Le scorie che emettiamo (virus) sono quindi gli avanzi, le escrezioni delle nostre cellule malate create dai campi elettromagnetici sempre più potenti!

Dove si trova la prima e finora unica città al mondo interamente coperta dalla retedel 5G? Wuhan, in Cina!

Quindi occorre iniziare a pensare che siamo in una vera crisi esistenziale di un’ampiezza che gli esseri umani non avevano mai visto prima!

Qualcosa che non ha precedenti nella storia dell’umanità!

La sensibilità al 5G dipende dalla quantità di metallo che abbiamo in corpo come anche dalla qualità dell’acqua nelle nostre cellule. Quindi quando si inizia ad introdurre dell’alluminio nel corpo delle persone attraverso i vaccini che lo

contengono come coadiuvante, oppure a bere in lattine di alluminio, o ancora in forma di polveri sottili nell’aria che respiriamo, diventiamo delle antenne ricettrici. Per assorbire maggiormente dei campi elettromagnetici. E questo crea le condizioni perfette perché si manifesti proprio il tipo di danni che sta subendo la specie umana adesso!

Rudolf Steiner nel 1917 scrisse “Ai tempi in cui non c’era ancora la corrente elettrica, quando l’aria non brulicava di influenze elettriche, era più facile essere esseri umani! Per questo motivo, al fine di essere interamente esseri umani oggi, è necessario sviluppare velocemente delle capacità spirituali più forti di quanto ce ne fosse bisogno un secolo fa!”

Quindi, dopo oltre un secolo di queste profetiche parole, dobbiamo velocemente fare di tutto quanto siamo in grado per sviluppare rapidamente le nostre capacità spirituali, perché è veramente molto difficile essere un essere umano ai tempi nostri! (parte di questo articolo è stato redatto da informazioni di Thomas Cowan)

The LACCH

Si riporta (come esempio di riflessione) un Articolo giornalistico recente

sull’Aspirina https://www.ilgiornale.it/news/salute/aspirina-allarme-dall-inghilterra-uccidecentinaia-persone-l-1080145.html

Aspirina, allarme dall’Inghilterra: uccide centinaia di persone l’anno Secondo una ricerca condotta oltre Manica il farmaco è inutile per un quarto delle persone che ne fanno uso Fabio Franchini – Dom, 04/01/2015 – 10:50

L’aspirina è inutile per un quarto delle persone che l’assumono regolarmente.

Il monito arriva dall’Inghilterra, dove ogni anno muoiono centinaia e centinaia di persone per abuso del farmaco.

Il Telegraph racconta che un’approfondita ricerca medica ha rivelato che sono

circa 16 milioni i britannici che fanno uso dell’acido acetilsalicilico senza trarne

alcun beneficio, anzi. E pensare che lo studio ha preso in considerazione la sola

isola.

E nei casi peggiori, “per quei pazienti a rischio infarto e ictus, che prendono l’aspirina per fluidificare il sangue, il problema potrebbe essere mortale. Questi

soggetti moltiplicano per quattro le possibilità di subire un attacco cardiovascolare fatale”. Ma c’è chi, per natura e genetica, è predisposto a resistere alla medicina: chi ha il colesterolo alto o il diabete può sviluppare una maggior resistenza. I dati della British Heart Foundation parlano di oltre 250mila infarti e ictus nel Regno Unito ogni anno.

Da che mondo e mondo, prevenire è meglio che curare, ma piuttosto che mettere mano al blister per buttar giù inutilmente una pastiglia, i ricercatori hanno messo a punto un test delle urine – del costo di 10 sterline – capace di dire se il principio attivo dell’antinfiammatorio verrà metabolizzato correttamente, funzionando nella giusta maniera contro il trombossano A2 delle piastrine.

Il quotidiano riporta dunque le parole del dottore Paul RJ Ames, che lavora come esperto in emostasi e trombosi al St George di Londra e che, insieme ad altri colleghi, ha realizzato l’esame preventivo capace di salvare la vita a centinaia di migliaia di connazionali. “I medici devono rendersi conti che l’aspirina, ritenuta il

pilastro della terapia cardiaca, non funziona per circa il 25% dei casi. Tra l’altro

non sono da dimenticare gli effetti collaterali, come le ulcere. Insomma, perché si dovrebbe continuare su questa strada sapendo che non è la migliore?”.

A questo punto se mettiamo in fila:

1.    i fatti su esposti accaduti dal 2014 in poi (dai punti a – m);

2.   tutto quanto responsabilmente dichiarato in modo scientifico dal dott. Salvatore Rainò;

3.   l’illegittima adozione e proroga dello Stato di Emergenza dichiarato dall’attuale Governo;

4.   il fatto che anche il Governo italiano sembra volersi approvvigionare il vaccino anti covid 19 della Pfizer;

5.    le mancate risposte da parte degli organi ed organizzazioni deputate sugli interrogativi sopra indicati;

6.    quello che questo Governo italiano ha fatto rispetto alle misure di restrizione a casa di distanziamento sociale;

7.    quello che il Governo italiano non ha fatto, a partire dalle misure di sostegno economico, in gran parte assolutamente inefficaci ed inottemperante;

8.    il fatto che il nostro Capo del Governo, Prof. Avv. Giuseppe Conte, se fosse vero quanto riportato in questo articolo (clicca su questo link https://www.fonteverificata.it/2020/04/28/ufficiale-conte-fa-parte-degli-illuminati-insieme-ad-altri-leader-mondiali/ , non sembra aver smentito di far parte, insieme ad altri leader mondiali, della loggia massonica degli “Illuminati”;

9.    il fatto che il nostro Capo del Governo, Prof. Avv. Giuseppe Conte  avrebbe direttamente intrattenuto, cosi come notoriamente risulta, una conversazione telefonica con  Bill Gates  ( riportata anche dal sole24ore “Vaccino anti-Covid, Italia in prima fila con 130 milioni di euro. Telefonata Conte-Gates” https://www.ilsole24ore.com/art/vaccino-anti-covid-italia-prima-fila-130-milioni-telefonata-conte-gates-ADPia2N il quale, oltre ad essere il secondo sostenitore finanziario mondiale della OMS è pure interessato economicamente nella società GAVE Alleance, che sostiene l’OMS, e che ha un programma pluriennale di vaccinazione che titola: a) Obiettivo del Vaccino, b) Obiettivo Azionario, c) Obiettivo Sostenibilità, d) Obiettivo Mercato;

10.            il fatto che il nostro Capo del Governo, Prof. Avv. Giuseppe Conte  pare abbia promesso a Bill Gates 130/140 milioni di euro per l’emergenza coronavirus, (la somma corrisponde, grosso modo, alle multe che gli italiani hanno ricevuto in queste ore per non avere rispettato la quarantena – notizia questa notoriamente riferita dal quotidiano secolo d’Italia dal titolo “Conte darà a Bill Gates 130 milioni di euro: l’equivalente delle multe agli italiani per il coronavirus“ rinvenibile al seguente link:  https://www.secoloditalia.it/2020/05/conte-dara-a-bill-gates-130-milioni-lequivalente-delle-multe-agli-italiani-per-il-coronavirus/

11.            il fatto che Gave Alleance, che è una società farmaceutica che finanzia l’OMS, pare faccia direttamente capo a Bill Gates, la quale persegue il programma pluriennale suddetto che, si ribadisce, titola: a) Obiettivo del Vaccino, b) Obiettivo Azionario, c) Obiettivo Sostenibilità, d) Obiettivo Mercato;

12.            il fatto che il Governo italiano ha condiviso con l’OMS che la soluzione alla Pandemia Covid – 19 sia la vaccinazione;

13.            il fatto che il Governo italiano si è avvalso solamente di un gruppo di virologi – che appaiono essere stati strapagati – in contraddizione tra di loro anche sui metodi e sulle terapie (ad esempio il virologo Lopalco dichiara “Gli ospedali a rischio contagi da asintomatici” mentre l’OMS dichiara “Asintomatici meno contagiosi. È raro che possano trasmettere il Covid-19”);

14.            il fatto che la stragrande maggioranza di virologi – sulla base di dati e prove scientifiche, ha ritenuto di trattare diversamente la portata, i dati e le metodologie di trattamento del Covid – 19 – è stata invece dissentita ma, soprattutto, istituzionalmente isolata e, a quanto pare anche censurata;

15.            il fatto che questo Governo su un “Documento di Valutazione di Politiche di Riapertura” (redatto dal “proprio comitato scientifico” che al punto B prevedeva “un picco di posti occupati di 109.970 unità se avessimo continuato a tenere chiuse le scuole, come è avvenuto”) ha, ERRONEAMENTE, fondato la propria scelta politica provocando disaggi sociali, personali ed economici, INCOMMESURABILI ED IRREVERSIBILI SOTTO TUTTO I PROFILI,        – che tutti conosciamo – quando, invece, alla data del 3 giugno 2020, secondo le fonti ufficiali, abbiamo 39.893 persone positive di cui 408 persone in terapia intensiva;

16.            infine, l’intervista rilasciata dal padre del nostro Capo del Governo all’inviato del TG2 Daniele Rotondi “forse mio figlio Giuseppe è Troppo ambizioso”;

quello che, inevitabilmente viene da pensare, così come qualcuno molto illustre ha detto, e che “a pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina”.

Le origini delle vicende cliniche del covid, lungi dal poter essere virali, affondano le possibili radici in un “brusìo” informazionale nascosto, che pervade l’immaginario collettivo condizionandolo nella ritenuta necessità di assumere numerosi farmaci per rimanere in salute e superare le indisposizioni temporanee, tutto ciò in quella gestione della vita che consideriamo ormai normale.

La proprietà della vita è stata tolta alla Biologia per essere, molto probabilmente, venduta alla Chimica della Farmindustria.

Innumerevoli gli scandali in tal senso, con processi giudiziari che, se fossero noti alla gente, toglierebbero qualunque sicurezza nel ricorrere ai farmaci.

Negli ultimi mesi, la vendita di farmaci antinfiammatori è aumentata nettissimamente, in parallelo con la distribuzione geografica del covid!

Il problema della sindrome covid è l’ingestibilità dell’infiammazione, ma l’infiammazione, oggi, è una piattaforma vastissima sulla quale ogni giorno si impianta un flusso spropositato di farmaci.

Quindi perché dovremmo essere convinti che un virus sia più importante della piattaforma biologica, sulla quale dovesse esprimersi un qualunque agente patogeno.

Un virus, nella sua banalità costitutiva potrebbe mai essere più potente della enorme complessità reattiva di interi organismi?

Secondo le teorie più avanzate, il virus è l’espressione di un trasferimento bioelettromagnetico di informazioni utili per il perfezionamento dell’immunità e per il superamento di situazioni tossiche.

E’ possibile approfondire il discorso delle disfunzioni immunitarie e delle alterazioni del profilo di difesa dai microrganismi, trovando numerosissimi agganci con l’andamento della pandemia covid.

Le sindromi da raffreddamento, ormai divenute vietate, trovano una vasta quantità di momenti in cui si creano complicanze iatrogene, che non vengono riconosciute tali, ma sono il frutto diretto dell’assunzione di farmaci moto diffusi.

Il soggetto che assume un antinfiammatorio e che non sta meglio subito, crede di dover ripetere più intensamente la somministrazione.

Questo meccanismo è ufficialmente noto essere alla base di risposte perverse, come quelle che hanno riempito le nostre ultime cronache.

Un virus, o la sua idea, molto meno temibile di migliaia di agenti patogeni di altra natura è stato fatto diventare il centro del mondo e della vita.

Questa suggestione è un falso e lo sanno tutti gli uomini di scienza, che però non possono parlare.

In tal senso si intravede la implicita falsità delle informazioni diffuse, con un livello sempre più crescente di aggressività, sino alla dittatorialità, assieme ad una forma di omertà molto radicata e agevolata con facilitazioni economiche e conferme di ruoli di potere.

Questo è il fulcro del discorso, ciò che deve allertare l’attenzione e portare anche chi non ha conoscenze specifiche in merito a chiedere ai detentori ufficiali di questo sapere quale potrebbe essere la verità.

Non si trascurino le medicine impiegate a tappeto per il controllo dell’ipertensione, implicate in meccanismi che disturbano l’evoluzione dell’infiammazione  e dei farmaci usati  per pretendere di controllarla.

Persino nei protocolli terapeutici covid vi sono dei farmaci che lasciano contraddetti, se si considera che la flogosi repressa nel periodo 1918-20, di Influenza spagnola, è stata causa del decesso di 50.000.000 di morti, per infezioni dovute all’imbizzarrimento di germi normali delle prime vie aeree.

Nulla di nuovo sotto il sole, tranne un nuovo stile più potente e oppressivo che annichilisce il ragionamento e l’esame attento delle situazioni, additandolo come disinformazione o fake, e fortemente redarguito dal sistema globale della società moderna.

E’ d’obbligo citare il ruolo fortemente predisponente ad evoluzioni maligne del covid, giocato da pregresse vaccinazioni.

E’ doveroso anche confrontarsi con l’irradiazione elettromagnetica (specie 5G), che lungi dall’essere innocente, è già spiegata da studi tutt’altro che trascurabili.

Insomma, come insegnato da altre storie, è possibile ragionare liberamente solo se ce lo lasciano fare.

Altrimenti il dogma del virus, che ha iniziato il suo viaggio da un angolo sperduto del Pianeta, prende forma sino a diventare una realtà, che però non convince.

E’ persino discutibile l’uso degli steroidi, noti immunodepressori, come anche dell’ossigeno incondizionato, che da solo è capace di procurare arresto respiratorio, per non parlare della codeina, notissima sostanza che induce arresto respiratorio, anch’essa, per cui mi chiedo questi poveri pazienti sabotati alla base, curati male, provocati con vari stimoli mortali perché non dovrebbero fare una brutta fine!

La domanda più basilare è però:”Tutte queste sviste sono casuali, oppure bisognerebbe iniziare  a pensare alla revisione di molte certezze”?

Per quanto sopra, poiché l’odierna parte esponente – così come la stragrande maggioranza di Italiani e di persone nel mondo – reputa che il rapporto di fiducia non si deve mai perdere rispetto la Legalità, la Giustizia e la Verità e che “occorre, necessariamente, anche su questa vicenda, compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, perché è in questa che sta l’essenza della dignità umana”, come diceva “Falcone”,

 

Considerato

che questo momento storico è un momento veramente drammatico e triste dove bisogna più che mai, sbracciarsi e incominciare a cambiare le cose, affinché (fermo restando che quanto successo, a partire dalle morti e cremazioni, non abbia più ad accadere) si costruisca ordine sociale che si richiami oltre che all’etica, alla solidarietà ed al rispetto delle persone anche ai principi di legalità, giustizia e verità dove, ad esempio:

–          il diritto alla salute, all’ambiente e la dignità delle persone siano effettivamente diritti inviolabili, intoccabili ed ingestibili rispetto a qualunque tentativo valevole a comprometterli e restringerli per favorire la politica e gruppi di interesse finanziario e/o di altro genere che essa sostiene che invece deve essere punito;

–          i politici e l’attività politica siano esclusivamente per il bene e l’interesse comune e non invece un modo, così come diffusamente appare e si percepisce, per potersi arricchirsi e/o favorire gruppi di interesse finanziario e/o di altro genere;

–          i politici non debbano solamente rispondere con la semplice                 “responsabilità politica”  ma anche giudizialmente rispetto a  condotte personali, celate, forse, come scelte politiche, che, alla fine così come diffusamente appare e si percepisce, potrebbero favorire il loro arricchimento e quello  di gruppi di interesse finanziario e/o di altro genere da loro sostenuti, accrescendo, alla fine, il debito pubblico;

–           quella parte di debito pubblico scaturente da condotte politicamente irresponsabili sia caricato sui politici autori di tale condotte e non sui cittadini che, invece, debbono essere tutelati per il lavoro ed i sacrifici profusi piuttosto che continuare a far ricadere su loro un sistema impositivo fiscale, oltremodo gravoso, proclamato “dalla politica come necessario per coprire il disavanzo pubblico”: i cittadini, dal canto loro, si alzano la mattina, molti alle 5, per andare a lavorare per sostenere i bisogni della famiglia, fanno quadrare i conti del loro bilancio familiare, e più non possono fare e se, alla fine della fiera, devono rispondere del disavanzo pubblico che, la maggior parte delle volte, è frutto di scelte politicamente irresponsabili questo è scorretto, ingiusto ed illegale;

–          cessi di genarsi la paura di controlli oppressioni fiscali per giustificare la lotta all’evasione in quanto gli evasori veri, non sono cittadini, professionisti e lavoratori autonomi, presuntivamente ritenuti tali da “qualcuno”, ma sono soggetti che sicuramente e possibilmente hanno tutti un nome e cognome ed una identità specifica e di cui, purtroppo, la sensazione che appare è quella che, potendo appartenere a “lobby di potere”, possano poter godere di protezione,

 

Ritenuto

 

che nonostante quello che è emerso e che sta continuando ad emergere da certe indagini giudiziarie, che vedono coinvolti membri della magistratura (vedi caso Palamara), deve, ancor più oggi per il cambiamento richiesto,  consolidarsi nel  cittadino l’assoluta convinzione di avere massima ed incondizionata fiducia propria sulla Magistratura e sulle Forze dell’Ordine perché è da qui che bisogna ripartire in quanto l’Italia è Patria di una classe di Magistrati e di Forze dell’Ordine, tutti Eroi, che sono un vero è proprio fiore all’occhiello per il nostro Paese e da cui altri Stati del Mondo hanno appreso e sperimentato tanto:  Magistrati preparatissimi, capaci e in prima linea sul fronte della Giustizia verso la salvaguardia delle persone e del bene comune dove, per svolgere il loro compito, molti sono morti per mano stessa della criminalità a seguito di attentati orribili mentre tanti altri, “sopravvissuti alle minacce di morte”,  vivono, notte e giorno, una vita blindata e sotto scorta di sicurezza continuando, in nome della Legalità, Giustizia e Verità, a svolgere il proprio ruolo e dovere fino in fondo, senza indietreggiare neppure di un millimetro, con grande sacrificio personale e delle proprie famiglie,

il sottoscritto

CHIEDE

che l’Ecc.ma Procura della Repubblica in indirizzo adita, Voglia, partendo da quanto esposto nella superiore narrativa, esaminare attentamente la vicenda di questa pandemia Covid 19, in ogni suo aspetto principale e correlato che l’afferisce nell’obiettivo di aprire un fronte di indagine giudiziaria finalizzato a ricercare:

1.     le cause che hanno scatenato questo Virus;

2.     da dove è partito;

3.     come si è diffuso;

4.     quale sia la sua effettiva origine;

5.     se vi sono profili di responsabilità correlati su quanto accaduto rispetto ai fatti suesposti accaduti dal 2014 in poi (dai punti a – m);

6.     se vi sono profili di responsabilità correlati sulla illegittima dichiarazione, di questo Governo, sulla Stato di Emergenza e sulla proroga dei termini di tale stato;

7.    Se vi sono profili di responsabilità penali a carico di soggetti, enti od organizzazioni dopo che il dott. Salvatore Rainò fa scientificamente emergere fatti incontestabili ed inoppugnabili che possono spiegare proprio la verità scientifica del Covid perfettamente contraria a quello che invece si sta facendo accadere;

8.     se vi sono profili di responsabilità sul fatto che, anche sui primi presunti deceduti da Covid – 19, non sono state eseguite le necessarie autopsie nell’obiettivo di raccogliere elementi utili che sarebbero potuti servire per la cura e si è, invece, piuttosto deciso di inviare le salme direttamente alle cremazioni Si è voluto nascondere qualcosa in quanto, forse, alcune diagnosi e terapie possono essere state sbagliate;

9.     se vi sono profili di responsabilità sul fatto che il Ministero della Salute ha emanato una specifica circolare in cui “suggerisce” che “per l’intero periodo emergenziale non si dovrebbe procedere alla esecuzione di autopsie o riscontri diagnostici nei casi conclamati di Covid – 19, sia se deceduti in corso di ricovero ospedaliero che a casa”;

10.  se vi sono profili di responsabilità rispetto a quanto dichiarato dal prof. Roberto Burioni (dichiarava che per l’Italia il rischio Corona Virus era pari a zero”) e dal Ministro Speranza (esaltava la capacità ed eccellenza del Servizio Sanitario Nazionale Italiano affermando che, “nel caso in cui il Corona Virus potesse giungere anche in Italia, il sistema sanitario nazionale Italiano avrebbe, senza alcun rischio per la popolazione, fatto fronte  ad ogni tipo e genere di emergenza di questo tipo e genere in quanto assolutamente preparato verso questo possibile ed eventuale imprevisto), entrambi, nella trasmissione televisiva del noto presentatore Fabio Fazio, di cui qui appresso si riporta il link della puntata https://www.raiplay.it/video/2020/01/Che-Tempo-Che-Fa-87867c86-99ef-4192-9055-fb31e0bb9a4e.html

11.  se vi sono profili di responsabilità da parte del Governo Italiano rispetto anche alle dichiarazione del Presidente del Consiglio Prof. Avvocato Giuseppe Conte che, sebbene l’OMS dichiarava, il 27 gennaio 2020, “l’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale” ancora il 21 febbraio 2020, il Governo Italiano, nella persona del Premier Conte “rassicurava il Popolo Italiano che la situazione era sotto controllo quando in realtà vi erano in Italia già due morti da Corona Virus ed un centinaio di infettati di cui 89 in Lombardia e 17 in Veneto per poi arrivare al 10 Marzo 2020 col provvedimento che tutti debbono rimanere a casa perché l’Italia è tutta zona rossa protetta”;

12.  se vi sono profili di responsabilità da parte del Ministro degli Esteri Di Maio qualora fosse vero che lo stesso, mentre nel mese di febbraio 2020 aumentano le richieste di mascherine da parte di ospedali e di Forze dell’Ordine – e conseguentemente vi sono difficolta di approvvigionamento – avrebbe regalato 2 tonnellate di materiale sanitario alla Cina, tra cui le introvabili mascherine;

13.  se di Virus/Pandemia si è effettivamente trattato è il Corona Virus o Covid – 19, che sia, la causa di tutte le morti che il nostro paese sta piangendo?

14.  se di Virus/Pandemia si è effettivamente trattato è il Corona Virus o Covid – 19, che sia, la causa effettiva e principale della disperazione economica che l’Italia, i cittadini, le persone comuni, i lavoratori, gli imprenditori, i commercianti, gli agricoltori, i professionisti i bambini, gli anziani stanno vivendo?

15.  se di Virus/Pandemia si è effettivamente trattato è il Corona Virus o Covid – 19, che sia, la causa del dover essere restati reclusi a casa e dell’essere stati privati delle liberta che l’Italia, i cittadini, le persone comuni, i lavoratori, gli imprenditori, i commercianti, gli agricoltori, i professionisti i bambini, gli anziani hanno, tremendamente, dovuto vivere in quanto obbligati dal Governo a queste restrizioni?

16.  se di Virus/Pandemia si è effettivamente trattato è il Corona Virus o Covid – 19, che sia, la causa dello stress psicologico e delle paure destinato a poter diventare cronico per tante persone?

17.  se di Virus/Pandemia si è effettivamente trattato è il Corona Virus o Covid – 19, che sia, la causa del fatto che ognuno di noi dovrà ormai cambiare le proprie abitudini di vita con un distanziamento sociale che riguarda anche il distanziamento da ogni forma e tipo di manifestazioni di affetto e vicinanza verso i familiari (un nonno che non può più abbracciare un nipote, un figlio che non più dare un bacio ai propri genitori e così via) ?

18.  se vi sono profili di responsabilità riguardo le mancate risposte che ad oggi, da parte degli organi ed organizzazioni deputate, non sono pervenute rispetto ai punti 1), 2), 3) e 4) di cui sopra;

19.  se vi sono profili di responsabilità da parte dell’OMS o di alcuni suoi appartenenti sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

20.  se vi sono situazioni di conflitto di interesse tra membri dell’OMS rispetto ad altri soggetti ad essa collegati che, dalle decisioni dell’OMS, possono trarne profitto in modo illecito e, se, in questo contesto emergono profili di responsabilità sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

21.  se vi sono correlazioni tra l’OMS ed i Governi dei paesi visto che il Governo Italiano sta aderendo a quanto dicono “quelli dell’OMS” e, se, in questo contesto emergono profili di responsabilità concorrenti e concomitanti tra il nostro governo e l’OMS sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

22.  se vi sono interessi privati che si sostituiscono a interessi pubblici la dove sembrerebbe che Tedros Adhanom, direttore dell’OMS, ha indirizzato la Task Force verso i vaccini come unica soluzione per venirne fuori, Fauci ha proposto l’alleanza nazionale per i vaccini e  Bill Gates che, invece, ha interessi inimmaginabili nello sviluppo dei vaccini e, se, in questo contesto emergono profili di responsabilità sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

23.  se vi sono correlazioni, anche lobbistiche, tra produttori di vaccini OMS e Governi e, se, in questo contesto emergono profili di responsabilità sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

24.  se ricorrono profili di responsabilità verso possibili illeciti da parte del Governo Italiano rispetto a talune condotte poste in essere con vari suoi provvedimenti la dove si ravvisino possibili violazioni anche delle norme Costituzionali direttamente riconducibili agli inviolabili diritti di libertà e di democrazia;

25.  se ricorrono profili di responsabilità verso possibili illeciti da parte del Governo Italiano rispetto a talune condotte poste in essere con vari suoi provvedimenti la dove si ravvisino, pure alla luce di atti secretati, possibili violazioni fino all’ottemperanza della misure di sostegno in gran parte non mantenute nei confronti di cittadini, imprenditori, lavoratori ormai allo stremo e con la paura e l’ansia di un ulteriore lockdown dei prossimi mesi che viene sempre più preannunciato, così come rappresentato da certa stampa,  da alcuni medici e persone di “governo” ;

26.  la verità sulla circostanza riguardante il fatto che il nostro capo del governo, Prof. Avvocato Giuseppe Conte, se fosse vero quanto riportato in questo articolo ( clicca su questo link https://www.fonteverificata.it/2020/04/28/ufficiale-conte-fa-parte-degli-illuminati-insieme-ad-altri-leader-mondiali/ ), che non pare lo stesso abbia smentito, possa far parte, insieme ad altri leader mondiali, della loggia massonica degli “Illuminati” e, se, in questo contesto emergono profili di responsabilità sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

27.  la verità sulla circostanza riguardante il fatto che il nostro capo del governo, Prof. Avvocato Giuseppe Conte, ha direttamente intrattenuto, cosi come notoriamente risulta,  una conversazione telefonica con  Bill Gates che oltre ad essere il secondo sostenitore finanziario mondiale, dopo gli Stati Uniti, della OMS è pure interessato economicamente nella società GAVE Alleance che sostiene l’OMS e che ha un programma pluriennale di vaccinazione che titola: a) Obiettivo del vaccino, b) Obiettivo Azionario, c) Obiettivo Sostenibilità, d) Obiettivo Mercato e, se, in questo contesto emergono profili di responsabilità sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

28.  la verità sul fatto che il Presidente del nostro Governo ha promesso a Bill Gates 130/140 milioni di euro per l’emergenza coronavirus e, se, in questo contesto emergono profili di responsabilità; sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

29.   la verità sulla circostanza riguardante il fatto che il Governo Italiano sembrerebbe aver condiviso con l’OMS che la soluzione alla Pandemia Covid – 19 sia la vaccinazione e, se, in questo contesto emergono profili di responsabilità sulla “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e sulle misure e proclami conseguentemente adottati;

30.  la verità se Bayer e altre entità collegate, hanno potuto soggiogare l’intera umanità, creando strutture mentali malate e impadronendosi dei mezzi per promettere delle false verità, come una forma di salute che non ha nulla a che fare con la vera salute?

31.  la verità se è  stata utilizzata una tecnologia fatta per arrecare danni, e tramite le fasi successive di elettrificazione del Mondo, sino al 5G, si è anche promosso l’avvicendarsi di episodi di malattia collettiva periodica, che con la preparazione dei dissesti di salute tramite impiego continuo di farmaci atti allo scopo, ha permesso di pilotare vere e proprie stragi, come l’ultima in corso?

32.  la verità se l’Ordine Nazionale dei Medici stia imponendo una collaborazione strettissima a certa Politica, asservita agli interessi di “lobby c.d. di potere” dove anche l’OMS non è certamente disinteressata ai vantaggi economici che questo sistema assicura loro?

33.   la verità se l’Ordine Nazionale dei Medici perseguitata infondatamente ed illegittimamente, tutti quei medici che non sono allineati alle proprie imposizioni?

34.  La verità sul vaccino Anti Covid 19 della Pfizer che anche il governo Italiano sembra volersene approvvigionare e se tale possibile accordo garantisce la salubrità pubblica e quella di ogni cittadino con dati scientifici inconfutabili verso responsabilità dirette nei confronti del produttore

All’esito di tutto ciò

SI CHIEDE

altresì:

1.     di valutare la sussistenza di eventuali profili d’illiceità penale che da questi fatti, congiuntamente ad altri, potrebbero emergere e, nel caso, individuare i possibili soggetti responsabili;

2.     di eseguire, se sussistono i presupposti di legittimità, accertamenti sul patrimonio personale, diretto ed indiretto (familiari, amici stretti e società ad essi collegate direttamente od indirettamente), di ognuno dei soggetti che potranno essere individuati come responsabili e protagonisti attivi (diretti ed indiretti), altrettanto perseguibili, per questi fatti;

3.    di eseguire, se sussistono i presupposti di legittimità, accertamenti su ognuno dei soggetti che potranno essere individuati come responsabili e protagonisti attivi (diretti ed indiretti) su possibili influenze verso incarichi, istituzionali e non, conferiti amici e conoscenti che direttamente o indirettamente hanno operato e concorso su questi fatti.

Con il presente esposto si intende inoltre formulare denuncia-querela, in relazione ai fatti rilevabili nell’ipotesi in cui dagli accertamenti svolti dalle Autorità competenti dovessero emergere fattispecie di reato per i quali la legge richiede la procedibilità a querela di parte.

La sottoscritta parte esponente   chiede di essere avvisata ai sensi dell’art. 406 c.p.p. e anche ai sensi dell’art. 408 c.p.p.

Per quanto sopra si  auspica che la Procura in Indirizzo si organizzi per muoversi legittimamente a svolgere ogni opportuna ed adeguata attività di indagine giudiziaria su quanto CHIESTO perché potrà emergere un quadro di intrecci, di soggetti e di organizzazioni più “allarmante e pericoloso” di quello della “Criminalità” anche “Organizzata”.

La sottoscritta parte esponente , fa altresì presente, che questa iniziativa, a seconda dell’esito giudiziario che da questo atto conseguirà – e se le circostanze in proseguo lo richiederanno -, seguiterà giudizialmente, e senza indugio alcuno se ricorreranno i presupposti di legittimità, finanche innanzi alla CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO.

Altamura, li 10/11/2020.

In Fede

Nobil  Homo

Dr. Salvatore Rainò

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo –

13° Battaglione Logistico di Manovra

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

 

 

Di seguito, è inserito il Verbale di Deposito del Primo ESPOSTO EPOCALE, mentre le altre Ricevute sono conglobate nei fascicoli personali del mio Rapporto con la Procura di Bari.

 

 

 

 

*****

 

 

 

 

 

ALTRE CONSIDERAZIONI SUCCESSIVE

ALL’ESPOSTO EPOCALE

Ora, questa documentazione espone in modo ordinato le domande che era legittimo porsi, già diversi mesi addietro, ma che ora si trasformano nella dolorosa e insopportabile constatazione che non solo le risposte non sono state fornite dalle Istituzioni politiche e governative, ma che si è manifestato sempre di più un comportamento accondiscendente del Presidente dell’Ordine dei Medici, Dr. Filippo Anelli, il quale ha solo amplificato le gravissime derive politiche, senza esercitare il suo ruolo, fondamentale per poter orientare i Medici italiani ad esprimere le proprie conoscenze scientifiche.

Oggettivamente, è gigantesca la mole di informazioni certe, che smentiscono l’origine della pandemia, i dati epidemiologici attribuiti forzatamente all’azione del virus, l’incremento di decessi per COVID, l’opportunità di utilizzare le metodiche diagnostiche come sistemi per tracciare i contagi e giustificare le assurde costrizioni alla libertà sociale, l’impiego del mascherino, che invece rappresenta solo un motivo di malattia, la necessità di impiegare tutti gli uomini in divisa in modo così antisociale, distraendoli dalla loro attività in favore dell’Ordine e della Legalità, la necessità di giustificare la imperdonabile distruzione del tessuto produttivo, di marketing, e di ogni altra attività lavorativa, con ineguagliabili conseguenze economiche per la Nazione, le motivazioni insensate che hanno trasformato la Sanità in un vicolo cieco, senza diagnosi, senza terapie, oppure, con terapie inappropriate e mortali, il baratro della Scuole devastate nella loro funzione sociale, con conseguenze su Docenti e ragazzi, che  sarà difficilissimo resettare, senza una vera e propria palingenesi, il bisogno di dover ricorrere alla vaccinazione in un regime di confusione senza precedenti, ove l’unico aspetto evidente è che non vi sia  alcuna relazione fra ciò che è stato divulgato, ciò che accade, i comportamenti impiegati e il trend di orrore palpabile nell’aria di tutti i giorni.

In ogni circostanza di quelle appena indicate, non vi è nemmeno per una volta una posizione di discostamento, autorevole e scientifico, di Filippo Anelli, che appare, nonostante la sua delicatissima funzione “medica”, come il personaggio che ha consentito al Cavallo di Troia di invadere la città.

Solo l’Ordine dei Medici avrebbe dovuto e potuto opporre un’azione di setaccio all’invasione selvaggia di notizie e di informazioni, che sono oggi il coacervo di false verità più grave che sia mai esistito al Mondo.

Per questo motivo, la condotta del Presidente Anelli si configura come uno strumento adoperato, direttamente o indirettamente, per mantenere il disordine scientifico e medico che alimenta la paura.

Se così non fosse, perché tutte le persone che non aderiscono all’onda di condizionamento non si ammalano?

Perché i provvedimenti impiegati non sono stati in grado di fermare il fenomeno pandemico, che sembra ormai esistere solo nella fantasia bislacca e criminosa delle maglie del sistema?

E’ possibile continuare a credere che arrivino le nuove “ondate di contagio?

Secondo il mio parere, al posto di impiegare energie gigantesche, per ridimensionare le malefatte politiche, è astuto, e risolutivo porre in evidenza la profonda contraddizione del Capo dei Medici, argomento che i Medici, con la loro formazione, non attendono altro che si faccia.

Non è vero che i Medici sono tutti proni all’interpretazione corrente del virus, perché essi, per la formazione che li caratterizza, non possono mettere al centro della vita un banale e innocuo virus, decentrando ogni altro argomento enormemente più importante.

Insomma, la grande truffa, ormai percepita da tutti, si perpetua proprio perché gli addetti ai lavori, i Medici sono fortemente ostacolati a pensare “da Medici”.

Stando così le cose, ripeto, la figura da riportare all’ordine è proprio il Presidente dell’Ordine.

Il legami della sua condotta sono inestricabilmente stretti con le anomalie del Governo, del Presidente del Consiglio, del Comitato Tecnico Scientifico, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, con l’aggravante che l’Ordine  avrebbe avuto l’autorevolezza e il dovere di vigilare e di intervenire, invece che perseguitare i Medici più valenti della nostra società, compreso me, nonostante l’inviolabilità delle verità scientifiche che io indico, trattandosi di autorevoli opinioni fondate, che non possono sottostare a prevaricazione alcuna.

Quando il Sig. Zaia, il Sig. Guerra, il Sig. Crisanti, il Sig. De Luca, e tutti gli altri macabri personaggi hanno avviato dei processi di assurda distorsione delle letture sociali ed epidemiologiche, il Dr. Anelli avrebbe dovuto intervenire.

SFIDO CHIUNQUE  A RESISTERE AD UN CONFRONTO CON ME, SUGLI ARGOMENTI CHE ORMAI SONO PATROCINATI DALLA MIA AUTOREVOLEZZA PROFESSIONALE, SCIENTIFICA ED ETICA, SOPRATTUTTO PERCHE’ LE PERSONE CHE INTERAGISCONO CON ME, PAZIENTI E CONOSCENTI, NON HANNO IL COVID.

F A T T I, N O N  P A R O L E !

A FRONTE DELLA MIA DIFFUSA NOTORIETA’, CONTINUARE AD EVITARE DI INCONTARMI DI FRONTE ALL’OPINIONE PUBBLICA, IN MODO UFFICIALE, E’ SOLO UNA VOLGARE MANOVRA DEL SISTEMA, CHE TEME MALEDETTAMENTE QUESTO CONFRONTO.

GLI AGONISTI DELLA GRANDE SVISTA PANDEMICA HANNO RESPONSABILITA’ DI STILE NORIMBERGA .

Il fenomeno COVID è una gravissima disfunzione sanitaria, e come tale ha avuto tutto il tempo per avere delle risposte ai legittimi interrogativi che pone.

Le risposte non arrivano, ed arrivano altre incongruenze, sempre più insopportabili, che offendono sempre di più il buon senso delle classi più colte, e che bisogna smettere di far dipendere dall’assenso dei più umili e inconcludenti cittadini, con tutto il rispetto per loro, ma soprattutto nel loro interesse, in quanto appaiono la parte più estesa e vulnerabile della società.

Non so più come dire che la Magistratura deve prestare attenzione, ormai con estrema velocità, altrimenti passa dalla parte del torto, per la sua inerzia omissiva, e sarà prima o poi indicata anch’essa come facente parte del problema globale.

SE IO FOSSI STATO UN MAGISTRATO, MI SAREI GIA’ MOSSO, COME MI SONO MOSSO IL QUALITA’ DI MEDICO!

NON RITENGO ADDURRE ALTRI SPUNTI DI RIFLESSIONE IN QUESTA SEDE, PERCHE’, SE LO FACESSI,  MANCHEREI DI RISPETTO ALLA MAGISTRATURA, CHE DOVREBBE GIA’ AVER CAPITO LE QUESTIONI, E CON CUI HO SOLO PREMURA DI COMUNICARE CORRETTAMENTE SENZA TROPPI ALTRI MISTERI, A RISCHIO DI FARE IO UNA BRUTTA FIGURA. MA QUANDO ARRIVA IL CONFRONTO?

Se i Giudici hanno bisogno dei Consulenti, per potere applicare i loro ragionamenti giuridici in favore della VERITA’, dove lo trovate uno che, sul campo, abbia già meritato di svolgere la funzione di CTU, più di me?

Che cosa altro si aspetta?

*****

 

 

 

Che cos’altro si aspetta?

Le oscure vicende sul COVID si tingono di “giallo”, quando si esamina la condotta dei Sanitari nei ricoveri effettuati ormai da un anno.

I racconti delle persone, che cercano di assistere, invano, i loro cari durante il soggiorno negli Ospedali, che raccontano strani avvicinamenti subito dopo la morte dei propri parenti, che all’unisono esprimono una videata sulle condizioni orride di assistenza, che ormai non è più assistenza, ma pare piuttosto una condanna a morte, peggiore di quella dei campi di concentramento.

La richiesta di soccorso è diventata una vera avventura, non rispondono i Medici, non rispondono i Carabinieri, non si sa con chi parlare, sia per ricevere aiuto, sia per avere informazioni sui congiunti.

Avere bisogno di un Ospedale è diventata una sepoltura ancor prima della morte.

Non vi è nessun peggiore rituale di quello che porta le persone all’improvviso ad essere nella solitudine, lontani dai propri cari, senza risposte alle proprie domande, senza che vi sia la possibilità di parlare con il personale del Reparto.

Ed io da Medico dico che nemmeno quando ho assistito pazienti contagiosissimi, numerosi nella mia vita, mi sono mai preoccupato di potermi contagiare. Ricordo, per esempio, i pazienti gravi con AIDS, pieni zeppi di agenti opportunisti, che “ti tossivano in faccia”. Al massimo, tornando a casa, restavo un po’ in disparte dai miei cari per un giorno, ma non ho mai pensato che la mia integrità potesse essere attaccata da un germe o un virus, perché era più importante concentrarmi sui discorsi diagnostici e terapeutici, ma soprattutto adottare alcune buone regole per scongiurare contatti pericolosi,  non farsi respirare proprio in faccia (nessuno metteva il mascherino), non contaminare gli aghi mentre si introducevano nei pazienti (quindi operavo sempre  senza guanti per rispetto prima di tutto  del paziente), al massimo soffiare il naso subito dopo che si aveva la sensazione di aver potuto inalare “qualcosa”. NON MI SONO MAI AMMALATO E NEMMENO NESSUNO DEI MIEI COLLEGHI O DEI MIEI INFERMIERI E COLLABORATORI.

Adesso ci siamo ridotti che per la paura di un virus da quattro soldi, che è sempre esistito, uno degli agenti microbici meno aggressivi, che muta di continuo, e che oggi, con le moderne conoscenze serie, tutto è tranne che un vettore di contagio, ci siamo ridotti a comportarci con una tale paura che nemmeno le scarpe riusciamo ad allacciarci.

A chi lasceremo la cloche del grande aereo che pilotavamo, la vita sociale, la Medicina, la cura del prossimo? A chi lasciamo i comandi? All’idea di un virus?

 

L’assurdità più grande di tutto ciò che sta accadendo è la convinzione delle persone che credono di essere in balìa di un virus, come se tutto il resto, studiato così approfonditamente da tutti i Medici, se ne fosse andato all’aria.

Il vero aspetto “virale” e contagioso è la fissazione ideico-percettiva deforme che un virus possa sterminare l’umanità.

Direi, al massimo, che un germe, vero e proprio, come, ad esempio il Bacillus anthracis oppure il Corynebacterium diphteriae, potrebbe farlo, se fosse impiegato secondo strategie NBC, e ricordo che sono un esperto di difesa nucleare, batteriologica e chimica, quale ex Dirigente di Servizio Sanitario in ambiente militare delle Basi NATO Alpine.

Ma tutto questo non è ciò che sta accadendo, perché qualcuno ha programmato da tempo tutto ciò che sta davvero accadendo, infatti è straordinariamente più efficace possedere l’anima delle persone, convincendole che “la Peste è nell’aria”, come risulta da tenebrosi Documenti redatti già da molti anni.

Lo stile di allarme impiegato è quello che corrisponderebbe alle vere guerre batteriologiche, con la differenza che, come una seria e corretta preparazione medica consente di sapere, il virus Corona non è in grado di svolgere azioni del genere, e che esso non è uscito da un Laboratorio, perché, se così fosse, lo avrebbero costruito per sterminare l’umanità e ciò sarebbe già accaduto. Siamo di fronte ad una vera “finction”.

Se l’umanità si estinguesse, come farebbero poi a proporre i vaccini?

Fra tutte le categorie sociali in gioco, non potremmo aspettarci aiuto dai politici, non dal Deep State degli amministrativi corrotti e idiotizzati, non dai grossi nomi dell’Università, che attendono le loro prossime cariche, come premio per la loro condotta asservita.

Io ho solo il dovere di allertare la Magistratura sulla indispensabilità di indagare sulla condotta specialmente di alcuni dei Proff. universitari, magari anche Presidi di Facoltà, “Maestri di Medicina”, magari anche esponenti delle discipline il cui contenuto conoscitivo, consente a me di esprimermi con la chiarezza che mi contraddistingue. Perché io lo faccio e loro no?

Per esempio, sarebbe proficuo capire perché il boom di trapianti d’organo di questo anno, dato che l’immunodepressione necessaria per i trapianti renderebbe inutile, e senza senso, qualunque pretesa di voler eseguire dei trapianti.

Ora ironizzo. Dimenticavo che hanno, OVVIAMENTE, già confezionato gli studi ad hoc, in cui pretendono di dire che la responsività al virus dei trapiantati sarebbe inferiore a quella dei soggetti in attesa di trapianto. “””””??????????”””””

Siamo di fronte al reale capovolgimento delle regole di base della Fisiopatologia e della Medicina in generale: il potere della farmindustria si sta adoperando perché la vera preparazione medica, che era il fiore all’occhiello dei Medici italiani, tramonti con le ultime generazioni che ancora per qualche anno la rappresenteranno, ma sempre più redarguiti, ridicolizzati e perseguiti “alla Giordano Bruno”.

Cari Giudici, le persone oneste e colte che ancora credono che abbia un senso affidarvi lo sbobinamento dei concetti tecnici, per avere Giustizia, sono tante, ma, in questa straziante situazione, occorre che voi deroghiate da un aspetto abituale e ben noto della Giustizia, la lentezza, poiché, ogni ora che passa, aumentano le morti inaudite di persone che rimarrebbero ancora in vita, se non vi fossero gli ostacoli che la follia COVID sta inscenando.

Le testimonianze dei parenti delle vittime recluse in Ospedale, con storie da horror, sono strabordanti!

Io aggiungo, DOCUMENTATAMENTE, che sembra come se via sia l’Ordine dall’alto di sterminare quante più persone, con metodi e terapie che incrementano le problematiche per le quali sarebbe prescritte! Un vero circolo vizioso, con ESITO MORTALE.

La gestione delle vicende COVID ha detto tutto e il contrario di tutto: significa che non vi è logica. Allora non sono giustificate le misure disumane in corso.

Sin dalle prime battute, quando ancora non era accaduto quasi nulla, già si osannava la soluzione del vaccino: significa che i meccanismi erano già programmati per andare incontro, guarda caso, al vaccino. Allora il vaccino deve indurre sospetti, ma già lo fa di per sé.

Al tempo dell’esplosione pandemica cinese, l’Italia, che è un puntino rispetto alla Cina, era già pronta per spedire tonnellate di mascherini gratis in Cina, mentre si giocava la farsa che i mascherini non bastavano per gli italiani: significa che molti erano pronti a ciò che, STRANAMENTE, è accaduto subito dopo, come anche significa che si preparava la obbrobriosa speculazione sulla vendita dei presidii di sicurezza.

Ecco perché è venuto fuori anche che il Sig. Conte, già da mesi aveva in casa tutta la dotazione che, GUARDA CASO, sarebbe servita nelle settimane successive.

Le storture si accatastano come sassi gettati a caso (?) da passanti ignari di ciò che stanno facendo. Una caratteristica centrale dell’andamento delle cose è che, da una parte, aumentano in modo velocissimo le evidenze che bocciano ogni aspetto della farsa COVID, dall’altra, l’incedere della repressione motivata dal COVID è inarrestabile, anzi accelera, per giungere quanto più frettolosamente al vaccino massivo.

Peccato che la scienza, tanto invocata, boccia a pie’ pari un vaccino velocemente ottenuto, ma in questo caso è stata addirittura lodata la corsa al vaccino, anche se così salta qualunque criterio di sicurezza, qualora dovessimo far finta di promuovere la validità dei vaccini in genere, che la storia, quella vera, disponibile attraverso Pubblicazioni scientifiche schiaccianti, ha già bocciato. Ma il main-stream promuove solo la pubblicità ai vaccini, ripetendo che hanno fatto eradicare le grandi malattie. Peccato, o per fortuna, che questa è una bugia colossale, ma Bill Gates non vuole che si dica, e nemmeno vuole che si pubblichino i milioni di vittime procurati dai suoi vaccini.

Insomma, LORO hanno sempre ragione!!

Tutto ciò che supporta le mie affermazioni è talmente vero, che basta navigare in Internet e si trovano tutte le fonti, chiare e inoppugnabili. Allora, secondo il mio parere, il problema è che i Giudici hanno difficoltà ad approvigionarsi delle giuste conoscenze scientifiche, perché i noti Guru autorizzati dal sistema deviato non forniscono le giuste fonti, che poi essi dovrebbero tradurre in VERDETTI, per ricomporre la vita normale, ormai quasi inesistente perché il livello di alienazione della realtà, qualora qualcuno ancora lo ignori,  è talmente avanzato, che i Laureati in Giurisprudenza vengono tenuti murati vivi in situazioni che impediscono loro di conoscere la Verità dei Laureati in Medicina, i quali vengono sequestrati in logiche di ricatto e prevaricazione, sino alla minaccia di far perdere il posto di lavoro.

Allora, quale può essere ancora il senso della Magistratura?                      Semplice la risposta: il Senso della Magistratura è chiamato ad autoalimentarsi, traendo linfa da una sana relazione con le forze sane della società, che, difficilmente, come in altre occasioni, possono essere ormai istituzionali.

Occorre che, con urgenza, si reimpari a valutare le proprie sensazioni, quando una persona parla e fornisce dei discorsi che convincono e che possono essere posti a confronto con altri discorsi che non convincono.                                                Ci vuole umiltà, ci vuole misericordia, ci vuole maturità sociale e Fede.

*****

 

PERCHE’ IL COVID NON E’ SCIENZA?

(solo alcuni punti salienti, mentre spiego meglio

nelle altre pagine di questo mio corposo

Documento di Scienza e di Denuncia)

 

1)   Perché il Coronavirus esiste da sempre e non è subordinato alle libere interpretazioni politiche di strategia internazionale

2)   Perché le regole dell’immunità sono tali da bocciare qualunque illazione sulla atrocità del contagio

3)   Perché l’idea di considerare “COVID-correlate” delle persone positive ai test, ormai, fa ridere anche gli scugnizzi, anche se il riflettore dei mezzi di contaminazione/comunicazione ipertrofizza il fenomeno “Tampone” e accelera la posa in opera dei mille ulteriori inganni per le persone che non hanno mezzi intellettivi e culturali per comprendere la verità, veri spettatori/complici innocenti

4)   Perché l’unico reale, ma trascurato, dettaglio dirimente è che, se le persone non assumono farmaci antinfiammatori, non vanno incontro al COVID, le cui basi fisiopatologiche, GUARDA CASO, coincidono alla perfezione con gli effetti scatenati ufficialmente dall’uso spropositato di farmaci, che hanno raggiunto il boom di vendite, in corrispondenza, ANZI PRIMA, del periodo di efflorescenza dei fenomeni conducenti alla “così detta” pandemia

5)   Perché le autopsie che erano state, GUARDA CASO, vietate dalla Politica, al tempo dei primi casi di morti incomprensibili, in Italia, hanno confermato, STRANAMENTE, i dati delle autopsie della Spagnola, nei casi curati con ASPIRINA, cioè quadri anatomopatologici di infezioni batteriche, procurate dall’ASPIRINA!!!!!!

6)   Perché, come la storia ha fissato, con pietre miliari giornalistiche del tempo, durante la Spagnola, chi non assumeva farmaci, ma si curava con l’Omeopatia, si salvava sistematicamente (ecco perché bisogna distruggere l’Omeopatia ed anche gli Omeopati, dei quali sono uno dei massimi esponenti al Mondo)

7)   Perché il mascherino e tutte le altre fandonie correlate non trovano nessuna seria giustificazione scientifica, anche se la Politica continua a far finta di niente, e alimenta sempre di più l’Inferno

8)   Perché sono tutti d’accordo con la follia che sta generando delle vere malattie, altro che COVID, e morti insulse, che non c’entrano nulla con il COVID

9)   Perché le pressioni documentate sui Medici sono talmente scandalose e inenarrabili, che mi sembra scientifico soltanto CHIAMARE IL Dr. Anelli a rendere conto dei suoi reati continuativi, dato che indulge abbondantemente a replicare le condotte criminose del Governo, traducendole in un linguaggio medico, che lui non può permettersi di distorcere, come sta facendo

10)  Perché non è possibile che tutte le corrispondenze politiche indicate nell’ESPOSTO EPOCALE, di cui fornisco copia in questa Documentazione, siano, GUARDA CASO, la traccia che poi è stata affidata a tutti i Ruoli ufficiali della Scienza e della Medicina

Ultimo, dicendo che le pressioni protocollari ad ostinarsi a combattere il virus con antinfiammatori, a questo punto, mi sembrano anch’esse frutto di una macchinazione nefasta, che assieme ad altri numerosi elementi,  smaschera un ordito occulto a fini malintenzionali contrari alla vita e alla salute (si consideri che l’appello ad evitare gli antinfiammatori è stato dato ufficialmente anche in altre occasioni, per esempio dal Presidente MACRON, subito dopo il mio comunicato video dei primi del 2020, visto da più di 1.600.000 persone in sole venti ore,  E POI RIMOSSO!!!!!!!)

 

Sollecitato a studiare meglio ASPIRINA, in questi giorni, ho trovato un Sito ove si narra la sua storia ( https://www.aspirina.it/storia/ ).

Analizzando scientificamente questa progressione di SPOT BAYER sulla molecola in questione, ho davvero capito che siamo di fronte ad una apocalittica e mortale mistificazione, con note di vero e proprio delirio di onnipotenza e chissà quante morti attribuibili sistematicamente all’uso demenziale di questo prodotto da parte di uno dei principali Colossi dell’azienda farmaceutica.

Ma per comprendere tutto ciò, bisogna sedersi “a tavolino” ed essere disposti a studiare con onestà!

 

Ripropongo questo video (repetita iuvant)

che invito a visionare con estrema attenzione, contiene informazioni sconcertanti, perché smaschera la grande bugìa in atto, nel voler etichettare la vicenda pandemica attuale come una novità.

Ma vi sono altre considerazioni “pesanti”, che devo fare insieme a chi mi legge.

Abbiamo compreso che anche negli anni scorsi vi erano evoluzioni maligne e numerose di quadri clinici di Influenza, che non possono essere attribuiti al COVID. Nessuno parlava di COVID!

Dunque, questi quadri erano causati da altro, ma di certo non sembrerebbe logico che un altro virus avesse capacità epidemico-pandemiche, senza che sia scattato l’Inferno che è scattato al tempo d’oggi.

Dunque, se non era il virus, che cosa poteva avere la capacità di generare un quadro come quello di oggi?

E’ evidente che, anche se il main stream, che è lo stesso che pubblicizza la valanga di farmaci antinfiammatori riversata sulla popolazione ignara, non allerta nella direzione che io sto seguendo, vi sia un fattore, non virale, che ogni anno in certe situazioni identiche, si abbatte e conduce a patologie respiratorie gravissime.

Che cosa persiste negli anni, al variare di qualunque altro fattore?

SEMPLICE

Si tratta dell’abuso malsano, insensato e documentatamente capace di generare quanto accade, i FARMACI ANTINFIAMMATORI, SULLA BASE DELLA CONTEMPORANEA SOMMINISTRAZIONE CRONICA DI ALTRI FARMACI, DEI QUALI PARLO ESTENSIVAMENTE IN ALTRA PARTE DELLA MIA DOCUMENTAZIONE: ACE INIBITORI E SARTANI.

Si consideri che anche l’uso degli Steroidi  con l’intento di controllare l’infiammazione è una condotta antiscientifica, come anche l’uso della Idrossiclorochina, insomma dobbiamo smetterla di abbattere le difese poste utilmente in essere dall’Infiammazione, e questo è particolarmente grave in corso di infezioni virali anche banali, come quelle da vari  ceppi di Coronavirus.

In più, come ho ripetuto in mille occasioni, a rischio di essere sparato a distanza con un fucile laser, la deformazione dell’infiammazione generata da errori che non siamo aducati a correggere, è la causa principale della diffusione capillare del CANCRO, e ne ho la prova, perché la casistica nelle mie mani, con le regole che sto dicendo, è troppo grande per essere una mera casualità, ed essa è esente in modo assoluto da CANCRO, come se fosse popolazione di un altro Mondo!

Senza protezione della Magistratura, non si può parlare di queste “cose”, non ha senso pubblicare un lavoro scientifico sull’argomento, motivo per cui non ho bussato alle Testate così dette scientifiche, che ormai lavorano al Soldo dell’Industria farmaceutica, tanto che ora sono impegnate più che mai a diffondere pseudo-informazione, compresa quella del COVID.

Sullo sfondo di ciò che dico, ovviamente, vi è un potere obiettivo della Medicina omeopatica, che è costantemente sotto attacco, per gli ovvi motivi che ho spiegato.

In relazione a questi argomenti, avrei rivelazioni mozzafiato sulla mia interazione di successo con una Facoltà Universitaria di Medicina e Chirurgia, interazione poi strozzata a danno dell’utenza, sempre nell’ambito di un network mafioso intimidatorio, cui non ho potuto contrappormi più di tanto, per gli attacchi che stavo iniziando a ricevere.

Se queste mie mosse Legali apriranno la strada, avrà senso parlare anche di altro.

 

Ora, qualora non sia già abbastanza chiaro, è utile ripetermi sull’eco pubblica, nell’apporto di fonti che provino la truffa in atto e la chiarezza sempre più diffusa della consapevolezza di ciò, che, però non produce i risultati che dovrebbe produrre, FERMARE IL CRIMINE IN ATTO, a causa dell’inerzia dell’intervento della Giustizia.

Per facilitare la consultazione di Fonti di Rilievo, al termine del Documento globale, una serie di Link che vanno studiati per mappare le coordinate mediatiche sane e veritiere sugli argomenti attuali.

*****

 

 

 

UNA QUESTIONE CRUCIALE E’ LA VACCINAZIONE COVID AGLI ANZIANI, PERCHE’ RITENUTI SOGGETTI FRAGILI.

 

Numerose sono le evidenze che il vaccino Covid non ha nessuna indicazione e tanto meno nessuna sicurezza.

Un Dossier completo sulla questione è stato realizzato dalla dott.ssa Bolgan, con una accuratezza per la quale il suo lavoro è davvero encomiabile.

La sintesi delle osservazioni, cui mi associo come Clinico Medico ed Immunologo Clinico, oltre che come Scienziato della Vita, ma sooprattutto come Uomo, esprime chiaramente una altissima pericolosità ed una intollerabile aleatorietà della vaccinazione.

Motivo per cui è improponibile che accettiamo di esporre proprio gli anziani, fragili, con patologie pregresse, terapie farmacologiche in corso, situazioni cliniche di vario genere, al RISCHIO, stile roulette russa, rappresentato dal vaccino.

Siamo chiamati ad intervenire con prontezza, per difendere i nostri anziani, che evidentemente, nel progetto distruttivo ormai chiaro, devono sparire velocemente, mentre si invocherà ora un motivo ora l’altro, ma non si attibuirà la responsabilità al vaccino!

Vuole forse la Magistratura attendere che si compia anche questa strage?

 

 

Ecco la Bibliografia dei LAVORI SCIENTIFICI, praticamente inoppugnabili, estratti dal Dossier della dott.ssa Bolgan,  in merito alla questione.

 

Note bibliografiche

 

1  – Cell Biosci. 2020;10:40. Published 2020 Mar 16. doi:10.1186/s13578-020-00404-4 SARS-CoV-2 and COVID-19: The most important research questions.

 

Yuen KS, Ye ZW, Fung SY, Chan CP, Jin DY. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7074995/pdf/13578_2020_Article_404.pdf

2  – J Bacteriol. 1949;58(1):23‐32

Demonstration of an interference phenomenon associated with infectious bronchitis virus of chickens. Groupe V

 

3 – 2a Morti per cancro 2018 https://www.who.int/health-topics/cancer#tab=tab_1

Morti per malattie cardiovascolari https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/cardiovascular-diseases-(cvds)

 

Autoimmun Rev. 2020 Mar 29:102531. doi: 10.1016/j.autrev.2020.102531.

Worldwide trends in all-cause mortality of auto-immune systemic diseases between 2001 and 2014.

 

Scherlinger M1, Mertz P2, Sagez F2, Meyer A2, Felten R2, Chatelus E2, Javier RM2, Sordet C2, Martin

T3, Korganow AS3, Guffroy A3, Poindron V4, Richez C1, Truchetet ME1, Blanco P5, Schaeverbeke T6, Sibilia

J5, Devillers H7, Arnaud L8.

https://www.farmindustria.it/app/uploads/2018/07/i-numeri-dellindustria-farmaceutica-in-italia_luglio_2018.pdf

 

2a – Morti per cancro 2018 https://www.who.int/health-topics/cancer#tab=tab_1

 

Morti per malattie cardiovascolari https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/cardiovascular-diseases-(cvds) Autoimmun Rev. 2020 Mar 29:102531. doi: 10.1016/j.autrev.2020.102531.

 

Worldwide trends in all-cause mortality of auto-immune systemic diseases between 2001 and 2014.

Scherlinger M1, Mertz P2, Sagez F2, Meyer A2, Felten R2, Chatelus E2, Javier RM2, Sordet C2, Martin

T3, Korganow AS3, Guffroy A3, Poindron V4, Richez C1, Truchetet ME1, Blanco P5, Schaeverbeke T6, Sibilia

J5, Devillers H7, Arnaud L8.

https://www.farmindustria.it/app/uploads/2018/07/i-numeri-dellindustria-farmaceutica-in-italia_luglio_2018.pdf

 

4 – https://www.niaid.nih.gov/news-events/nih-and-partners-launch-hiv-vaccine-efficacy-study

 

5 – https://www.who.int/who-documents-detail/draft-landscape-of-covid-19-candidate-vaccines

 

6 – https://www.irbm.com/news/the-jenner-institute-signs-an-agreement-with-advent-to-develop-a-novel-coronavirus-vaccine/

 

7 – https://covid19vaccinetrial.co.uk/

 

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4464

 

8 – https://www.medscape.com/viewarticle/928941#vp_5

 

https://www.fr24news.com/a/2020/04/scientist-leading-british-coronavirus-vaccine-urges-government-to-produce-millions-of-doses.html

 

9  – https://www.prnewswire.com/news-releases/milliporesigma-supports-jenner-institute-to-reach-first-milestone-in-covid-19-vaccine-manufacturing-301039361.html

 

https://www.prnewswire.com/news-releases/milliporesigma-supports-jenner-institute-to-reach-first-milestone-in-covid-19-vaccine-manufacturing-301039361.html

 

https://european-biotechnology.com/up-to-date/latest-news/news/covid-19-halix-ready-for-vaccine-production.html

 

10  – https://www.techtimes.com/articles/248972/20200420/covid-19-update-coronavirus-vaccine-makers-asks-governments-help-to-make-millions-of-doses-by-september.htm

 

11 – https://www.who.int/who-documents-detail/draft-landscape-of-covid-19-candidate-vaccines

 

12 – Is antibody-dependent enhancement playing a role in COVID-19 pathogenesis?

DOI: https://doi.org/10.4414/smw.2020.20249

Swiss Med Wkly. 16.04.2020;150:w20249

https://smw.ch/article/doi/smw.2020.20249

 

13 – J Infect Dis. 2020 Mar 31. pii: jiaa152. doi: 10.1093/infdis/jiaa152.

Human challenge studies to accelerate coronavirus vaccine licensure.

Eyal N1,2, Lipsitch M3, Smith PG4.

https://academic.oup.com/jid/article/doi/10.1093/infdis/jiaa152/5814216

 

Nature. 2020 Apr 22. doi: 10.1038/d41586-020-01179-x.

Hundreds of people volunteer to be infected with coronavirus.

Callaway E.

 

https://www.nature.com/articles/d41586-020-01179-x

 

https://it.blastingnews.com/cronaca/2020/04/video/covid-19-burioni-inoculare-virus-a-giovani-vaccinati-per-accorciare-sperimentazione-005346069.html

 

14 – Biologicals. 2020 Jan;63:101-105. doi: 10.1016/j.biologicals.2019.10.007.

 

Global harmonization of vaccine testing requirements: Making elimination of the ATT and TABST a concrete global achievement.

 

Viviani L1, Halder M2, Gruber M3, Bruckner L4, Cussler K5, Sanyal G6, Srinivas G7, Goel S8, Kaashoek M9,

Litthauer D10, Lopes da Silva AL11, Sakanyan E12, Aprea P13, Jin H14, Vandeputte J15, Seidle T16, Yakunin

D17

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1045105619301137

 

15  – www.ema.europa.eu/en/human-regulatory/overview/public-health-threats/coronavirus-disease-covid-19/treatments-vaccines-covid-19

 

https://www.aifa.gov.it/sperimentazioni-cliniche-covid-19

 

16  – https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.data https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/25/20A01850/SG

https://www.iltempo.it/cronache/2020/04/01/news/coronavirus-ai-malati-farmaco-killer-aifa-autorizza-poi-ritira-avonex-interferone-beta-1-contro-covid-19-insufficienza-respiratoria-1306393/

 

17 – Clin Immunol. 2020;215:108426. doi:10.1016/j.clim.2020.108426 On the molecular determinants of the SARS-CoV-2 attack. Kanduc D, Shoenfeld Y.

 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7165084/pdf/main.pdf

 

18 – Autoimmun Rev. 2020 Apr 5:102538. doi: 10.1016/j.autrev.2020.102538.

Corona (COVID-19) time musings: Our involvement in COVID-19 pathogenesis, diagnosis, treatment and vaccine

planning.

Shoenfeld Y1.

 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7131471/

How doctors can potentially significantly reduce the number of deaths from Covid-19 https://www.vox.com/2020/3/12/21176783/coronavirus-covid-19-deaths-china-treatment-cytokine-storm-syndrome

 

19 – https://www.ema.europa.eu/en/authorisation-procedures

 

20  – http://www.regione.lazio.it/rl/coronavirus/ordinanza-per-vaccinazione-antinfluenzale-e-anti-pneumococcica-obbligatoria/

 

21  – https://www.onb.it/2018/11/02/vaccini-antinfluenzali-risposte-ed-efficacia-per-fasce-di-eta/ https://www.onb.it/2018/11/11/influenza-unepidemia-di-equivoci/

 

22 – Vaccine. 2020 Jan 10;38(2):350-354. doi: 10.1016/j.vaccine.2019.10.005..

Influenza vaccination and respiratory virus interference among Department of Defense personnel during the 2017-2018

influenza season.

Wolff GG1.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7126676/pdf/main.pdf

 

Clin Microbiol Rev. 2018 Jul 5;31(4). pii: e00111-17. doi: 10.1128/CMR.00111-17.

Virological and Immunological Outcomes of Coinfections.

Kumar N1, Sharma S2, Barua S3, Tripathi BN3, Rouse BT4.

 

Proc Natl Acad Sci U S A. 2019 Jul 23;116(30):15194-15199. doi: 10.1073/pnas.1821317116. Antibody-dependent enhancement of influenza disease promoted by increase in hemagglutinin stem flexibility and virus fusion kinetics.

 

Winarski KL1, Tang J1, Klenow L1, Lee J1, Coyle EM1, Manischewitz J1, Turner HL2, Takeda K1, Ward AB2, Golding H1, Khurana S3.

 

Sci Transl Med. 2013 Aug 28;5(200):200ra114. doi: 10.1126/scitranslmed.3006366.

Vaccine-induced anti-HA2 antibodies promote virus fusion and enhance influenza virus respiratory disease.

Khurana S1, Loving CL, Manischewitz J, King LR, Gauger PC, Henningson J, Vincent AL, Golding H.

 

J Gen Virol. 2016 Jul;97(7):1489-1499. doi: 10.1099/jgv.0.000468. Epub 2016 Mar 31. Vaccine-associated enhanced respiratory disease is influenced by haemagglutinin and neuraminidase in whole inactivated influenza virus vaccines.

Rajão DS1, Chen H2, Perez DR2, Sandbulte MR3, Gauger PC4, Loving CL1, Shanks GD5, Vincent

Ahttps://www.researchgate.net/publication/49899173_Antibody-

Dependent_Enhancement_ADE_of_infection_and_its_possible_role_in_the_pathogenesis_of_influenza

 

mBio. 2014 May 20;5(3):e01174-14. doi: 10.1128/mBio.01174-14.

Pathogenic influenza viruses and coronaviruses utilize similar and contrasting approaches to control interferon-stimulated gene responses.

 

Menachery VD1, Eisfeld AJ2, Schäfer A1, Josset L3, Sims AC1, Proll S3, Fan S2, Li C2, Neumann G2, Tilton SC4, Chang J3, Gralinski LE1, Long C1, Green R3, Williams CM3, Weiss J3, Matzke MM4, Webb-Robertson BJ4, Schepmoes AA4, Shukla AK4, Metz TO4, Smith RD4, Waters KM4, Katze MG, Kawaoka Y, Baric RS5.

 

Proc Natl Acad Sci U S A. 2008 Jul 1;105(26):9065-9. doi: 10.1073/pnas.0800502105.

Structure of coronavirus hemagglutinin-esterase offers insight into corona and influenza virus evolution.

Zeng Q1, Langereis MA, van Vliet AL, Huizinga EG, de Groot RJ.

 

Vet World. 2018 Jul;11(7):977-985. doi: 10.14202/vetworld.2018.977-985. Epub 2018 Jul 24.

Enhanced pathogenicity of low-pathogenic H9N2 avian influenza virus after vaccination with infectious bronchitis live attenuated vaccine.

 

Ismail ZM1, El-Deeb AH1, El-Safty MM2, Hussein HA1.

 

https://sifmedico.it/wp-content/uploads/2019/06/Vaccino-quadrivalente-razionale-uso-1.pdf

 

Clin Rheumatol. 2018 Jun;37(6):1441-1448. doi: 10.1007/s10067-018-4078-2.

Autoimmune/inflammatory syndrome induced by mineral oil: a health problem.

 

Vera-Lastra O1,2, Medina G3,4, Cruz-Domínguez MP3,4, Ramírez GM5, Blancas RBP5, Amaro ALP3,4, Martínez AV5, Delgado JS6, Jara LJ3,4.

 

23 – Proc Natl Acad Sci U S A. 2019 Jul 23;116(30):15194-15199. doi: 10.1073/pnas.1821317116. Antibody-dependent enhancement of influenza disease promoted by increase in hemagglutinin stem flexibility and virus fusion kinetics.

 

Winarski KL1, Tang J1, Klenow L1, Lee J1, Coyle EM1, Manischewitz J1, Turner HL2, Takeda K1, Ward AB2, Golding H1, Khurana S3.

 

Sci Transl Med. 2013 Aug 28;5(200):200ra114. doi: 10.1126/scitranslmed.3006366.

Vaccine-induced anti-HA2 antibodies promote virus fusion and enhance influenza virus respiratory disease.

Khurana S1, Loving CL, Manischewitz J, King LR, Gauger PC, Henningson J, Vincent AL, Golding H.

 

J Gen Virol. 2016 Jul;97(7):1489-1499. doi: 10.1099/jgv.0.000468. Epub 2016 Mar 31. Vaccine-associated enhanced respiratory disease is influenced by haemagglutinin and neuraminidase in whole inactivated influenza virus vaccines.

 

Rajão DS1, Chen H2, Perez DR2, Sandbulte MR3, Gauger PC4, Loving CL1, Shanks GD5, Vincent A

https://www.researchgate.net/publication/49899173_Antibody-

Dependent_Enhancement_ADE_of_infection_and_its_possible_role_in_the_pathogenesis_of_influenza

 

24 – mBio. 2014 May 20;5(3):e01174-14. doi: 10.1128/mBio.01174-14.

Pathogenic influenza viruses and coronaviruses utilize similar and contrasting approaches to control interferon-stimulated gene responses.

 

Menachery VD1, Eisfeld AJ2, Schäfer A1, Josset L3, Sims AC1, Proll S3, Fan S2, Li C2, Neumann G2, Tilton SC4, Chang J3, Gralinski LE1, Long C1, Green R3, Williams CM3, Weiss J3, Matzke MM4, Webb-Robertson BJ4, Schepmoes AA4, Shukla AK4, Metz TO4, Smith RD4, Waters KM4, Katze MG, Kawaoka Y, Baric RS5.

 

Proc Natl Acad Sci U S A. 2008 Jul 1;105(26):9065-9. doi: 10.1073/pnas.0800502105.

Structure of coronavirus hemagglutinin-esterase offers insight into corona and influenza virus evolution.

Zeng Q1, Langereis MA, van Vliet AL, Huizinga EG, de Groot RJ.

 

25 – Vet World. 2018 Jul;11(7):977-985. doi: 10.14202/vetworld.2018.977-985. Epub 2018 Jul 24. Enhanced pathogenicity of low-pathogenic H9N2 avian influenza virus after vaccination with infectious bronchitis live attenuated vaccine.

Ismail ZM1, El-Deeb AH1, El-Safty MM2, Hussein HA1.

 

26 – https://sifmedico.it/wp-content/uploads/2019/06/Vaccino-quadrivalente-razionale-uso-1.pdf

 

27  – Clin Rheumatol. 2018 Jun;37(6):1441-1448. doi: 10.1007/s10067-018-4078-2. Autoimmune/inflammatory syndrome induced by mineral oil: a health problem.

 

Vera-Lastra O1,2, Medina G3,4, Cruz-Domínguez MP3,4, Ramírez GM5, Blancas RBP5, Amaro ALP3,4, Martínez AV5, Delgado JS6, Jara LJ3,4.

 

28 – Expert Rev Vaccines. 2009 Jul;8(7):887-98. doi: 10.1586/erv.09.43.

SARS vaccines: where are we?

 

Roper RL1, Rehm KE.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7105754/pdf/IERV_4_11218665.pdf

 

29 – PLoS pathogens. 2010 May;6(6). e1000896.

Infidelity of SARS-CoV Nsp14-exonuclease mutant virus replication is revealed by complete genome sequencing.

Eckerle LD, Becker MM, Halpin RA, Li K, Venter E, Lu X, Scherbakova S, Graham RL, Baric RS, Stockwell TB, Spiro DJ, Denison MR.

 

30 – RNA Biol. 2011 Mar-Apr;8(2):270-9.

Coronaviruses: an RNA proofreading machine regulates replication fidelity and diversity.

Denison MR1, Graham RL, Donaldson EF, Eckerle LD, Baric RS.

 

31 – J Infect Dis. 2006 Sep 15;194(6):808-13.

The large 386-nt deletion in SARS-associated coronavirus: evidence for quasispecies?

Tang JW1, Cheung JL, Chu IM, Sung JJ, Peiris M, Chan PK.

 

32 – Genomic epidemiology of novel coronavirus – Global subsampling https://nextstrain.org/ncov/global?m=div&r=division PLoS Med. 2005 Feb;2(2):e43. Epub 2005 Feb 22.

SARS transmission pattern in Singapore reassessed by viral sequence variation analysis.

Liu J1, Lim SL, Ruan Y, Ling AE, Ng LF, Drosten C, Liu ET, Stanton LW, Hibberd ML.

bioRxiv 2020.03.27.009480; doi: https://doi.org/10.1101/2020.03.27.009480 SARS-CoV-2 exhibits intra-host genomic plasticity and low-frequency polymorphic quasispecies

 

Timokratis Karamitros, Gethsimani Papadopoulou, Maria Bousali, Anastasios Mexias, Sotiris Tsiodras, Andreas Mentis Clin Microbiol Infect. 2020 Mar 28. pii: S1198-743X(20)30165-8. doi: 10.1016/j.cmi.2020.03.020.

 

Molecular characterization of SARS-CoV-2 in the first COVID-19 cluster in France reveals an amino acid deletion in nsp2 (Asp268del).

 

Bal A1, Destras G2, Gaymard A2, Bouscambert-Duchamp M3, Valette M3, Escuret V2, Frobert E2, Billaud G3, Trouillet-Assant S4, Cheynet V5, Brengel-Pesce K5, Morfin F2, Lina B2, Josset L6.

 

33 – Preprints 2020, 2020040286 doi: 10.20944/preprints202004.0286.v1

Comparative Domain-Fold Analysis of the SARS-CoV-2 ORF1ab Polyprotein: Insight into Co-Evolution, Conservation of Folding Patterns, Potential Therapeutic Strategies, and the Possibility of Reemergence. Karmakar, S.; Kumar, S.; Katiyar, V.

 

34 – Evolution (N Y). 2011 Dec;4(4):635-643.

The double-edged sword: How evolution can make or break a live-attenuated virus vaccine.

Hanley KA1.

 

35 – bioRxiv 2020.04.29.069054; doi: https://doi.org/10.1101/2020.04.29.069054

 

Spike mutation pipeline reveals the emergence of a more transmissible form of SARS-CoV-2

Bette Korber, Will Fischer, S. Gnana Gnanakaran, Heyjin Yoon, James Theiler, Werner Abfalterer, Brian Foley, Elena E Giorgi, Tanmoy Bhattacharya, Matthew D Parker, David G Partridge, Cariad M Evans, Thushan de Silva, Celia C LaBranche, David C Montefiori, Sheffield COVID-19 Genomics Group

 

National Science Review, 03 March 2020 nwaa036, https://doi.org/10.1093/nsr/nwaa036 On the origin and continuing evolution of SARS-CoV-2

Xiaolu Tang1,7 , Changcheng Wu1,7 , Xiang Li2,3,4,7 , Yuhe Song2,5,7 , Xinmin Yao1 , Xinkai Wu1 , Yuange Duan1 , Hong Zhang1 , Yirong Wang1 , Zhaohui Qian6 , Jie Cui2,3,*, and Jian Lu1,*

 

medRxiv preprint doi: https://doi.org/10.1101/2020.04.14.20060160 Patient-derived mutations impact pathogenicity of SARS-CoV-2

 

Hangping Yao1 †, Xiangyun Lu1 †, Qiong Chen2†, Kaijin Xu1 , Yu Chen1, Linfang Cheng1 2 , Fumin Liu1 , Zhigang Wu1 , Haibo Wu1 , Changzhong Jin1 , Min Zheng1 *, Nanping Wu1 3 *, Chao Jiang2,3*, Lanjuan Li1 4 https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2020.04.14.20060160v1.full.pdf

 

J Transl Med. 2020 Apr 22;18(1):179. doi: 10.1186/s12967-020-02344-6.

Emerging SARS-CoV-2 mutation hot spots include a novel RNA-dependent-RNA polymerase variant.

 

Pachetti M1,2, Marini B3, Benedetti F4, Giudici F5, Mauro E3, Storici P1, Masciovecchio C1, Angeletti S6, Ciccozzi M6, Gallo RC7,8, Zella D9,10, Ippodrino R11.

 

36 – PLoS Genet. 2019 Oct 17;15(10):e1008271. doi: 10.1371/journal.pgen.1008271.

 

Viral quasispecies.

Domingo E1,2, Perales C1,2,3.

Eur Biophys J. 2018 May;47(4):443-457. doi: 10.1007/s00249-018-1282-6.

Quasispecies and virus.

Domingo E1,2, Perales C3,4,5

 

Infect Genet Evol. 2020 Mar 9;82:104278. doi: 10.1016/j.meegid.2020.104278.

A new implication of quasispecies dynamics: Broad virus diversification in absence of external perturbations.

Domingo E1, Soria ME2, Gallego I3, de Ávila AI4, García-Crespo C4, Martínez-González B2, Gómez J5, Briones C6, Gregori J7, Quer J8, Perales C9.

 

37  – Sci Am. 1993 Jul;269(1):42-9. Viral quasispecies.

 

Eigen M1.

 

38  – World J Hepatol. 2015 Apr 28;7(6):831-45. doi: 10.4254/wjh.v7.i6.831. Hepatitis C virus genetic variability and evolution.

 

Echeverría N1, Moratorio G1, Cristina J1, Moreno P1.

 

39 – Naturwissenschaften. 1971;58:465–523.

Self-organization of matter and the evolution of biological macromolecules.

Eigen M.

 

Int J Mol Sci. 2019 Sep 19;20(18). pii: E4657. doi: 10.3390/ijms20184657.

Impact of RNA Virus Evolution on Quasispecies Formation and Virulence.

Mandary MB1, Masomian M1, Poh CL2.

 

40 – Curr Top Microbiol Immunol. 2016;392:181-200. doi: 10.1007/82_2015_462. Estimating Fitness of Viral Quasispecies from Next-Generation Sequencing Data Seifert D1, Beerenwinkel N2.

 

Domingo E., Schuster P. (eds) Quasispecies: From Theory to Experimental Systems.

Current Topics in Microbiology and Immunology, vol 392.2016 Springer International Publishing, ISBN 978-3-319-23898-2

 

Virus Res. 2020 Apr 9;283:197963. doi: 10.1016/j.virures.2020.197963.

Applying next-generation sequencing to unravel the mutational landscape in viral quasispecies.

Lu IN1, Muller CP2, He FQ3.

 

41 – Domingo, E., 2020.

Virus as Populations,

Second ed. Academic Press, Elsevier, Amsterdam.

 

42 – Science 303, 327–332.2004.

Unifying the epidemiological and evolutionary dynamics of pathogens.

Grenfell, B.T., Pybus, O.G., Gog, J.R., Wood, J.L., Daly, J.M., Mumford, J.A., Holmes, E.C.,

 

43 – Virology. 2006 Jun 20;350(1):48-57.

Changes in mumps virus neurovirulence phenotype associated with quasispecies heterogeneity.

Sauder CJ, Vandenburgh KM, Iskow RC, Malik T, Carbone KM, Rubin SA.

 

 

 

Acta Neuropathol. 2017 Jan;133(1):139-147. doi: 10.1007/s00401-016-1629-y.

Deep sequencing reveals persistence of cell-associated mumps vaccine virus in chronic encephalitis.

 

Morfopoulou S1, Mee ET2, Connaughton SM2, Brown JR3, Gilmour K4, Chong WK5, Duprex WP6, Ferguson D2, Hubank M7, Hutchinson C8, Kaliakatsos M9, McQuaid S10,11, Paine S8,12, Plagnol V13, Ruis C14, Virasami A8, Zhan H15, Jacques TS8,16, Schepelmann S2, Qasim W17,18, Breuer J14,3.

 

44 – J Med Virol. 2009 Jan;81(1):130-8. doi: 10.1002/jmv.21381.

Identification of genetic mutations associated with attenuation and changes in tropism of Urabe mumps virus. Shah D, Vidal S, Link MA, Rubin SA, Wright KE.

 

45 – J. Virol. 76:11447–11459

Comparison of the complete DNA sequences of the Oka varicella vaccine and its parental virus.

Gomi Y, et al. 2002.

 

46 – Cell. 1988;55(2):255–65.

Biased hypermutation and other genetic changes in defective measles viruses in human brain infections.

Cattaneo R, Schmid A, Eschle D, Baczko K, ter Meulen V, Billeter MA.

 

47 – Microbiol Mol Biol Rev. 2012 Jun;76(2):159-216. doi: 10.1128/MMBR.05023-11.

Viral quasispecies evolution.

Domingo E1, Sheldon J, Perales C.

Domingo E (2020) Virus as Populations, 2nd ed. Academic Press, Elsevier, Amsterdam

 

48  – https://medicinaonline.co/2017/03/18/antigene-cose-e-perche-e-importante-per-il-sistema-immunitario/ https://medicinaonline.co/2017/03/17/differenza-tra-antigene-aptene-allergene-ed-epitopo/ https://medicinaonline.co/2017/03/16/epitopi-sequenziali-e-conformazionali-cosa-sono-e-come-funzionano/

 

49 – Immune Netw. 2016 Oct;16(5):261-270.

Original Antigenic Sin Response to RNA Viruses and Antiviral Immunity. Park MS1, Kim JI1, Park S1, Lee I1, Park MS1. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5086450/pdf/in-16-261.pdf

 

The Open Immunology Journal 2018, 08, 16-27 DOI: 10.2174/1874226201808010016

Inter-Pathogen Peptide Sharing and the Original Antigenic Sin: Solving a Paradox Darja Kanduc1,* and Yehuda Shoenfeld

 

https://benthamopen.com/contents/pdf/TOIJ/TOIJ-8-16.pdf Front Biosci (Schol Ed). 2012 Jun 1;4:1393-401. Peptide cross-reactivity: the original sin of vaccines.

 

Kanduc D1.

 

https://www.bioscience.org/2012/v4s/af/341/fulltext.php?bframe=2.htm J Autoimmun. 2017 Sep;83:12-21. doi: 10.1016/j.jaut.2017.04.008. Original antigenic sin: A comprehensive review.

Vatti A1, Monsalve DM2, Pacheco Y2, Chang C1, Anaya JM2, Gershwin ME3.

Cold Spring Harb Perspect Med. 2020 Jan 21. pii: a038786. doi: 10.1101/cshperspect.a038786.

Original Antigenic Sin: How Original? How Sinful?

Yewdell JW1, Santos JJS

 

Cold Spring Harb Perspect Biol. 2017 Dec 1;9(12). pii: a029629. doi: 10.1101/cshperspect.a029629.

What Is Wrong with Pertussis Vaccine Immunity? Inducing and Recalling Vaccine-Specific Immunity.

Eberhardt CS1,2, Siegrist CA1,3.

 

50 – J Pediatric Infect Dis Soc. 2019 Sep 25;8(4):334-341. doi: 10.1093/jpids/piz005.

The 112-Year Odyssey of Pertussis and Pertussis Vaccines-Mistakes Made and Implications for the Future.

Cherry JD1.

 

Clin Vaccine Immunol. 2010 May;17(5):741-7. doi: 10.1128/CVI.00469-09.

Antibody response patterns to Bordetella pertussis antigens in vaccinated (primed) and unvaccinated (unprimed) young children with pertussis.

 

Cherry JD1, Heininger U, Richards DM, Storsaeter J, Gustafsson L, Ljungman M, Hallander HO.

 

51  – Front Biosci (Schol Ed). 2012 Jun 1;4:1393-401. Peptide cross-reactivity: the original sin of vaccines. Kanduc D1.

 

Open Immunol J 2018;8:11–27

Inter-pathogen peptide sharing and the original antigenic sin: Solving a paradox

Kanduc D, Shoenfeld Y,

https://benthamopen.com/FULLTEXT/TOIJ-8-16

 

http://amsacta.unibo.it/3437/18/17_fisiopatologia_delle_infezioni_II_ed_ebook.pdf

 

52 – http://amsacta.unibo.it/3437/18/17_fisiopatologia_delle_infezioni_II_ed_ebook.pdf

 

53 – Proc Natl Acad Sci U S A. 2014 Jan 14;111(2):787-92. doi: 10.1073/pnas.1314688110.

 

Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model.

 

Warfel JM1, Zimmerman LI, Merkel TJ.

 

54 – Future Microbiol. 2010 Mar;5(3):455-69. doi: 10.2217/fmb.09.133.

Pertussis toxin and adenylate cyclase toxin: key virulence factors of Bordetella pertussis and cell biology tools.

Carbonetti NH1.

 

55 – Recommendations to assure the quality, safety and efficacy of acellular pertussis vaccines https://www.who.int/biologicals/vaccines/TRS_979_Annex_4.pdf?ua=1

 

56 – Annex 6 Recommendations for whole-cell pertussis vaccine https://www.who.int/biologicals/publications/trs/areas/vaccines/whole_cell_pertussis/Annex%206%20whole%20cell%2 0pertussis.pdf?ua=1

57 – Proc Natl Acad Sci U S A. 2014 Jan 14;111(2):787-92. doi: 10.1073/pnas.1314688110.

Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model.

 

Warfel JM1, Zimmerman LI, Merkel TJ.

 

58 – Malattie, vaccini e la storia dimenticata (dissolving illusions). Epidemie, contagi, infezioni. Cos’è cambiato davvero in Occidente negli ultimi due secoli (Italiano) – 26 aprile 2018

 

di Suzanne Humphries (Autore), Roman Bystriany (Autore), M. Orazzini (Traduttore)

Capitolo Pertosse

 

59 – Vaccine. 2010 Jul 26;28(33):5503-12. doi: 10.1016/j.vaccine.2010.02.103.

Carrier induced epitopic suppression of antibody responses induced by virus-like particles is a dynamic phenomenon caused by carrier-specific antibodies.

 

Jegerlehner A1, Wiesel M, Dietmeier K, Zabel F, Gatto D, Saudan P, Bachmann MF.

 

60  – J Virol. 2020 Feb 14;94(5). pii: e02015-19. doi: 10.1128/JVI.02015-19. Molecular Mechanism for Antibody-Dependent Enhancement of Coronavirus Entry.

Wan Y#1, Shang J#1, Sun S2, Tai W3, Chen J4, Geng Q1, He L2, Chen Y2, Wu J1, Shi Z4, Zhou Y2, Du L5, Li F6.

 

61 – Nat Rev Immunol. 2020 Apr 21. doi: 10.1038/s41577-020-0321-6.

The potential danger of suboptimal antibody responses in COVID-19.

Iwasaki A1,2, Yang Y3.

https://www.nature.com/articles/s41577-020-0321-6

 

Swiss Med Wkly. 2020 Apr 16;150:w20249. doi: 10.4414/smw.2020.20249. Is antibody-dependent enhancement playing a role in COVID-19 pathogenesis? Negro F1.

 

Medical Countermeasures Analysis of 2019-nCoV and Vaccine Risks for Antibody-Dependent Enhancement (ADE) (2/27/2020).

Ricke, Darrell and Malone, Robert W.,

http://dx.doi.org/10.2139/ssrn.3546070

 

62 – Hong Kong Med J. 2016 Jun;22(3 Suppl 4):25-31.

Antibody-dependent enhancement of SARS coronavirus infection and its role in the pathogenesis of SARS.

Yip MS1, Leung HL1, Li PH1, Cheung CY2, Dutry I1, Li D1, Daëron M3, Bruzzone R4, Peiris JS1, Jaume M1.

 

Hong Kong Med J. 2012 Feb;18 Suppl 2:31-6.

SARS CoV subunit vaccine: antibody-mediated neutralisation and enhancement.

 

Jaume M1, Yip MS, Kam YW, Cheung CY, Kien F, Roberts A, Li PH, Dutry I, Escriou N, Daeron M, Bruzzone R, Subbarao K, Peiris JS, Nal B, Altmeyer R.

 

J Virol. 2011 Oct;85(20):10582-97. doi: 10.1128/JVI.00671-11.

 

Anti-severe acute respiratory syndrome coronavirus spike antibodies trigger infection of human immune cells via a pH- and cysteine protease-independent FcγR pathway.

Jaume M1, Yip MS, Cheung CY, Leung HL, Li PH, Kien F, Dutry I, Callendret B, Escriou N, Altmeyer R, Nal B, Daëron M, Bruzzone R, Peiris JS.

 

Biochem Biophys Res Commun. 2014 Aug 22;451(2):208-14. doi: 10.1016/j.bbrc.2014.07.090. Antibody-dependent SARS coronavirus infection is mediated by antibodies against spike proteins.

 

Wang SF1, Tseng SP2, Yen CH3, Yang JY4, Tsao CH5, Shen CW6, Chen KH7, Liu FT5, Liu WT8, Chen YM9, Huang JC10.

 

63 – J Virol. 2020 Feb 14;94(5). pii: e02015-19. doi: 10.1128/JVI.02015-19.

Molecular Mechanism for Antibody-Dependent Enhancement of Coronavirus Entry.

Wan Y#1, Shang J#1, Sun S2, Tai W3, Chen J4, Geng Q1, He L2, Chen Y2, Wu J1, Shi Z4, Zhou Y2, Du L5, Li F6.

 

64 – J Infect Dis. 2020 Apr 1. pii: jiz618. doi: 10.1093/infdis/jiz618. Antibody-Dependent Enhancement of Severe Disease Is Mediated by Serum Viral Load in Pediatric Dengue Virus Infections.

 

Waggoner JJ1,2, Katzelnick LC3, Burger-Calderon R4, Gallini J5, Moore RH5, Kuan G6, Balmaseda A4,7, Pinsky BA8,9, Harris E3.

 

Microbiol Spectr. 2014 Dec;2(6). doi: 10.1128/microbiolspec.AID-0022-2014.

Dengue Antibody-Dependent Enhancement: Knowns and Unknowns.

Halstead SB1.

 

Science. 2017 Nov 17;358(6365):929-932. doi: 10.1126/science.aan6836.

Antibody-dependent enhancement of severe dengue disease in humans.

 

Katzelnick LC1, Gresh L2, Halloran ME3,4, Mercado JC5, Kuan G6, Gordon A7, Balmaseda A5, Harris E1.

 

65  – mBio. 2019 Sep 3;10(5). pii: e01849-19. doi: 10.1128/mBio.01849-19. Complex Scenario of Homotypic and Heterotypic Zika Virus Immune Enhancement. Marques ETA1,2, Drexler JF3,4.

 

66 – Cell Rep. 2018 Aug 14;24(7):1802-1815.e5. doi: 10.1016/j.celrep.2018.07.035.

Antibody-Dependent Enhancement of Ebola Virus Infection by Human Antibodies Isolated from Survivors. Kuzmina NA1, Younan P1, Gilchuk P2, Santos RI1, Flyak AI3, Ilinykh PA1, Huang K1, Lubaki NM1, Ramanathan P1, Crowe JE Jr4, Bukreyev A5

 

67 – Hum Vaccin Immunother. 2014;10(10):3013-6. doi: 10.4161/21645515.2014.972148.

Could vaccination with AIDSVAX immunogens have resulted in antibody-dependent enhancement of HIV infection in human subjects?

Shmelkov E1, Nadas A, Cardozo T.

 

68 – Proc Natl Acad Sci U S A. 2019 Jul 23;116(30):15194-15199. doi: 10.1073/pnas.1821317116. Antibody-dependent enhancement of influenza disease promoted by increase in hemagglutinin stem flexibility and virus fusion kinetics.

 

Winarski KL1, Tang J1, Klenow L1, Lee J1, Coyle EM1, Manischewitz J1, Turner HL2, Takeda K1, Ward AB2, Golding H1, Khurana S3.

69 – Host Response to the Dengue Virus

https://www.nature.com/scitable/topicpage/host-response-to-the-dengue-virus-22402106/

 

70 – Front Immunol. 2018 Apr 23;9:597. doi: 10.3389/fimmu.2018.00597.

Modulation of Dengue/Zika Virus Pathogenicity by Antibody-Dependent Enhancement and Strategies to Protect Against Enhancement in Zika Virus Infection.

 

Khandia R1, Munjal A1, Dhama K2, Karthik K3, Tiwari R4, Malik YS5, Singh RK6, Chaicumpa W7.

 

PLoS Pathog. 2019 Apr 18;15(4):e1007640. doi: 10.1371/journal.ppat.1007640.

The possible role of cross-reactive dengue virus antibodies in Zika virus pathogenesis.

Langerak T1, Mumtaz N1, Tolk VI1, van Gorp ECM1, Martina BE1, Rockx B1, Koopmans MPG.

 

Microbes Infect. 2020 Mar;22(2):72-73. doi: 10.1016/j.micinf.2020.02.006.

Is COVID-19 receiving ADE from other coronaviruses?

Tetro JA1.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7102551/pdf/main.pdf

 

71 – Hypersensitivity Reactions (Types I, II, III, IV) http://njms.rutgers.edu/sgs/olc/mci/prot/2009/Hypersensitivities09.pdf

 

https://www.amboss.com/us/knowledge/Hypersensitivity_reactions Immunol Allergy Clin North Am. 2004 Aug;24(3):373-97, v-vi. Immune mechanism of drug hypersensitivity. Pichler WJ1.

 

72 – Proc R Soc Med. 1974 Nov;67(11):1120-2.

 

Immunopathology of measles.

Lachmann PJ.

https://journals.sagepub.com/doi/pdf/10.1177/003591577406701115

 

73  – Microbiol Spectr. 2014 Dec;2(6). doi: 10.1128/microbiolspec.AID-0022-2014. Dengue Antibody-Dependent Enhancement: Knowns and Unknowns.

 

Halstead SB1.

 

74 – Arch Virol. 2014 Jan;159(1):103-16. doi: 10.1007/s00705-013-1787-3.

Determination of antibody concentration as the main parameter in a dengue virus antibody-dependent enhancement assay using FcγR-expressing BHK cells.

 

Moi ML1, Takasaki T, Saijo M, Kurane I.

 

PLoS Negl Trop Dis. 2012;6(2):e1536. doi: 10.1371/journal.pntd.0001536.

Dengue virus infection-enhancing activity in serum samples with neutralizing activity as determined by using FcγR-expressing cells.

 

Moi ML1, Lim CK, Chua KB, Takasaki T, Kurane I.

 

J Clin Virol. 2011 Nov;52(3):225-30. doi: 10.1016/j.jcv.2011.07.009.

 

Dengue virus isolation relying on antibody-dependent enhancement mechanism using FcγR-expressing BHK cells and a monoclonal antibody with infection-enhancing capacity.

 

Moi ML1, Lim CK, Tajima S, Kotaki A, Saijo M, Takasaki T, Kurane I.

 

75 – PLoS Pathog. 2013;9(12):e1003783. doi: 10.1371/journal.ppat.1003783.

Influence of mast cells on dengue protective immunity and immune pathology.

St John AL1

 

76 – Biol Chem. 2019 Apr 24;400(5):629-638. doi: 10.1515/hsz-2018-0271.

The comparative biochemistry of viruses and humans: an evolutionary path towards autoimmunity.

Kanduc D1.

 

77  – Front Biosci (Schol Ed). 2012 Jun 1;4:1393-401. Peptide cross-reactivity: the original sin of vaccines. Kanduc D1.

 

https://www.lescienze.it/archivio/riviste/2019/08/01/news/agosto_2019-4498316/

 

Methods Mol Biol. 2019;2013:165-176. doi: 10.1007/978-1-4939-9550-9_12.

Vaccine Development: From Preclinical Studies to Phase 1/2 Clinical Trials.

Artaud C1, Kara L2,3,4, Launay O5,6,7.

 

http://www.animalresearch.info/en/medical-advances/diseases-research/sars-cov-2/

 

 

https://www.jax.org/news-and-insights/2020/march/expediting-covid-19-research

 

CSIRO tests potential Covid-19 vaccines on ferrets

 

https://thestarphoenix.com/news/local-news/covid-19-u-of-s-lab-develops-animal-model-for-covid-vaccine-testing/

 

bioRxiv 2020.02.07.939389; doi: https://doi.org/10.1101/2020.02.07.939389 The Pathogenicity of 2019 Novel Coronavirus in hACE2 Transgenic Mice

Linlin Bao, Wei Deng, Baoying Huang, Hong Gao, Lili Ren, Qiang Wei, Pin Yu, Yanfeng Xu, Jiangning Liu, Feifei Qi,

Yajin Qu, Wenling Wang, Fengdi Li, Qi Lv, Jing Xue, Shuran Gong, Mingya Liu, Guanpeng Wang, Shunyi Wang, Lin

 

na Zhao, Peipei Liu, Li Zhao, Fei Ye, Huijuan Wang, Weimin Zhou, Na Zhu, Wei Zhen, Xiaojuan Zhang, Zhiqi Song,

 

Li Guo, Lan Chen, Conghui Wang, Ying Wang, Xinming Wang, Yan Xiao, Qiangming Sun, Hongqi Liu, Fanli Zhu,

Chunxia Ma, Lingmei Yan, Mengli Yang, Jun Han, Wenbo Xu, Wenjie Tan, Xiaozhong Peng, Qi Jin, Guizhen Wu, Ch

 

uan Qin

https://media.nature.com/original/magazine-assets/d41586-020-00698-x/d41586-020-00698-x.pdf

MONKEYS AND MICE ENLISTED TO FIGHT CORONAVIRUS

 

https://www.livescience.com/experimental-covid19-vaccine-protects-monkeys.html

 

New COVID-19 vaccine shows promise in monkeys. Next step: humans.

Science. 2020 May 1;368(6490):456-457. doi: 10.1126/science.368.6490.456.

COVID-19 shot protects monkeys.

Cohen J.

 

https://www.ema.europa.eu/en/human-regulatory/research-development/ethical-use-animals-medicine-testing

 

https://www.accessdata.fda.gov/scripts/cdrh/cfdocs/cfcfr/CFRSearch.cfm?CFRPart=58

 

U.S. Food and Drug Administration (FDA)

 

Biologicals. 2020 Jan;63:101-105. doi: 10.1016/j.biologicals.2019.10.007.

Global harmonization of vaccine testing requirements: Making elimination of the ATT and TABST a concrete global achievement.

 

Viviani L1, Halder M2, Gruber M3, Bruckner L4, Cussler K5, Sanyal G6, Srinivas G7, Goel S8, Kaashoek M9, Litthauer D10, Lopes da Silva AL11, Sakanyan E12, Aprea P13, Jin H14, Vandeputte J15, Seidle T16, Yakunin D17.

 

J Pharm Sci. 2014 Nov;103(11):3349-3355. doi: 10.1002/jps.24125.

 

Historical data analyses and scientific knowledge suggest complete removal of the abnormal toxicity test as a quality control test.

 

Garbe JHO1, Ausborn S2, Beggs C3, Bopst M4, Joos A5, Kitashova AA6, Kovbasenco O7, Schiller CD2, Schwinger M8, Semenova N9, Smirnova L10, Stodart F11, Visalli T12, Vromans L5.

 

https://ncats.nih.gov/ntu/about

 

JACC Basic Transl Sci. 2019 Nov 25;4(7):845-854. doi: 10.1016/j.jacbts.2019.10.008. eCollection 2019 Nov. Limitations of Animal Studies for Predicting Toxicity in Clinical Trials: Is it Time to Rethink Our Current Approach? Van Norman GA1.

 

REPORT FROM THE COMMISSION TO THE EUROPEAN PARLIAMENT AND THE COUNCIL

 

– Brussels, 5.2.2020

https://ec.europa.eu/transparency/regdoc/rep/1/2020/EN/COM-2020-16-F1-EN-MAIN-PART-1.PDF

 

https://www.contractpharma.com/issues/2013-06/view_features/characterizing-the-cost-of-non-clinical-development-activity/

 

Saudi Pharm J. 2015 Jul;23(3):223-9. doi: 10.1016/j.jsps.2013.11.002.

Alternatives to animal testing: A review.

Doke SK1, Dhawale SC1.

 

NON-ANIMAL APPROACHES THE WAY FORWARD Report on a European Commission Scientific Conference held on 6-7 December 2016 at The Egg, Brussels, Belgium

 

https://ec.europa.eu/environment/chemicals/lab_animals/3r/pdf/scientific_conference/non_animal_approaches_conference _report.pdf

 

https://www.who.int/vaccine_safety/publications/gvs_aefi/en/ Causality assessment of an adverse event following immunization (AEFI)

User manual for the revised WHO AEFI causality assessment classification (Second edition)

Version 2. F1000Res. 2018 Feb 28 [revised 2018 May 29];7:243. doi: 10.12688/f1000research.13694.2.

Revised World Health Organization (WHO)’s causality assessment of adverse events following immunization-a critique.

Puliyel J1, Naik P2.

 

Methods Mol Biol. 2019;2013:165-176. doi: 10.1007/978-1-4939-9550-9_12.

Vaccine Development: From Preclinical Studies to Phase 1/2 Clinical Trials.

Artaud C1, Kara L2,3,4, Launay O5,6,7.

 

78 – https://www.lescienze.it/archivio/riviste/2019/08/01/news/agosto_2019-4498316/

 

79  Pediatrics. 2011 May;127 Suppl 1:S16-22. doi: 10.1542/peds.2010-1722D. Epub 2011 Apr 18. Ensuring the optimal safety of licensed vaccines: a perspective of the vaccine research, development,

 

and manufacturing companies.

Kanesa-thasan N1, Shaw A, Stoddard JJ, Vernon TM.

 

https://www.aifa.gov.it/autorizzazione-dei-farmaci

 

80  – Methods Mol Biol. 2019;2013:165-176. doi: 10.1007/978-1-4939-9550-9_12. Vaccine Development: From Preclinical Studies to Phase 1/2 Clinical Trials.

 

Artaud C1, Kara L2,3,4, Launay O5,6,7.

 

81  – http://www.animalresearch.info/en/medical-advances/diseases-research/sars-cov-2/ https://www.nytimes.com/2020/03/14/science/animals-coronavirus-vaccine.html https://www.jax.org/news-and-insights/2020/march/expediting-covid-19-research https://indaily.com.au/news/2020/04/02/csiro-tests-potential-covid-19-vaccines-on-ferrets/ https://thestarphoenix.com/news/local-news/covid-19-u-of-s-lab-develops-animal-model-for-covid-vaccine-testing/ bioRxiv 2020.02.07.939389; doi: https://doi.org/10.1101/2020.02.07.939389

 

The Pathogenicity of 2019 Novel Coronavirus in hACE2 Transgenic Mice

 

Linlin Bao, Wei Deng, Baoying Huang, Hong Gao, Lili Ren, Qiang Wei, Pin Yu, Yanfeng Xu, Jiangning Liu, Feifei Qi, Yajin Qu, Wenling Wang, Fengdi Li, Qi Lv, Jing Xue, Shuran Gong, Mingya Liu, Guanpeng Wang, Shunyi Wang, Lin na Zhao, Peipei Liu, Li Zhao, Fei Ye, Huijuan Wang, Weimin Zhou, Na Zhu, Wei Zhen, Xiaojuan Zhang, Zhiqi Song, Li Guo, Lan Chen, Conghui Wang, Ying Wang, Xinming Wang, Yan Xiao, Qiangming Sun, Hongqi Liu, Fanli Zhu, Chunxia Ma, Lingmei Yan, Mengli Yang, Jun Han, Wenbo Xu, Wenjie Tan, Xiaozhong Peng, Qi Jin, Guizhen Wu, Ch uan Qin

 

https://media.nature.com/original/magazine-assets/d41586-020-00698-x/d41586-020-00698-x.pdf

 

MONKEYS AND MICE ENLISTED TO FIGHT CORONAVIRUS https://www.livescience.com/experimental-covid19-vaccine-protects-monkeys.html

 

New COVID-19 vaccine shows promise in monkeys. Next step: humans.

Science. 2020 May 1;368(6490):456-457. doi: 10.1126/science.368.6490.456.

COVID-19 shot protects monkeys.

Cohen J.

 

82  – https://www.ema.europa.eu/en/human-regulatory/research-development/ethical-use-animals-medicine-testing https://www.accessdata.fda.gov/scripts/cdrh/cfdocs/cfcfr/CFRSearch.cfm?CFRPart=58

 

83  – https://www.peta.org/issues/animals-used-for-experimentation/us-government-animal-testing-programs/food-drug-administration/

 

84 – Biologicals. 2020 Jan;63:101-105. doi: 10.1016/j.biologicals.2019.10.007.

Global harmonization of vaccine testing requirements: Making elimination of the ATT and TABST a concrete global achievement.

 

Viviani L1, Halder M2, Gruber M3, Bruckner L4, Cussler K5, Sanyal G6, Srinivas G7, Goel S8, Kaashoek M9, Litthauer D10, Lopes da Silva AL11, Sakanyan E12, Aprea P13, Jin H14, Vandeputte J15, Seidle T16, Yakunin D17.

 

J Pharm Sci. 2014 Nov;103(11):3349-3355. doi: 10.1002/jps.24125.

 

Historical data analyses and scientific knowledge suggest complete removal of the abnormal toxicity test as a quality control test.

Garbe JHO1, Ausborn S2, Beggs C3, Bopst M4, Joos A5, Kitashova AA6, Kovbasenco O7, Schiller CD2, Schwinger M8, Semenova N9, Smirnova L10, Stodart F11, Visalli T12, Vromans L5.

 

85 – https://ncats.nih.gov/ntu/about

 

JACC Basic Transl Sci. 2019 Nov 25;4(7):845-854. doi: 10.1016/j.jacbts.2019.10.008. eCollection 2019 Nov. Limitations of Animal Studies for Predicting Toxicity in Clinical Trials: Is it Time to Rethink Our Current Approach? Van Norman GA1.

 

86 – REPORT FROM THE COMMISSION TO THE EUROPEAN PARLIAMENT AND THE COUNCIL – Brussels, 5.2.2020

 

https://ec.europa.eu/transparency/regdoc/rep/1/2020/EN/COM-2020-16-F1-EN-MAIN-PART-1.PDF

 

87  – https://www.contractpharma.com/issues/2013-06/view_features/characterizing-the-cost-of-non-clinical-development-activity/

 

88 – Saudi Pharm J. 2015 Jul;23(3):223-9. doi: 10.1016/j.jsps.2013.11.002.

Alternatives to animal testing: A review.

Doke SK1, Dhawale SC1.

 

NON-ANIMAL APPROACHES THE WAY FORWARD Report on a European Commission Scientific Conference held on 6-7 December 2016 at The Egg, Brussels, Belgium

 

https://ec.europa.eu/environment/chemicals/lab_animals/3r/pdf/scientific_conference/non_animal_approaches_conference _report.pdf

 

 

 

 

89 – https://www.who.int/vaccine_safety/publications/gvs_aefi/en/ Causality assessment of an adverse event following immunization (AEFI)

User manual for the revised WHO AEFI causality assessment classification (Second edition)

 

90 – Version 2. F1000Res. 2018 Feb 28 [revised 2018 May 29];7:243. doi: 10.12688/f1000research.13694.2.

Revised World Health Organization (WHO)’s causality assessment of adverse events following immunization-a critique.

Puliyel J1, Naik P2.

 

91  – Methods Mol Biol. 2019;2013:165-176. doi: 10.1007/978-1-4939-9550-9_12. Vaccine Development: From Preclinical Studies to Phase 1/2 Clinical Trials.

 

Artaud C1, Kara L2,3,4, Launay O5,6,7.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31267501/?from_single_result=Methods+Mol+Biol.+2019%3B2013%3A165-176&expanded_search_query=Methods+Mol+Biol.+2019%3B2013%3A165-176#

 

92 – Immunity. 2020 Apr 14;52(4):583-589. doi: 10.1016/j.immuni.2020.03.007

SARS-CoV-2 Vaccines: Status Report.

Amanat F1, Krammer F2.

 

93 – Guideline on quality, non-clinical and clinical aspects of live recombinant viral vectored vaccines https://www.ema.europa.eu/en/documents/scientific-guideline/guideline-quality-non-clinical-clinical-aspects-live-recombinant-viral-vectored-vaccines_en.pdf

 

Mol Ther. 2014 Mar;22(3):668-674. doi: 10.1038/mt.2013.284.

Clinical assessment of a novel recombinant simian adenovirus ChAdOx1 as a vectored vaccine expressing conserved Influenza A antigens.

 

Antrobus RD1, Coughlan L1, Berthoud TK1, Dicks MD1, Hill AV1, Lambe T2, Gilbert SC3.

 

PLoS One. 2012;7(7):e40385. doi: 10.1371/journal.pone.0040385.

A novel chimpanzee adenovirus vector with low human seroprevalence: improved systems for vector derivation and comparative immunogenicity.

 

Dicks MD1, Spencer AJ, Edwards NJ, Wadell G, Bojang K, Gilbert SC, Hill AV, Cottingham MG.

 

Pathogens. 2019 Nov 12;8(4). pii: E231. doi: 10.3390/pathogens8040231.

A Single and Un-Adjuvanted Dose of a Chimpanzee Adenovirus-Vectored Vaccine against Chikungunya Virus Fully Protects Mice from Lethal Disease.

 

Campos RK1, Preciado-Llanes L2, Azar SR1, Lopez-Camacho C2, Reyes-Sandoval A2, Rossi SL3.

 

Front Microbiol. 2019 Aug 2;10:1781. doi: 10.3389/fmicb.2019.01781.

Recent Advances in the Vaccine Development Against Middle East Respiratory Syndrome-Coronavirus.

 

Yong CY1,2, Ong HK3, Yeap SK4, Ho KL3, Tan WS1,2.

 

94 – Clin Immunol. 2020 Apr 18;215:108426. doi: 10.1016/j.clim.2020.108426.

On the molecular determinants of the SARS-CoV-2 attack.

Kanduc D1, Shoenfeld Y2.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7165084/pdf/main.pdf

 

J Transl Autoimmun. 2020 Apr 9:100051. doi: 10.1016/j.jtauto.2020.100051.

Pathogenic Priming Likely Contributes to Serious and Critical Illness and Mortality in COVID-19 via Autoimmunity.

Lyons-Weiler J1.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7142689/

 

95 – Nature. 2020 Mar;579(7800):481. doi: 10.1038/d41586-020-00798-8.

Coronavirus vaccines: five key questions as trials begin.

Callaway E.

https://www.nature.com/articles/d41586-020-00798-8

 

Nature. 2020 Mar;579(7799):321. doi: 10.1038/d41586-020-00751-9.

Don’t rush to deploy COVID-19 vaccines and drugs without sufficient safety guarantees.

Jiang S.

https://www.nature.com/articles/d41586-020-00751-9

 

Nat Rev Immunol. 2020 Apr 21. doi: 10.1038/s41577-020-0321-6.

The potential danger of suboptimal antibody responses in COVID-19.

Iwasaki A1,2, Yang Y3.

https://www.nature.com/articles/s41577-020-0321-6.pdf

 

96 – Mol Ther Methods Clin Dev. 2016 Apr 27;3:16030. doi: 10.1038/mtm.2016.30.

Methods and clinical development of adenovirus-vectored vaccines against mucosal pathogens.

Afkhami S1, Yao Y1, Xing Z1.

 

Hum Gene Ther. 2014 Apr;25(4):318-27. doi: 10.1089/hum.2014.007.

Challenges in manufacturing adenoviral vectors for global vaccine product deployment.

Vellinga J1, Smith JP, Lipiec A, Majhen D, Lemckert A, van Ooij M, Ives P, Yallop C, Custers J, Havenga M. https://www.bataviabiosciences.com/wp-content/uploads/2016/12/vellinga-2014.pdf

 

Biotechnol J. 2015 May;10(5):741-7. doi: 10.1002/biot.201400390.

Large-scale adenovirus and poxvirus-vectored vaccine manufacturing to enable clinical trials.

Kallel H1, Kamen AA.

 

Vaccine. 2006 Feb 13;24(7):849-62.

Development of nonhuman adenoviruses as vaccine vectors.

Bangari DS1, Mittal SK.

 

Hum Gene Ther. 2014 Apr;25(4):301-17. doi: 10.1089/hum.2013.235.

Adenovirus-based vaccines for fighting infectious diseases and cancer: progress in the field.

Majhen D1, Calderon H, Chandra N, Fajardo CA, Rajan A, Alemany R, Custers J.

 

Curr Opin Virol. 2016 Dec;21:1-8. doi: 10.1016/j.coviro.2016.06.001.

Viral vectors as vaccine carriers.

Ertl HC1

 

Curr Opin Immunol. 2016 Aug;41:47-54. doi: 10.1016/j.coi.2016.05.014.

Viral vectors as vaccine platforms: from immunogenicity to impact.

 

Ewer KJ1, Lambe T1, Rollier CS2, Spencer AJ1, Hill AV3, Dorrell L4.

 

Chapter 4 Adenoviral Vector-Based Vaccines and Gene Therapies : Current Status and Future Prospects Shakti Singh, Rakesh Kumar, Babita Agrawal Published 2019

https://www.semanticscholar.org/paper/Chapter-4-Adenoviral-Vector-Based-Vaccines-and-Gene-Singh-Kumar/f452e476b448ac6add9429a886cf2e9aab93f4db

 

Adenoviruses and Adenovirus Vectors: A Primer on their Biology http://www.hvtn.org/content/dam/hvtn/HVTNews/HVTNews%20March%202008.pdf

 

PLoS Comput Biol. 2019 Jul 19;15(7):e1006857. doi: 10.1371/journal.pcbi.1006857

 

Recombinant vector vaccine evolution.

Bull JJ1, Nuismer SL2, Antia R3.

 

97 – PLoS Comput Biol. 2019 Jul 19;15(7):e1006857. doi: 10.1371/journal.pcbi.1006857

Recombinant vector vaccine evolution.

Bull JJ1, Nuismer SL2, Antia R3.

 

98 – Simian adenovirus and hybrid adenoviral vectors https://patents.google.com/patent/US20150044766 https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT03399578

 

99 Curr Opin Immunol. 2016 Aug;41:47-54. doi: 10.1016/j.coi.2016.05.014. Epub 2016 Jun 7.

Viral vectors as vaccine platforms: from immunogenicity to impact.

Ewer KJ1, Lambe T1, Rollier CS2, Spencer AJ1, Hill AV3, Dorrell L4.

 

Swiss Med Wkly. 2017 Aug 8;147:w14465. doi: 10.4414/smw.2017.14465. eCollection 2017.

Virally vectored vaccine delivery: medical needs, mechanisms, advantages and challenges.

Pinschewer DD1.

 

100 – http://www.isrctn.com/ISRCTN15281137

 

https://www.covid19vaccinetrial.co.uk/files/cov001pisv3202apr2020pdf

 

101  – https://www.precisionvaccinations.com/vaccines/chadox1-mers-mers-cov-vaccine Numero partecipanti = 24 https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.04.13.036293v1

 

studio preclinico su animali

https://www.vaccitech.co.uk/pipeline/  vaccini che utizzano lo stesso vettore (Vaccitech)

 

102  – RIFLESSIONI SUL VIRUS SARS-CoV-2 E LA CORSA AL VACCINO https://www.nexusedizioni.it/it/CT/riflessioni-sul-virus-sars-cov-2-e-la-corsa-al-vaccino-6015 riassunto delle caratteristiche del prodotto: NIMENRIX https://ec.europa.eu/health/documents/community-register/2012/20120420120470/anx_120470_it.pdf

 

103  – Therapie. 2019 Sep;74(Nimenrix, Meningococcal group A, C, W135 and Y conjugate vaccine4):495-498. doi: 10.1016/j.therap.2018.12.008.

 

[Guillain-Barré syndrome to meningococcal conjugate vaccine: Menveo®].[Article in French]

Moukafih B1, Lachhab Z2, Moutaouakkil Y3, Fettah H2, Ahizoune A4, Tadlaoui Y2, Bennana A2, Lamsaouri J2, Bousliman Y3.

 

104  – https://en.wikipedia.org/wiki/Schering-Plough

105  – https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/25/in-edicola-sul-fatto-quotidiano-del-25-maggio-tutto-in-famiglia-i-soliti-noti-da-10-anni-lazio-di-zingaretti-60-milioni-senza-gara-in-ricerche/5206248/

 

106  – https://www.fda.gov/news-events/fda-meetings-conferences-and-workshops/summary-fda-ema-global-regulators-meeting-data-requirements-supporting-first-human-clinical-trials

 

107  – https://www.ema.europa.eu/en/authorisation-procedure

 

Vaccine development

https://www.researchgate.net/publication/257740127_Vaccine_development

*****

Egregio Collega, Dr. Anelli,

Per quanto riguarda l’attenzione dell’Ordine alla mia persona, l’ultimo rinvio, non indicando la data, in palese contraddizione con l’immediatezza della contestazione e deliberazione di apertura del procedimento disciplinare, atto promosso in corso di restrizioni, MI LASCIA SCONCERTATO.

No, mio caro Presidente, io la voglio al mio cospetto, e voglio difendermi, ed attaccarla legittimamente, per le sue responsabilità nei confronti del Popolo.

Se il rinvio è mosso da esigenze legate al COVID, queste stesse c’erano quando è stata deliberata l’apertura del procedimento nei miei confronti, adesso voglio difendermi, voglio attaccarla, voglio immediatamente una data, perché io voglio lei davanti a me, assieme a tutti gli altri, con cui è stato deliberato il mio stato di accusa.

La questione fra me e lei è divenuta una questione fra lei ed una fetta gigantesca di persone, colte, responsabili e oneste, che non intendono tacere.

Che cosa sta facendo?

Ha letto la mia memoria di costituzione e difesa, sapendo che mi sarei presentato accompagnato dai miei Avvocati, e teme lo scontro che, sebbene legittimo da parte mia, sarà asperrimo?

Sapete già che non potete difendervi rispetto alla Verità, Legalità dei fatti e alla Giustizia che reclamo?

Dunque, mi ha fatto raggiungere dal suo ennesimo rinvio dell’incontro con lei e con la Commissione dell’Ordine dei Medici che, dal giorno della deliberazione, 13 ottobre 2020, ha prima fatto riferimento, per celebrare il provvedimento a mio carico, al giorno 16 novembre, e quindi lo ha spostato al giorno 21 dicembre.

Tale scempio di incoordinazione è ancor più grave se si tiene conto che lei mi sta inseguendo da diverso tempo, a partire da quando la benemerita Beatrice Lorenzin ha introdotto quel famoso obbligo di vaccinazione, occasione in cui io ho svolto egualmente il mio sacrosanto dovere di intervenire ponendo a frutto le mie competenze e rispettando il Giuramento di Ippocrate.

In effetti, si capisce che l’Ordine si arrampica sugli specchi, a causa della mancanza di argomenti obiettivi che pongano la mia figura nelle condizioni di poter essere perseguita.

Perché non chiama a rendere conto tutti i Medici che non stanno più facendo il loro dovere, a causa del bastone fra gli ingranaggi, rappresentato dal covid?

Perché non promuove indagini per accertare le responsabilità dell’alterazione dei dati epidemiologici, prestandosi invece a fenomeni televisivo-giornalistici, del livello di subrette compromesse sino ai loro acidi nucleici?

Perché non spiega ai politici quali sono i corretti ragionamenti per non imbattersi in pericolosi errori, di cui pagano il prezzo carissimo tutte le persone?

Perché non si chiede come mai, dall’inizio della pandemia, i trapianti, che comportano depressione immunologica, per evitare il rigetto degli organi trapiantati,  invece che fermarsi, sono aumentati a dismisura?

Per non parlare della praticamente impossibile capacità di discernere l’assenza di virus sia negli espiantati che nei riceventi, a causa dei tempi ristretti, delle eventuali fasi finestra di silenzio dei test, della confusione del momento.

Io non posso assistere alla deriva folle che ha distrutto anche qualunque  correttezza medica, e, ovviamente, non posso aver paura di alcuni mie Colleghi, che alimentano la grave svista sul covid, in tutti i sensi.

Non si rende conto che i Medici, quelli veri, la stanno osservando da tempo, con l’aiuto della Legge, e che presto lei sarà chiamato a rendere conto di una serie di inesattezze con ricadute incommentabili sulla salute di un’intera Nazione?

E lei sta pensando a dedicarsi a perseguire me, ma senza veramente capire che il dislivello di appropriatezza delle affermazioni è talmente grande, che milioni di persone la stanno attendendo alla prossima scivolata sulla buccia di banana?

Tramite la mia integrità e la mia forza, l’Ordine sarà chiamato anche a rendere conto di altri ingiusti provvedimenti a carico di Medici ai quali dovremmo fare un Monumento, per la loro correttezza e la loro preparazione.

Ma lei, Dr. Anelli, invece di rivestirsi della sua autorevolezza, peraltro dovuta al sistema che la impiega, si preoccupa di aderire alla corrente del fiume impazzito.

Dr. Anelli, lei ha studiato la Psichiatria? Ha studiato la criminologia? Ha studiato l’antropologia?

Si può anche capire che un Emiliano, un Decaro, un De luca, uno Zaia, come altri personaggi discutibili, possano permettersi delle licenze poetiche, diciamo così, ma lei, Dr. Anelli, è un Medico, è il Presidente dell’Ordine dei Medici,  avrebbe dovuto preoccuparsi di tenere una linea scientifica, di quella Scienza, che non risente della corruzione operata da entità con pure finalità speculative.

Non è possibile che gli Ospedali, i Laboratori, qualunque Ambulatorio siano nella crisi più inimmaginabile, a causa di un fenomeno che chiamano virus e che lei avrebbe dovuto, inderogabilmente, trattare con un livello culturale che non ha saputo dimostrare.

Secondo me, lei si è preoccupato di non discostarsi dall’ondata corrente di interpretazioni azzardate, quanto sproporzionate, quindi rovinose, invece di preoccuparsi di preservare l’indipendenza della Professione medica.

Anche volendo ammettere l’ipotesi virale, la situazione secondaria che si è creata è di gran lunga più grave del fenomeno primario, tanto da non poter rimanere a guardare.

Mi vuole spiegare perché nessuno degli individui che si comportano con le mie istruzioni si ammala di qualunque cosa possa far pensare al covid?

Mi vuole spiegare perché non ha valorizzato i miei ragionamenti scientifici, tutt’altro che inadeguati a spiegare le incongruenze palesi della situazione attuale?

Io l’accuso di aver tenuto, in molte occasioni, un comportamento che non ha fatto onore alla reale preparazione generale di ogni Medico, costringendo Medici e tutte le persone a convincersi di fatti che sono errati, se si apre la mente e si studia un po’ di più.

Io pensavo che la sua figura dovesse essere di tale autorevolezza da non risentire di interferenze di basso livello, ma mi ha deluso e mi ha fatto davvero preoccupare per il destino di molte sue affermazioni.

Data la gravità della situazione, RENDA NOTI i nominativi della Commissione che ha deliberato di importunarmi, in modo che le persone abbiano ben chiaro con chi devono prendersela per tutto questo disastro che continuate ad alimentare.

Le rinfresco un po’ le idee, riguardo alle gravissime violazioni che voi, Ordine dei Medici, state perpetrando, condizionando comportamenti inammissibili dei Medici e determinando lo sfacelo della Salute pubblica, con una serie lunghissima di reati, dei quali io vi trascinerò in Tribunale a rendere conto.

Avete ridotto la Sanità a livelli preistorici, e pretendete ancora di avere ragione.

Poi non avete il coraggio di incontrarmi, ma vantate il diritto di fare il bello e il cattivo tempo.

Adesso basta.

Ho già spostato il discorso fuori dell’Ordine dei Medici, portando l’attenzione della Magistratura sul vostro comportamento, sulla vostra influenzabilità poco rassicurante per l’ortodossia medica, sulle gravi offese alla mia persona, che voi avete avallato e sostenuto e che siete chiamati a spiegare, perché io cito ai danni voi e quelle figure il cui “dire”  avete promosso contro la correttezza che io rappresento, essendo sostenuto da gruppi rappresentativi e socialmente coinvolti nella sorveglianza del diritto ad avere un futuro normale.

Senza parlare del gravissimo danno al mio prestigio, alla mia etica, alla mi professionalità, all’immagine sociale, che voi vorreste calpestare, asservendo il vostro ruolo alla miserrima deriva, che sta crollando sempre di più.

Sappia, Dr. Anelli, che io non son per nulla disposto a chinare il capo di fronte al vostro biasimevole e recidivo comportamento, che ora diviene ancora più offensivo e incongruo, in quanto aggiunge, alla inappropriatezza dei gesti, una particolare lesività dello stile.

Io non sono un pupazzo da convocare, per motivi che dovrebbero indurre me a convocare voi, non sono un pupazzo da convocare e poi riconvocare ripetutamente, senza iniziare nulla, per il solo gusto vostro di pendere come una Spada di Damocle sulla mia testa.

Sono io e la mia dirittura morale che pendiamo sulla vostra testa.

La mia autorevolezza non è soggetta a nessuna delle palesi incoerenze da parte vostra, sia contro di me che contro il dovere che anima lo spirito stesso dell’Ordine professionale.

Perché temete il dibattito e il confronto?

Vediamo che cosa riuscite a rispondere!

E vediamo come riuscirà a difendersi lei, Dr. Anelli, dalle mie argomentazioni scientifiche e legali, per le quali le ribadisco una richiesta corposa di risarcimento danni, pari alla gravità del falso mosso contro di me e contro gli interessi pubblici che difendo.

Intuisco che la convocazione non avverrà mai più all’interno dell’Ordine e che, invece, le vostre persone eminentissime sono chiamate a rispondere in altre Sedi.

Quindi decida bene, Anelli, che cosa intende fare, ma le ricordo che ogni ulteriore errore non potrà che peggiorare la sua situazione, non di certo la mia.

Vuole un consiglio, a livello umano?

Ritratti la sua posizione e lo faccia in pubblico.

Avrà un riconoscimento pubblico talmente strabordante, che passerà alla storia e forse si ridimensionerà la pesante responsabilità che grava adesso su di lei.

Ovviamente, caro Presidente, dato che stiamo parlando di gravi realtà pubbliche, rendo note queste verità al pubblico più vasto possibile, perché intendo continuare a fare il mio dovere.

Ha visto quante volte ho ripetuto “pubblico”?

Sa perché?

Provi a indovinare!

Quali argomenti potrà escamotare per sottrarsi al mio legittimo e dovuto contrattacco?

E concludo, ricordandole che quando si decide di infastidire una persona che fa il suo dovere, forte e determinata, bisogna attendersi come minimo quello che sta accadendo, ma le garantisco che siamo solo all’inizio.

Ripeto e concludo che, con il ruolo che lei ha, non avrebbe mai dovuto essere così banale ed asservito.

E’ capace di dimostrarmi il contrario?

Anche lei, come Medico, non è immune dal dover dimostrare di avere un comportamento che rispetti ragionamenti scientifici, tali da potere rimettere ordine nella confusione che lei ha, invece, assecondato.

Sinora, nello scrivere, ho dato per scontato che sia inapprovabile la banalità delle letture che ci hanno condotto ad una malattia di cui non si è capito niente.

Però, voglio confermare che le mie ipotesi di lettura dei meccanismi vertono su:

1)   Piattaforma inappropriata di abuso farmacologico da parte della popolazione, con la collusione di Medici e Farmacisti

2)   Ruolo predisponente di tale abitudine alla deformazione dell’immunità utile per arginare infezioni e quadri patologici altrimenti incomprensibili

3)   Banalizzazione di concetti scientifici che vengono consentiti a persone che non hanno titolo ad innescare le massive interpretazioni correnti

4)   Sottovalutazione sistematica dei meccanismi non riconosciuti come causa e quindi non rimovibili

5)   Prosieguo di situazioni oscure, che alimentano ignoranza, mistificazione e profili di comportamento di valenza psichiatrica e criminosa

6)   Coesistenza, con ruolo eminentemente causale primario, di dinamiche di criminalità organizzata internazionale, che promuovono letture errate ed alimentano l’uso improprio delle terapie e dei comportamenti

7)   Esistenza di fattori concorrenti di tipo tossico-ambientale, compresa l’azione delle radiazioni elettromagnetiche, anche queste artatamente sminuite nella loro importanza e ridotte a fattori volutamente resi privi di rilievo

8)   Alimentazione “turbo” globale del meccanismo disinformativo e soprattutto diseducativo, per garantire il diffondersi di ogni fenomeno destruente a danno della collettività, che risulta ingannata, sfruttata e tenuta come un vero e proprio allevamento di persone incoscienti e cronicamente vessate.

9)   Mi assumo piena responsabilità di parlare in questo modo, preso atto delle numerosissime fonti che sostengono quanto da me affermato e ritenuto che non possa esimermi dall’assumere la posizione etica e filosofica che ho assunto.

AI POSTERI

Altamura, 28 novembre 2020.

Nobil  Homo

Dr. Salvatore Rainò

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo –

13° Battaglione Logistico di Manovra

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

 

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

*****

 

ESPOSTO RAINO’

Alla Procura della Repubblica di Bari

E S P O S T O

Il sottoscritto Dott. Salvatore Rainò, nato ad Altamura (BA) il 25.10.1961 ed ivi residente in Largo Nitti n. 13, C.F.: RNASVT61R25A225Y_________,             CARTA DI IDENTITA’ NR. AY4637293 RILASCIATA DAL COMUNE DI ALTAMURA__________________IL 29/08/2017_____.

ESPONE

QUANTO SEGUE

La questione concernente il presente atto riguarda:

a)      l’illustrazione dei vari momenti della “Diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” e “il Proclama Internazionale dell’OMS” che, di concerto con tutti i Governi – compreso quello Italiano, – ha stabilito che la soluzione alla Pandemia Covid – 19, è il “Vaccino”;

b)    L’ANALISI DEI REALI MECCANISMI SOMMERSI ALLA BASE DEL COVID -19;

c)      La condotta del Presidente Nazionale dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri dott. Filippo Anelli anche nella qualità di Presidente dell’ Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari;

d)    La condotta della Bayer SPA NELLA PERSONA DEL SUO LEGALE RAPPRESENTANTE

Quello che qui appresso si espone rappresenta, una segnalazione di fatti e circostanze gravissime accadute nel nostro Paese da cui appaiono poter emergere “violazioni di legge” di cui si rende necessario e opportuno l’intervento dell’Autorità Giudiziaria.

Quanto alla “diffusione nel nostro Paese del Coronavirus denominato Covid – 19” di cui al punto a) il sottoscritto si riporta, integralmente, all’esposto Covid 19, il cui contenuto deve considerarsi qui trascritto integralmente, presentato il 31/07/2020, per il tramite dei Carabinieri di Altamura, presso la Procura della Repubblica di Roma e di cui qui allego il verbale di ratifica.

Quanto all’Analisi dei Reali Meccanismi Sommersi alla base de Covid-  19  di cui al punto b) il sottoscritto argomentando adesso con questo atto destinato alla Magistratura fa presente di aver voluto interagire, in ogni modo, con essa  sin dagli inizi dell’anno 2020, in quanto convinto di poter mettere a disposizione le proprie conoscenze scientifiche, per individuare i reali meccanismi alla base del fenomeno Covid. Il sottoscritto, proprio malgrado, ha però constatato che è difficilissimo fare muovere dei Magistrati, pensando che ciò potesse dipendere da problemi di autocautela, di paura, di interazioni di vario genere con gli equilibri di cui il Covid è frutto.

Però, negli ultimi giorni, dopo aver riunito il complesso ammontare di conoscenze, riflessioni, osservazioni e dati in proprio personale possesso, legati alla propria esperienza clinica diretta, il sottoscritto ha compreso che, molto probabilmente la Magistratura non scende in campo per un solo motivo: la natura dei ragionamenti con cui affrontare la conoscenza davvero fuori delle righe, che occorre per comprendere la verità, richiede una capacità di alienazione dalla realtà di tutti i giorni, che il sottoscritto ritiene rarissima e quasi impossibile.

Però, lo scrivente si pone una domanda.

Un Medico cerca il contatto con la Magistratura e non riesce ad averlo.

Si è capito che dover trattare di certi argomenti, come il sottoscritto ha fatto, anche con una certa cautela, costa l’attacco di molte persone e, infine, dell’Ordine dei Medici, fatto che aumenta i problemi già in corso, a causa della difficoltà di sopportare la follia in cui la società ed ogni persona, oramai lobotomizzata da questo sistema, si trova immersa.

A questo punto, si può decidere di non parlare più di nulla, in modo di non crearsi problemi inutili per la soluzione della grande problematica della nostra vita.

La Legge, in una delle sue autorevoli Figure, ha detto al sottoscritto: ”Abbiamo scoperchiato il Vaso di Pandora”.

Vaso di Pandora è una locuzione che viene utilizzata come metafora per riferirsi alla scoperta di uno o più gravi problemi, che per molto tempo erano rimasti nascosti, ma che, una volta scoperti, non possono più essere celati e che avranno gravi conseguenze. L’espressione viene usata anche in contesti scherzosi.

Però, in questa occasione, riportando, a titolo puramente esemplificativo e non riduttivo, il Discorso di John Rockefeller:                       (https://newdimension2012.blogspot.com/2020/09/rockefellers-ideology.html),  vi è poco da scherzare.

JOHN D. ROCKEFELLER:

“Quando si solleveranno contro di noi, li schiacceremo come insetti, perché sono meno di questo. Non potranno fare nulla al riguardo”

Vedranno che i nostri prodotti vengono utilizzati nei film e si abitueranno a loro e non conosceranno mai il loro vero effetto.

Quando partoriranno, inietteremo veleni nel sangue dei loro figli e li convinceremo che li stiamo aiutando! Inizieremo prima, quando le loro menti saranno giovani, indirizzeremo i loro figli con ciò che i bambini amano di più, le cose dolci.

Quando i loro denti si deteriorano, li riempiremo di metalli che uccideranno le loro menti e ruberanno il loro futuro.

Quando la loro capacità di apprendimento è stata influenzata, abbiamo creato farmaci che li renderanno più malati e causeranno loro altre malattie, per le quali creeremo ancora più farmaci.

Li renderemo docili e deboli davanti a noi, con il nostro potere.

Diventeranno depressi, lenti e obesi e quando verranno da noi per chiedere aiuto, daremo loro più veleno.

Focalizzeremo la nostra attenzione sul denaro e sui beni materiali in modo che non si connettano mai con il loro io interiore.

Li distrarremo con fornicazione, piaceri esterni e videogiochi, in modo che non siano mai uno con l’unità di tutti.

Le loro menti apparterranno a noi e faranno come diciamo.

Se rifiutano, troveremo modi per implementare la tecnologia che altera la mente nelle loro vite.

Useremo la paura come nostra arma. Istituiremo i loro governi e stabiliremo l’opposizione al loro interno.

Possederemo entrambe le parti. Nasconderemo sempre il nostro obiettivo, ma continueremo il nostro piano.

Faranno il lavoro per noi e noi prospereremo grazie alla loro fatica.

Le nostre famiglie non si mescoleranno mai alle loro.

Il nostro sangue deve essere puro (perché lo è).

Li faremo ammazzare a vicenda quando si opporranno a noi.

Li terremo separati dall’unità attraverso i dogmi e la religione.

Controlleremo tutti gli aspetti della loro vita e diremo loro cosa pensare e come.

Li guideremo gentilmente e faremo credere loro che stanno guidando se stessi.

Istigheremo animosità tra di loro attraverso le nostre fazioni.

Quando una luce risplende tra loro, la spegneremo con la beffa o la morte, che ci si addice meglio.

Faremo loro a pezzi i loro cuori e ad uccidere i loro stessi figli.

Realizzeremo questo usando l’odio come nostro alleato, la rabbia come nostro amico.

L’odio li accecherà completamente e non vedranno mai che nei loro conflitti noi saremo i loro leader.

Saranno impegnati a uccidersi a vicenda.

Si laveranno nel proprio sangue e uccideranno i loro vicini, purché vedremo che sono contro di noi.

Ne trarremo grande beneficio, perché non ci vedranno, perché non possono vederci.

Continueremo a prosperare dalle loro guerre e dalle loro morti. Lo ripeteremo fino al raggiungimento del nostro obiettivo finale.

Continueremo a farli vivere nella paura e nella rabbia, daremo loro immagini e suoni.

Useremo tutti gli strumenti a nostra disposizione per raggiungere questo obiettivo.

Gli strumenti saranno forniti dal loro lavoro. Faremo in modo che odino se stessi ei loro vicini.

Nasconderemo sempre loro la verità divina, che siamo tutti uno. Che non deve mai sapere!

Non devono mai sapere che il colore è un’illusione, devono sempre credere che non sono uguali.

Goccia dopo goccia, goccia dopo goccia avanzeremo il nostro obiettivo.

Prenderemo il controllo delle loro terre, risorse e ricchezze per esercitarne il controllo.

Li indurremo ad accettare leggi che ruberanno la poca libertà che hanno. Istituiremo un sistema monetario che li spegnerà per sempre, mantenendo debiti loro e i loro figli.

Quando li bandiremo insieme, li accuseremo di omicidio e presenteremo una storia diversa al mondo perché saremo proprietari di tutti i media.

Useremo i media per controllare il flusso di informazioni e i loro sentimenti a nostro favore.

Quando si solleveranno contro di noi, li schiacceremo come insetti, perché sono meno di quello.

Non potranno fare nulla al riguardo!”

 

In queste righe, vi è l’Agenda, storicamente annunciata con “avviso pubblico” di una delle frange psichiatriche che hanno improntato la dinamica di dolore e assurdità del nostro Pianeta.

All’interno del Progetto vi sono tutte le caratteristiche che comprovano l’evoluzione delle vicende, soprattutto quelle attuali.

Ignorare l’esistenza di questo piano annunciato, che è, purtroppo, la realtà dei meccanismi in corso significa piegarsi senza nessuna consapevolezza a tutta la larga serie di anomalie, che hanno investito anche il comportamento dell’Ordine dei Medici.

Senza contestualità, non sarebbe degno di attendibilità il discorso sinora svolto.

E’ inesimibile l’obbligo del sottoscritto di fornire almeno un esempio dei motivi che conducono ad assumere atteggiamenti netti di contrapposizione alla situazione attuale.

Le atmosfere create da pochi uomini, organizzati in gruppi privati, all’attacco della spontaneità dell’espressione della vita armoniosa dei cittadini di ogni Nazione, all’interno del proprio territorio, nel rispetto delle tradizioni e nella valorizzazione delle differenze legate ad un lungo e sacro cammino, rischierebbero troppo facilmente di essere travolte dalla fitta rete cinicamente e dittatorialmente assertiva, organizzata e tesa, a spada tratta, contro il realismo storico, che viene distorto nella visione procurata attribuita al complottismo, al negazionismo alla tematica delle fake-news.

All’interno del presente Esposto, è irrinunciabile, invece, a costo di dilungarsi, fornire ineluttabilmente delle “videate” che confermino come siamo all’interno di una “bolla” incantesimale maligna, molto circostanziata, e inequivocabilmente confermante che vi sono organizzazioni criminali che preludono a vicende malsane come la truffa del Covid.

Al solo scopo di fornire il polso della situazione, tramite un terrifico, quanto circostanziato, Articolo giornalistico, molto autorevole, del giorno 06/11/2020, riporto testualmente che cosa sta accadendo negli USA, nelle vicende elettorali, che paiono essere tutt’altro che tranquille elezioni

( https://lacrunadellago.net/2020/11/06/colpo-di-stato-negli-usa-il-nuovo-ordine-mondiale-non-vuole-lasciare-andare-lamerica-trump-pronto-alla-controffensiva/   )

 

*****

 

Colpo di Stato negli USA: il Nuovo Ordine Mondiale non vuole lasciare andare l’America. Trump pronto alla controffensiva

di Cesare Sacchetti

 

Stava tutto procedendo apparentemente senza alcun intralcio. Il conteggio delle schede nel cuore della notte elettorale americana del 3 novembre sembrava procedere senza particolari difficoltà.

Ad un tratto, qualcosa di imprevedibile è accaduto. In cinque diversi stati chiave che da sempre sono decisivi per assegnare la presidenza degli Stati Uniti, gli scrutatori smettono di contare.

Tutti quanti, allo stesso identico momento.

Non si è mai visto in una elezione americana. In quel momento, Trump aveva guadagnato già 213 grandi elettori contro i 225 di Biden.

Trump era in vantaggio in tutti e cinque gli stati chiave.

Se il conteggio fosse andato avanti senza intralci, il presidente in carica avrebbe superato agevolmente la quota necessaria di 270 voti per restare alla Casa Bianca.

Invece è arrivato il segnale. Tutti hanno smesso di contare.

Occorreva sabotare la probabile vittoria di Trump. E’ stato in quel momento che si è messa in moto quella che probabilmente può essere definita la più grande macchina di frode elettorale mai vista negli USA.

Joe Biden, il candidato democratico campione di gaffe, se l’era lasciato scappare prima delle elezioni americane.

Aveva confessato che il suo partito e il deep state avevano allestito “la più grossa organizzazione di frode elettorale” mai vista nella storia d’America.

Non appena il conteggio si è interrotto e sono iniziati ad arrivare nel cuore della notte i famigerati voti postali, non è stato difficile capire che quanto detto da Joe Biden stava iniziando ad avverarsi.

In Wisconsin, sono arrivati ad urne chiuse 169mila voti postali e tutti sono andati a Joe Biden. Il 100%. Biden dunque sembra essere il primo candidato della storia che è stato in grado di non lasciare agli avversari nemmeno un voto.

In Michigan, altro stato chiave, sono arrivati a notte fonda altri 200mila voti postali che sono andati tutti anch’essi a Joe Biden.

A quanto pare, tutti quelli che votano per posta sono “stranamente” tutti elettori di Biden.

Il sospetto di frode elettorale è iniziato a diventare sempre più concreto.

Trump si è presentato davanti alla telecamere e ha iniziato a denunciare quanto stava accadendo.

Non si era mai visto che il conteggio fosse sospeso contemporaneamente e che fossero conteggiati voti che invece non avrebbero dovuti essere nemmeno presi in considerazione perché giunti a tempo scaduto.

La portata della frode elettorale sembra avere dimensioni ancora più grandi di quelle già riscontrate.

Sono state mostrate le prove di come abbiano votato per posta persone morte nel 1984 e che oggi, se fossero in vita, avrebbero 120 anni.

La macchina della frode elettorale che vuole mettere a tutti i costi Joe Biden nella Casa Bianca è stata in grado di far votare i morti per il suo candidato.

Gli stessi esponenti del partito lo avevano annunciato.

Nancy Pelosi, già nota per aver avviato il tentativo illegale di impeachment contro Trump rovinosamente naufragato al Senato, aveva detto chiaramente che indipendentemente dal conteggio dei voti, Biden il 20 gennaio avrebbe giurato come prossimo presidente degli Stati Uniti.

Il deep state dunque aveva già preso la sua decisione.

Trump, in un modo o nell’altro, doveva lasciare la Casa Bianca.

Gli annunci e i piani del sistema erano stati condivisi già nei mesi passati. Il think-tank “Transition Integrity Project”, del quale fanno parte massimi esponenti dell’establishment come John Podesta, già consigliere di Hillary Clinton, aveva elaborato uno scenario che prevedeva l’intervento delle forze armate qualora Trump si fosse rifiutato di lasciare la Casa Bianca in caso di sconfitta.

La sconfitta nella loro idea sarebbe stata il risultato di una elezione truccata.

Il deep state ovviamente già sapeva che Trump non avrebbe accettato la frode e si sarebbe opposto e qui, secondo i piani dei falchi di Washington, dovrebbero entrare in gioco gli elementi militari del Pentagono al soldo del deep state per rimuovere il comandante in capo con la forza.

Il tentativo di golpe in atto dunque era stato ampiamente preparato e i media mainstream ne fanno parte pienamente.

Sono loro infatti che stanno completamente censurando le notizie e i fatti che riguardano i brogli avvenuti in America, e sono sempre loro che stanno facendo passare il falso messaggio di un Joe Biden che si avvicina alla Casa Bianca senza la minima ombra di irregolarità.

I media ormai hanno assunto la funzione di agenti della sovversione impegnati platealmente nel tentativo di rovesciare un capo di Stato.

I social si sono uniti nel piano quando in questo stesso momento stanno censurando apertamente i tweet del presidente degli Stati Uniti.

E’ una manovra a tenaglia. Tutte le derivazioni del sistema stanno attaccando in branco Donald Trump per costringerlo a firmare la resa e a lasciare la Casa Bianca.

Trump comunque non era impreparato a questa eventualità. Sapeva che la palude del deep state avrebbe cercato di rimuoverlo con la forza.

Sapeva che tutte le istituzioni asservite da tempo al mondialismo avrebbero dato vita al più grande tentativo di sovversione mai visto in America e nel mondo.

Il presidente ha preso le sue dovute contromisure. Nelle schede elettorali sembra siano stati inseriti degli isotopi non radioattivi per distinguerle dalle schede fasulle che sono in circolazione.

Fonti molto vicine all’amministrazione Trump hanno fatto sapere allo stesso tempo che le prove di questo complotto sono semplicemente enormi e che il presidente risolverà la questione nel giro di 1-2 settimane davanti alle corti competenti.

Trump non si lascerà rubare l’elezione. Il comandante in capo sapeva già in anticipo che avrebbero tentato questa enorme frode, e ha lasciato che il deep state andasse avanti.

Ora avrà l’occasione di dimostrare al mondo intero quanto è corrotto il sistema e potrà dare un altro colpo mortale agli eversori presenti nei palazzi del potere.

Trump, più semplicemente, ha dato abbastanza corda al deep state perché potesse impiccarsi con le sue mani.

Il Nuovo Ordine Mondiale non vuole perdere l’America

Questo è comunque il disperato e, probabilmente ultimo, colpo di coda di un sistema profondamente marcio e infetto.

Il mondialismo ha scatenato tutta la sua furia e ha dato il segnale ai suoi agenti infiltrati praticamente in ogni istituzione nazionale per rovesciare l’esito del voto.

Il mondialismo sta giocando questa ultima carta per cercare di riprendersi disperatamente il controllo dell’America.

Non era previsto, nei loro piani, che la Casa Bianca finisse in un mano ad un uomo che ha interrotto il duopolio dei presidenti repubblicani e democratici scelti tra le stanze del gruppo Bilderberg o tra i boschi della California nel raduno del Bohemian Grove, dal quale sono usciti almeno quattro presidenti come Nixon, Reagan, Clinton e Bush.

L’America è stata per decenni saldamente nelle mani del Nuovo Ordine Mondiale.

E’ stato questa rete di potere bancario, finanziario, industriale e militare a decidere il percorso di questa nazione.

Prima ancora che la seconda guerra mondiale volgesse al termine, la massoneria aveva già stabilito da tempo che l’America avrebbe avuto la missione di condurre il mondo verso il Nuovo Ordine Mondiale.

Manly P. Hall, uno dei massoni più influenti al mondo, scrisse nel 1944 un libro intitolato “Il destino segreto dell’America”, nel quale spiegava perfettamente quali erano le intenzioni delle élite massoniche per l’America.

Il destino segreto di questa nazione era quello di farsi guida del disegno mondialista.

La superpotenza economica e militare di questo Paese è stata utilizzata come arma di disciplina nei confronti delle altre nazioni che non hanno voluto obbedire agli ordini di Washington.

Il deep state è stato il braccio armato operativo che ha avuto il compito di rovesciare i governi e invadere militarmente i Paesi che si rifiutavano di servire gli interessi della cabala globalista.

L’interventismo americano è stato una diretta conseguenza della volontà mondialista.

Occorreva un gigante militare ed economico che fosse in grado di schiacciare tutti coloro che si fossero messi sulla strada del Nuovo Ordine Mondiale.

Il potere massonico scelse l’America.

Chiunque si sia messo sulla strada del Nuovo Ordine Mondiale ha pagato un caro prezzo.

Salvador Allende, il presidente del Cile, fu rovesciato in un colpo di Stato nel 1973 orchestrato dalla CIA e supervisionato da Henry Kissinger, allora segretario di Stato nell’amministrazione Nixon, per via della sua intenzione di nazionalizzare le riserve di rame.

Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana e già ministro degli Esteri, fu rapito e ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978 dopo aver ricevuto minacce di morte proprio dallo stesso Kissinger che lo considerava un intralcio verso i piani del potere mondialista per l’Italia stabiliti dal club di Roma.

Il club di Roma, altro potentissimo organo del globalismo fondato da Rockefeller, decretò infatti già negli anni’70 che l’Italia avrebbe dovuto essere deindustrializzata e denatalizzata per favorire la definitiva ascesa del Nuovo Ordine Mondiale, verso il quale l’esistenza della culla del cristianesimo mondiale e dell’Antica Roma, rappresenta un maggiore ostacolo.

La storia degli Stati Uniti non è stata altro pertanto che quella di una nazione caduta nelle mani di una camarilla di politici corrotti asserviti ai desiderata di questo disegno.

Gli USA, in altre parole sono stati, loro malgrado, il sicario del mondialismo.

La presidenza Trump ha segnato il divorzio dell’America dal globalismo

Il settimanale britannico l’Economist, partecipato dai Rothschild, la famiglia più potente tra quelle mondialiste, e dagli Elkann, lo scrisse chiaramente qualche tempo fa.

La presenza di Trump alla Casa Bianca mette a rischio il proseguimento del Nuovo Ordine Mondiale.

Donald Trump stesso ne spiegò le ragioni in un consesso dell’ONU, la struttura deputata nell’idea globalista a diventare la base del futuro governo mondiale.

Trump in quell’occasione disse che la missione di una nazione era quella di difendere la propria sovranità, non di rinunciarvi per accondiscendere ad un interesse sovranazionale.

Soprattutto, il presidente americano disse in quel contesto che occorreva guardarsi dalle insidie della governance globale quanto da quelle di altre forme di coercizione.

E’ un discorso che ha delle analogie straordinarie con quella di un’altra orazione tenuta proprio da Salvador Allende nel 1972 sempre davanti alle Nazioni Unite.

Il presidente del Cile disse in quell’occasione che un nuovo nemico stava nascendo tra la comunità internazionale.

Un nemico che non aveva le sembianze di una potenza nazionale, ma piuttosto quelle di una cabala occulta composta da potere bancario, industriale e militare.

E’ questo club privato che minaccia la vita e la prosperità delle nazioni e che vuole schiavizzare l’umanità intera.

Questo sistema composto dalle grandi famiglie di banchieri internazionali, su tutti i Rothschild e i Rockefeller, e da tutti i gruppi di pressione da loro finanziati, come l’Aspen Institute o il Consiglio delle Relazioni Estere, è la più grave minaccia che incombe sul mondo e sui popoli di tutti le nazioni.

L’ideologia che ispira queste grandi famiglie e questi gruppi è profondamente anticristiana e si richiama apertamente all’esoterismo satanico.

Questa epoca storica che si sta vivendo è una nella quale stanno emergendo alla luce del giorno le pratiche del satanismo.

La abominevole pratica della pedofilia, un tempo bandita, inizia ad essere sdoganata apertamente.

Ovunque pullulano i richiami al satanismo e si vedono delle riviste che tessono gli elogi della Chiesa di Satana, fondata da Anton LaVey, occultista molto vicino al mondo di Hollywood.

Ora questo sistema è pronto a tutto pur di arrivare al suo obbiettivo e ha annunciato apertamente qual è il proposito finale.

Il Grande Reset non sarà possibile senza l’America

Il mondialismo vuole arrivare al Grande Reset dei debiti privati che non è altro che la maniera definitiva per spogliare l’umanità di tutti i suoi beni e giungere così alla fine della proprietà privata.

Coloro che si opporranno saranno deportati nei campi di concentramento sanitari fino a quando non accetteranno le condizioni economiche impostegli e la somministrazione del vaccino obbligatorio.

L’ultimo passaggio del Nuovo Ordine Mondiale è quello che porta alla schiavitù totale.

Questa ideologia non ammette dissenso. Non c’è libero arbitrio in questo mondo, ma solo automi privati delle loro facoltà intellettive capaci solo di eseguire degli ordini, anche i più brutali e insensati.

Per poter arrivare però alla realizzazione di questo disegno autoritario globale, occorre riprendersi la Casa Bianca.

Il Grande Reset non potrà manifestarsi se la superpotenza americana lascerà definitivamente il mondialismo e userà tutta la sua forza per impedire che il mondo cada nelle mani del totalitarismo più oppressivo e criminale della storia dell’umanità.

E’ per questo che negli Stati Uniti c’è un colpo di Stato in atto. E’ la mossa eversiva della disperazione che questa società occulta sta tentando per forzare disperatamente la mano.

L’operazione coronavirus ha aperto quella finestra di opportunità che il sistema stava cercando da tempo.

David Rockefeller alle Nazioni Unite nel 1994 disse che era necessario una sorta di evento catalizzatore per costringere le nazioni ad accettare il Nuovo Ordine Mondiale.

Quella crisi è arrivata. L’operazione terroristica del Covid si può definire l’11 settembre del mondo.

Il tempo però sta stringendo. Klaus Schwab, uno degli esponenti più influenti di Davos, altro gruppo in prima fila del mondialismo, ha parlato di una “stretta finestra di opportunità” messa a disposizione dalla falsa emergenza sanitaria.

Quella finestra potrebbe richiudersi molto in fretta se Trump resta alla Casa Bianca.

Le forze occulte dunque si sono scatenate nel tentativo di rovesciare il presidente in carica.

Ora in questo momento occorre restare con i nervi saldi. Monsignor Viganò, nella sua ultima lettera, ha esortato chiaramente a non lasciarsi prendere dallo sconforto.

Era prevedibile che l’altra parte desse vita a qualcosa del genere.

Questa cabala incarna il male assoluto e ordisce qualsiasi inganno pur di arrivare ai propri scopi.

La battaglia tra i figli della luce e quelli delle tenebre è giunta dunque al momento decisivo.

Adesso occorre resistere più che mai. Lo scontro contro le forze occulte si intensificherà ancora di più nei prossimi giorni.

Il Nuovo Ordine Mondiale può ancora essere fermato.

La partita non è ancora chiusa.

 

*****

 

Ora, lo scrivente è un Medico animato dalla più determinata volontà di fare le cose per bene.

Oggi, per un Medico, fare le cose per bene significa rimanere libero nei dettami che ispirano la Medicina, che è l’Arte più nobile, in cui confluiscono tutti i sentieri del sapere.

Questo stile è incompatibile con la pressione ambientale politica, finanziaria e disumanamente burocratica, ponendo i Medici nelle condizioni di sottostare a situazioni incompatibili con l’esercizio del proprio ruolo.

Inenarrabili, se non dovessimo essere costretti a farlo, sono le conseguenze sull’andamento della vita, della salute, della sanità, di ogni Servizio pubblico, essendo ormai tutte queste dimensioni completamente infartuate dalla corruzione, con conseguenze talmente gravi che il Codice Penale forse non ce la fa a contenere tutti i capi di accusa in giuoco.

Il Presidente dell’Ordine dei Medici, che ha operato, omettendo tutti i crismi della Deontologia, si è assunto responsabilità delle quali, reputo, che potrà dover essere chiamato a rendere conto.

In questo modo si è uccisa la Medicina, si è fortemente abbattuto lo spirito filantropico del Medico, simulando manovre in difesa della Salute, che sono soltanto gravi dissimulazioni di quei riflessi applicativi, in mille rivoli, degli Ideali di Rockefeller volti alla distruzione dell’Umanità.

Il sottoscritto ha compreso benissimo che il Covid è l’acme di un lungo processo di sottomissione delle libertà essenziali ad un copione psichiatrico ben articolato.

Per questo lo scrivente sente, responsabilmente, il dovere di raccogliere le righe che seguono, nel caso dovesse riuscirci anche dopo la propria morte, e far interagire l’intelligenza preziosa che le anima con la fattualità risolutiva di una Magistratura capace, certamente, di capire, subito dopo, la fortuna nella quale è incorsa, venendo in possesso di questo atto.

Ma il problema non finisce qui, perché questo momento di germinazione della comprensione porrà problemi molto più difficili cui dare risposta: “E’ POSSIBILE SCARDINARE IL LUNGO E BEN ARTICOLATO SISTEMA CHE CI HA CONDOTTO A QUESTO PUNTO?

E’ possibile far tramontare il male delle grandi famiglie, come Rockefeller, e così via, così come il delirio di Bayer e Monsanto e tanti altri?

Il sottoscritto non conosce la risposta a questa domanda, ma non per questo “vuole vivere senza la speranza che il Bene possa davvero prendere sede in modo armonioso e definitivo nel nostro Pianeta”.

Prima di sfoderare i prossimi concetti, lo scrivente riassume, ultrasinteticamente, i grandi meccanismi che vengono tenuti nascosti.

Nulla esiste del Covid, se non le spoglie di un’intelligenza infranta, per cui il sottoscritto prova un grande senso di pietà per coloro che continuano a non capire e fanno tanto baccano.

Un misto di scemenza e di delinquenza alimenta il tutto, mentre rasentiamo la fine del Mondo, almeno di quello umano, fatto che potrebbe anche essere positivo.

Nelle pagine che qui appresso vengono illustrate, sono introdotti solo alcuni dei veloci richiami di Letteratura, che meriterebbero un’espansione, anche molto lunga e particolareggiata, di cui lo scrivente ha trattato e della quale si occupa, potendo affermare che il numero vastissimo di persone che il sottoscritto cura in modo diverso dai protocolli abituali per le masse, ha un destino di salute assolutamente diverso da queste, in quanto manca l’incidenza di cancro, e la vita prosegue senza tutti i colpi di scena dei soggetti affidati ai trattamenti “normali”.

Come lo scrivente ripete molte volte e sempre di più, il vero argomento che contraddistingue la popolazione che segue il sottoscritto con fortuna è l’abolizione assoluta di farmaci, ma soprattutto dei comunissimi antinfiammatori, assieme, dunque, ad un concetto completamente diverso del senso dell’infiammazione.

La salute salda e l’assenza di problemi, più che mai, si sta evidenziando in modo fortissimo nel periodo Covid, dimostrando che il Covid non esiste e che se le persone vivono bene e non si danneggiano nei mille modi indotti dal Sistema, RESTANO IN OTTIME CONDIZIONI DI SALUTE.

Ma prima di arrivare a ciò, sembra che una pubblicità battente dei farmaci di Banco, una banalizzazione dei protocolli di comportamento dei Medici, che avallano la pochezza delle persone, che vengono mantenute ignare su come alimentare la propria salute, il contrasto fisso e incessante, quanto grave, di ogni processo infiammatorio creino le premesse per una salute fasulla, aperta a tutte le ulteriori trappole, come quella del Covid.

Il massimo è far credere a persone sane di poter essere causa di problemi di salute per gli altri, come anche di far credere di non essere sani, in quelle fasi naturali di indisposizione temporanea che caratterizzano la vita normale.

Ormai, è perseguita la febbre, un raffreddore, un colpo di tosse, il malessere che precede una sindrome da raffreddamento.

I bambini, al ritorno dalla scuola, continuano ad igienizzare freneticamente tutto, e si stanno avviando alle loro sindromi psichiatriche del futuro.

L’inibizione alla vita è ormai al suo massimo livello di espressione.

 

Il sottoscritto non può tralasciare questa opportunità di ribadire che l’infiammazione, lungi dall’essere una situazione da rimuovere stupidamente, come incoraggiato da pubblicità battenti, prive di qualunque moderazione, rappresenta un momento che dimostra errori nello stile di vita, e richiede l’assunzione di consapevolezze sempre più articolate, capaci di restituire agli interessati un livello di salute sempre più crescente, LA VERA PREVENZIONE.

In più, la continua e sciocca interferenza con qualunque momento di infiammazione rovina la modulazione fisiologica della vita e ne compromette l’efficienza, creando le premesse per ogni tipo di malattia, assieme ad una incoscienza pericolosa per la salute collettiva.

Ovvio che la salute collettiva consapevole entrerebbe in conflitto con l’enorme business dei Farmaci, come anche legherebbe bene con la maestria dei concetti di prevenzione reale e dell’uso di prodotti naturali, non brevettabili.

Troppo facilmente i Medici sono scivolati in comportamenti abituali che sciupano molte occasioni di salute e di preservazione possibile delle modalità con cui la Natura prevede il recupero dalle normali indisposizioni temporanee.

Pur essendo gigantesco il numero di Medici omeopati, per esempio, si continua, per una pressione organizzata battente denigratoria, a fare credere che sia improprio il Corpus scientifico omeopatico, rinforzando nelle retrofila i messaggi legati alle dinamiche di condizionamento feroci della farmindustria.

Un importante anomalia è la guarigione incompleta e resa comunque difficile, a causa dell’uso indiscriminato di antinfiammatori, compresi gli antipiretici, giungendo così alla completa snaturazione della vita, alimentando falsi luoghi comuni, invece di spiegare che infiammazione e febbre devono essere risolti in modo più intelligente.

Basti osservare la volgarissima farsa della misurazione della temperatura, vessillo della gestione del periodo Covid, che cancella qualunque buon senso con cui considerare la Febbre, che nell’antichità era venerata come una DEA, mentre oggi è diventata, addirittura, univoco momento di attestazione su interpretazioni deliranti attorno alla presunta pericolosità della persona.

Eppure, la febbre è la migliore risposta immunologica di un organismo sano ad una vasta moltitudine di noxae patogene, ragion per cui non ha nessun senso contrastarla.

Senza dilungarsi in questa sede, avendolo già fatto in numerosissime mie pubblicazioni precedenti, prima di andare avanti, il sottoscritto ha il dovere soltanto di ricordare che le infezioni possono complicarsi combattendo la febbre e che la guarigione può essere “incompleta”, generando un vero “effetto gregge” di persone che vanno in giro come portatori di agenti patogeni che non hanno stroncato con una sana risposta naturale immune.

 

Per renderci conto delle palesi contraddizioni, abbondantemente diffuse da innumerevoli siti “sanitari” come il seguente:

https://www.my-personaltrainer.it/salute/infiammazione-fans.html  , riporto il testo di una descrizione di Infiammazione e FANS.

 

Lo scopo dell’infiammazione è quello di contrastare ed auspicabilmente eliminare l’agente responsabile della risposta innescata dall’organismo; oltre a ciò, il processo infiammatorio fa sì che si attivi una cascata di segnali che dovrebbe culminare con la sostituzione del tessuto danneggiato.

Fasi dell’infiammazione

Le fasi del processo infiammatorio potrebbero essere così schematizzate:

Il danno iniziale di diversa origine e natura induce il rilascio di mediatori chimici infiammatori;
Vasodilatazione che provoca l’arrossamento tipico dell’infiammazione;
Incremento della permeabilità dei vasi sanguigni ed essudazione con conseguente gonfiore dell’area interessata;
Migrazione dei leucociti verso il tessuto danneggiato e fagocitosi;
Aumento della proliferazione del tessuto connettivo.
I mediatori chimici coinvolti nel complesso processo infiammatorio sono molteplici; senz’ombra di dubbio, le prostaglandine o meglio, alcune tipologie di prostaglandine – rivestono un ruolo primario in quella che è la comparsa dei sintomi tipici.

Per ridurre l’infiammazione, è possibile agire in diversi step della cascata di segnali che si attiva quando un tessuto subisce un insulto di qualsivoglia tipologia. Nel corso di questo articolo ci concentreremo proprio su quei farmaci – abitualmente e comunemente impiegati in terapia – che sono in grado di inibire la sintesi prostaglandinica. Stiamo parlando dei ben noti Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei anche conosciuti con l’acronimo FANS.

 

Il commento del sottoscritto è: NON SI CAPISCE PERCHE’ L’INFIAMMAZIONE VIENE SPIEGATA NELLA SUA UTILITA’ DI RISPOSTA E POI SI OFFRE LA POSSIBILITA’ DI RIDURLA???? NON E’, CHE COSI’ FACENDO, NELLA GESTIONE DELLE COMUNI SITUAZIONI QUOTIDIANE, GENERIAMO LA PIATTAFORMA PER L’EMERGENZA DI MALATTIE SEMPRE PIU’ DIFFUSE COME IL CANCRO?

PERCHE’ I MIEI PAZIENTI NON HANNO INCIDENZA STATISTICA DI CANCRO? APPARTENGONO FORSE AD UN’ALTRA RAZZA? OPPURE, SEMPLICEMENTE, ADOPERANO UNA CULTURA DIFFERENTE PER GESTIRE LA PROPRIA SALUTE?

OVVIAMENTE, NELLO STUDIO DELLA FISIOPATOLOGIA, NON MANCANO LE SPIEGAZIONI PER COMPRENDERE TUTTO CIO’.

MA, ALLORA, PERCHE’ I MEDICI, CHE HANNO STUDIATO QUESTI CONCETTI, CONTINUANO AD ESSERE ARTEFICI DI COMPORTAMENTI OPPOSTI ALLA LOGICA BIOLOGICA DELLA VITA?

E PERCHE’ L’ORDINE DEI MEDICI NON PRESTA UNA PARTICOLARE ATTENZIONE PER RINFORZARE L’AGGIORNAMENTO DEI MEDICI IN QUESTA SANA DIREZIONE?

 

Naturalmente, come vedremo, si allude anche alla pericolosità di presunte “situazioni virali”, che, come già provato nella storia degli accadimenti passati della vita sociale, si sono complicate proprio per la pressione incongrua farmaceutica, che spingeva a togliere frettolosamente il disagio delle prima fasi di confronto tra motivi di malattia ed efficienza delle risposte dell’organismo.

 

Partiamo dall’analisi degli sconvolgenti risultati di un Lavoro scientifico italiano che dimostra che, nei casi Covid, un’infezione secondaria era presente nel 15% dei casi e nella metà dei deceduti, mentre la sepsi o shock settico si sono rilevate le complicanze più comuni ( http://www.infezioniobiettivozero.info/13-sepsi/87-la-sepsi-come-causa-di-decesso-in-pazienti-covid-19  ).

Le informazioni di seguito riportate sono evincibili tramite le seguenti fonti giornalistiche: https://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/1918-influenza-spagnola-influenza-killer-o-aspirina-killer/

Ebbene, i milioni di decessi della cosiddetta pandemia di influenza del 1918-1919 non furono causati da un virus, ma da un’estesa infezione batterica esacerbata dall’uso esteso di un farmaco immunosoppressore tossico assunto ad alti dosaggi: l’Aspirina.

I risultati batteriologici e istopatologici delle serie di autopsie pubblicate implicavano in modo evidente e coerente una polmonite batterica secondaria causata da comuni batteri delle vie aeree superiori, nella maggior parte delle vittime dell’influenza.” Le persone erano state uccise da un batterio comune che si trova nel tratto respiratorio superiore, secondo le ricerche rivelate da F.William Engdahl  (cfr. http://tinyurl.com/ljekg5y):

Capire la causa dei milioni di decessi del 1918-1919 non è solo una questione di rilevanza storica.

Da quel momento in poi, le autorità mediche, le agenzie sanitarie e i governi internazionali hanno attribuito la mortalità a un virus spaventosamente virulento. La loro opinione ha posto le basi per creare la fobìa di una grande minaccia: la prospettiva di future pandemie di pari virulenza, in grado di uccidere milioni di persone in tutto il mondo. Sono nate nuove agenzie, sono stati sviluppati piani internazionali e leggi d’emergenza per pandemia, con tanto di supporto militare. Miliardi, se non addirittura bilioni, di dollari sono stati investiti per trovare un vaccino che protegga il mondo da una possibile ricomparsa dell’Influenza spagnola del 1918.

Dato che i milioni di morti del 1918-1919 appaiono correlati a un’applicazione errata della panacea farmaceutica di allora (Aspirina) e che i vaccini sono la panacea farmaceutica di oggi, e in caso di pandemia verrebbero resi obbligatori per legge, conoscere la situazione del 1918-1919 è essenziale.

Il New York Times del 12 ottobre 2009 riportava ( http:// tinyurl.com/yko5v2l ): “Nel febbraio 1917, Bayer perse il brevetto sull’aspirina per l’America, aprendo le porte di un redditizio mercato farmaceutico a molti altri produttori. Bayer reagì con una campagna pubblicitaria insistente che celebrava la purezza del marchio, proprio quando l’epidemia stava raggiungendo il picco”.

“Il Journal of the American Medical Association suggeriva una dose di 1.000 milligrammi ogni tre ore, l’equivalente di quasi 25 compresse standard di aspirina da 325 milligrammi in 24 ore. È circa il doppio del dosaggio giornaliero che oggi viene considerato sicuro.”

L’Omeopatia rappresentava una minaccia per i profitti dell’industria farmaceutica. Peggio ancora, i Medici omeopati criticavano tutta la classe dei farmaci sintetici a base di catrame, vera e propria base dell’industria farmaceutica.

Per contro, usando solo sostanze naturali (e quindi non brevettabili), gli Omeopati salvarono le vite di quasi tutti i pazienti che si erano rivolti a loro durante la calamità del 1918-1919.

Questo dato minacciava di svelare che le nuove medicine sintetiche a base di catrame (derivate dalla potente industria petrolifera), la base stessa di un nuovo gigantesco settore di investimenti, erano in realtà disastrose dal punto di vista medico. Bisognava evitarlo.

“La Fondazione Rockefeller [di lì a poco collegata alla Bayer; cfr. http://tinyurl.com/mhuwe85] usò l’epidemia di Influenza spagnola – insieme ai mass media (di cui all’epoca aveva già il controllo) – per iniziare una caccia alle streghe contro ogni forma di medicina che non fosse coperta dai propri brevetti.”

Per promuovere l’accettazione pubblica della sua ‘nuova medicina’ come ombrello filantropico per il recente settore degli investimenti farmaceutici in medicinali brevettati, i media controllati dai Rockefeller usarono l’epidemia di Influenza spagnola del 1918 per lanciare una campagna contro tutte le forme di medicinali senza brevetto per screditarle come ‘non scientifiche’. Nei successivi 15 anni, praticamente tutte le scuole di medicina degli USA, tutti gli ospedali importanti e, soprattutto, la ‘American Medical Association’ diventarono parte di questa strategia per allineare l’intero settore sanitario sotto il controllo del business degli investimenti farmaceutici.”

La verità – che le autorità mediche usando l’aspirina Bayer (e l’aspirina generica) hanno ucciso tanti milioni di persone, tanto che queste morti sono diventate uno degli eventi più terrificanti della storia dell’umanità – fondamentalmente minaccia un settore globale degli investimenti da bilioni e bilioni di dollari costruito intorno al mai discusso “parere dei medici” e all’uso dei farmaci sintetici.

Il prodotto di Bayer causò così tanti milioni di morti che potremmo equiparare l’aspirina alla peste nera: da 20 a 50 milioni di morti nel biennio 1918-1919 rispetto ai 25-75 milioni di morti nel corso di tanti anni di peste bubbonica.

Oggi la politica, sotto l’influenza della Bayer e di altre compagnie farmaceutiche, sta bloccando l’accesso ai rimedi naturali, che hanno letalità nulla e hanno salvato delle vite nel 1918-1919, a favore di vaccini prevedibilmente letali, considerati necessari in base a un falso mito estremamente fuorviante: l’idea che il colpevole fosse l’influenza (un virus) che in realtà non era la causa.

Al di là delle morti che Bayer ha causato con la sua aspirina, negli anni Ottanta la compagnia vendette consapevolmente “farmaci anticoagulanti agli emofiliaci per milioni di dollari: medicinali con un elevato potenziale di contagio dell’AIDS”, come riportato nel 2003 nel  Sydney Morning Herald (http://tinyurl.com/lsp36zr).

Nel 1918 si trovano diverse testimonianze di prima mano di medici che accusavano l’aspirina come causa delle polmoniti. Raccogliendo queste testimonianze, l’omeopata Julian Winston notò nel 1998 (http://tinyurl.com/c3r3ex): “Leggendo i resoconti sull’epidemia, sembra che la maggior parte delle morti fosse stata causata da una polmonite virulenta che fu particolarmente devastante nei soggetti il cui organismo era stato depresso dagli analgesici, e il più comune di questi era l’aspirina.” Ecco uno dei resoconti, che citava:

“Mi fu consegnato un pacco contenente 1.000 compresse di aspirina, e 994 erano di troppo. Credo di averne somministrate una mezza dozzina […] I miei rimedi erano pochi. Quasi sistematicamente somministravo Gelsemium e Bryonia (Rimedi omeopatici). Se riuscivo ad arrivare per primo, i miei pazienti sopravvivevano quasi sempre, a meno che qualcuno non li avesse prima mandati in farmacia a comprare l’aspirina: quando accadeva in genere mi trovavo fra le mani un caso di polmonite.”

– Dott. J. P. Huff, Kentucky Winston aggiungeva: “Il medico che mi impartì le prime nozioni di Omeopatia, il Dott. Raymond Seidel, raccontava che aveva deciso di diventare un medico omeopatico durante l’epidemia di influenza, quando lavorava come fattorino per un omeopata del New Jersey […] Diceva:

‘Mi ero accorto che le persone che prendevano l’aspirina morivano, e invece quelli che ricevevano rimedi omeopatici sopravvivevano’.”

L’aspirina fu il primo degli antinfiammatori non steroidei (FANS), e non ce ne furono altri fino al 1955, quando fu messo in vendita il Tylenol (http://tinyurl.com/kjqq4yx).

Sono i farmaci di uso più comune sul mercato, venduti con o senza ricetta medica.

Per Bayer e l’industria farmaceutica, sono le basi indiscusse del loro business.

Eppure, uccidono sistematicamente.

Citando articoli tratti da varie riviste mediche nel suo fondamentale studio del 2002, “FANS tossici e letali: un rapporto investigativo”, l’investigatore indipendente Roman Bystrianyk dichiara: (http:// tinyurl.com/m86mqrh):

“Ogni anno oltre 100.000 persone vengono ricoverate per emorragie gastrointestinali, e di queste 16.500 muoiono.

Fra l’altro, queste stime sono considerate ‘prudenti’, e le cifre tengono conto solo dei FANS su ricetta usati solo per trattare l’artrite e solo negli Stati Uniti.

Se si contassero i ricoveri e decessi relativi a FANS su ricetta e da banco non solo per l’artrite, ma per ogni disturbo e in tutto il mondo, i numeri sarebbero sicuramente altissimi. Se prendiamo queste cifre e le applichiamo ai tanti anni di circolazione di questi farmaci fin dagli anni Settanta, i numeri sono spaventosi.

Eppure, finora nessuno studio ha mai cercato di quantificarli.” I dati provengono dal Centro nazionale di statistica sanitaria e dal Sistema informativo medico per artrite, reumatismi e invecchiamento.”

L’aspirina, primo farmaco appartenente a questa classe, esiste fin dall’Ottocento. Quante persone ha ucciso questo farmaco da solo? Bystrianyk. Aggiunge:

“Un’altra osservazione importante è che, prima di finire in ospedale in gravi condizioni, la maggior parte dei soggetti non presenta segnali d’allarme che indichino i danni interni causati dai farmaci. E come abbiamo visto dalle statistiche, circa il 10% di questi ricoveri termina con la morte […]

“Persino l’Aspirina, il primo FANS sintetizzato oltre un secolo fa da Felix Hoffman per le industrie Bayer, non è esente da rischi. E considerando che l’Aspirina è tra i farmaci più consigliati per ridurre l’incidenza delle cardiopatie, dobbiamo tenere conto anche dei danni gastrointestinali che causa.”

Bystrianyk quindi cita l’articolo di J. Weil e all. nel British Medical Journal, “L’Aspirina a scopo preventivo e i rischi di ulcera peptica con emorragie”. “Abbiamo scoperto che le dosi di aspirina comprese fra 75 e 300 mg al dì, attualmente usate nella profilassi cardiovascolare, non sono sicure in quanto potenziali cause di emorragie da ulcere gastriche o duodenali. In alcuni casi anche i dosaggi molto bassi di aspirina (75 mg) hanno causato emorragie gastriche nei volontari […]  Una riduzione generale delle dosi di aspirina (75 mg) non eliminerebbe il rischio […]

Come se non bastasse, aggiunge Bystrianyk: “Purtroppo il rischio di ricoveri ospedalieri e morte non è l’unica possibilità quando si assumono farmaci di questo tipo. Altri studi indicano che quando si assumono FANS è elevato anche il rischio di scompenso cardiaco congestizio. Un autore indicava che la mortalità si può equiparare a quella dei pazienti con emorragie gastrointestinali. Se è così, il numero dei decessi attribuiti ai FANS supererebbe drasticamente la già drammatica cifra di 16.500.”

La sua fonte è l’articolo del 2000 di J. Page e D. Henry su Archives of Internal Medicine, “Il consumo di FANS e lo sviluppo di scompensi cardiaci congestizi nei pazienti anziani”.

La seguente dichiarazione di Bystrianyk riguardo a tutti i FANS (compresa l’aspirina Bayer) si può estendere facilmente a ciò che accadde nel 1918-1919, compreso il silenzio totale attorno all’aspirina di Bayer (e alle versioni generiche) che è implicata nell’uccisione di milioni di persone nel 1918:

“I FANS sono davvero un’epidemia silenziosa che ha seminato dolore e morte in proporzioni terribili. Il pubblico non sa praticamente nulla di questa tragedia, dato che un’enorme quantità di informazioni scritte esiste principalmente nei santuari delle biblioteche mediche. Le compagnie farmaceutiche continuano a vendere e promuovere in tutto il mondo queste sostanze tossiche e le agenzie governative non hanno fatto nulla di rilevante per allertare il pubblico.”

Naturalmente, le nuove ricerche non fanno che evidenziare i rischi dei FANS. Un sito che segnala le ricerche più recenti è Pain-Topics.org. Nel maggio 2011, il ricercatore e assistente medico Stewart B. Leavitt ha scritto (http:// tinyurl.com/k97hozy):

“I risultati delle nuove ricerche indicano che anche l’uso a breve termine di questi antidolorifici non è sicuro per i pazienti [cardiopatici] con dolori.”

*****

Vado avanti.

Nel 1984 entrano in commercio gli ACE inibitori, che per ridurre la pressione arteriosa, interferiscono con il Sistema delle Bradichinine, creando situazioni di infiammazione latente dei polmoni.

Negli anni 90, sono entrati in commercio i Sartani, che, con un meccanismo simile a quello degli ACE inibitori, generano anch’essi situazioni polmonari che predispongono ad evoluzioni infauste di evenienze patologiche respiratorie.

*****

 

Ci siamo mai chiesti cos’è e come funziona un virus?

Secondo la scienza ufficiale, il virus non è un microrganismo dotato di vita propria e non è in grado di replicarsi autonomamente, ma necessita per questo di un organismo ospitante che di conseguenza si indebolisce e quindi diventa più soggetto ad ammalarsi, in alcuni casi fino a morire. In pratica il virus è considerato un vettore di informazioni dissonanti e disarmoniche rispetto a quelle della cellula ospitante portandola quindi ad un avvelenamento. Questo punto di vista considera il virus come la causa esterna della malattia.

Ma i virus sono davvero la causa scatenante delle malattie?

Riflettiamo insieme facendo un esempio.

Abitate in campagna e fin dai vostri primi ricordi avete sentito cori di rane nelle sere estive. Poi un giorno, all’improvviso, questo gracidare sparisce.

Qual è la prima domanda che vi porreste?

Hanno manifestato una malattia genetica, hanno contratto un virus, oppure qualcuno ha sparso qualche schifezza appestante nello stagno?

Se è più probabile che le rane si ammalino per l’acqua inquinata allo stesso modo anche gli esseri umani si ammalano per l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e della terra. Le cellule avvelenate cercano di ripulirsi creando dei detriti, delle scorie che noi chiamiamo virus.

Dopo la “spagnola” del 1918 chiesero al Rudolf Steiner il perchè di questa pandemia. Lui rispose che questa “febbre” erano semplicemente le escrezioni di una cellula avvelenata: i virus sono parte di DNA o RNA o di qualche proteina che vengono espulsi dalla cellula e si formano quando questa è avvelenata, ma non sono la causa di nessuna infezione, bensì la conseguenza di un avvelenamento! E ci sono perchè abbiamo l’aria, l’acqua e la terra sempre più avvelenate!

Ed anche le teorie più recenti sui virus emerse nell’ultima conferenza del National Institutes of Health, dipartimento per la salute degli USA, dove studiano la complessità dei virus, confermano ciò che aveva detto Rudolf Steiner nel 1918.

Tutte le malattie sono un avvelenamento del corpo!

Ogni pandemia negli ultimi 150 anni corrisponde ad un’intensificazione e ad un salto di qualità nell’elettrificazione della Terra e quindi del suo grado di avvelenamento. Nel 1918, si sono introdotte le onde radio intorno alla terra: quando esponete un qualsiasi essere vivente ad un campo magnetico artificiale e disarmonico rispetto alla normale vibrazione cellulare, lo avvelenate. Gli esseri umani più deboli muoiono mentre gli altri restano in uno stato di latente intossicazione che facilmente, se protratta nel tempo, può condurre ad una malattia.

Con la Seconda guerra mondiale, è iniziata una massiccia introduzione dei radar su tutta la Terra, ricoprendola di campi elettromagnetici artificiali. Era la prima volta nella storia che gli esseri umani subivano questo tipo di esposizione. La Terra è avvolta da una fascia protettrice denominata cintura di Val Allen situata nella magnetosfera terrestre, il cui ruolo principale è quello di incorporare i raggi cosmici provenienti da ogni pianeta del sistema solare ed oltre, e di distribuirli a tutti gli esseri viventi terrestri. Dal 1968 sono stati introdotti dei satelliti proprio in questa fascia e dopo 6 mesi vi è stata un’altra epidemia virale chiamata Hong Kong. Perché virale? Perché la gente avvelenata dall’elettromagnetismo artificiale espelle delle tossine che sono i virus, che non sono la causa della malattia, ma servono alla disintossicazione della cellula. Oggi si crede che il virus sia trasmissibile, ma sarà proprio così? Nel 1918, il ministro della sanità dello stato del Massachusetts decise di analizzare la caratteristica contagiosa di un’epidemia, così venne preso del muco di persone che avevano la spagnola e lo iniettarono ad altre persone sane: nessuna risultò positiva! Venne ripetuto per mesi e decine di volte, con migliaia di persone e neanche una si infettò! Stessa prova venne fatta sui cavalli, con lo stesso esito. Potete leggere tutto questo in un libro che si intitola “L’arcobaleno invisibile” di Arthur Firstenberg (liberascelta.org), dove viene evidenziata la correlazione tra gli stadi dell’elettrificazione della Terra e l‘ insorgenza di epidemie di influenza virale puntualmente entro 6 mesi.

Come ha potuto l’influenza spagnola propagarsi dal Kansas al Sud Africa in due settimane in modo che tutti manifestarono lo stesso sintomo, e  nonostante i mezzi di trasporto fossero i cavalli o le navi??? Infatti, le cronache di allora dicevano: non sappiamo come possa avvenire…

Ma se riflettiamo che le onde radio del cellulare che abbiamo in tasca o tra le mani possono in meno di tre secondi inviare un messaggio in Cina o Giappone o Usa ed arrivare all’istante, forse qualche dubbio o meglio certezza ci può venire …

Negli ultimi 6 mesi  vi è stato un salto drammatico nell’ elettrificazione della Terra: si chiama 5G per il cui supporto stanno lanciando circa 20.000 nuovi satelliti a banda larga proiettati nello spazio, ognuno dedicato all’irradiazione della Terra con alte frequenze elettromagnetiche ad oltre 10 miliardi di hertz, quando le nostre cellule vibrano da 1 a 2 milioni di hertz,  vibrazioni che faranno creare ad ogni cellula del nostro corpo grandi quantità di scorie che emetteremo per guarire e che gli “scienziati” chiameranno virus.

Tutto questo evidentemente non è compatibile con la nostra salute!

Inoltre, il 5G è un dispositivo che destruttura l’acqua, che quindi non può più essere veicolo delle vitali funzioni metaboliche del corpo umano portando all’accumulo delle scorie. Le scorie che emettiamo (virus) sono quindi gli avanzi, le escrezioni delle nostre cellule malate create dai campi elettromagnetici sempre più potenti!

Dove si trova la prima e finora unica città al mondo interamente coperta dalla rete del 5G? Wuhan, in Cina!

Quindi occorre iniziare a pensare che siamo in una vera crisi esistenziale di un’ampiezza che gli esseri umani non avevano mai visto prima!

Qualcosa che non ha precedenti nella storia dell’umanità!

La sensibilità al 5G dipende dalla quantità di metallo che abbiamo in corpo come anche dalla qualità dell’acqua nelle nostre cellule. Quindi quando si inizia ad introdurre dell’alluminio nel corpo delle persone attraverso i vaccini che lo contengono come coadiuvante, oppure a bere in lattine di alluminio, o ancora in forma di polveri sottili nell’aria che respiriamo, diventiamo delle antenne ricettrici

Per assorbire maggiormente dei campi elettromagnetici. E questo crea le condizioni perfette perché si manifesti proprio il tipo di danni che sta subendo la specie umana adesso!

Rudolf Steiner nel 1917 scrisse “Ai tempi in cui non c’era ancora la corrente elettrica, quando l’aria non brulicava di influenze elettriche, era più facile essere esseri umani! Per questo motivo, al fine di essere interamente esseri umani oggi, è necessario sviluppare velocemente delle capacità spirituali più forti di quanto ce ne fosse bisogno un secolo fa!”

Quindi, dopo oltre un secolo di queste profetiche parole, dobbiamo velocemente fare di tutto quanto siamo in grado per sviluppare rapidamente le nostre capacità spirituali, perché è veramente molto difficile essere un essere umano ai tempi nostri!

(parte di questo articolo è stato redatto da informazioni di Thomas Cowan)

The LACCH

*****

Si riporta (come esempio di riflessione) un Articolo giornalistico recente sull’Aspirina

(https://www.ilgiornale.it/news/salute/aspirina-allarme-dall-inghilterra-uccide-centinaia-persone-l-1080145.html)

Aspirina, allarme dall’Inghilterra: uccide centinaia di persone l’anno

Secondo una ricerca condotta oltre Manica il farmaco è inutile per un quarto delle persone che ne fanno uso

Fabio Franchini – Dom, 04/01/2015 – 10:50

L’aspirina è inutile per un quarto delle persone che l’assumono regolarmente.

Il monito arriva dall’Inghilterra, dove ogni anno muoiono centinaia e centinaia di persone per abuso del farmaco.

Il Telegraph racconta che un’approfondita ricerca medica ha rivelato che sono circa 16 milioni i britannici che fanno uso dell’acido acetilsalicilico senza trarne alcun beneficio, anzi. E pensare che lo studio ha preso in considerazione la sola isola.

E nei casi peggiori, “per quei pazienti a rischio infarto e ictus, che prendono l’aspirina per fluidificare il sangue, il problema potrebbe essere mortale. Questi soggetti moltiplicano per quattro le possibilità di subire un attacco cardiovascolare fatale”. Ma c’è chi, per natura e genetica, è predisposto a resistere alla medicina: chi ha il colesterolo alto o il diabete può sviluppare una maggior resistenza. I dati della British Heart Foundation parlano di oltre 250mila infarti e ictus nel Regno Unito ogni anno.

Da che mondo e mondo, prevenire è meglio che curare, ma piuttosto che mettere mano al blister per buttar giù inutilmente una pastiglia, i ricercatori hanno messo a punto un test delle urine – del costo di 10 sterline – capace di dire se il principio attivo dell’antinfiammatorio verrà metabolizzato correttamente, funzionando nella giusta maniera contro il trombossano A2 delle piastrine.

Il quotidiano riporta dunque le parole del dottore Paul RJ Ames, che lavora come esperto in emostasi e trombosi al St George di Londra e che, insieme ad altri colleghi, ha realizzato l’esame preventivo capace di salvare la vita a centinaia di migliaia di connazionali. “I medici devono rendersi conti che l’aspirina, ritenuta il pilastro della terapia cardiaca, non funziona per circa il 25% dei casi. Tra l’altro non sono da dimenticare gli effetti collaterali, come le ulcere. Insomma, perché si dovrebbe continuare su questa strada sapendo che non è la migliore?”.

*****

 

Per quanto sopra è legittimo porsi queste domande:

1.     Bayer e altre entità collegate, sull’impronta del delirio demoniaco, hanno potuto soggiogare l’intera umanità, creando strutture mentali malate e impadronendosi dei mezzi per promettere delle false verità, come una forma di salute che non ha nulla a che fare con la vera salute?

2.     E’ stata utilizzata una tecnologia fatta per arrecare danni, e tramite le fasi successive di elettrificazione del Mondo, sino al 5G, si è anche promosso l’avvicendarsi di episodi di malattia collettiva periodica, che con la preparazione dei dissesti di salute tramite impiego continuo di farmaci atti allo scopo, ha permesso di pilotare vere e proprie stragi, come l’ultima in corso?

Un ruolo fondamentale è svolto dagli antinfiammatori che, in varie vesti e situazioni, creano le premesse per una malattia latente continuativa e scatenano grotteschi crolli di resistenza, come con l’Aspirina, ma anche con altre molecole congegnate allo stesso scopo.

Altro che pandemie, Virus e altre frottole!

Il tutto viene imbastito con la cultura del vaccino, altra truffa colossale, insieme alle false prevenzioni e alle maledette terapie.

Le morti anche di molti individui, a milioni, non spaventano le entità che orchestrano il tutto e traggono nutrimento dai risultati di estremo dolore, impotenza e assoluta confusione della nostra civiltà persa nel nulla?

Il sottoscritto crede in Dio e nella sua potenza infinita!

E’ per tale ragione che il primo video che il sottoscritto ha dedicato al Covid, in cui ha parlato dell’Aspirina, in 20 ore ha raggiunto 1.600.000 visualizzazioni ed ha toccato un vecchio tasto rimasto nell’inconscio collettivo, video che poi è stato rimosso prontamente, costando, al sottoscritto, l’attacco della Bayer, tramite Ordine dei Medici!

Quanto alla condotta del Presidente Nazionale dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri dott. Filippo Anelli anche nella qualità di Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari di cui al punto c) l’odierno esponente ha avuto notificato il provvedimento di apertura e celebrazione di procedimento disciplinare da parte dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari di cui al prot. nr. 006752 P del 13.10.2020.

Qui appresso si riporta il testo del provvedimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tale atto reca l’apertura e celebrazione di procedimento disciplinare da parte dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari deliberato nella seduta del 13.10.2020 a carico dello scrivente sulla base di “presunte” violazioni deontologiche agli articoli 1, 3, 19 e 55 e 58 del  Codice di Deontologia e che la data per la celebrazione del Giudizio di tale Procedimento fissata per il 16 novembre p.v. è, subito dopo, stata differita, con nota del C.M.C.O di Bari notificata a mezzo PEC alle 10.44 del 26 ottobre 2020, al successivo 21.12.2020 dopo che, illegittimamente, l’odierno esponente  si è visto denegare per le ore 10 del giorno del 27.10.2020, dal medesimo Ordine, la richiesta, di accesso agli atti del fascicolo del procedimento disciplinare, avanzata dallo stesso telefonicamente alle ore 9 circa del 26 Ottobre 2020 dove, poi, nel pomeriggio del 26 ottobre, segue una nota con la quale, addirittura, in riscontro alla legittima richiesta di accesso agli atti il C.M.C.O di Bari intima al sottoscritto di poter ricorrere all’Autorità Giudiziaria.

Innanzitutto si è voluto integralmente riportare e trascrivere il provvedimento di apertura e celebrazione di procedimento disciplinare da parte dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Bari di cui al prot. nr. 006752 P del 13.10.2020 poiché l’atto e assolutamente illegittimo in quanto reso in assoluta palese violazione di quanto espressamente previsto ai sensi dell’art. 39 D.P.R. 221/50 per ciò che concerne le motivazioni che circostanziano le presunte violazioni e l’istruttoria preventiva che, da parte del presidente  non risulta essere stata eseguita, prova ne sia, che la contestazione dei presunti addebiti non risulta affatto circostanziata da motivazioni che, anche succintamente espresse e formulate, la giustificano fondatamente, così come prevede l’ art. 39 D.P.R. 221/50  .

Infatti, nel provvedimento sono riportate le presunte violazioni deontologiche (articoli 1, 3, 19 e 55 e 58) senza riportare, sia pure in modo sintetico, i motivi per cui il Dott. Salvatore Rainò viene convocato, e quindi senza affatto fornire all’interessato sufficienti elementi per la sua difesa.

Se da sola questa circostanza è valevole a rendere assolutamente nullo il provvedimento, e quindi l’apertura e celebrazione di procedimento disciplinare da parte dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari deliberato nella seduta del 13.10.2020 a carico del sottoscritto, questo fatto fa, altresì,  rilevare un’ulteriore illegittimità del provvedimento de quo, sempre ai sensi dell’ art. 39 D.P.R. 221/50,e cioè che mancando le motivazioni, seppure sintetiche, a fondamento delle presunte contestate violazioni, significa anche che nessuna sommaria istruttoria preventiva è stata eseguita dal Presidente C.M.C.O di Bari sui fatti ritenuti potenzialmente idonei a configurare un illecito disciplinare, che conduce alla convocazione del “Sanitario” per l’audizione ex art. 39 D.P.R. 221/1950.

Per quanto sopra lo scrivente ha

C H I E S T O,

preso atto delle inconfutabili doglianze testé riferite e circostanziate nell’atteggiamento ostile che si rileva in capo al C.M.C.O di Bari, già al momento della richiesta di semplice accesso agli atti del fascicolo e nella illegittimità, ex art. 39 D.P.R. 221/1950, del provvedimento di apertura e celebrazione di procedimento disciplinare da parte dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed  Odontoiatri della Provincia di Bari di cui al prot. nr. 006752 P del 13.10.2020 di D I C H I A R A R E, anche “inaudita altera parte”  assolutamente nullo il provvedimento o, in S U B O R D I N E, di provvedere a detta statuizione alla data del 21.12.2020 rilevandola come eccezione preliminare da accogliere riconoscendo la violazione procedimentale ex art. 39 D.P.R. 221/1950.

Al presente esposto si allegano, in tutt’uno come parte integrante, costitutiva ed inscindibile di questo atto, tutti i documenti che compongono il fascicolo disciplinare relativo al procedimento anzidetto.

In tutta la propria vita lo scrivente ha operato con senso di responsabilità, dedizione assoluta alla scienza, allo studio, alle persone, che ha sempre ritenuto come parte della propria unica famiglia, l’intera Umanità.

Per questo motivo, il sottoscritto è stato attaccato in varie occasioni, soltanto perché ha fatto il suo dovere, senza scendere a compromessi con le logiche che sordidamente già si muovevano nell’ambiente medico, e che sono le stesse logiche che ora hanno condotto alla nefandezza del fenomeno ipnotico Covid.

E proprio in questa occasione, in cui l’odierna esponente ha sfoderato il massimo dell’onestà intellettuale che un Medico deve tirar fuori nei momenti più difficili della Storia dell’Umanità, l’Ordine dei Medici trova motivo di voler perseguire lo scrivente, ricorrendo anche ad escamotage inapprovabili per rincarare la dose.

L’attività medica del sottoscritto, lungi dall’essere un fatto personale, è incentrata sui grandi Valori, da ogni punto di vista, e rappresenta il baluardo di un numero impressionante di persone che trovano la sicurezza e l’etica nella persona dello scrivente, che mancano nel sistema sociale ormai in gangrena.

Il senso della Continuità, che l’agire del sottoscritto rappresenta, porta lo scrivente  a voler immolare, senza esitazione alcuna, la propria vita, purché il proprio gesto lasci un’impronta che serva a garantire l’unione del nostro passato sano con il futuro sano per i nostri discendenti.

 

Espongo i fatti di cui sopra nei confronti dell’Ordine dei Medici, e delle sue possibili connivenze, perché fare ciò rappresenta, in un momento particolare di utilità mondiale, l’esempio necessario a moltissime altre persone per non farsi calpestare nella propria dignità di essere umano e di uomo di scienza.

Quella del Covid è una crisi di democrazia ed umanità, pilotata dal mondialismo deviato, ed l’odierno esponente non permetterà all’Ordine dei Medici di mantenere la sua posizione deprecabile e dannosa per il prosieguo della Storia della a Tradizione Medica e Intellettuale.

La neodittatura globale ha invaso anche l’Ordine dei Medici, come tante altre istituzioni, che hanno il dovere sacrosanto di salvaguardare i Valori della nostra società civile e colta.

Lo scrivente fa tutto questo perché attraversato dai grandi ideali della Civiltà cristiana e della difesa della Vita e della Famiglia con la consapevolezza che tutto ciò possa essere importante per la conclusione a buon fine dello scontro fra questi ideali e le forze oscure.

Il sottoscritto intende difendere la Vita, con ogni mezzo e ad ogni costo, senza venire a compromesso con nessuna minaccia che possa essergli paventata da chicchessia, così come sta facendo, trascendendo qualunque ostacolo politico e lobbistico.

La gente si aspettava, dall’Ordine dei Medici, un messaggio chiaro di smentita degli eccessi politici che hanno mummificato la vita con le disposizioni Covid e che appaiono, indubbiamente, poter essere solamente essere funzionali agli interessi di “lobby c.d. di potere” dove anche l’OMS non è certamente disinteressata ai vantaggi economici che questo sistema assicura loro.

Anche i Medici si aspettavano di essere sostenuti nel loro libero discernimento delle vicende, che invece hanno dovuto accettare così deformate, distruggendo l’indipendenza della Professione medica.

Lo scrivente rivolgendosi al personale di ogni ordine e grado, che si muove all’interno degli Ordini dei Medici, presieduti dal Dr. Filippo Anelli ha preso atto che la paura è il mezzo con cui si applicano le dinamiche di tortura: si è preso gusto a voler fare paura, ai Medici, ai cittadini in genere, a tutti, cosicché, mantenendo i codici emozionali e percettivi della paura si dimentica l’incarico istituzionale di cui sia ammanta l’immagine degli Ordini dei Medici , improntato al Giuramento di Ippocrate, ove risiede la dimensione rassicurativa del Medico verso la gente.

Quando l’Ordine dei Medici nella persona del Suo presidente Dott. Filippo Anelli, si è arrovellato a cercare di trovare gli articoli del Codice deontologico, per sferrare l’ultimo infondato ed illegittimo attacco alla persona del sottoscritto, ha però dimenticato di considerare l’Art. 52 del Codice deontologico, relativo alla Tortura, in quanto l’Ordine dei Medici ha attaccato con trattamenti disumani la società che chiedeva almeno all’ordine di essere meno disumani.

L’Ordine dei Medici è diventato mantenitore della suggestione atta a generare la paura, omettendo le più elementari conoscenze che spiegano, con l’autorevolezza del Medico, come mai la “storiella virale” di cui è spalmata l’umanità non può essere vera.

Lo scrivente premette subito che la vasta popolazione che ignora il Covid, compreso il sottoscritto, e che rispetta le sole regole della vera salute, che non sono quelle Covid, ebbene questa popolazione non ha sintomi di alcuna malattia che possa essere considerata pericolosa. Lo stesso accade per tutti i gruppi di popolazione analoghi. Ciò non è possibile, dal punto di vista statistico, se fossimo in presenza del rischio pandemico come descritto.

Questo dato, nella sua semplicità, è fortissimo e dirimente.

Per questo il sottoscritto non intende più spendere nemmeno una parola in più in questa occasione per ricordare la mole oceanica di materiale conoscitivo obiettivo che smentisce categoricamente la pandemia.

Il problema è che l’Ordine Nazionale dei Medici presieduto dal dott. Filippo Anelli, che stringe la mano al presidente Conte, o non conosce questo materiale oppure si ostina a far finta di non conoscerlo.

L’Ordine Nazionale dei Medici presieduto dal dott. Filippo Anelli sta imponendo, con una collaborazione strettissima alla Politica deforme  – molto probabilmente asservita agli interessi di “lobby c.d. di potere” dove anche l’OMS non è certamente disinteressata ai vantaggi economici che  questo sistema assicura  loro,  la lunga serie di sopraffazioni immotivate, mentre l’Ordine dei Medici ha il dovere di assumere la posizione che gli compete, che è esattamente la posizione del sottoscritto, che invece perseguitata infondatamente ed illegittimamente, trovando anche delle scuse di bassa lega, alludendo ad una impreparazione, ad una mancanza di decoro, a dichiarazioni incongrue, del sottoscritto quando invece è l’Ordine Nazionale dei Medici presieduto dal dott. Filippo Anelli che non sta facendo il proprio dovere.

L’Ordine Nazionale dei Medici presieduto dal dott. Filippo Anelli ha già disatteso il proprio dovere quando si è trattato di intervenire sul varo dell’obbligo vaccinale, ma adesso superando tutti i limiti, decidendo di vessare il sottoscritto lo scrivente fa invito e si rende disponibile per un confronto pubblico vasto e visibile, dove da solo “contro tutti” sarà in grado di elaborare un piano dialettico ed esplicativo capace di VINCERE.

Per questo lo scrivente invita il  sig. Presidente dell’Ordine nazionale dei Medici Dott. Filippo Anelli assieme con chiunque si vorrà accompagnare con Lui, a tenere, in contradditorio con il sottoscritto, un dibattitto pubblico in una rete nazionale televisiva sugli argomenti che lo stesso contesta al sottoscritto e soprattutto sui fatti scientifici del Covid – 19 che lo scrivente contesta dopodichè  il  Sig. Presidente dell’ordine nazionale dei medici Dott. Filippo Anelli verrà totalmente smentito ed emergerà, quale dato incontestabile, ogni fatto ed ogni circostanza che qui il sottoscritto ha qui  sollevato come doglianze a carico dell’Ordine dei Medici che il dott. Filippo Anelli presiede.

La deformazione dei dati di realtà, cui voi l’Ordine Nazionale dei Medici presieduto dal dott. Filippo Anelli presta il fianco, liberandosi da qualunque responsabilità, è talmente grave non fosse altro anche per i comportamenti omissivi di adesione ai programmi vaccinali, cosi come l’OMS li ha proclamati anche con il nostro Governo. Al riguardo infatti lo scrivente fa rilevare  che l’Ordine Nazionale dei Medici presieduto dal dott. Filippo Anelli non si è domandato, se la soluzione è quella vaccinale così come proposta dall’OMS, quale sia il problema che ha procurato questa decisione atteso che, ad oggi, si sconoscono ancora le cause della pandemia, la sua origine, la sua diffusione e di questo, e tant’altro ancora, la Procura di Roma ha oltre 6000 esposti sul tavolo, che stanno aumentando di numero, su cui si dovrà pronunciare.

Il sottoscritto domanda al Sig. Presidente Dott. Filippo Anelli, quale medico che è, come ha potuto accettare pedissequamente questo proclama di vaccinazione globale contro il Covid senza prendere una posizione ben precisa sul fatto che mancano i dati del problema che a tutt’oggi l’OMS non ha fornito proprio sulle cause della pandemia, sulla sua origine e sulla sua diffusione? Come giustifica tutto questo, in modo scientifico e medico, ai suoi pazienti?

L’Ordine dei Medici, è complice di “questo Governo, unitamente alla maggioranza parlamentare che lo sostiene, nulla ha fatto per stabilire ciò che ha causato questo evento “pandemico”, come si è diffuso, quale sia la sua natura e la sua origine cosa che, quanto meno, avrebbe dovuto fare, per dirimere ogni dubbio possibile ed immaginabile, percorrendo la strada di una indagine giudiziaria volta a verificare la sussistenza, o meno, di possibili ed eventuali condotte illecite che potrebbero aver causato l’origine di questo evento “pandemico”

Per questo l’Ordine dei Medici è altresì responsabile di aver assecondato tutte le situazioni che hanno arrecato enorme danno a tutta la popolazione e che hanno condizionato l’operato del Medico.

Ma vi è più, andando anche oltre: il Presidente dell’Ordine nazionale dei Medici Dott. Filippo Anelli come giustifica scientificamente e con il suo giuramento di Ippocrate la fondatezza dell’obbligo vaccinale varato con la legge Lorenzin?

Gli ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli dovranno rispondere, oltre che alla Magistratura, anche agli Italiani di questa loro grave omissione scientifica e medica

Gli ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli hanno stravolto qualunque sacro crisma sulla salute e sulla malattia, concorrendo ad alimentare pressioni insulse sull’intera popolazione: “Ippocrate si sta rivoltando nella tomba”.

Gli ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli hanno avuto il coraggio anche di affermare che l’uso del mascherino non comporta nessun problema: il sottoscritto Vi farebbe ritornare all’esame di Anatomia, Fisiologia, Fisiopatologia respiratoria, Pneumologia, Infettivologia, Biochimica,  Clinica medica!

Gli ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli continuano ad avallare una lettura irreale, dannosa e contro natura delle manifestazioni flogistiche e dei modi abituali per trattarle, a partire dalla febbre.

Mezzo mondo si sta rivoltando, nelle figure dei personaggi più colti e autorevoli, gli ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli scelgono di stare dalla parte dei personaggi più squallidi e chiaramente prezzolati, invece di avvertire, come il sottoscritto, il fuoco sacro della Giustizia e dell’onestà intellettuale più pura.

La narrazione di questa pandemia è basata sull’irrazionalità, sulla paura, sull’ignoranza, e gli Ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli hanno scelto di far parte della lista verso la quale il sottoscritto, con troppa grazia, ha rivolto i propri discorsi, pur vedendosi adesso contrastato da una malevola attenzione dello stesso, che non sa dove arrampicarsi.

Il Presidente nazionale dell’ordine dei Medici dott. Filippo Anelli ha avuto il coraggio di sindacare sull’aggiornamento professionale del sottoscritto, dimenticando che lo scrivente non è un Medico del Sistema Sanitario Nazionale, che la figura del sottoscritto è di prestigio ben più elevato di quello di un Medico di base o di quello di un Medico ospedaliero, che, con tutto rispetto, non possono essere paragonati al livello professionale e intellettuale, dell’odierno esponente le cui prove possono essere fornite da masse gigantesche di persone, con cui lo scrivente intrattiene rapporti meravigliosi e che si sentono protette dal sottoscritto, molto meno che dall’Ordine dei Medici.

I metodi utilizzati per esprimere le valutazioni epidemiologiche, che gli ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli hanno sposato, sono talmente inesatti, che, all’esame di Statistica, “vi avrebbero bocciato e vi avrebbero fatto tornare dopo un anno”.

Gli Ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli hanno appoggiato la volgare sostituzione delle cause di morte normali con delle letture fraudolente al servizio della menzogna, senza nessuna traccia di quel prestigio professionale che i Medici avrebbero il dovere di esprimere al massimo livello.

La vasta quantità di Medici che non hanno il coraggio di contraddire gli Ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli è proprio la prova della gravità del “vostro” comportamento, ma, sia ben chiaro, il sottoscritto non è nella mischia dei soggetti che non sanno difendersi, per poter affermare la verità, in un momento in cui la popolazione avrebbe avuto bisogno del “vostro” discernimento e del vostro sostegno.

A tal riguardo, a titolo puramente esemplificativo e non riduttivo rispetto   ai tanti Medici gli Ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli hanno radiato e verso tanti altri verso i quali sono in corso procedimenti disciplinari, lo scrivente è certo che al presente esposto aderiranno molti altri medici.

E poi Gli ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli organizzano corsi di etica e parlando di deontologia dopodichè si decide di colpire un Medico come il sottoscritto, che sta facendo il dovere che gli ordini dei Medici ed il loro Presidente nazionale dott. Filippo Anelli non fa.

Il Dovere del Medico è la tutela della vita, della salute fisica e psichica dell’Uomo e il sollievo dalla sofferenza, nel rispetto della libertà e della dignità della persona umana, senza discriminazioni di età, di sesso, di razza, di religione, di nazionalità, di condizione sociale, di ideologia, in tempo di pace come in tempo di guerra, quali che siano le condizioni istituzionali o sociali nelle quali opera. La salute è intesa nell’accezione più ampia del termine, come condizione cioè di benessere fisico e psichico della persona.

Guardiamoci attorno!

Le circostanze gravissime nelle quali versiamo hanno visto l’Ordine dei Medici assumere posizioni che si scontrano gravemente con il Giuramento di Ippocrate, con diversi Articoli della Costituzione, con i principali Diritti dell’Uomo, con il Codice di Norimberga, con la Convenzione di Oviedo e con una serie di Documenti ufficiali, patrimonio dell’Umanità, in difesa della Vita.

Il comportamento ordinistico è sotto il mirino della Giustizia per le gravi inadempienze sugli argomenti sacri attorno ai quali si incardina lo stesso senso di esistere dell’Ordine professionale.

Le intimidazioni, di bassa lega, inflitte ai Medici e alla popolazione, anche da parte dell’Ordine, stridono acremente con il diritto dell’Ordine a “dettare Legge”.

Il sottoscritto invita il Ministro della Salute, il Procuratore della Repubblica di Bari  e il Dott. Schiavone, coinvolti, “per conoscenza” dal Presidente nazionale dell’Ordine dei Medici dott. Filippo Anelli a prestare estrema attenzione ai diagrammi espressi dal sottoscritto nel presente esposto, in quanto le gravi doglianze che qui lo scrivente fa rilevare nei suoi confronti sono assolutamente inopinabili e dimostrabili nei fatti stessi che qui espongo e verso i quali lo scrivente si aspetta, cosi come tante persone, un immediato intervento, soprattutto giudiziario nei  confronti dott. Filippo Anelli come pure  un  confronto pubblico su basi scientifiche.

Lo stesso dibattito pubblico lo scrivente vorrebbe intrattenerlo con il Ministro della Salute, il Procuratore della Repubblica di Bari con il Dott. Schiavone nonché con Lorenzin, Burioni, Guerra, Crisanti, Ricciardi, e chiunque altro lo desidera.

La gente è molto molto arrabbiata.

“La Medicina è un’Arte indipendente”, ma l’Ordine dei Medici l’ha trasformata in un’operazione, politica e umana, discutibile.

Il danno al quale il Presidente dell’Ordine dei Medici dott. Filippo Anelli ha compartecipato più gravemente è il vuoto assistenziale, operato dal delirio paranoico e dai rituali fobico-ossessivi, di cui le Strutture ospedaliere e sanitaria di ogni genere sono ormai colme.

In questi giorni, qualunque emergenza arrivi in ospedale, non la si “Tocca”, se non dopo due ore.

Il Presidente dell’Ordine nazionale di Medici Dr. Anelli dovrà rispondere anche di ciò, in quanto il comportamento medico in Italia è sotto la sua diretta influenza cosi come dovrà rispondere delle autopsie che non sono state eseguite alle tante persone decedute e che invece sono state cremate: anche per questo Ippocrate si rivolta nella tomba.

Quanto alla condotta della Bayer SPA NELLA PERSONA DEL SUO LEGALE RAPPRESENTANTE di cui al punto d) il sottoscritto argomenta sui contenuti di una denigratoria ed offensiva nota, nei confronti dello scrivente,  fatta pervenire dalla Bayer SPA all’ Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Bari contenuto nel fascicolo di contestazione di apertura procedimento disciplinare di cui al superiore punto c), allegato al presente atto.

L’argomento Bayer è serio, poiché consente allo scrivente di scoperchiare una situazione camuffata di normalità rispetto all’uso indiscriminato dei FANS.

Bayer SPA con nota del 12 marzo 2020 firmata digitalmente da tale Susanna Olga Bajetta per conto di Barbara Moroni (Bayer Medical Affairs CH Head) e Stefano Bonato (Bayer Pharmacovigilance Country Head) segnala all’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari il fatto che il sottoscritto ha pubblicato un video su Youtube e Facebook di falsità fortemente lesive nei confronti del marchio aspirina che generebbero una sottovalutazione della problematica sull’infezione Corona Virus con tutte le facili ma terribili conseguenze che si possono immaginare. In conseguenza di detta segnalazione all’odierno esponente viene notificato da parte dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari il provvedimento di cui al punto c) di cui, come detto il procedimento e assolutamente carente di legittimità ex art. 39 D.P.R. 221/1950.

Bene, la segnalazione da parte di Bayer è circoscritta su fatti che lo scrivente avrebbe dichiarato in modo Falso e grave.

Ritengo che questo affronto nei confronti del sottoscritto sia esemplare per comprendere, nella fattispecie, come anche nella condotta di replica, il sottoscritto è pronto a far valere le proprie ragioni e la verità assoluta di quanto afferma ad ogni livello ulteriore di approfondimento, scientifico e legale.

Vediamo quali sono questi fatti.

Bayer, come sopra rappresentata, allude al contenuto fuorviante di un mio video che avrebbe riportato falsità fortemente lesive nei confronti del marchio Aspirina, generando un’ulteriore sottovalutazione della problematica sull’infezione da Coronavirus con tutte le facili ma terribili conseguenze che si possono facilmente immaginare.

“Si capisce che si parte dal bisogno di difesa del marchio Aspirina, fatto di per sé molto più pregiudizievole dell’eventuale errore del sottoscritto nel riportare alcune considerazioni cliniche in un periodo in cui non si riusciva a capire che cosa stesse accadendo.

Si prosegue citando la sottovalutazione della problematica dell’infezione, ma il sottoscritto afferma con forza strenua che l’attuale livello di comprensione della problematica pandemica, lungi dall’aver acclarato il ruolo centrale di un virus, inteso come mero fattore trasmissibile, si è attestato, ormai diffusamente e notoriamente, se vogliamo essere seri, sulla individuazione di una volgarissima truffa colossale, senza precedenti storici, in cui i baluardi per condizionare i provvedimenti politici sono metodiche diagnostiche gravate dalla quasi assoluta falsa positività degli esiti, oltre allo spalmamento di innumerevoli falsità in relazione ai numeri effettivi di morbilità specifica e mortalità per Covid.

Addirittura, con l’avanzare dei tempi, si è reso inoppugnabile che il grande numero di casi riferito alle false positività è praticamente correlato con un livello di salute perfetto, in un numero di individui che, al crescere del conteggio di positività, diviene sempre di più oceanico.

Quindi si capisce che le preoccupazioni della Bayer, come sopra rappresentata, si riferiscono, al puro immaginario, nel momento in cui attribuisce, dalla sua “cattedra” molto di parte, infondatezza assoluta alle considerazioni critiche del sottoscritto, che si ritengono legittime di fronte ad un fenomeno così grave quanto ancora sconosciuto a tutt’oggi.

Certi argomenti così drammatici non dovrebbero partire dal bisogno di proteggere un marchio, bensì dall’esigenza valoriale assoluta di contribuire a mettere in luce le verità per comprendere come evitare che si realizzino certe dinamiche così gravi.

Infatti, nei giorni successivi alla riflessione espressa e riportata nel video anzidetto, lo scrivente ha ricevuto molti riscontri di pazienti che hanno dichiarato un peggioramento della propria sintomatologia in contemporanea ad un’esagerata assunzione di Aspirina, sino a riscontrare serie difficoltà respiratorie, scomparse dopo aver sospeso la somministrazione del Farmaco.

Anche molti Medici si sono confrontati con lo scrivente, dando ragione a quanto espresso.

Il problema di decidere un ruolo potenziale dei Farmaci, non solo Aspirina, nell’indurre un’evoluzione funesta dei sintomi, si è posto anche con altre molecole, per le quali ugualmente sono disponibili dati preesistenti di Letteratura, assieme a segnalazioni di diversi altri Medici.

Sin da quel momento, lo scrivente ha iniziato  a chiedere alla Magistratura di fare luce sulla rilettura dei dati che non rendevano ragione dell’accaduto, in relazione a tanti decessi inspiegabili, attribuiti al solo Virus.

Bayer, come sopra rappresentata, continua col dire che le preoccupazioni dell’odierno esponente sul ruolo potenziale dell’Aspirina sarebbero state riferite a fonti non autorevoli, citando come autorevoli fonti quelle rappresentate dal bugiardino dell’Aspirina, derivanti dall’osservazione di milioni di persone ed aggiunge, altresì, che i sintomi respiratori considerati in situazioni avulse da altri fattori, quasi non sono segnalabili in condizioni normali di somministrazione del Farmaco e che l’iperventilazione e l’insufficienza respiratoria da Aspirina si sono osservati solo in caso di grave iperdosaggio.

Insomma, Bayer, come sopra rappresentata, vuole fare girare attorno al solo uso “regolare” l’interpretazione dei fatti gravissimi incorsi in pazienti che non hanno fatto un uso regolare di diversi Farmaci, compresa Aspirina, a causa del tenore fobico-ossessivo e di terrore del Virus, che ha spinto ad automedicazioni estreme.

Risulta che vi sia stata un’impennata massiva della vendita di Aspirina e consimili nel periodo Covid, giustificata, a detta di alcuni Farmacisti, dal costo inferiore rispetto ad altri prodotti.

L’Aspirina è il Farmaco più venduto nel Mondo, da 120 anni.

L’aforisma “Hai scoperto l’Aspirina”, fa dedurre la scontatezza del rapporto fra l’essere umano e questo prodotto, ma, lungi dal voler intaccare questo monumento del marketing, il sottoscritto, da Medico, non deve smettere mai di porsi domande, specie in una condizione di emergenza gravissima e incomprensibile.

Il tono dispregiativo alle fonti di Google è davvero fuori luogo, in quanto questo motore di ricerca riporta i dati ufficiali di tutte le Testate scientifiche su qualunque argomento, dal cui contenuto disallineato, molte volte, è stata anche modificata la scheda tecnica di diversi Farmaci.

Bayer, come sopra rappresentata, pretende, quindi, di riportare il confronto fra “l’inferno” della situazione Covid e la norma delle condizioni di sperimentazione del Farmaco allo scopo dell’allestimento del Bugiardino, sullo stesso piano, ma questo inorridisce qualunque vero Clinico, compreso il sottoscritto, sempre se si vuole essere seri e capire quale sia la verità.

Infatti, la mole di variabili che sono state introdotte nel comportamento della popolazione, a causa del terrore del Coronavirus, è talmente abnorme che è come paragonare l’uscita degli spettatori da un cinema in condizioni normali alla fuga di vere mandrie di bufali impazziti per un avviso bomba all’interno del cinema.

A tal ragione, il sottoscritto conferma di aver ricevuto numerosissime mail che riportavano severa insufficienza respiratoria da parte di persone che, terrorizzate, hanno assunto Aspirina anche ogni mezz’ora.

Bayer, come sopra rappresentata, dirà che queste persone non sono state autorizzate a tale posologia.

Ma solo per questo si dovrebbe rinunciare ad una possibile lettura che, per quanto insolita, potrebbe spiegare fatti che, stando alle cronache, non sono spiegabili?

Dovremmo cioè intimidirci di fronte all’eventualità che il Marchio Aspirina risulti scalfito nella sua mitica deità?

E’ ben noto il meccanismo dei Salicilati, che alterano la sintesi delle Prostaglandine, potendo interferire così sulla regolazione dell’infiammazione (con scatenamento delle Citochine anche più aggresive), ma anche potendo smussare le difese immunologiche e compromettere l’evoluzione del quadro clinico.

Inoltre, è ugualmente ben noto che i Salicilati, in relazione alle dosi impiegate, possono interferire sui meccanismi coagulativi, generando sia quadri emorragici che quadri trombotici.

Tali dimensioni scientifiche, oltre agli Studi clinici che possono presentare delle casistiche, si basano soprattutto sulla disamina dei dati di base di Farmacologia, Fisiopatologia, Biochimica, Immunologia e Medicina Interna, che sono appannaggio di qualunque Medico ben preparato.

Dunque, quale meraviglia che in mezzo al “pandemonio”, un Medico esterni le sue considerazioni, peraltro più che attendibili, e per nulla mirate ad attaccare un marchio, preoccupazione “direi bieca” di un gruppo commerciale, proprio in un momento così drammatico, come le prime settimane dell’esplosione dei decessi attribuiti al Covid.

Quando Bayer, come sopra rappresentata, afferma che l’AIFA, autorizzante la scheda tecnica, sarebbe una fonte attendibile e terza, non si capisce che cosa voglia dire, pensando a quante volte proprio l’AIFA ha rivisto certe indicazioni, dosaggi e interazioni, proprio su segnalazione di Medici, che, però hanno impiegato anche anni per potere fare breccia in contesti ufficiali.

Ma un Medico onesto e responsabile, di fronte alla gravità del fenomeno Covid, deve pensare a proteggere un marchio, deve attendere i tempi “biblici” per ratificare dei dati importanti, oppure, basandosi sulle sue competenze specifiche, deve attrarre l’attenzione di tutti, nel più breve tempo possibile per stimolare ed accelerare la soluzione di un rebus?

Perché, infatti, così è stato, mentre, in tutto il Mondo, altre fonti, similmente al sottoscritto si sono poste il medesimo problema, come ad esempio il Presidente Macron ha fatto per i FANS (Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei) in genere, che comprendono anche Aspirina.

Il fatto di aver citato un marchio è spiegabile perché per antonomasia i Salicilati trovano nell’Aspirina il loro capostipite, come il Paracetamolo trova il suo rappresentante nella Tachipirina, su cui sono state fatte anche delle canzoni.

I sottoscritto trova di bassa lega, incentrare la propria condotta sulla difesa del marchio, invece che contribuire sull’approfondimento delle tematiche poste in rilievo dal sottoscritto. Troppo facile assumere questo atteggiamento, scatenando anche l’attenzione di un Ordine dei Medici, in modo accusatorio.

Sempre Bayer, come sopra rappresentata, aggiunge che, nel Foglietto Illustrativo dei loro prodotti con acido acetilsalicilico, i sintomi respiratori non sono segnalati tra le reazioni avverse (ad eccezione dell’asma, che però ha un quadro clinico ben diverso da quello che si osserva con COVID19) ma “iperventilazione ed insufficienza respiratoria” si sono osservati solo in casi di grave sovradosaggio.

“In questo passaggio così ardito, si delinei una grave pericolosità delle affermazioni della Bayer.

Infatti, gli squilibri biochimico-metabolici che giustificano, in una porzione non modesta di persone, l’emergenza dell’asma, nell’uso comune dell’Aspirina, come di altri Salicilati, sono identici a quelli che, nel corso della Sindrome Covid, abbiamo il dovere di chiederci se possono aver avuto un ruolo causale nell’aggravare una situazione, che non è quella di un soggetto sano, che ha assunto Aspirina per qualunque altro motivo.

In tal senso, addirittura, bisognerebbe rimboccarsi le maniche per appurare con esattezza quale sia il ruolo dei Salicilati in una situazione di malattia da Virus a tropismo polmonare.

Esiste una diatriba in atto da tempo sui rapporti intercorsi fra uso di FANS e Trombosi venosa profonda, ma affrontando il discorso si evince che i vari effetti possibili sono dose-correlati e dipendenti dalle condizioni generali di impiego.

Nihhil prodest quod non laedere possit idem (Nulla giova che non possa anche danneggiare), cioè si ribadisce il criterio omeopatico secondo cui ogni sostanza, sulla scorta del biotipo sensibile e di altri meccanismi, possa esibire effetti che vanno da un polo funzionale a quello letteralmente antagonista.

Così, i Salicilati, cioè l’Aspirina, possono combattere l’infiammazione, ma possono anche promuoverla, possono prevenire la trombosi, ma possono anche favorirla, in situazioni per esempio di tipo infettivo.

Continuando, Bayer, come sopra rappresentata, riassume, con un suo triplo salto mortale all’indietro, molto più ardito di quello che lei attribuisce al sottoscritto, cioè con un’illazione grottesca, che i sintomi associati ad infezione di Coronavirus sarebbero riconducibili non ad una reazione avversa da uso normale di acido acetilsalicilico, ma solo ad un uso anomalo e del tutto improprio.

“C’è da meravigliarsi  che Bayer, come sopra rappresentata, abbia avuto la sventatezza di esprimersi in tal modo, poiché, nelle situazioni difficili, come l’impenetrabilità dei meccanismi Covid, talché sono state sbagliate tutte le terapie in Rianimazione, conducendo a morte i malcapitati, avremmo, come minimo, il diritto al dubbio, per porre a beneficio di inventario ogni possibile reinterpretazione dell’accaduto.

Il materiale bibliografico, reperibile, ormai tutto anche su Google, che consente l’accesso al sapere mondiale, è davvero corposo e sostiene il motivo da parte dello scrivente di argomentare.

A tal fine, l’odierno esponente cita solo una Fonte autorevole di Letteratura internazionale, svincolata dal novero delle autorizzazioni che hanno permesso il Bugiardino.

Infatti, lo scrivente è un Clinico Medico, che, in quanto tale, non può limitarsi, per deontologia, a restringere la propria osservazione, specie in condizioni di estrema confusione e incertezza.

In: Open Respir Med J. 2012; 6: 63–74.

Published online 2012 Jul 27. doi: 10.2174/1874306401206010063

PMCID: PMC3415629

PMID: 22896776

Drug Induced Interstitial Lung Disease

(Martin Schwaiblmair, Werner Behr, Thomas Haeckel, Bruno Märkl, Wolfgang Foerg, and Thomas Berghaus), si afferma che:  Aspirin is the most common anti-inflammatory drug associated with ADR (Adult Distress respiratory).

An ARDS-type syndrome has been described with salicylate toxicity, attribuendo questa affermazione ad un altro Lavoro scientifico:  Zitnik R, Cooper J. Pulmonary disease due to antirheumatic agents. Clin Chest Med. 1990;11:139–50 (PubMed – Google Scholar).

Per semplificare la comprensione dell’importante riferimento citato dal sottoscritto, l’Aspirina è il più comune anti-infiammatorio associato con Sindrome da Distress Respiratorio dell’Adulto (che, per intenderci meglio, è una forma di soffocamento come quello dei nati prematuri, incompatibile con la vita, senza terapia adeguata).

Il lavoro scientifico che poi viene citato in seguito, nell’altra Pubblicazione inserita, cita una condizione differente, questa si attribuisce all’intossicazione da Salicilati.

In definitiva, quindi, Bayer, come sopra rappresentata, ha dimostrato una pericolosa superficialità, nel fare “di tutta l’erba un fascio”, permettendosi di escludere completamente il ruolo dell’Aspirina nell’eventuale scatenamento di una sindrome grave e non più rara, giustificata da un uso dell’Aspirina, assieme ad altre situazioni farmacologiche associate, che non è possibile escludere abbiano configurato un’abnorme estrinsecazione di quadri morbosi atipici e fuorvianti, nonché gravi.

Si ripete che l’azione dei Salicilati è dose-dipendente, anche in termini omeopatici, e che, quindi, sulla base di fattori predisposizionali e di soggetti sensibili, attinge una variabilità espressiva della risposta da un network così complesso che, avere il coraggio di puntare il dito sulla mia colpevolezza, davvero, è un fatto deludente.

Piuttosto, spetta a sottoscritto evidenziare una netta banalità di contesto trattativo, in termini di efficacia e di costi/benefici di un Farmaco, che, evidentemente, non può che essere animata che da una pregiudizievole posizione, tesa esclusivamente alla difesa degli interessi commerciali di un marchio.

Quando non si capisce più niente, come in questo periodo, abbiamo tutti il dovere di farci domande e non ci sono sconti per nessuno (si guardi Esposto Covid-19).

Si fa notare che, quando il sottoscritto, come altri Autori, ha introdotto altri farmaci nella disamina di potenziali ruoli favorenti l’evoluzione maligna del quadro Covid, come i Sartani, gli ACE inibitori, o altri antinfiammatori, nessuno dei Marchi relativi si è sognato di intervenire contro i ragionamenti dello scrivente.

Bayer, come sopra rappresentata, conclude, affermando che i sintomi del COVID19 non coincidono completamente con i sintomi descritti da decenni per intossicazione da acido acetilsalicilico.

“E si ripete il grave misconoscimento di una situazione che Bayer seguita ad operare nei confronti di un fenomeno che, a patto che possa essere attribuito a sovradosaggio, si riferisce a situazioni particolari, completamente diverse dall’impiego normale dello stesso Farmaco.

Esempio: l’Aspirina previene la trombosi e allunga i tempi di emorragia, ma se un soggetto ha un trauma grave, potrebbe morire di emorragia proprio perché assume Aspirina.

Lo stesso dicasi per il rischio di gastrite erosiva emorragica in soggetti che assumono il Farmaco per un qualunque dolore.

Come anche, l’infiammazione promossa da un microorganismo può complicarsi e peggiorare per l’azione favorente l’espressione patogena di un Salicilato.

Gli esempi possono continuare parecchio.

Quindi: la forzatura ermeneutica Bayer, come sopra rappresentata, dovrebbe convincere l’Ordine dei Medici, mentre il prospetto di cautela del sottoscritto, nel contesto di fatti di natura ignota, a fronte di vasta Letteratura che comprova la fondatezza del diritto al sospetto rilevato, assieme anche al dato inoppugnabile di aumentato rischio di Trombosi Venosa Polmonare da FANS, in genere, dovrebbe essere ritenuto degno di perseguimento!

Bayer, come sopra rappresentata continua dicendo che, con l’epidemia di COVID19 si sono osservati molti decessi. Le dosi letali per un’intossicazione di salicilati nell’adulto sono di 20-25 g. Quindi significherebbe che molti adulti avrebbero ingerito nell’arco di 24-48 ore 50 compresse di Aspirina C (oltre 2 confezioni da 20 compresse), senza che nessun Medico o parente se ne sia accorto, e abbia erroneamente attribuito la morte all’ infezione.

“E qui si comprende che i piani culturali del sottoscritto sono molto diversi da quelli della Bayer, come sopra rappresentata, che continua, “sic e simpliciter”, ad attribuire una pericolosità soltanto all’impiego di dosi tossiche di Farmaci anti-infiammatori, dimostrando quindi di ignorare una vasta serie di considerazioni sulle quali, a questo punto, sembra superfluo che soffermarsi  ancora, rimandando un’eventuale discussione dopo essermi assicurato che chi scrive per Bayer, abbia studiato approfonditamente  tutti gli argomenti che consentono di esprimersi in modo più cauto e veramente scientifico, un po’ più distanti dalle sole logiche protettive di un marketing.

Ultima affermazione della Bayer, come sopra rappresentata è che “tutti gli anni, molte unità di acido acetilsalicilico vengono consumate per trattare influenza e raffreddore, eppure negli anni passati non si sono osservati gli effetti ora visti con COVID19, a conferma che non sia il trattamento con acido acetilsalicilico ad essere responsabile del sintomi, ma la specificità di questa infezione.

“Senza, da parte del sottoscritto, voler sostenere il nesso causale diretto fra uso di Aspirina ed evoluzione grave del quadro Covid,  si dissente nel modo più assoluto possibile dall’Iperbole della Bayer, come sopra rappresentata, che, dopo aver preso “fischi per fiaschi” , attribuendo allo scrivente  affermazioni di certezza che mai rilasciate, si permette anche di lanciarsi in un discorso di certezza esclusiva, che poi i spiegherà in questo Tribunale  come fare a sostenere.

Infatti, Bayer, come sopra rappresentata, coartando completamente qualunque ragionamento che la comunità scientifica non è ancora riuscita a formulare in modo esauriente, si “lancia” nell’ennesima condotta assertiva, che non fa che metterla in cattiva luce.

Splendidamente, Bayer, come sopra rappresentata, afferma:”Tosse diarrea e emottisi non sono sintomi descritti per l’intossicazione acuta di salicilati, mentre per quest’ultima compaiono anche ipoglicemia, acidosi metabolica e, nei casi più severi, coma.

Nessuno di questi sintomi é stato descritto per il Covid-19.

Quindi, i sintomi del COVID19 non coincidono completamente con i sintomi descritti da decenni per intossicazione da acido acetilsalicilico.

“A questo punto, Bayer, come sopra rappresentata, merita davvero questa risposta che segue.

Da https://it.wikipedia.org/wiki/Influenza_spagnola#cite_note-:0-58

All’epoca dell’Influenza spagnola, 1918-1920, veniva anche ampiamente somministrata Aspirina a regimi ora noti per essere potenzialmente tossici, anche 1 grammo ogni ora, in grado di favorire l’edema polmonare e la polmonite batterica (Salicylates and Pandemic Influenza Mortality, 1918–1919 Pharmacology, Pathology, and Historic Evidence; Karen M. Starko Clinical Infectious Diseases, Volume 49, Issue 9, 15 November 2009, Pages 1405–1410, https://doi.org/10.1086/606060;15/november/2009).

Un osservatore scrisse: “Una delle più sorprendenti complicanze è stata l’emorragia delle mucose, in particolare del naso, dello stomaco e dell’intestino, oltre che il sanguinamento dalle orecchie e le emorragie petecchiali nella pelle”.

La maggior parte dei decessi fu attribuita alla polmonite batterica, un’infezione secondaria opportunistica frequentemente associata all’influenza; tuttavia il virus uccise i malati anche direttamente, causando enormi emorragie ed edema nei polmoni. Alcuni studi hanno dimostrato che il virus fu particolarmente letale anche perché innescava una tempesta di citochine, che può risultare più grave nei sistemi immunitari più forti caratteristici dei giovani adulti.  Si sarebbe autorizzati a pensare che i più giovani, per esigenze lavorative, abbiano preso più Aspirina.

Da questi rilievi storici, si evince che anche la qualsivoglia intossicazione da Aspirina, descritta durante la “spagnola”, aveva caratteristiche cliniche molto simili al quadro severo Covid di questi tempi, e che, anche in quell’epoca vi era una gran confusione.

Ma, fatto sostanziale per ridimensionare Bayer, come sopra rappresentata, è che, chiaramente, ella non conosce la sintomatologia della DIC (coagulazione intravascolare disseminata), che, tramite sintomatologia emorragica e trombotica, è andata esprimendosi catastroficamente, durante il decorso impietoso dei quadri Covid-19 delle prime settimane, tutti volti all’exitus.

Guardate quante coincidenze, quante suggestioni, quante imprecisioni, ove la meno inquietante è la disamina del sottoscritto del rischio salicilico, e non solo, in un momento dove la vendita dei salicilati è balzata nuovamente ai massimi storici, in Cina, nel Mondo, in Italia.

In sintesi, ma non è questa la sede, il sottoscritto afferma nuovamente che il ruolo dello scatenamento di Citochine, che hanno giocato un’azione fondamentale nel provocare la gravità Covid, non può prescindere dall’abitudine forsennata dell’uso di Farmaci antinfiammatori, compresa l’Aspirina, oltre ad altre molecole, facilmente in uso nei pazienti deceduti.

Forse la Bayer ha timore che vecchi conti “in sospeso” vengano rispolverati dalle osservazioni del sottoscritto?

Una cosa è certa, che così facendo, la Bayer ha risollevato moltissime questioni, che ora il sottoscritto intende perseguire, senza se e senza ma.

 

*****

Per la gravità delle affermazioni incongrue riferitemi, come anche per il vuoto conoscitivo evidente che ha voluto sostenere ad ogni costo le ragioni di un Farmaco sin troppo scontato, lo scrivente è costretto col presente atto ad esporre questi fatti alla Magistratura allertandola che si tratta di circostanze gravi che potrebbero sottostare a condotte illecite e pericolose per la comunità.

Infatti, lo scrivente ha motivo di ritenere che, anche in condizioni, così dette normali, l’uso di Salicilati e antinfiammatori in genere sia eccessivamente scontato, grazie ad una campagna pubblicitaria, che dovrebbe essere regolamentata in funzione delle effettive esigenze degli utilizzatori, notoriamente disinformati su tutti gli elementi legati all’assunzione del Farmaco.

Proprio per questo motivo, lo scrivente si aspettava che l’Ordine avallasse, in modo più corretto e più colto, le dichiarazioni cautelative rese sull’uso dei Salicilati, specie in questo periodo.

Invece il trattamento stile “Ponzio Pilato” si ripete anche in questa occasione, oltre alle precedenti in cui l’Ordine ha omesso di assumere chiare posizioni scientifiche e deontologiche, lasciando un vuoto, che ha autorizzato la maggior parte dei Medici a rinunciare alla propria conoscenza e all’indipendenza della Professione medica e piegandosi alle pressioni politiche verso le quali avrebbero dovuto reagire.

Anche per questi motivi, riprendendo il punto c) del presente esposto il sottoscritto non riesce a comprendere il motivo della propria convocazione, in quanto già oltremodo allibito dalla superficialità dell’Ordine dei Medici, che ha convocato lo scrivente arrecando danni morali, professionali e spirituali di enorme portata. Infatti, il Presidente dell’Ordine, raggiunto da sollecitazioni esterne, ha facoltà di decidere se procedere o meno alla convocazione del Medico interessato.

L’istruttoria sommaria del Presidente (Art. 4.1, Provvedimenti disciplinari) prevede che il Presidente, qualora venga a conoscenza di fatti che possano configurarsi come illeciti disciplinari, svolge una sommaria verifica delle circostanze senza particolari formalità; solo quando si sia convinto che potrebbero risultare fatti potenzialmente idonei ad aprire un procedimento disciplinare procederà a convocare l’iscritto. Qualora il Presidente ritenesse che non esistono i presupposti e le circostanze minime per procedere alla convocazione per l’audizione preliminare, potrà, assumendosene la responsabilità, archiviare sin da questa fase il procedimento comunicandolo, per trasparenza, a colui che ha inoltrato l’esposto o comunque lo ha informato dei fatti.

Ed il sottoscritto aggiunge che, nel momento i cui intenda procedere, l’Ordine si assume la responsabilità del danno eventuale che apporta al Professionista, distraendolo dalla propria attività intellettuale, inducendo in esso delle non indifferenti preoccupazioni che si sommano, in queste vicende, alla preoccupazione già esistente per tutte le anomalie in corso, ed avallate anche da pesanti omissioni ordinistiche.

Per quanto sopra poiché le circostanze, gli interrogativi e i dubbi  sopra riferiti, viste le condotte che appaiono, fanno, invece, ravvisare possibile, eventuale e immaginabile  la sussistenza  di gravissime violazioni di legge, anche penali è per questo, che  l’odierno esponente reputa che, su quanto accaduto e su quanto sta ancora accadendo a seguito della Pandemia Covid – 19, si debba aprire un “fronte giudiziario penale d’inchiesta”, quanto meno, per rendere Legalità, Giustizia e Verità a:

12.tutte quelle persone che, senza aver fatto nulla, sono rimaste vittime di questa Pandemia negli ospedali ed a casa – addirittura decedute e “cremate” ;

13.tutte quelle persone che sono state costrette a rinunciare alla propria libertà, al proprio lavoro ed agli affetti dei propri cari;

14.tutte quelle persone che sono rimaste senza aiuto e senza soldi per mangiare e fare la spesa;

15.tutte quelle persone che non potranno più aprire le loro attività imprenditoriali;

16.tutte quelle persone che, senza aver ancora ricevuto gli aiuti dello stato sebbene decretati, sono state costrette a dare in pegno i propri effetti personali più cari e ad indebitarsi per sopravvivere;

17.tutte quelle persone che sono cadute nello sconforto psicologico e nella depressione;

18.tutte quelle persone che hanno perso la speranza del proprio futuro;

19.tutte quelle persone che dovranno affrontare il rischio prossimo di azioni giudiziarie da parte del fisco per le tasse che non potranno pagare;

20.tutte quelle persone che rimarranno al buio e senza telefono perché non potranno pagare le bollette;

21. tutte quelle persone che non si rialzeranno più;

22. tutti noi cittadini, per il futuro dei nostri figli e delle generazioni che verranno;

ma, anche e soprattutto, per tutti gli anziani che sono stati quelli maggiormente colpiti da questi decessi (cosicché non sono più né un costo per la società e né un peso per chi li riteneva tali piuttosto che considerarli “un bene prezioso” di cui il nostro Paese si è dovuto privare).

Si comprende bene che l’esigenza di aprire un “fronte giudiziario penale                      d’inchiesta” sui fatti sopra enarrati  appare legittima e perseguibile anche per le discordanze scientifiche, le contrastanti raccomandazioni della comunità scientifica tutt’altro che unanime sui consigli, i dati altrettanto contrastanti ed a volte assolutamente inveritieri rispetto alle morti da COVID e che vengono diffusi generando allarmismo e paure nelle persone, l’insegna Covid che ormai SOVRASTA come unica e sola ed esclusiva patologia che si proclama nelle persone affette, ORAMAI, solamente da questo Virus, e non più di altre malattie (tumori, malattia cardiache, ed altre ancora che prima di questa pandemia rappresentavano la causa di tante morti di cui oggi non si parla affatto ) come se non esistessero più patologie diverse dal Covid sicché  tutti i decessi comunicati e diffusi sono riferiti ed attribuiti unicamente al Covid – 19 (per non parlare di persone ricoverate nei reparti di rianimazioni per il Covid – 19 quando invece lo sono per altre patalogie, ecc….).

L’odierno esponente sebbene comprende perfettamente che attorno a questa vicenda potrebbero, forse, ruotare interessi personali e di “potenti lobby economiche”,  al di la di ogni immaginazione possibile, tuttavia sente il dovere di richiamare l’attenzione della “Magistratura” verso questi “Fatti” affinché si avviino, per le ragioni su esposte,  le attività giudiziarie di indagine del caso al pari, quanto meno, rispetto a quelle rese verso la  “Criminalità” anche “Organizzata” non fosse altro – per la stessa ragione di Legalità, Giustizia e Verità, quando, diversi anni fa, si iniziò a capire ed indagare come erano strutturate certe “Organizzazioni Criminali”, e sappiamo bene tutti cosa, conseguentemente, emerse ed accadde -, perché potrebbe emergere, anche questa volta, un quadro di intrecci, di soggetti e di organizzazioni, di interessi e finalità economiche,  probabilmente  più “allarmante e pericoloso”  di quello della  “Criminalità” anche “Organizzata” che oggi conosciamo.

Il quadro che emerge presenta tutte le caratteristiche indiziarie per apparire veramente inquietante ed oscuro dove, verosimilmente, tutto quello che è accaduto a livello globale con la Pandemia Covid–19 potrebbe anche sembrare essere l’esatta riproduzione di uno dei tanti film di genere fantascientifico e apocalittico di distruzione di masse dove i “cattivi” operano con questa strategia per ottenere stratosferici guadagni ed il dominio della terra.

SE mettiamo in fila i fatti contenuti nella superiore narrativa quello che, inevitabilmente viene da pensare, così come qualcuno molto illustre ha detto, e che “a pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina”.

Per quanto sopra, poiché l’odierno esponente – così come la stragrande maggioranza di Italiani e di persone nel mondo – reputa che il rapporto di fiducia non si deve mai perdere rispetto la Legalità, la Giustizia e la Verità e che “occorre, necessariamente, anche su questa vicenda, compiere sino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, perché è in questa che sta l’essenza della dignità umana”, come diceva “Falcone”,

Considerato

che questo momento storico è un momento veramente drammatico e triste dove bisogna più che mai, sbracciarsi e incominciare a cambiare le cose, affinché (fermo restando che quanto successo, a partire dalle morti e cremazioni, non abbia più ad accadere) si costruisca ordine sociale che si richiami oltre che all’etica, alla solidarietà ed al rispetto delle persone anche ai principi di legalità, giustizia e verità e che l’esame di molte “stranezze” dirime inequivocabilmente che siamo di fronte ad un fenomeno di criminalità organizzata, e sono pronto a disquisire meticolosamente con gli Organi inquirenti di tale intreccio di considerazioni logiche

Ritenuto

che nonostante quello che è emerso e che sta continuando ad emergere da certe indagini giudiziarie, deve, ancor più oggi per il cambiamento richiesto,  consolidarsi nel  cittadino l’assoluta convinzione di avere massima ed incondizionata fiducia propria sulla Magistratura e sulle Forze dell’Ordine perché è da qui che bisogna ripartire in quanto l’Italia è Patria di una classe di Magistrati e di Forze dell’Ordine, tutti Eroi, che sono un vero è proprio fiore all’occhiello per il nostro Paese e da cui altri Stati del Mondo hanno appreso e sperimentato tanto:  Magistrati preparatissimi, capaci e in prima linea sul fronte della Giustizia verso la salvaguardia delle persone e del bene comune dove, per svolgere il loro compito, molti sono morti per mano stessa della criminalità a seguito di attentati orribili mentre tanti altri, “sopravvissuti alle minacce di morte”,  vivono, notte e giorno, una vita blindata e sotto scorta di sicurezza, continuando, in nome della Legalità, Giustizia e Verità, a svolgere il proprio ruolo e dovere fino in fondo, senza indietreggiare neppure di un millimetro, con grande sacrificio personale e delle proprie famiglie,

il sottoscritto

CHIEDE

che l’Ecc.ma Procura della Repubblica in indirizzo adita, Voglia, partendo da quanto esposto nella superiore narrativa, esaminare attentamente ogni punto di questo esposto, in ogni suo aspetto principale e correlato che l’afferisce nell’obiettivo di aprire un fronte di indagine giudiziaria finalizzato a:

4.     valutare la sussistenza di eventuali profili d’illiceità penale che da questi fatti, congiuntamente ad altri, potrebbero emergere e, nel caso, individuare i possibili soggetti responsabili al fine di procedere nei loro confronti con riserva di costituzione di parte civile;

5.     eseguire, se sussistono i presupposti di legittimità, accertamenti sul patrimonio personale, diretto ed indiretto (familiari, amici stretti e società ad essi collegate direttamente od indirettamente), di ognuno dei soggetti che potranno essere individuati come responsabili e protagonisti attivi (diretti ed indiretti), altrettanto perseguibili, per questi fatti.

Con il presente esposto si intende inoltre formulare denuncia-querela, in relazione ai fatti rilevabili nell’ipotesi in cui dagli accertamenti svolti dalle Autorità competenti dovessero emergere fattispecie di reato per i quali la legge richiede la procedibilità a querela di parte.

Il SOTTOSCRITTO ESPONENTE chiede di essere avvisato ai sensi dell’art. 406 c.p.p. e anche ai sensi dell’art. 408 c.p.p.

Per quanto sopra il sottoscritto auspica che la Procura in Indirizzo si organizzi per muoversi legittimamente a svolgere ogni opportuna e adeguata attività di indagine giudiziaria su quanto CHIESTO perché potrà emergere un quadro di intrecci, di soggetti e di organizzazioni più “allarmante e pericoloso” di quello della “Criminalità” anche “Organizzata”.

Il sottoscritto, fa altresì presente, che questa iniziativa, a seconda dell’esito giudiziario che da questo atto conseguirà – e se le circostanze in proseguo lo richiederanno -, seguiterà giudizialmente, e senza indugio alcuno se ricorreranno i presupposti di legittimità, finanche innanzi alla CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO.

Si allegano, quale parte costitutiva ed inscindibile del presente Esposto, da considerarsi qui integralmente trascritti e riportati i seguenti Documenti:

1)     Esposto Covid presentato tramite i Carabinieri di Altamura alla Procura di Roma, come da Verbale di ratifica del 31/07/2020.

2)     Copia integrale e completa del Fascicolo concernente l’apertura del Procedimento disciplinare deliberato nei confronti del sottoscritto dall’Ordine dei Medici nella seduta del 13/10/2020.

Il sottoscritto nomina, fin da adesso, quali propri Avvocati di Fiducia l’Avvocato Saverio Lauretta del Foro di Ragusa e l’Avvocato Francesco Caputo del foro di Trani delegando quest’ultimo al depositare il presente Esposto presso la Procura della Repubblica di Bari ed a ricevere in nome, per conto e nell’interesse del sottoscritto esponente l’attestazione di avvenuto deposito di cui sopra dell’Esposto di cui sopra.

Altamura, li 09/11/2020

In Fede

Salvatore Rainò

Nobil  Homo

Dr. Salvatore Rainò

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo –

13° Battaglione Logistico di Manovra

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

*****

 

PREMESSA ANNUNCIO

La nostra situazione sociale è talmente grave, che sono costretto, più di quanto abbia fatto sino a questo momento, ad assumere una posizione nettissima.

L’Ordine dei Medici, dopo avermi convocato per l’inizio di un Provvedimento disciplinare, scatenato da alcune volgari disapprovazioni del mio operato declamatorio a commento di insopportabili anomalie sanitarie in atto, che ho fatto presenti senza inibizione alcuna, sta ora tergiversando in modo vergognoso, rimandando inspiegabilmente l’incontro che già ho concesso solo per rispetto delle regole.

Questa situazione non è un fatto personale, in quanto è di interesse pubblico, quindi l’Ordine non può continuare a nascondersi.

Dato che ho pieno diritto, sino a prova contraria, di argomentare, perché non sono “lo scemo del villaggio”, e nemmeno il “pupazzo dell’Ordine”, ciò rende il controsenso dell’Ordine ancora più lesivo nei confronti della società e del mio equilibrio personale, che è indispensabile per le persone che io aiuto.

A fronte della confusione grottesca e delle numerose morti, rese possibili anche per l’omertà dell’Ordine professionale, che ha finito di snaturare la Professione medica, rendendola pericolosa e incongrua quanto al suo reale compito in favore della popolazione, faccio APPELLO per l’ennesima volta alle forze sane ancora in gioco nel contesto ormai cadente a brandelli.

INVITO tutti gli Organi di Stampa e di Comunicazione, nonché la Magistratura, già allertata anche per vie legali, a garantire un confronto chiaro, visibile, più che pubblico, fra me e il Presidente dell’Ordine Professionale dei Medici, Dr. Anelli,  della cui  occasione privandoci, peggioriamo soltanto una sperequazione che ha già fatto danni e continuerà ancora a farne.

Dato che io ho titolo ad esprimermi così, mi riservo di perseguire, con i legittimi mezzi, costi quel che costi, qualunque Entità, di qualunque genere, grado e livello, che continui ad ignorare l’apporto scientifico di cui mi fregio di essere protagonista ormai dall’inizio di ogni vicenda oscura a dannosa a carico dell’intera nostra comunità.

 

 

 

 

 

ANALISI DEI REALI MECCANISMI SOMMERSI ALLA BASE DEL COVID

 

Questo Documento è destinato alla Magistratura, che ho cercato di contattare in ogni modo sin dagli inizi dell’anno 2020, perché ero convinto di poter mettere a disposizione le mie conoscenze scientifiche, per individuare i reali meccanismi alla base del fenomeno Covid.

Ho dovuto, mio malgrado, constatare che è impossibile fare muovere dei Magistrati, pensavo per problemi di autocautela, di paura, di interazioni di vario genere con gli equilibri di cui il Covid è frutto.

Però, negli ultimi giorni, dopo aver riunito il complesso ammontare di conoscenze, riflessioni, osservazioni e dati in mio personale possesso, legati alla mia esperienza clinica diretta, HO COMPRESO che la Magistratura non scende in campo per un solo motivo, l’IGNORANZA, senza volerla criticare, perché mi rendo conto che la natura dei ragionamenti con cui affrontare la conoscenza davvero fuori delle righe, che occorre per comprendere la verità richiede una capacità di alienazione dalla realtà di tutti i giorni, che ritengo rarissima e quasi impossibile.

Quindi, paradossalmente, un plauso alla Magistratura, perché non si occupa di ciò che non si riesce a capire.

Però, mi faccio una domanda.

Ho cercato il contatto con la Magistratura e non sono riuscito ad averlo.

Ho capito di aver capito di dover trattare di certi argomenti e l’ho fatto, anche con una certa cautela, ma ciò mi è costato l’attacco di molte persone e, infine, dell’Ordine dei Medici, fatto che aumenta i miei problemi già in corso, a causa della difficoltà di sopportare la follia in cui siamo immersi.

A questo punto, ho deciso di non parlare più di nulla, in modo di non crearmi problemi inutili per la soluzione della grande problematica della nostra vita.

Ho compreso benissimo che il Covid è l’acme di un lungo processo di sottomissione delle libertà essenziali ad un copione psichiatrico ben articolato.

Ho solo il dovere, almeno di raccogliere le righe che seguono, nel caso io dovessi riuscire, anche dopo la mia morte, a far interagire l’intelligenza preziosa che le anima con la fattualità risolutiva di una Magistratura capace di capire la fortuna nella quale è incorsa, venendo in possesso dei miei scritti.

Ma il problema non finisce qui, perché questo momento di germinazione della comprensione porrà problemi molto più difficili cui dare risposta: “E’ POSSIBILE SCARDINARE IL LUNGO E BEN ARTICOLATO SISTEMA CHE CI HA CONDOTTO A QUESTO PUNTO?

E’ possibile far tramontare il male delle grandi famiglie, come Rockfeller, il delirio come quello di Bayer e Monsanto?

Io non conosco la risposta a questa domanda, ma non voglio vivere senza la speranza che il Bene possa davvero prendere sede in modo armonioso e definitivo nel nostro Pianeta.

*****

Prima di sfoderare i prossimi concetti, riassumo ultrasinteticamente i grandi meccanismi che ci tengono nascosti.

Nulla esiste del Covid,  se non le spoglie di un’intelligenza infranta, per cui provo un grande senso di pietà per coloro che continuano a non capire e fanno tanto baccano.

Un misto di scemenza e di delinquenza alimenta il tutto, mentre rasentiamo la fine del Mondo, almeno di quello umano, fatto che potrebbe anche essere positivo.

*****

Nelle pagine che presento, introduco dei veloci richiami di Letteratura, che meriterebbero un’espansione, anche molto lunga e particolareggiata, di cui ho trattato e della quale mi occupo, potendo affermare che il numero vastissimo di persone che curo in modo diverso dai protocolli abituali per le masse, ha un destino di salute assolutamente diverso da queste, in quanto manca l’incidenza di cancro e la vita prosegue senza tutti i colpi di scena dei soggetti affidati ai trattamenti “normali”.

Come ho ripetuto molte volte e sempre di più, il vero argomento che contraddistingue la popolazione che mi segue con fortuna l’abolizione assoluta di farmaci, ma soprattutto dei comunissimi antinfiammatori, assieme, dunque, ad un concetto completamente diverso del senso dell’infiammazione.

La salute salda e l’assenza di problemi, più che mai, si sta evidenziando in modo fortissimo nel periodo Covid, dimostrando che il Covid non esiste e che se le persone vivono bene e non si danneggiano nei mille modi indotti dal Sistema, RESTANO IN OTTIME CONDIZIONI DI SALUTE.

Partiamo dall’analisi degli sconvolgenti risultati di un Lavoro scientifico italiano che dimostra che, nei casi Covid, un’infezione secondaria era presente nel 15% dei casi e nella metà dei deceduti, mentre la sepsi o shock settico si sono rilevate le complicanze più comuni ( http://www.infezioniobiettivozero.info/13-sepsi/87-la-sepsi-come-causa-di-decesso-in-pazienti-covid-19  ).

*****

Le informazioni di seguito riportate sono evincibili tramite la seguente fonte giornalistica: https://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/1918-influenza-spagnola-influenza-killer-o-aspirina-killer/

I milioni di decessi della cosiddetta pandemia di influenza del 1918-1919 non furono causati da un virus, ma da un’estesa infezione batterica esacerbata dall’uso esteso di un farmaco immunosoppressore tossico assunto ad alti dosaggi: l’aspirina.

I risultati batteriologici e istopatologici delle serie di autopsie pubblicate implicavano in modo evidente e coerente una polmonite batterica secondaria causata da comuni batteri delle vie aeree superiori nella maggior parte delle vittime dell’influenza.” Le persone erano state uccise da un batterio comune che si trova nel tratto respiratorio superiore, secondo le ricerche rivelate da F. William Engdahl (cfr. http://tinyurl.com/ljekg5y):

Capire la causa dei milioni di decessi del 1918-1919 non è solo una questione di rilevanza storica.

Da quel momento in poi, le autorità mediche, le agenzie sanitarie e i governi internazionali hanno attribuito la mortalità a un virus spaventosamente virulento. La loro opinione ha posto le basi per creare la fobia di una grande minaccia: la prospettiva di future pandemie di pari virulenza, in grado di uccidere milioni di persone in tutto il mondo. Sono nate nuove agenzie, sono stati sviluppati piani internazionali e leggi d’emergenza per pandemia, con tanto di supporto militare. Miliardi, se non addirittura bilioni, di dollari sono stati investiti per trovare un vaccino che protegga il mondo da una possibile ricomparsa dell’Influenza spagnola del 1918.

Dato che i milioni di morti del 1918-1919 appaiono correlati a un’applicazione errata della panacea farmaceutica di allora (aspirina) e che i vaccini sono la panacea farmaceutica di oggi, e in caso di pandemia verrebbero resi obbligatori per legge, conoscere la situazione del 1918-1919 è essenziale.

Il New York Times del 12 ottobre 2009 riportava (http:// tinyurl.com/yko5v2l): “Nel febbraio 1917, Bayer perse il brevetto sull’aspirina per l’America, aprendo le porte di un redditizio mercato farmaceutico a molti altri produttori. Bayer reagì con una campagna pubblicitaria insistente che celebrava la purezza del marchio, proprio quando l’epidemia stava raggiungendo il picco.

“Il Journal of the American Medical Association suggeriva una dose di 1.000 milligrammi ogni tre ore, l’equivalente di quasi 25 compresse standard di aspirina da 325 milligrammi in 24 ore. È circa il doppio del dosaggio giornaliero che oggi viene considerato sicuro.”

L’omeopatia rappresentava una minaccia per i profitti dell’industria farmaceutica. Peggio ancora, i medici omeopati criticavano tutta la classe dei farmaci sintetici a base di catrame, vera e propria base dell’industria farmaceutica.

Per contro, usando solo sostanze naturali (e quindi non brevettabili), gli omeopati salvarono le vite di quasi tutti i pazienti che si erano rivolti a loro durante la calamità del 1918-1919.

Questo dato minacciava di svelare che le nuove medicine sintetiche a base di catrame (derivate dalla potente industria petrolifera), la base stessa di un nuovo gigantesco settore di investimenti, erano in realtà disastrose dal punto di vista medico. Bisognava evitarlo.

“La Fondazione Rockefeller [di lì a poco collegata alla Bayer; cfr. http://tinyurl.com/mhuwe85] usò l’epidemia di Influenza spagnola – insieme ai mass media (di cui all’epoca aveva già il controllo) – per iniziare una caccia alle streghe contro ogni forma di medicina che non fosse coperta dai propri brevetti.”

Per promuovere l’accettazione pubblica della sua ‘nuova medicina’ come ombrello filantropico per il recente settore degli investimenti farmaceutici in medicinali brevettati, i media controllati dai Rockefeller usarono l’epidemia di Influenza spagnola del 1918 per lanciare una campagna contro tutte le forme di medicinali senza brevetto e screditarle come ‘non scientifiche’. Nei successivi 15 anni, praticamente tutte le scuole di medicina degli USA, tutti gli ospedali importanti e, soprattutto, la ‘American Medical Association’ diventarono parte di questa strategia per allineare l’intero settore sanitario sotto il controllo del business degli investimenti farmaceutici.”

La verità – che le autorità mediche usando l’aspirina Bayer (e l’aspirina generica) hanno ucciso tanti milioni di persone, tanto che queste morti sono diventate uno degli eventi più terrificanti della storia dell’umanità – fondamentalmente minaccia un settore globale degli investimenti da bilioni e bilioni di dollari costruito intorno al mai discusso “parere dei medici” e all’uso dei farmaci sintetici.

Il prodotto di Bayer causò così tanti milioni di morti che potremmo equiparare l’aspirina alla peste nera: da 20 a  50 milioni di morti nel biennio 1918-1919 rispetto ai 25-75 milioni di morti nel corso di tanti anni di peste bubbonica.

Oggi la politica, sotto l’influenza della Bayer e di altre compagnie farmaceutiche, sta bloccando l’accesso ai rimedi naturali, che hanno letalità nulla e hanno salvato delle vite nel 1918-1919, a favore di vaccini prevedibilmente letali, considerati necessari in base a un falso mito estremamente fuorviante: l’idea che il colpevole fosse l’influenza (un virus) che in realtà non era la causa.

Al di là delle morti che Bayer ha causato con la sua aspirina, negli anni Ottanta la compagnia vendette consapevolmente “farmaci anticoagulanti agli emofiliaci per milioni di dollari: medicinali con un elevato potenziale di contagio dell’AIDS”, come riportato nel 2003 nel Sydney Morning Herald (http://tinyurl.com/lsp36zr).

Nel 1918 si trovano diverse testimonianze di prima mano di medici che accusavano l’aspirina come causa delle polmoniti. Raccogliendo queste testimonianze, l’omeopata Julian Winston notò nel 1998 (http://tinyurl.com/c3r3ex): “Leggendo i resoconti sull’epidemia sembra che la maggior parte delle morti fosse stata causata da una polmonite virulenta che fu particolarmente devastante nei soggetti il cui organismo era stato depresso dagli analgesici, e il più comune di questi era l’aspirina.” Ecco uno dei resoconti, che citava:

“Mi fu consegnato un pacco contenente 1.000 compresse di aspirina, e 994 erano di troppo. Credo di averne somministrate una mezza dozzina […] I miei rimedi erano pochi. Quasi sistematicamente somministravo Gelsemium e Bryonia. Se riuscivo ad arrivare per primo, i miei pazienti sopravvivevano quasi sempre, a meno che qualcuno non li avesse prima mandati in farmacia a comprare l’aspirina: quando accadeva in genere mi trovavo fra le mani un caso di polmonite.”

– Dott. J. P. Huff, Kentucky Winston aggiungeva: “Il medico che mi impartì le prime nozioni di omeopatia, il Dott. Raymond Seidel, raccontava che aveva deciso di diventare un medico omeopatico durante l’epidemia di influenza, quando lavorava come fattorino per un omeopata del New Jersey […] Diceva:

‘Mi ero accorto che le persone che prendevano l’aspirina morivano, e invece quelli che ricevevano rimedi omeopatici sopravvivevano’.”

L’aspirina fu il primo degli antinfiammatori non steroidei (FANS), e non ce ne furono altri fino al 1955, quando fu messo in vendita il Tylenol (http://tinyurl.com/kjqq4yx).

Sono i farmaci di uso più comune sul mercato, venduti con o senza ricetta medica.

Per Bayer e l’industria farmaceutica, sono le basi indiscusse del loro business.

Eppure, uccidono sistematicamente.

Citando articoli tratti da varie riviste mediche nel suo fondamentale studio del 2002, “FANS tossici e letali: un rapporto investigativo”,  l’investigatore indipendente Roman Bystrianyk dichiara: (http:// tinyurl.com/m86mqrh):

“Ogni anno oltre 100.000 persone vengono ricoverate per emorragie gastrointestinali, e di queste 16.500 muoiono.

Fra l’altro, queste stime sono considerate ‘prudenti’, e le cifre tengono conto solo dei FANS su ricetta usati solo per trattare l’artrite e solo negli Stati Uniti.

Se si contassero i ricoveri e decessi relativi a FANS su ricetta e da banco non solo per l’artrite, ma per ogni disturbo e in tutto il mondo, i numeri sarebbero sicuramente altissimi. Se prendiamo queste cifre e le applichiamo ai tanti anni di circolazione di questi farmaci fin dagli anni Settanta, i numeri sono spaventosi.

Eppure, finora nessuno studio ha mai cercato di quantificarli.” I dati provengono dal Centro nazionale di statistica sanitaria e dal Sistema informativo medico per artrite, reumatismi e invecchiamento.”

L’aspirina, primo farmaco appartenente a questa classe, esiste fin dall’Ottocento. Quante persone ha ucciso questo farmaco da solo? Bystrianyk. Aggiunge:

“Un’altra osservazione importante è che, prima di finire in ospedale in gravi condizioni, la maggior parte dei soggetti non presenta segnali d’allarme che indichino i danni interni causati dai farmaci. E come abbiamo visto dalle statistiche, circa il 10% di questi ricoveri termina con la morte […]

“Persino l’aspirina, il primo FANS sintetizzato oltre un secolo fa da Felix Hoffman per le industrie Bayer, non è esente da rischi. E considerando che l’aspirina è tra i farmaci più consigliati per ridurre l’incidenza delle cardiopatie, dobbiamo tenere conto anche dei danni gastrointestinali che causa.”

Bystrianyk quindi cita l’articolo di J. Weil e all. nel British Medical Journal, “L’aspirina a scopo preventivo e i rischi di ulcera peptica con emorragie”. “Abbiamo scoperto che le dosi di aspirina comprese fra 75 e 300 mg al dì, attualmente usate nella profilassi cardiovascolare, non sono sicure in quanto potenziali cause di emorragie da ulcere gastriche o duodenali. In alcuni casi anche i dosaggi molto bassi di aspirina (75 mg) hanno causato emorragie gastriche nei volontari […]  Una riduzione generale delle dosi di aspirina (75 mg) non eliminerebbe il rischio […]

Come se non bastasse, aggiunge Bystrianyk: “Purtroppo il rischio di ricoveri ospedalieri e morte non è l’unica possibilità quando si assumono farmaci di questo tipo. Altri studi indicano che quando si assumono FANS è elevato anche il rischio di scompenso cardiaco congestizio. Un autore indicava che la mortalità si può equiparare a quella dei pazienti con emorragie gastrointestinali. Se è così, il numero dei decessi attribuiti ai FANS supererebbe drasticamente la già drammatica cifra di 16.500.”

La sua fonte è l’articolo del 2000 di J. Page e D. Henry su Archives of Internal Medicine, “Il consumo di FANS e lo sviluppo di scompensi cardiaci congestizi nei pazienti anziani”.

La seguente dichiarazione di Bystrianyk riguardo a tutti i FANS (compresa l’aspirina Bayer) si può estendere facilmente a ciò che accadde nel 1918-1919, compreso il silenzio totale attorno all’aspirina di Bayer (e alle versioni generiche) che è implicata nell’uccisione di milioni di persone nel 1918:

“I FANS sono davvero un’epidemia silenziosa che ha seminato dolore e morte in proporzioni terribili. Il pubblico non sa praticamente nulla di questa tragedia, dato che un’enorme quantità di informazioni scritte esiste principalmente nei santuari delle biblioteche mediche. Le compagnie farmaceutiche continuano a vendere e promuovere in tutto il mondo queste sostanze tossiche e le agenzie governative non hanno fatto nulla di rilevante per allertare il pubblico.”

Naturalmente, le nuove ricerche non fanno che evidenziare i rischi dei FANS. Un sito che segnala le ricerche più recenti è Pain-Topics.org. Nel maggio 2011, il ricercatore e assistente medico Stewart B. Leavitt ha scritto (http:// tinyurl.com/k97hozy):

“I risultati delle nuove ricerche indicano che anche l’uso a breve termine di questi antidolorifici non è sicuro per i pazienti [cardiopatici] con dolori.”

*****

Nel 1984 entrano in commercio gli ACE inibitori, che per ridurre la pressione arteriosa, interferiscono con il Sistema delle Bradichinine, creando situazioni di infiammazione latente dei polmoni.

Negli anni 90, sono entrati in commercio i Sartani, che, con un meccanismo simile a quello degli ACE inibitori, generano anch’essi situazioni polmonari che predispongono ad evoluzioni infauste di evenienze patologiche respiratorie.

*****

Ci siamo mai chiesti cos’è e come funziona un virus?

Secondo la scienza ufficiale, il virus non è un microrganismo dotato di vita propria e non è in grado di replicarsi autonomamente, ma necessita per questo di un organismo ospitante che di conseguenza si indebolisce e quindi diventa più soggetto ad ammalarsi, in alcuni casi fino a morire. In pratica il virus è considerato un vettore di informazioni dissonanti e disarmoniche rispetto a quelle della cellula ospitante portandola quindi ad un avvelenamento. Questo punto di vista considera il virus come la causa esterna della malattia.

Ma i virus sono davvero la causa scatenante delle malattie?

Riflettiamo insieme facendo un esempio.

Abitate in campagna e fin dai vostri primi ricordi avete sentito cori di rane nelle sere estive. Poi un giorno, all’improvviso, questo gracidare sparisce.

Qual è la prima domanda che vi porreste?

Hanno manifestato una malattia genetica, hanno contratto un virus, oppure qualcuno ha sparso qualche schifezza appestante nello stagno?

Se è più probabile che le rane si ammalino per l’acqua inquinata allo stesso modo anche gli esseri umani si ammalano per l’inquinamento dell’aria dell’acqua e della terra. Le cellule avvelenate cercano di ripulirsi  creando dei detriti, delle scorie che  noi chiamiamo virus.

Dopo la  “spagnola” del 1918 chiesero al Rudolf Steiner  il perchè di questa pandemia. Lui rispose che  questa “febbre” erano  semplicemente le escrezioni di una cellula avvelenata:  i virus sono parte di DNA o RNA  o di qualche proteina  che vengono espulsi dalla cellula e si formano quando questa è avvelenata  ma non sono la causa di nessuna infezione, bensì la  conseguenza di un avvelenamento! E ci sono perchè abbiamo l’aria, l’acqua e la terra  sempre più avvelenate!

Ed anche le teorie più recenti sui virus emerse nell’ultima conferenza del National Institutes of Health, dipartimento per la salute degli USA, dove studiano la complessità dei virus, confermano ciò che aveva detto Rudolf Steiner nel 1918.

Tutte le malattie sono un avvelenamento del corpo!

Ogni pandemia negli ultimi 150 anni corrisponde ad un intensificazione e ad un salto di qualità nell’elettrificazione della Terra e quindi del suo grado di avvelenamento. Nel 1918  si sono introdotte le onde radio intorno alla terra: quando esponete un qualsiasi essere vivente ad un campo magnetico artificiale e disarmonico rispetto alla normale vibrazione cellulare, lo avvelenate. Gli esseri umani più deboli muoiono mentre gli altri restano in uno stato di latente intossicazione che facilmente, se protratta nel tempo, può condurre ad una malattia.

Con la seconda guerra mondiale è iniziata una massiccia introduzione dei radar su tutta la Terra, ricoprendola di campi elettromagnetici artificiali. Era la prima volta nella storia che gli esseri umani subivano  questo tipo di esposizione. La Terra è avvolta da una fascia protettrice denominata cintura di Val Allen situata nella magnetosfera terrestre, il cui ruolo  principale è quello di incorporare i raggi cosmici provenienti da ogni pianeta del sistema solare ed oltre, e di distribuirli  a tutti gli esseri viventi terrestri. Dal 1968 sono stati introdotti dei satelliti proprio in questa fascia e dopo 6 mesi vi è stata un’altra epidemia virale chiamata Hong Kong. Perché virale? Perché la gente avvelenata dall’elettromagnetismo artificiale espelle delle tossine che sono i virus, che non sono la causa della malattia, ma servono alla disintossicazione della cellula. Oggi si crede che il virus sia trasmissibile, ma sarà proprio così? Nel 1918, il ministro della sanità  dello stato del Massachusetts decise di analizzare la caratteristica contagiosa  di un’ epidemia, così venne preso del muco di persone che avevano la spagnola e lo iniettarono ad altre persone sane: nessuna risultò positiva! Venne ripetuto per mesi e decine di volte, con migliaia di persone e neanche una si infettò! Stessa prova venne fatta sui cavalli, con lo stesso esito. Potete leggere tutto questo in un libro che si intitola “L’arcobaleno invisibile” di Arthur Firstenberg (liberascelta.org), dove viene evidenziata la correlazione tra gli stadi dell’elettrificazione della Terra e l‘ insorgenza di epidemie di influenza virale puntualmente entro 6 mesi.

Come ha potuto  l’influenza spagnola propagarsi dal  Kansas al Sud Africa in due settimane in modo che tutti  manifestarono lo stesso sintomo  e nonostante i mezzi di trasporto fossero i cavalli o le navi??? Infatti le cronache di allora dicevano: non sappiamo come possa avvenire…

Ma se riflettiamo che le onde radio del cellulare che abbiamo in tasca  o tra le mani possono in meno di tre secondi inviare un messaggio in Cina o Giappone o Usa  ed arrivare all’istante, forse qualche dubbio o meglio certezza ci può venire …

Negli ultimi 6 mesi  vi è stato un salto drammatico nell’ elettrificazione della Terra: si chiama 5G per il cui supporto stanno lanciando circa 20.000 nuovi satelliti a banda larga proiettati nello spazio, ognuno dedicato all’irradiazione della Terra con alte frequenze elettromagnetiche ad oltre 10 miliardi di hertz, quando le nostre cellule vibrano da 1 a 2 milioni di hertz,  vibrazioni che faranno creare ad ogni cellula del nostro corpo grandi quantità di scorie che emetteremo per guarire e che gli scienziati chiameranno virus.

Tutto questo evidentemente non è compatibile con la  nostra salute!

Inoltre il 5G è un dispositivo che destruttura l’acqua, che quindi non può più essere veicolo delle vitali funzioni metaboliche del corpo umano portando all’accumulo delle scorie. Le scorie che emettiamo (virus)  sono quindi gli avanzi, le escrezioni delle nostre cellule malate create dai campi elettromagnetici sempre più potenti!

Dove si trova la prima e finora unica città al mondo  interamente coperta dalla rete del 5G? Wuhan, in Cina!

Quindi occorre iniziare a pensare che siamo in una vera crisi esistenziale di un’ampiezza che gli esseri umani non avevano mai visto prima!

Qualcosa che non ha precedenti nella storia dell’umanità!

La sensibilità al 5G dipende dalla quantità di metallo che abbiamo in corpo come anche dalla qualità dell’acqua nelle nostre cellule. Quindi quando si inizia ad introdurre dell’alluminio  nel corpo delle persone attraverso i vaccini che lo contengono come coadiuvante, oppure a bere in lattine di alluminio, o ancora in forma di polveri sottili nell’aria che respiriamo, diventiamo delle antenne ricettrici

Per assorbire maggiormente dei campi elettromagnetici. E questo crea le condizioni perfette perché si manifesti proprio il tipo di danni che sta subendo la specie umana adesso!

Rudolf Steiner nel 1917 scrisse “Ai tempi in cui non c’era ancora la corrente elettrica , quando l’aria non brulicava di influenze elettriche, era più facile essere esseri umani! Per questo motivo , al fine di essere interamente esseri umani oggi, è necessario sviluppare  velocemente delle capacità spirituali più forti di quanto ce ne fosse bisogno un secolo fa!”

Quindi, dopo oltre un secolo di queste profetiche parole, dobbiamo velocemente fare  di tutto quanto siamo in grado  per sviluppare rapidamente le nostre capacità spirituali, perchè è veramente molto difficile  essere un essere umano  ai tempi nostri!

(parte di questo articolo è stato redatto da informazioni di Thomas Cowan)

The LACCH

 

*****

Conclusioni generali

Bayer e altre entità collegate, sull’impronta del delirio demoniaco, hanno soggiogato l’intera umanità, creando strutture mentali malate e impadronendosi dei mezzi per promettere delle false verità, come una forma di salute che non ha nulla a che fare con la vera salute.

Così è stata utilizzata una tecnologia fatta per arrecare danni, e tramite le fasi successive di elettrificazione del Mondo, sino al 5G, si è anche promosso l’avvicendarsi di episodi di malattia collettiva periodica, che con la preparazione dei dissesti di salute tramite impiego continuo di farmaci atti allo scopo, ha permesso di pilotare vere e proprie stragi, come l’ultima in corso.

Un ruolo fondamentale è svolto dagli antinfiammatori che, in varie vesti e situazioni, creano le premesse per una malattia latente continuativa e scatenano grotteschi crolli di resistenza, come con l’Aspirina, ma anche con altre molecole congegnate allo stesso scopo.

Altro che pandemie, Virus e altre frottole!

Il tutto viene imbastito con la cultura del vaccino, altra truffa colossale, insieme alle false prevenzioni e alle maledette terapie.

Le morti anche di molti individui, a milioni, non spaventano le entità che orchestrano il tutto e traggono nutrimento dai risultati di estremo dolore, impotenza e assoluta confusione   della nostra civiltà persa nel nulla.

Credo in Dio  e nella sua potenza infinita!

 

*****Ecco perché il mio primo video dedicato al Covid, in cui ho parlato dell’Aspirina, in 20 ore ha raggiunto 1.600.000 visualizzazioni, perché ha toccato un vecchio tasto rimasto nell’inconscio collettivo, e poi è stato rimosso prontamente, costandomi l’attacco della Bayer, tramite Ordine dei Medici!

 

Altamura, 01 novembre 2020.                                               Salvatore Rainò

 

 

 

 

 

 

 

*****

 

La strada più efficace è la semplicità

 

Cari fratelli, siamo prossimi al Natale, e più che mai si stringe il cappio attorno agli italiani.

L’Italia è stata la Nazione che più di tutte ha determinato lo sviluppo del Mondo.

Si guardi la Storia.

Viene da non credere quanto questo popolo sia finito nelle condizioni di non rispondere più a nessuno stimolo capace di risvegliare la vita.

Lo credo bene. In questi giorni le scie chimiche rilasciate da aerei misteriosi, che trascorrono ore ed ore a percorrere traiettorie circolari e concentriche, ha raggiunto il massimo, che non si era mai visto prima.

Tale fenomeno è diffuso capillarmente in tutta la Nazione, quindi si tratta di migliaia e migliaia di velivoli, con annessa organizzazione, che operano, con la connivenza di tantissimi soggetti, che stanno prestando la propria vita alla criminalità organizzata, perché non vi è nulla di regolare in tutto ciò. Almeno, se così non fosse, si dovrebbero fornire ragioni plausibili per tale attività sopra le nostre teste.

Tali velivoli non sono aerei di linea, perché hanno traiettorie inutilmente circolari.

Qualche giorno fa, ho fermato una pattuglia di Polizia ed ho chiesto loro di intervenire alla vista scandalosa dello scenario di tali cerchi biancastri concentrati su una città, mentre dal cielo si diffondeva una polverina luminescente e tanti fili che si vedevano contro luce.

Sappiamo contenere sostanze per instupidire le persone.

I poliziotti erano due giovani, massimo trent’anni.

Sono rimasti in silenzio, ma poi uno di loro, con le lacrime agli occhi, ha detto: ”Non ce la faccio più, non so più che cosa fare!”.

Non vi racconto il resto, ma vi dico solo che si tolsero il cappello e che siamo diventati amici.

Conosco molti operatori delle Forze dell’Ordine, si tratta di amicizie nate nel corso di quasi sessant’anni di vita, considerando che ho indossato anch’io una divisa.

Oggi, Martina aveva bisogno di pane, dato che ha saputo che domani vengono a pranzo anche la mamma e il fratello.

Teoricamente, le disposizioni non lo consentirebbero, ma è Natale e non è possibile comportarsi in un modo così disumano e così nuovo, come Conte vorrebbe.

Sentitemi bene.

Alcune cose sono così e non possono cambiare: la percentuale di ossigeno sanguigno arterioso è intorno al 95%, la frequenza cardiaca di base a riposo è di circa una settantina di battiti al minuto, la pressione arteriosa va bene se non supera i 135/80, il burro va spalmato sulla fetta di pane e poi si mette la marmellata.

Per una infinità di altre cose, è inutile pensare che possano essere diverse da come sono.

Le persone a Natale hanno bisogno di stare insieme per vivere il calore delle Festività.

Dopo un’ora e mezza, Martina non è riuscita ancora a comprare il pane, perché la fila davanti al forno è talmente lunga che bisogna aspettare, piove, fa freddo, e Martina avverte la sensazione di ammalarsi, perché sta prendendo un freddo che non si era mai preso prima per comprare un chilo di pane.

Forse ritornerà a casa, con le ossa spezzate, infreddolita ed avrà la febbre.

Ma Martina è una donna intelligente, non prenderà Aspirina, e nemmeno un altro antinfiammatorio.

Negli anni 1918-1920, tutti gli esseri umani che hanno assunto antinfiammatori sono morti, 50.000.000 di esseri umani. Andate a controllare! Si parla di aspirina Killer!

Chi si curava con l’Omeopatia si SALVAVA. Ciò non è piaciuto a ROCKFELLER, cioè alla BAYER!

Martina, forse assumerà un rimedio omeopatico, si metterà a letto, e domani, forse, si sentirà meglio.

Se ciò non accadesse, altri al posto di Martina inizierebbero a pensare che si possa trattare della malattia attuale.

Inizierebbe, così, una trafila per la quale Martina potrebbe trovarsi intubata in Rianimazione ed anche morire, senza una diagnosi, che non sia quella stupidaggine di positività al virus, che è bocciata da ogni vero scienziato, ma che è diventato lo strumento per torturare le coscienze delle persone e spingerle, come si fa con le pecore, in un recinto, quello del Vaccino, dove una volta entrati, non accadono cose buone.

Folle di spettatori guardano, inebetiti dalle polveri delle scie chimiche, incapaci di fare due più due, inetti e pronti solo a rimproverare Martina, perché non ha indossato il doppio mascherino.

In effetti, forse il freddo non avrebbe arrecato danni, se almeno Martina avesse potuto respirare liberamente, invece che spalmarsi i suoi germi lungo le vie aeree, come con un pennello, in una camera di verniciatura ermetica, lungo i bronchi.

Non c’è via di scampo. Le pattuglie passano a controllare che le persone mantengano la fila, che stiano ad almeno un metro di distanza fra di esse, che abbiano i piedi poggiati sul cerchio rosso predisposto, mentre la “vecchietta” di turno controlla che quei piedi non si spostino molto dal cerchio, pronta a chiamare i carabinieri.

Numeri, orari, attese, privazioni, stati d’animo al confine con il suicidio, con la follia, sguardi impietriti delle persone e sguardi sprezzanti degli uomini di Guardia di Finanza, Polizia, Carabinieri, Guardie municipali, Soldati e agenti DIGOS.

Ebbene sì. Questi uomini non sono mai stati così potenti!

Essi hanno il potere, in questo momento in cui scarseggia la moneta come mai prima, a causa dei guadagni sospesi, a capriccio dei politici, il potere di infliggere delle pene pecuniarie ingenti, assieme ad un profondo senso di umiliazione ed impotenza, che, in molti casi, ha dato problemi cardiaci nelle ore successive.

In questi casi, vano è stato il ricorrere a Medici, Ospedali, Pronto soccorso, in quanto, a causa delle trafile covidiane, lunghe, e dannose per l’intelligenza, si genera un vuoto che ha visto morire senza soccorso tantissime persone, spesso in solitudine e senza nemmeno una Giustizia.

Gli ordini, le disposizioni, i comportamenti sono tutti basati solo sulla follia, mentre si continua a non farsi domande sulla in-interruzione, peraltro impossibile, del flusso di movimenti di enormi numeri di persone, che di fatto vanificano qualunque utilità di norme e provvedimenti.

Un aspetto davvero inquietante è quello per cui si afferma che l’anno “che verrà” avremo un Natale sereno, perché abbiamo rinunciato a questo Natale.

Ma tutti sanno che non sarà così, anche se non hanno il coraggio di dirselo nemmeno nel cuore, mentre le polveri delle scie chimiche cadono dal cielo, come stelline di Natale.

Mai tanto potere come ora hanno avuto anche tutti gli operatori, che lautamente pagati, attivano la complessa rete che consente la diffusione delle scie chimiche sulle teste ignare della povera gente.

Probabilmente le Forze dell’Ordine non immaginano che potrebbero intervenire negli aeroporti per bloccare l’inquietante fenomeno, ma preferiscono obbedire agli ordini che portano tanto dolore a tante persone che già non sanno più come fare.

Vorrei concentrarmi, senza dilungarmi oltre, sugli infiniti problemi in corso a danno delle persone, puntando la mia attenzione sul potere pressoché illimitato degli uomini in divisa.

Non so se esiste un limite alla stoltezza, spero che esista un limite per la cattiveria, ma la storia ci ha insegnato che purtroppo in questi casi i limiti sono molto spinti.

Sullo sfondo del tutto, i commenti a mento allungato di tutti quelli che dicono: “Ma ci sono i morti!”

Purtroppo, le persone non riescono a prestare attenzione ad una lettura intelligente dei numeri, che dimostra come i morti normali, anzi di meno degli anni precedenti, quest’anno hanno ricevuto una malsana etichetta, che serve ad alimentare tutto il rituale macabro in corso.

Ma, l’aspetto fondamentale è che tutti gli uomini in divisa che io conosco non ce la fanno più, e intanto fanno danno, infatti sono il braccio operativo delle condotte criminose del Governo, che a sua volta prende ordini da altri orizzonti, sino alla nube oscura, volendo negare la quale, davvero non ha senso più nemmeno ricordare come ci si chiama, in quanto sarebbe probabilmente una grande falsità.

Insomma, gli uomini in divisa, come gli uomini in camice bianco, non hanno più la decenza di guardarsi dentro, di ascoltare la propria voce interiore.

Quanti anziani, quante persone, moriranno prima del prossimo Natale?

Quante anime saranno private del momento più sacro, solo per un capriccio satanico?

Io non voglio dire che ci sia bisogno di connettersi con i discorsi scientifici, che hanno tradito persino gli scienziati, ormai collusi.

Io dico che almeno un discorso di buon senso e di onestà morale o lo tiriamo fuori adesso, a Natale, oppure non ci interesserà mai più.

Quando pensiamo alla fine del Mondo, come ad un evento improvviso e catastrofico, evidentemente sbagliamo, perché la fine del Mondo è la fine della libertà di vivere, esprimersi e relazionarci con gli altri al di fuori di una grandissima orribile bugìa, che ogni giorno di più diviene capace solo di farci estinguere.

A tutti gli uomini in divisa, voglio dire che, come loro ben sanno, molti altri uomini, animati dai sentimenti più nobili che possano muovere l’animo dell’essere umano, da anni, hanno cercato di evitare tutto quello che ora sta accadendo sotto gli occhi di tutti e a danno di tutti.

In questa operazione di soccorso e riscatto della libertà e della gioia di vivere, gli uomini in divisa hanno prevalentemente operato, rappresentando un ostacolo insormontabile, mentre avrebbero potuto “disobbedire”, come previsto dalla Legge, per non commettere azioni volte contro il POPOLO.

Ripeto che, mai come ora, gli uomini in divisa hanno avuto un potere direi di vita e di morte, nel senso che determinano il bello e il cattivo tempo per le strade, mentre la vera delinquenza sta avendo una risalita incredibile, agevolata anche dall’indossare il mascherino che è vietato dalle norme per l’identificazione degli individui circolanti.

Risulta che in questi mesi, i Palazzi del Potere si sono muniti di particolari eccezionali difese, perché si prevede un attacco del Popolo, in difesa della VITA.

Ragioniamo. Significa che, mentre stiamo subendo situazioni del tutto ingiustificate, calate dall’alto, i luoghi dove questa “altezza” risiede hanno paura della reazione del popolo.

Allora dovremmo attenderci che ancora una volta gli uomini in divisa prenderanno a manganellate i loro simili mentre questi cercano di proteggere i diritti sacrosanti che sono alla base anche della vita dei cari degli uomini in divisa?

Questa forma di cannibalismo deve finire, deve finire, deve finire!

Altrimenti spiegatemi perché gli uomini in divisa non ce la fanno più.

Nei prossimi tempi, aumenteranno le gesta disperate del POPOLO, che non potrà fare altro che insorgere, ma gli uomini in divisa avranno davvero il loro potere più grande tra le dita delle loro mani.

Essi potranno, finalmente, in ritardo, ma glielo perdoniamo, riprendere il possesso della loro integrità morale e professionale e guidare il POPOLO, e soprattutto i suoi esponenti più illustri e amorevoli, a sostituire la classe governante che ha dimostrato ormai inesorabilmente di essere strumento di morte e tortura.

Ecco, invece che macchinare di nascosto ed essere perseguibili per tale motivo, siamo ora noi, uomini in possesso della nostra moralità e della nostra integrità, utile per il bene comune, ad invitarvi a riprendere la vostra responsabilità di cittadini che lavorano davvero per la sicurezza della società civile.

Noi sappiamo che non ce la fate più e vorremmo aiutarvi a fare veramente il vostro dovere.

Ma voi, di grazia, svegliatevi, aprite gli occhi e vogliate fare il vostro dovere.

La vita per voi non avrà scossoni, non temete, ma anzi, finalmente vi offrirà la possibilità interessantissima di concentrarvi sulla criminalità, che non siamo noi, e che diminuirà moltissimo grazie alla vostra presa di coscienza, perché la criminalità, quando si offre la libertà di vivere e lavorare può soltanto diminuire.

E dunque, ancora una volta, avrete un potere enorme nelle vostre mani e potrete solo vantarvi di aver giocato un ruolo “storico” nel ripristino della Legalità e della Verità.

Queste righe, che vengono dal cuore, in condizioni normali, sono perseguibili penalmente, ma, nelle condizioni attuali, è perseguibile penalmente non adottare i comportamenti che queste righe potrebbero ispirare in uomini, che, per antonomasia, sanno quello che fanno.

Quindi stiamo ripristinando l’ordine delle cose, fornendo la possibilità di scegliere ancora una volta di rinnovare il Giuramento iniziale, a servizio del POPOLO.

La mia posizione in favore della VERITA’, che ancora non ha fatto muovere la Magistratura in modo adeguato, è ben conosciuta, ma finora io non ho arrecato danni, anzi sono ringraziato da milioni di persone.

Come la mettiamo?

Gli schemi ritrìti della emarginazione dei giusti ormai, nel terzo millennio, non funzionano più.

Adeguiamo il nostro comportamento alla visione illuminata di un FUTURO libero dalla malvagità.

Chi ha operato nel male sarà oggetto della nostra clemenza, se solo non insisterà nel perseguimento di copioni criminali nefasti!

Un Uomo che ha il diritto di parlarvi così e il dovere di farlo.   SALVATORE RAINO’

*****

 

La paura è il mezzo con cui si applicano

le dinamiche di tortura

E vedo che ci avete preso gusto a voler fare paura, ai Medici, ai cittadini in genere a tutti, a voler mantenere i codici emozionali e percettivi della paura, dimenticando che per l’incarico istituzionale di cui ammantate la vostra immagine, è improntato al Giuramento di Ippocrate, ove risiede la dimensione rassicurativa del Medico verso la gente.

Quando vi siete arrovellati a trovare gli articoli del Codice deontologico, per sferrare l’attacco alla mia persona, avete dimenticato però di considerare l’Art. 613 bis c.p., relativo alla Tortura e l’Art. 52 del Codice deontologico.

Voi siete diventati i mantenitori della suggestione atta a generare la paura, mentre omettete le più elementari conoscenze che spiegano, con l’autorevolezza del Medico, come mai la storiella virale di cui è spalmata l’umanità non può essere vera.

E non spenderò nemmeno una parola in questa occasione per ricordare la mole oceanica di materiale conoscitivo obiettivo che smentisce categoricamente la pandemia.

Il problema è che voi o non conoscete questo materiale oppure vi ostinate a far finta di non conoscerlo.

State imponendo, con una collaborazione strettissima, la lunga serie di sopraffazioni immotivate, mentre, quale Ordine dei Medici, avete il dovere di assumere la posizione che vi compete, che è esattamente la mia posizione, che voi invece perseguite, trovando anche delle scuse di bassa lega, alludendo ad una mia impreparazione, alla mia mancanza di decoro, alle mie dichiarazioni incongrue, mentre siete proprio voi che non state facendo il vostro dovere.

Avete già disatteso al vostro dovere quando si è trattato di intervenire sul varo dell’obbligo vaccinale, ma adesso avete superato tutti i limiti, decidendo di vessare me, dimentichi che non sono disattivabile con lo stile che state cercando di impiegare, semplicemente perché in un confronto pubblico vasto e visibile, io da solo contro tutti sono in grado di elaborare un piano dialettico ed esplicativo capace di VINCERE.

La vostra forza è origliare con malignità e poi convocare ponendovi sulla cattedra.

Se valete di più di una persona che volete sottoporre ad un procedimento, data la situazione attuale, dovete dimostrare davanti a tutti di saper tenere testa, IN PUBBLICO.

La deformazione dei dati di realtà, cui voi prestate il fianco, liberandovi da qualunque responsabilità, è talmente grave, che dovreste solo vergognarvi.

Ma state tranquilli, arriverà il momento che dovrete chiedermi scusa pubblicamente, e non manca molto.

La gravità della vostra situazione è tale che siete capaci di avallare la credenza che l’umanità si trova di fronte ad una novità infettivologica, che cambia, stravolgendole, le regole della vita, dell’immunità, della risposta normale agli agenti patogeni.

Ciò che è più grave e che mentre io mi rivolgo così a voi, cercate di non dare ascolto alla vostra coscienza che vi implora di lasciar perdere, ma voi, per non smentirvi, continuate ad insistere.

Siete poco saggi, perché state trascurando il mio profilo di formazione, il mio prestigioso curriculum, la mia etica, il mio coraggio, il carisma a la rispettabilità sociale di cui godo abbondantemente.

State avallando le prescrizioni più assurde, degne di attenzionamento psichiatrico, ma, direi, anche esorcistico, in quanto la vostra perseveranza nel mantenere delle posizioni così sbagliate, vi condurrà alla perdizione, se avete un barlume di formazione religiosa, che ve ne farebbe rendere conto.

Avete stravolto qualunque sacro crisma sulla salute e sulla malattia, avete alimentato pressioni insulse sull’intera popolazione.

Aveta avuto il coraggio anche di affermare che l’uso del mascherino non comporta nessun problema.

Vi farei tornare all’esame di Fisiologia, Fisiopatologia respiratoria, Pneumologia, Infettivologia, Clinica medica!

State continuando ad avallare una lettura sbagliata e contro natura delle manifestazioni flogistiche e dei  modi abituai per trattarle, a partire dalla febbre.

Mezzo mondo si sta rivoltando, nelle figure dei personaggi più colti e autorevoli, e voi avete scelto di stare dalla parte dei personaggi più squallidi e chiaramente prezzolati, invece di avvertire, come me, il fuoco sacro della Giustizia  e dell’onestà intellettuale più pura.

La narrazione di questa pandemia è basata sull’irrazionalità, sulla paura, sull’ignoranza, e voi avete scelto di far parte della lista verso la quale io, con troppa grazia, ho rivolto la mia attenzione, pur vedendomi adesso contrastato dalla vostra malevola attenzione, che non sa dove arrampicarsi.

Avete avuto il coraggio di sindacare sul mio aggiornamento, dimenticando che, se foste più attenti, avreste considerato che non sono un Medico del Sistema Sanitario Nazionale, che la mia figura è di prestigio ben più elevato di quello di un Medico di base o di quello di un Medico ospedaliero, che, con tutto il mio rispetto, non possono essere paragonati al mio livello professionale, le cui prove possono essere fornite da masse gigantesche di persone, con cui intrattengo rapporti meravigliosi e che si sentono protette da me, molto meno che da voi.

I metodi utilizzati per esprimere le valutazioni epidemiologiche, che voi avete sposato, sono talmente infimi, che, all’esame di Statistica, vi avrebbero bocciato e vi avrebbero fatto tornare dopo un anno.

E non dite che io non porto rispetto, perché questo mio modo è il minimo per rispondere al vostro oltraggio, violentissimo nei confronti della mia persona  e della verità.

Avete appoggiato la volgare sostituzione delle cause di morte normali con delle letture fraudolente al servizio della menzogna, senza nessuna traccia di quel prestigio professionale che i Medici avrebbero il dovere di esprimere al massimo livello.

La vasta quantità di Medici che non hanno il coraggio di contraddirvi è proprio la prova della gravità del vostro comportamento, ma, sia ben chiaro, il Dr. Rainò non è nella mischia dei soggetti che non sanno difendersi, per poter affermare la verità, in un momento in cui la popolazione avrebbe avuto bisogno del vostro discernimento e del vostro sostegno.

E poi organizzate corsi di etica a parlate di deontologia e venite a colpire un Medico come me, che sta facendo il dovere che voi non fate.

*****

 

 

PROCLAMA SOLENNE

Questo Documento da me redatto in corrispondenza del ribollire ad altissima temperatura di tutte le incongruenze procurate dalla pandemia appartiene al rilievo speciale che le persone intelligenti possono decidere di riconoscere ad una dimensione comunicativa solenne.

Partiamo dall’assunto di voler accettare qualunque attività prodotta dal comportamento umano come inevitabile e quindi necessaria per l’evoluzione della storia.

Una tale posizione porta a considerare con amore anche le attività più funeste e pericolose per la loro nefanda ricaduta sull’umanità.

Non accade da molto tempo che gli elementi contrari a promuovere la veridicità di un argomento siano così abbondanti e così pertinenti.

Comunque, dovrebbe essere stato ben spiegato, per quanto io già raccontato in numerose occasioni, che non vedo ben chiara la comprensione delle reali cause che hanno condotto molte persone a patire di effetti patogeni da causa ignota, ponendosi nelle condizioni di andare incontro ad evoluzioni anche letali, proprio per il prosieguo di azioni ancora meno chiare, quanto assolutamente inappropriate.

Non voglio ripetere le disàmine che ho condotto già in precedenza.

Soltanto sinteticamente, ripeto che l’umanità è vittima di una truffa colossale, ingegnata ancora una volta da poche menti contorte, capaci di inalberare gli assunti paranoici che possiedono diffusamente la popolazione.

I meccanismi che rendono possibile il fenomeno nella sua interezza fanno capo a: ignoranza, condizionabilità, suggestione, paura, delirio, presunzione, materialismo, corruzione, amoralità, e molte altre sfumature della natura umana, che non generano nulla di costruttivo.

Infatti, la natura umana si esprime spesso tramite dinamiche a dir poco distruttive.

Abbiamo potuto fare esperienza della fallacità della scienza, altrimenti presentata come asservimento politico a forze oscure dipendenti direttamente dalla speculazione finanziaria.

Voglio subito dire che non sono nelle condizioni di tacere, tanto meno di avere paura, tanto meno di ritrarmi nelle mie occupazioni.

Al contrario, mi sento al centro del mondo, perché esercito la storicità della mia esistenza sulla realtà sociale che vivo insieme agli esseri umani.

Sono un uomo del mio tempo, appartengo alla mia società, ho la mia cultura, ho costruito la mia coscienza e non risento dei condizionamenti che annichiliscono la dignità e il prestigio di qualunque entità vivente.

Sono importante perché mi comporto in modo dignitoso, intelligente e responsabile.

Capisco che il linguaggio da utilizzare in questo momento non è più quello per provare un discorso, ma solo un linguaggio per fare capire che è possibile amare anche chi opera tanto male.

Partiamo dal mio amore per il Papa.

Egli ha voluto parlare di una via da seguire, ma non si è chiesto che cosa potesse essere una sua parola chiara sulla vita e sulle leggi che la regolano.

Una menzione a Mattarella, che continua a rendersi irraggiungibile proprio sul piano che un Presidente dovrebbe garantire liberamente al popolo, quello umano.

Voglio indirizzare il mio amore a tutti i Professori universitari, anche quelli più importanti, che hanno la fortuna di poter influenzare in modo sano il comportamento dei professionisti e delle persone, ma hanno preferito rifugiarsi nella paura di esprimersi.

Un’altra attenzione la rivolgo a coloro che hanno saputo speculare anche sulla pateticità delle menzogne pandemiche.

Molti di questi uomini stanno realizzando profitti spaventosi, ma li utilizzeranno per foraggiare i propri interessi privati, mentre fingono di svolgere azioni socialmente utili.

Per esempio, una lode speciale rivolgo ai costruttori di mascherini, ma sono fiero di non aver dedicato la mia creatività a tale presidio così assurdo.

Quanto amore ha cercato di portare al mondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, ma forse si è dimenticato il vero fine che tale organizzazione dovrebbe avere.

Un messaggio di amore rivolgo a tutti gli uomini di farmindustria, che hanno il coraggio ancora di guardare in volto i propri familiari, come se potessero scindere il campo della vita fuori di casa da quella svolta in casa.

Vorrei spiegare ai Medici che si stanno esprimendo con tanto amore inutile, perché assecondano comportamenti che sono contrari esplicitamente a qualunque atto d’amore.

Quanto amore provo per i parenti di tutti i deceduti di questo periodo, che hanno capito male, che hanno assecondato e che hanno sostenuto i rituali macabri, che generano le condizioni per procurare altre sofferenze.

E quanto amore provo per chi mi odia, e vorrebbe farmi tacere oppure umiliarmi, ma proprio non ci riesce, perché io rappresento una delle forze intoccabili della natura umana propensa ad azioni benefiche per la collettività.

Un amore delicatissimo lo provo per tutte quelle anime innocenti che prendono lo stipendio, indossando una divisa, auguro loro di poter provare le emozioni che provo io quando aiuto le persone in difficoltà, anche senza compenso.

E’ difficile amare chi fa del male, ma se si pensa a quanto costa fare del male proprio a chi lo fa, si capisce la mia misericordia verso di loro.

E quanto mi dispiace per i Magistrati, che stanno nascosti e ritardano nel realizzare proprio la centralità della propria missione, mentre tutti gli uomini più valorosi attendono che essi facciano qualcosa. Chissà come si sentono quando posano il capo sul cuscino ogni sera che ultima una delle loro giornate sterili se non dannose.

Ah, quanto amore provo per tutti questi fratelli, così persi per i meandri dell’inutilità sociale più bieca, ma grazie a Dio tutti lautamente stipendiati.

Immagino che non vi sia amore che basti per sorreggerli nel naturale senso di colpa che continuamente emerge e si affaccia all’uscio della loro anima.

Non ho nessun dubbio che tutto ciò che è vietato adesso è esattamente ciò che andrebbe fatto, ma prego perché l’amore di Dio aiuti tutti i responsabili a potersi redimere e poter operare il contrario, per poter provare a sé stessi che qualcosa valgono.

Una parola speciale per il Presidente dell’Ordine dei Medici, che si trova forse nella peggiore situazione in cui un uomo di valore non vorrebbe trovarsi mai, in quanto è costretto dalle circostanze a dimenticare le proprie conoscenze scientifiche ed i valoro fondamentai che conferiscono il senso alla missione medica. Prego ogni giorno per la salvezza della sua anima.

La dose di amore da rivolgere ai Governatori regionali non è indifferente, in quanto stanno, per circostanze contingenti, sporcando la propria dignità ed offendendo la propria intelligenza, fatto per il quale meritano davvero tutta la compassione possibile.

I Sindaci, che hanno la facoltà di indirizzare saggiamente la vita della propria comunità, sono particolarmente bisognosi di amore, perché è incalcolabile la difficoltà che incontreranno non appena dovranno spiegare a tutti perché sono stati così deficienti e meschinamente collusi, invece che parlare con amore alle persone. Essi sono i più danneggiati nell’essenza ineluttabile del misfatto pandemico, perché hanno dovuto mentire a sé stessi, dopo aver giurato fedeltà alla Patria.

Che pena dover benedire tutti gli operatori che redarguiscono i cittadini, perché non indossano bene il mascherino, o perché tentennano nel farsi misurare la temperatura all’ingresso dei negozi. Ma, l’amore è tanto più ardito quanto più dementi ne sono i beneficiari.

Tanto amore necessitano i giornalisti, che sono al massimo del sacrificio di devozione al nulla e pertanto meritano una particolare commiserazione amorevole.

Per non parlare di tutti coloro che, in proporzione diretta alla propria ignoranza, si sentono investiti del dovere di fare rispettare i provvedimenti, nati dal vivaio della più stupida osservanza al senso della perdizione anìmica per rispettare leggi e consuetudini, già da tempo palesemente offensive per la vite delle persone e per la loro crescita.

Dovremo realizzare servizi molto efficienti di recupero mentale, ma soprattutto spirituale per tutti gli operatori che amorevolmente stanno approfittando del sacrificio loro imposto per apportare una maggiore sicurezza finanziaria alla propria famiglia.

E come possiamo dimenticare i farmacisti, che si stanno immolando dietro ai loro schermi in plexigas, che eroicamente rischiano la propria vita per non tentare di usare quel minimo di conoscenze scientifiche che li spingerebbe a chiudere la farmacia in questo periodo. Quanto amore dobbiamo esprimere per queste persone.

Medici e infermieri si stanno votando al sacrificio più immane, ma cosa credete, perché pur essendo teoricamente in possesso delle nozioni per capire che si sono prostituiti, sopportano il sacrificio di dover giustificare incrementi di stipendio, dovendo mentire sulla viltà della loro attività dannosa per la società. Tanto amore anche per queste figure così in difficoltà.

A tutti gli operatori religiosi, che peggio dei medici stanno fingendo di credere alla bestialità satanica dell’imposizione pandemica, assumendo comportamenti che generano sicuramente i più gravi sensi di colpa, ma non fa niente, Dio li perdonerà.

Insomma, una miscela di mercenarietà, compromessi, viltà e tanta pochezza, ma grazie a Dio tutto ciò porta una nuova ricchezza, inaspettata e quindi accolta con la semplicità dei puri di cuore, ma con le mani sporche di sangue. Una preghiera amorevole per tutti loro.

Quanta mancanza di vocazione e di preparazione scientifica a carico della coscienza atrofizzata di tantissime persone, per le quali dobbiamo solo nutrire tanto amore, altrimenti ci esauriremmo nel fare il contrario.

Benedico tutti, e resto saldo al mio sacrosanto dovere di dire la verità, anche se dovesse crearmi il problema di essere additato da coloro che si agitano nelle tenebre dell’abisso dei vaccini, prossimo venturo.

Una prece già anticipata a tutti gli stolti che si concederanno per farsi sodomizzare dalla più insulsa delle attività umane, il vaccino, capace di smentire persino l’istinto protettivo naturale delle mamme.

Un gesto di amore speciale per gli insegnanti, che devono sacrificare il proprio livello culturale e le proprie doti morali, per non dover dire chiaramente di crepare di paura delle infezioni e di nutrire tanto odio per chi si presenta a scuola.

Ovviamente, l’elenco dei fortunati ad essere raggiunti dal mio amore non finisce qui, ma in ultimo vorrei citare il mio grande punto di riferimento, Giuseppe Conte, che raffigura in sé tutte le note caratteristiche per potere parlare del pèrdono.

Infatti, questo individuo, assieme alla sua combriccola, pensa di poterla fare franca, ma non immagina che sarà condannato a ricevere baci di continuo per giorni e giorni, da numeri sconfinati di pazienti positivi per il coronavirus.

Indovinate quale sarà la sua condanna. Non di certo quella di contrarre il virus, ma esattamente il contrario, cioè egli non riuscirà a contrarre la malattia anche se si sforzerà di farlo, per rendersi credibile nelle sue ostentate quanto improvvisate sicurezze infettivologiche.

In questo speciale destino, in cui egli finirà, si manifesterà tutta la violenza criminale delle decisioni che egli ha imposto a tantissime persone, approfittando che esse non erano provviste della forza per reagire.

Ovvio, la figura che il buon Conte farà per il fatto di non riuscire ad ammalarsi sarà l’anello di congiunzione fra la sua macabra scomparsa come politico, il declino inesorabile di qualunque rispettabilità, una fitta manovra di recupero mentale, non disgiunto da vari interventi degli esorcisti più rinomati al mondo, per  non lasciarlo morire nell’inettitudine più sommaria, come è giusto che, per la legge del Karma, che sia, quando una persona che ha preteso di essere presa sul serio finisce per diventare l’emblema del tripudio meritevole degli insulti della gente comune, come quando si legavano i rei detenuti alla gogna e si portavano in giro per le strade affinché ognuno potesse riversare gli escrementi sul loro volto meritevole.

Anche questo è amore, in quanto, se fosse il contrario, cioè trascurare definitivamente ciò che di corporeo resta di lui al mondo, dopo ciò che ha fatto, sarebbe molto peggio e il Conte si sentirebbe così male da doversi togliere di mezzo da solo.

E non ditemi che lui non c’entra niente, dato che la storia è di caratura mondiale. Altrimenti rispondo che anch’io non sarei stato responsabile per il fatto di aderire alle nefandezze poste in essere dai Medici. Invece, io mi sono discostato con fermezza, anche se poteva essere scomodo, ma, per questo motivo, sto passando alla storia e rimarrò un caposaldo dell’etica, della lucidità, ma soprattutto dell’amore verso tutti i miei simili.

Piuttosto, agli agonisti principali di tale inganno chiamato pandemia, vorrei rivolgere due parole, dal profondo della mia anima.

“Cari Fratelli, avete avuto la fortuna di essere potenti, influenti, di poter decidere del destino della vita di milioni di persone, avete avuto un potere che vi poteva rendervi simili a Dio, ma avete preferito somigliare al diavolo e corrispondere alle sue pressioni più infime, per poter infierire con tanta malvagità.

Non vorrei essere al posto vostro, non vorrei nemmeno stringervi la mano, perché siete infettivi, trasmettete quel virus che si chiama delirio di potere, intinto di tutte le ingiustizie del mondo.

Ma anche per voi c’è la nostra condanna, amarvi, non dimenticarvi, pregare di continuo perché almeno una piccola porzione della vostra nullità emerga dal fuoco dell’inferno, per lasciarvi vivi, in modo che possiate espiare le vostre colpe molto molto a lungo, anche questo è un segno del nostro amore.

Quanto al buon Gates, la fine più giusta è che lui sia dimenticato in modo così profondo che in Internet non resti nessuna traccia del suo nome.

E poi vi sono i gestori di facebook e quelli di youtube, che davvero meritano il nostro ricordo più sublime, in quanto loro avrebbero voluto continuare a censurare con la loro perfida e insulsa grettezza, gli interventi più intelligenti ed onesti degli esseri umani che non stanno con le mani in mano di fronte al male.

Ebbene, il segno del nostro amore sarà di dargli sempre la parola per giustificare ciò che hanno fatto, per tormentarli a trovare un motivo, che ovviamente non c’è, in modo che si consumino nel tentare di cercare l’inesistente e si logorino all’infinito in questa operazione.

A tutti coloro che avranno bisogno di un’ambulanza, per sé o per i propri cari, la fortuna riserverà l’occasione di riflettere sul senso del loro diniego di assistenza causa del virus, ma avranno l’assistenza adatta, rappresentata da un corso di formazione permanente che fingerà di trasmettere tutte le atroci corbellerie che loro hanno usato per rifiutare di fare il proprio dovere con il prossimo, quando ne aveva bisogno.

Grazie a tutto questo trattamento che riserveremo loro, queste persone potranno redimersi, ma solo alcuni potranno raccontarlo, perché creperanno prima, come hanno fatto accadere agli altri con le loro mani.

Ah. Quanto amore!!!

E dove non arriverà la forza dell’amore, arriverà la forza della capacità di rispondere, volta per volta, agli attacchi che vari idioti avranno la stoltezza di muovere verso le persone che rimarranno, per rispondere ai tentativi di privazione di libertà, che, prima o poi, si configurerà nella sopravvivenza dei superstiti, inavvicinabili persino da quegli ultimi “eroi” della demenza, che ancora avranno l’idea di alzare un braccio”.

Altamura, dicembre 2020

Nobil  Homo

Dr. Salvatore Rainò

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo –

13° Battaglione Logistico di Manovra

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

 

*****

 

 

LINK STORIA COVID

(alcuni autorevoli Link per ricostruire la trama logica,

sulla quale poter fare tutte le mie osservazioni)

 

IL VACCINO ANTICOVID E LA MODIFICA DEL GENOMA UNANO

 

Dr Scoglio: Obbligo del vaccino influenzale? Per la Cochrane Library, Bibbia della medicina ufficiale, è inutile e dannoso

OBBLIGO DEL VACCINO ANTINFLUENZALE?

 

Pavlov e il Coronavirus

PAVLOV E IL CORONAVIRUS

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=183537673178709&id=112453713620439&sfnsn=scwspwa&extid=sWs5dtb52ZQyKDue

IL VACCINO COVID SIA OBBLIGATORIO

 

Oms dà a Monti la “poltrona Covid”: deciderà lui le priorità

OMS DÁ A MONTI LA POLTRONA COVID

 

COME SI CONTANO I CONTAGI DA COVID 19

 

Coronavirus: Sedati perché cercavano di salvarsi?

CORONAVIRUS: SEDATI PERCHÉ CERCAVANO DI SALVARSI

 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/08/12/quattro-milioni-di-api-morte-in-due-giorni-tra-brescia-e-cremona-indagano-i-forestali/5898368/amp/

QUATTRO MILIONI DI API MORTE A BRESCIA

 

https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT04283461

SAFETY AND IMMUNOGENICITY STUDY

 

https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2020/08/13/avviso-di-garanzia-a-conte-e-sei-ministri-dopo-denunce-per-covid_9c4eea94-c2fa-49ef-9fbd-9d3996ce7beb.html

AVVISO DI GARANZIA A CONTE E SEI MINISTRI

 

PANDEMIA DI ASINTOMATICI

 

https://www.la7.it/in-onda/video/covid-prof-zangrillo-serve-vaccinazione-di-massa-contro-linfluenza-12-08-2020-336075

VACCINAZIONE DI MASSA

 

UN’ALTRO MEDICO PARLA

 

LO STATO DI EMERGENZA ERA ILLEGITTIMO

 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/08/17/covid-cellule-t-e-immunita-crociata-cosi-la-ricerca-indaga-sulla-risposta-immunitaria-causata-da-altri-virus-come-il-raffreddore/5893209/

COVID, CELLULE T E IMMUNITÀ CROCIATA

 

Il Coronavirus si trasmette nell’aria? Cosa dicono le ricerche sui contagi

IL CORONAVIRUS SI TRASMETTE NELL’ARIA?

 

LA TV ITALIANA NON LO DIRÀ MAI

 

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/coronavirus-ricciardi-se-virus-aumenta-a-rischio-scuola-e-voto_22080695-202002a.shtml

SE RIPARTE IL VIRUS

 

 

TI SEI FATTE QUESTE DOMANDE?

 

SEQUENZA DEL CORONAVIRUS IN TUTTI I DNA

 

CHI HA SOTTOMESSO L’ITALIA AI VACCINATORI

 

 

https://www.terranuova.it/News/Salute-e-benessere/Diciassette-voci-autorevoli-della-medicina-firmano-un-documento-Vaccinazione-antinfluenzale-meglio-rivedere-l-ipotesi-dell-obbligo

DICIASSETTE VOCI AUTOREVOLI

 

 

https://youtu.be/CxJfsj-yoL4

QUANDO LA PANDEMIA LA DECIDE LA REDAZIONE

 

 

https://www.controinformazione.info/tutto-pronto-vogliono-rinchiuderci-di-nuovo/

TUTTO PRONTO

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3129537287108221&id=236134693115176&sfnsn=scwspwa&extid=i5zjYvzljeHOqzj2&d=w&vh=e

VACCINO E BASTA

 

https://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/20_giugno_17/coronavirus-tirare-sciacquone-puo-diffondere-virus-che-cosa-fare-5747c36e-b079-11ea-960e-a5a2de99a416.shtml

DIFFONDERE IL VIRUS

 

 

 

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/coronavirus-a-scuola-solo-la-mascherina-chirurgica-i-presidi-pensano-alla-sospensione-per-chi-non-la-indossa_22491715-202002a.shtml

PRESIDI

 

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2036509533146217&id=380343995429454&sfnsn=scwspwa&extid=OSrCRlLvPIXAfwGR&d=w&vh=e

SERVE UNA RIVOLTA POPOLARE

 

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=451499515751742&id=212879402947089&sfnsn=scwspwa&extid=jffkBG1ehOQMrzKi&d=w&vh=e

LO CHIAMAVANO VIROLOGO

 

 

COVIDIOZIE

 

 

L’attacco finale del Nuovo Ordine Mondiale all’Italia e l’autunno che cambierà la storia del mondo

ATTACCO DEL NUOVO ORDINE MONDIALE

 

POLIZIA ARRESTA UNA MAMMA

 

PENSIERO DOMINANTE

 

https://video.gazzetta.it/spagna-positiva-covid-va-fare-surf-stata-arrestata/7f89a808-f26c-11ea-a638-c8d16ed64251?vclk=Videobar

RAGAZZA VA A FARE SURF

 

 

VIRUS MAI ISOLATO

 

 

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-02-24/perche-2015-italia-sono-morte-54mila-persone-piu-9percento-173100.shtml?uuid=ACB9EFbC

IN ITALIA NEL 2015

 

 

COME LA METTIAMO

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=330748094922161&id=100039609193909&sfnsn=scwspwa&extid=s5TAlFeoOeZGeev9

LEGGERE PER CAPIRE

 

COVID 19: MEDICI DI TUTTO IL MONDO CONTRO LA FOLLIA.

MEDICI DI TUTTO IL MONDO CONTRO LA FOLLIA

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1420066341531682&id=598709533667371&sfnsn=scwspwa&extid=EwJWflYlDBkwKA6y

AUDIO RICEVUTO

 

LE FALSE STIME DEL COVID

 

 

https://ningizhzidda.blogspot.com/2020/09/perche-oltre-500-medici-dicono-che-la.html

500 MEDICI

 

https://m.facebook.com/notes/stefano-scoglio/i-tamponi-covid-19-producono-fino-al-95-di-falsi-positivi-confermato-dallistitut/10219184857114453/

FALSI POSITIVI DEI TAMPONI

 

CDC Documents: “No Quantified Virus Isolates Of The 2019-nCoV are Currently Available”

CDC DOCUMENTS

 

https://www.affaritaliani.it/coronavirus/tamponi-positivi-contagiosita-699129.html

FINE DELLA MEDICINA CLINICA

 

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10216459516831030&id=1550107660

BILL GATES

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1012816569144620&id=113489253666306&sfnsn=scwspwa

SMASCHERATO CRISANTI

 

https://www.databaseitalia.it/azione-legale-contro-i-tamponi/

AZIONE LEGALE CONTRO I TAMPONI

 

SARA CUNIAL

 

ITALIA SI RIBELLA, CARABINIERI TOLGONO CASCO E SOLIDARIZZANO COI MANIFESTANTI – VIDEO

ITALIA SI RIBELLA

 

 

ASINTOMATICO E MALATO

 

 

Il tweet profetico di Biden sulla pandemia

PROFEZIA DI BIDEN

 

 

https://fb.watch/1pwfYxD4s8/

RADIAZIONE

 

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=184825076565030&id=100051126164788&sfnsn=scwspwa

BUSINESS DEI POSITIVI

 

https://youtu.be/or50fMPaYZM

MORTI DA COVID

 

https://fb.watch/1uVDeyJLm2/

NOTIZIE DALLA SVEZIA

 

 

https://telegra.ph/La-vaccinazione-antinfluenzale-sospettata-n-1-dellepidemia-mondiale-11-02-2

VACCINAZIONE SOSPETTA

 

PAOLO FERRARO

 

https://www.rai.it/programmi/report/inchieste/Il-grande-inganno-48cf229b-d4a8-45f4-9fd3-0d4692155cbd.html

VIRUS E SEGRETI DI STATO

 

DOTTORESSA D’ORAZIO

 

https://telegra.ph/Appello-del-dottor-Luca-Speciani-11-08

DOTT. LUCA SPECIANI

 

 

CI LASCIANO CREDERE CHE ABBIAMO BISOGNO DI RIMANERE IN LOCKDOWN: PARLANO I MEDICI AMERICANI

MEDICI AMERICANI

 

 

https://www.databaseitalia.it/universal-masking-mito-scientifico-senza-evidenza/

UNIVERSAL MASKING

 

 

https://www.databaseitalia.it/new-england-journal-of-medicine-la-quarantena-anche-se-imposta-dai-militari-non-serve-a-fermare-il-diffondersi-del-virus/

QUARANTENA NEW ENGLAND

 

 

 

Hanno osato chiederci di fare la puntura ai nostri pazienti  per farli  partire più presto”

INIEZIONI LETALI

 

 

MEDICI PRENDONO SOLDI

 

CRISANTI MASSIMA TRASPARENZA

 

 

Influenza stagionale, grafico OMS dimostra la “truffa”: «È una follia» Video

OMS TRUFFA

 

 

MAMME VENDUTE

 

 

“La pandemia è finita” – L’ex direttore scientifico della Pfizer afferma che la “seconda ondata” è una bufala basata sui risultati “falsi positivi” dei test

EXDIRETTORE PFIZER

 

LOCKDOWN INUTILE

 

NEGOZIATORI VACCINO

 

 

CONVOCATI RANIERI GUERRA

 

TROVA IL NEGAZIONISTA

 

 

https://vaccinoconsapevole.blogspot.com/2020/11/tamponi-isolamento-e-quarantena-la.html?m=1

CORTE DI APPELLO DI LISBONA

 

 

https://www.bmj.com/content/371/bmj.m4037

VACCINES SAVE LIVES?

 

https://fb.watch/29SKIiojyI/

PARAGONE FA NERO SPERANZA

 

 

http://www1.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/1999/06/17/Esteri/ASPIRINA-FINISCE-UN-MITO-UCCIDE-COME-LAIDS_161400.php

ASPIRINA FINISCE UN MITO

 

AVETE CAPITO?

 

 

DOSSIER RITIRATO DALL’OMS

 

https://www.nature.com/articles/s41467-020-19802-w#Fig1

POST LOCKDOWN SARS

 

 

https://liberopensare.com/appello-di-robert-f-kennedy-jr-evitate-a-tutti-i-costi-il-vaccino-covid/

APPELLO KENNEDY

 

 

 

VOI MEDICI TRADITORI di Sonia Savioli

VOI MEDICI TRADITORI

 

FIGURIAMOCI AGLI ANZIANI

 

 

COSE GRAVISSIME

 

 

TAMPONI FALSI

 

ANCHE IL KIWI

 

 

https://rumble.com/vc0iky-video-fortemente-censurato-il-vaccino-covid-una-riduzione-della-popolazione.html

RIDUZIONE POPOLAZIONE

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2799616463584410&id=100006082515566&sfnsn=scwspwa

FAICI FINGE

 

 

DOTTORESSA BOLGAN

 

 

VERI EROI

 

TROVA IL NEGAZIONISTA

 

 

8.500 PERSONE

 

VIRUS MAI ISOLATO

 

 

MIKE YEADON PFIZER

 

INTERVISTA SHOCK A BOLGAN

 

 

VACCINI NON TESTATI

 

 

L’INGANNO DEI TAMPONI

 

UNO DEI VIDEO PIÙ IMPORTANTI

 

 

COLPO DI STATO MONDIALE

 

*****

 

 

Ma vi è più

 

 

 

CONCLUSIONI

 

Il presente Documento (di seguito riportato), grazie alle sue caratteristiche di obiettiva inoppugnabilità, è in grado di fungere da “mezzo di legittima difesa”, per coloro che vengono intimiditi, in vario modo e in varie situazioni, subendo pressioni illegittime per vaccinarsi.

In tal senso, il Documento incardina i motivi, per i quali, è possibile contrastare immediatamente gli agonisti della costrizione, rammentando loro che, diversamente, sono destinati ad essere denunciati penalmente, nome e cognome, salvo restando il loro ruolo,  ma, in ogni caso come soggetti che stanno compiendo un Reato, ponendo in pericolo l’incolumità della persona molestata, che è INVIOLABILE.

 

RELAZIONE SCIENTIFICA SULLA SCHEDA DEI VACCINI

(tutte le risposte scientifiche alle affermazioni

che preludono all’utilizzo vaccinale Covid 19)

 

1)     Anche questa scheda, come le altre in genere, di vaccini e di farmaci veri e propri, offre il fianco ad una disamina critica, scientifica, seria, che consente una netta smentita

1)     Per il Covid, però, data la confusione e la contradditorietà della grottesca situazione generale, mi sembra d’obbligo, dopo aver bene ponderato, esprimermi con deontologia e scientificità, ma soprattutto con misericordia per chi è stato “soggiogato”

2)     La scontatezza con cui sono formulate le spiegazioni della scheda è contraddittoria rispetto alla profonda complessità dell’argomento, nonché rispetto alla ovvia ignoranza della maggior parte delle persone, che, non avendone la capacità, comunque, nemmeno riusciranno a leggere la scheda

3)     Affermare, da subito e nelle prime, righe che “il Prodotto serve ad ottenere una immunizzazione attiva” è menzognero, in quanto il resto della scheda è costellato di dubbi in tal merito

4)     L’indicazione “intramuscolo” non è subito corredata dalla cautela dell’aspirazione prima dell’introduzione tramite ago, tuttavia in seguito si aggiunge che il vaccino non deve essere iniettato endovena, fatto che si contrappone alla sola frase “intramuscolo”, quindi fonte di confusione su un elemento cruciale

5)     A chi obietta che io stia esagerando, rispondo che, fondamentalmente, il vasto repertorio di video che riprendono la somministrazione, oltre all’esperienza diretta, mostra incontrovertibilmente che, per fretta ed ignoranza, l’aspirazione non venga mai effettuata…ma questo è un vecchio vizio

6)     Le reazioni anafilattiche non sono soltanto immediate, ma possono essere anche tardive, e queste, secondo l’Immunologia clinica, possono anche essere le più classicamente fatali

7)     In relazione all’entità numerica delle somministrazioni e, perciò, al conseguente aumentato rischio statistico delle reazioni, il vaccino non potrebbe e non dovrebbe essere eseguito fuori da ambienti di vera e propria Rianimazione, pena l’esposizione ad un intollerabile rischio clinico-sociale per i malcapitati: PRIMUM NON NOCERE

8)     L’allusione alle “risposte possibilmente legate all’ansia” è da intervento immediato della Giustizia, in quanto, per stress, come dicono loro, i ravvisati segni e sintomi, come, per esempio, iperventilazione e sincope, sono purtroppo identici a quelli che intervengono nei casi che possono evolvere in pochi minuti verso il decesso.

Quindi si configura una perversa istigazione a sottovalutare i primi segni di scompenso pericoloso per la vita: dovrebbe essere il contrario!

 

9)     A proposito di “Ansia”, ricordo che tale condizione è controindicazione al trattamento, in quanto essa, oltre all’aumentato rischio di reazione avverse, è per lo meno frutto di incertezza, indeterminazione, confusione, che non si addicono ad un Buon Consenso Informato. Altrimenti, perché chi sta per beneficiarsi di qualcosa di cui è convinto dovrebbe fare opposizione di qualunque genere?

10)  L’espressione:” La vaccinazione deve essere rimandata nei soggetti affetti da uno stato febbrile acuto severo o da un’infezione acuta. La presenza di un’infezione lieve e/o di febbre di lieve entità non deve comportare il rinvio della vaccinazione” è contraddittoria e pericolosa, perché uno stato acuto severo inizia sempre con modalità progressive

11)     Dire che “La durata della protezione offerta dal vaccino non è nota; sono tuttora in corso studi clinici volti a stabilirla, parlare di limitazioni dell’efficacia del vaccino, affermare che, come per tutti i vaccini, la vaccinazione potrebbe non proteggere tutti coloro che lo ricevono” è soltanto la prova che il “Contratto” fra Ditta e utilizzatore è fondato su affermazioni infondate e fraudolente, quindi il medesimo “Contratto” è una truffa

12)     Parlando di “Contratto”, in quanto l’adesione alle notizie rilasciate dalla Ditta inducono l’utilizzatore ad aderire, bisogna dire che, data l’importanza della “cosa”, anche con rischio di vita, mancando la firma del cliente sulla Scheda, si pone una assurda unilateralità del controllo delle affermazioni, ma ciò è INGANNEVOLE, quanto foriero di danni irreparabili, come la Storia ha già insegnato

13)      L’espressione: “ La somministrazione del Prodotto durante la gravidanza deve essere presa in considerazione solo se i potenziali benefici sono superiori ai potenziali rischi per la madre e per il feto” è un’assurdità, in quanto la Gravidanza ha come scopo precipuo la salvaguardia e la tutela del prodotto del concepimento e del feto”

14)     Avvisare che “Non è noto se il Prodotto viene secreto nel latte materno”, oltre a dimostrare quale sperimentazione striminzita sia stata effettuata, impone una considerazione etica su un trattamento opinabile, che non deve condannare anche il neonato a sottoporsi a “qualcosa” di potenzialmente evitabile e dannoso

15)     Dopo un vaccino, l’individuo dovrebbe essere a riposo, non lavorare o guidare, sinché  non si è certi che tutto vada bene, anche per non rappresentare motivo di incidenti per sé e per gli altri: è una grave banalizzazione trascurare questo aspetto

16)     L’espressione: ” Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione riportato nell’allegato” induce ad osservare che, ormai, è vietato attribuire ad un vaccino qualunque incidente, in baffo alla Legge sul Risarcimento danni da vaccino (pensate che facebook “boccia” la parola Covid, in accordo con le Istituzioni!

17)     Riferirsi all’eventualità di “Sovradosaggio” fa “sorridere”, in quanto, se un vaccino va in circolo, all’insaputa dell’operatore, la sua azione è completamente diversa che se viene deposto in un sito e presentato lentamente all’organismo, come dovrebbe, ma di ciò non si fa alcuna menzione

18)     Quando, a proposito del meccanismo d’azione, ci si riferisce a “mutazioni, inserimento, materiale genetico”, mi viene in mente l’Apprendista Mago di Walt – Disney, in quanto ritengo abominevole, a conferma delle incertezze citate dalla stessa Ditta, osare di mettere mano a meccanismi così delicati, senza prove certe, senza tempi idonei, ma, in ogni caso, mi sembra, per esporre ogni singola persona ad una roulette russa, che, da Immunologo, NON POSSO APPROVARE, e non parlo solo degli effetti immediati, ma specialmente di quelli futuri

19)     Non si capisce quale approvazione sarebbe possibile da parte degli utilizzatori, a fronte della complessità tale di certe spiegazioni, per comprendere le quali, occorre, già fra i Medici, un iter formativo specialistico particolare

20)     L’espressione: ” le analisi per sottogruppi dell’endpoint primario di efficacia hanno dimostrato stime puntuali di efficacia paragonabili fra sessi, gruppi razziali ed etnie, e fra partecipanti con comorbilità associate a un rischio elevato di COVID-19 severa”  è un falso scientifico, in quanto è stato dimostrato che il destino metabolico e biochimico di  qualunque vaccino e farmaco è legato a fattori costituzionali, che vengono invece completamente tralasciati. Altrimenti, perché, nei fatti conclamati, alcune persone vaccinate hanno solo patìto danni?

21)     Il riferimento citato in relazione a “ulteriori aggiornamenti sul vaccino” non esprime alcuna sicurezza ed è contrario al principio di massima sicurezza, che impone di non somministrare nulla che non sia così vagliato da non poter generare danni

22)     Le espressioni relative a “Tossicità, Genotossicità, potenziale cancerogeno e tossicità per la riproduzione” sono false, azzardate, pericolose, e poi, quando scrivono “Si ritiene che sia così” raggiungono il massimo della antiscientificità, in quanto non è così, ma “loro” si ritengono autorizzati ad esprimersi così superficialmente

23)     Quando si fa riferimento alla “conservazione”, è talmente delicata la procedura, causa le temperature bassissime da osservare, tanto da capire, implicitamente, che la farraginosità e la aleatorietà, anche in tal senso, sfiora la prestidigitazione. Voglio vedere chi è l’operatore che rifiuta di somministrare il Prodotto, perché ha la sensazione che qualcosa non abbia funzionato nella catena di conservazione! Siamo realisti.

24)       Quanto alla cautela di “non esporre le fiale alla luce ultravioletta”, è davvero demenziale, in quanto la maggior parte delle comuni fonti luminose, emette ultravioletti, anche in parte, che, notoriamente, in pochi secondi possono catalizzare, casualemente, trasformazioni velocissime, come fà il Dentista quando illumina l’otturazione dentaria, che si consolida in pochi attimi, come avviene anche una per una vasta serie immane di altri processi, per collanti, amalgami, alimenti e via di seguito

25)     Si afferma: ” è necessario più tempo per ottenere dati significativi per dimostrare se i vaccinati si possono infettare in modo asintomatico e contagiare altre persone. Sebbene sia plausibile che la vaccinazione protegga dall’infezione, i vaccinati e le persone che sono in contatto con loro devono continuare ad adottare le misure di protezione anti COVID-19”. Questa espressione è la prova inconfutabile che:

 

–        I vaccinati possono contagiare

–        Che i non vaccinati possono essere contagiati

–        Che il vaccino non è la misura utile a risolvere la situazione tragicomica, antiscientifica, e psichiatrizzante, del mascherino, della distanza di sicurezza, del tampone etc.

 

26)  A proposito di tamponi, come si farà a sapere quante nuove positività si creeranno per le vaccinazioni introdotte, sia nei vaccinati che non, i quali, ragionamento scientifico alla mano, non si capisce perché non dovrebbero procurare l’emissione dal corpo del così detto modello neovirale?

27)  I riferimenti alle reazioni avverse sono completamente amputati dei dati osservazionali nei tempi successivi, il che è assurdo, antiscientifico, pericolosissimo, ma si risolverebbe, semplicemente, lasciando parlare gli Specialisti Immunologi, senza lo spauracchio di interventi ordinistici

28)  Come anche banale, riduttivo, direi da Infermiere, senza offesa, ritengo la valutazione delle situazioni di “controindicazione”, che è un Atto Medico, cioè non può essere deciso se non da Medici

29)  Le situazioni di iperimmunità, allergia in genere, immunodeficienza sono di per sé un problema, ai fini della previsione degli effetti ultimi sui soggetti sottoposti – lo dico da IMMUNOLOGO

30)  Quando si dà precedenza alla vaccinazione sui possibili rischi in pazienti con patologie preesistenti, si commette un altro “triplo salto all’indietro”, poiché il rischio di evenienze stile Covid sarebbe frutto di un atto medico, secondo Giurisprudenza, evitabile e fuori della storia naturale del paziente, quindi un vero “temporale improvviso” nell’equilibrio del paziente al momento della somministrazione: questo è un fatto penale gravissimo

31)  Se “non si hanno ancora dati certi sull’evoluzione del vaccino Covid”, come si fa a dire che “è improbabile l’interferenza con altre vaccinazioni”? Che cosa è, un terno al Lotto?  Si nota sempre la stessa cosa: UNA ENORME SUPERFICIALITA’, QUANDO L’ARGOMENTO DIVENTA PICCANTE!

32)  Un’altra affermazione davvero illogica e, quindi, pericolosissima:” Il vaccino protegge solo la persona vaccinata o anche i suoi familiari? Il vaccino protegge la singola persona, ma se siamo in tanti a vaccinarci, potremmo ridurre in parte la circolazione del virus e quindi proteggere anche tutte le persone che non si possono vaccinare: la vaccinazione si fa per proteggere sè stessi, ma anche la comunità in cui viviamo.

Questa affermazione non è in linea con dati scientifici contrari a questa illazione antiscientifica, già smascherata, è in conflitto con le altre affermazioni sopra rilasciate dalla Ditta, non è legale da inserire all’interno della Scheda del Prodotto, in quanto entra in conflitto di interesse, utilizzando argomenti opinabili, per sostenere la vendita stessa, quindi irregolare, quanto a protezione dei diritti del consumatore, e, ovviamente, perseguibile penalmente. Dovrebbero finirla!

33)  Altra affermazione bizzarra e tragicamente comica:” Anche se l’efficacia del vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 è molto alta (oltre il 90%) vi sarà sempre una porzione di vaccinati che non svilupperà la difesa immunitaria, inoltre, ancora non sappiamo in maniera definitiva se la vaccinazione impedisce solo la manifestazione della malattia o anche il trasmettersi dell’infezione. Ecco perché essere vaccinati non conferisce un “certificato di libertà” ma occorre continuare ad adottare comportamenti corretti e misure di contenimento del rischio di infezione”.

E qui, “si danno proprio la zappa sui piedi”

Una qualunque persona, con un minimo di intelligenza, si chiede:

“DI CHE COSA STIAMO PARLANDO?”

Conclusioni

Esaminati tutti i singoli argomenti esposti, in risposta alla Scheda tecnica vaccino covid 19, si evince che la pratica vaccinale compulsa, compulsivante, e mendace, già, come visto, nelle sue più intime premesse di informazione sul Prodotto, sullo sfondo della grottesca e imperdonabile confusione indotta, da tutto tranne cha da un sereno approccio scientifico ed etico, si presenta come ennesimo atto perseguibile e da interrompere immediatamente, per non incorrere nel prosieguo e nel consolidamento dei più gravi danni indotti al Genere Umano, non per sane motivazioni, ma, al contrario, per una dinamica paradossalmente basata sull’opposto dell’Aforisma più importante della Missione Medica:

PRIMUM NON NOCERE

 

 

 

 

Nobil  Homo

Dr. Salvatore Rainò

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo –

13° Battaglione Logistico di Manovra

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

 

 

 

Per quanto sopra

SI C H I E D E

che l’Ecc.ma Procura della Repubblica in indirizzo adita, Voglia, partendo da quanto esposto nella superiore narrativa, esaminare attentamente ogni punto di questa denuncia, in ogni suo aspetto principale e correlato che l’afferisce nell’obiettivo di aprire un fronte di indagine giudiziaria finalizzato:

1.             ad accertare i reati rinvenibili dai fatti di cui alla superiore narrativa riconducibili alla condotta del Dott. Filippo Anelli, di tutti i rappresentati di questo Governo sia personalmente che nella qualità, dell’OMS nella persona del suo direttore Generale, del dott. Guerra e dell’ex  Ministra Lorenzin, del dott. Burioni, del Dott. Galli, del dott. Pregliasco, di Bill Gates  al fine di procedere nei loro confronti con riserva di costituzione di parte civile;

2.             ad accertare i reati rinvenibili dai fatti di cui alla superiore narrativa riconducibili dalla condotta di soggetti, organizzazioni, enti e quant’altro al momento ignote e che dalle indagini potranno essere identificati, al fine di procedere nei loro confronti con riserva di costituzione di parte civile;

3.    eseguire, se sussistono i presupposti di legittimità, accertamenti sul patrimonio personale, diretto ed indiretto (familiari, amici stretti e società ad essi collegate direttamente od indirettamente), di ognuno dei soggetti che potranno essere individuati come responsabili e protagonisti attivi (diretti ed indiretti), altrettanto perseguibili, per questi fatti.

Il SOTTOSCRITTO DENUNCIANTE chiede di essere avvisato ai sensi dell’art. 406 c.p.p. e anche ai sensi dell’art. 408 c.p.p.

Per quanto sopra il sottoscritto auspica che l’AUTORITA’ GIUDIZIARIA si organizzi per muoversi legittimamente a svolgere ogni opportuna e adeguata attività di indagine giudiziaria su quanto CHIESTO perché potrà emergere un quadro di intrecci, di soggetti e di organizzazioni più “allarmante e pericoloso” di quello della “Criminalità” anche “Organizzata”.

Il sottoscritto, fa altresì presente, che questa iniziativa, a seconda dell’esito giudiziario che da questo atto conseguirà – e se le circostanze in proseguo lo richiederanno -, seguiterà giudizialmente, e senza indugio alcuno se ricorreranno i presupposti di legittimità, finanche innanzi alla CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO.

Nomino fin da ora mio Difensore di Fiducia l’Avvocato Saverio Lauretta del Foro di Ragusa.

 

Nobil  Homo

Dr. Salvatore Rainò

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo –

13° Battaglione Logistico di Manovra

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

 

*****

 

 

2 COMMENTI

  1. Devo dire che ho sempre sospettato che la maggior parte dei medici, NONOSTANTE IL GIURAMENTO DI IPPOCRATE, si siano lasciati intimidire o, peggio, comprare da incentivi di facili riconoscimenti, come denunciato dal dr. Salvatore Rainò, possa avvenire in Lombardia per l’accordo firmato con la “regione lombarda 🤮🤮🤮🤮🤮🤮”

  2. Il Grrr nelle reazioni è messo NON PER l’azione di grande umanità del dr. Salvatore Rainò, ma per quanto scrive nella sua disamina dei fatti!
    Io già pensavo e sospettavo che dietro gli interventi alla “burioni” ci fosse una regia, ma lo scritto del dr. Rainò dimostra, CHIARAMENTE, che il popolo italiano non solo è stato tradito, per i classici 30 denari, dalla classe politica (sia dalla maggioranza che dall’opposizione), MA ANCHE da chi ha fatto il “GIURAMENTO DI IPPOCRATE” 😬😬😬!!!
    Certamente il dr. “francesco anelli 🤮🤮🤮” ha danneggiato, GRAVEMENTE E CON DOLO, sia la classe “DEI MEDICI” e, a mio avviso, anche il popolo italiano!
    Per questo motivo che ho chiamato l’azione del dr. Salvatore Rainò di grande umanità!
    Infatti sta lottando NON SOLO PER LUI, ma per il paese intero, SOPRATTUTTO ORA con la storia dei vaccini!
    Dio benedica grandemente e protegga il mitico dr. Rainò, per il suo coraggio, professionalità ed amore verso il prossimo!!!

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.