PASQUA 2021

2
836

AUGURI DI PASQUA 2021

(le parole che seguono sono a rappresentanza di tutti i cittadini che mi corrispondono,  esprimendo il monito celeste, da noi mediato,  agli esseri umani che si sono così miseramente smarriti) 

 

Esistono momenti di evoluzione in cui sembra scontato che tutto stia crollando

 

È proprio la vorticosità degli eventi, l’aberrazione scandalosa dei comportamenti, che trascinano la percezione della realtà sull’orlo del dirupo.

A questo punto, si usano espressioni che tolgono qualunque speranza.

In questi momenti, non si riesce a vedere una via di salvezza.

Facilmente, si ritengono inevitabili le conseguenze della malvagità.

Si usa il tempo futuro per anticipare tutto quello che accadrà.

Si intercala spesso l’espressione: Vedrai!

È come se già ci fossimo spostati nella negazione della positività di cui ancora stiamo godendo.

In poche parole, trattasi di un’illusione.

I Medici evoluti conoscono molto bene questo stratagemma che le così dette malattie usano per sollecitare lo sviluppo della persona.

Voglio dire che la situazione in cui si finisce per cadere è anticipatamente proiettata come un ologramma, e poi, ad un certo punto, diviene, per così dire, vera.

La consapevolezza crea le premesse per il superamento dei problemi.

Occorre quindi che non si prospetti l’evoluzione funesta perché qualcuno ci conduce in quella direzione, ma, invece, soltanto perché ci accorgiamo di non saper condizionare il corso degli eventi, a causa di una nostra menomazione intellettiva.

Tale menomazione si supera, tornando a impadronirsi della propria facoltà di immaginare il diritto di essere, con la libertà che è propria dell’evoluzione spontanea della vita.

Favorire la serenità sociale è il mezzo più importante per garantire prosperità e ricchezza intellettuale e spirituale, quindi civiltà e benessere.

Il prezzo da pagare è l’accettazione della condizione di rischio legata alla nostra facoltà di “dire no”.

Dire no è l’atto più fondamentale della centralità della quintessenza della persona.

Ma la nostra società è minata da molto tempo, in cui la si è esercitata alla sottomissione e alla negazione della spontaneità.

Non esiste un altro modo di essere che non sia collegato ad un traumatico evento di svolta, in cui si prende il timone e si sterza come per evitare lo schianto contro un ostacolo.

Questa immagine vorrei riuscire a far passare, per far comprendere a tutti la verità.

 

La verità non è nelle mani di chi vuole esercitare un potere basato sulla bugia.

Questa bugia è comoda a qualcuno solo in un primo momento.

Vi assicuro di aver visitato moltissime persone che nella loro vita avevano fatto molto male al prossimo, come dire, per lavoro.

Lo sguardo di queste persone che venivano per incontrarmi, nel bisogno di essere aiutati, era imbarazzato e perso nel vuoto, perché si vergognavano di me e del mio giudizio.

Non li ho giudicati, li ho guardati, li ho ascoltati, poi sono tornato a guardarli, molto a

lungo, in silenzio.

Loro hanno capito ed hanno detto grazie.

Per l’ennesima volta, nella presente occasione, volgo la mia attenzione a Tutti coloro che hanno creato e che alimentano la pseudo-realtà.

Potrei fare un elenco di nomi e cognomi, ma sarebbe così lungo che rovinerei lo stile del mio comunicato, che vuole essere incisivo, netto, il meno ripetitivo che mai.

Citerò solo alcuni dei personaggi al centro dell’attenzione da parte della compagine sociale sana, che sta sorvegliando letteralmente che le marachelle malsane non debordino in modo ancora più bestiale.

 

Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Presidente Conte, Presidente del Consiglio,  Mario Draghi, Sig.ra Lorenzin, Ministro Speranza, Presidenti tutti di ogni ordine e grado, Ministri, Sindaci, Presidenti di Regione, Capi di ogni Organo istituzionale, Magistrati dormienti e corrotti, che supervisionate, assecondate e alimentate, con mille dinamiche criminali, l’inferno nel quale la popolazione è piombata.

 

Comandanti generali di ogni Corpo militare, paramilitare, sanitario, Presidenti degli Ordini dei Medici, Presidente generale dell’Ordine dei Medici, Autorità sanitarie tutte, impiegati, amministrativi, collaboratori di ogni specie che contribuite a tenerci in queste condizioni.

 

Autorità del Mondo della Scuola, Sua eminenza il Papa, praticatori di diagnosi farlucche e di terapie sbagliate, rese oggetto di protocolli demenziali quanto mortali.

 

Non specifico più dettagliatamente il prosieguo dell’elenco.

 

Devo chiarire, che ogni giorno, sempre di più, la mia casa “metaforicamente parlando” trabocca di telefonate, visite, doni, riscontri di stima, fiducia, ringraziamento.

Non sono da solo, al contrario sono il mito, il riferimento sicuro, un vero e proprio Faro nelle tenebre.

Vi assicuro che i naviganti illuminati dal processo di lucidità, etica e spiritualità, che rappresento, non sono, come i giornalisti distorti vorrebbero far credere, quattro gatti, ma sono flotte immani, pronte a muoversi, non appena farete l’errore degli errori.

 

Si. Perché siete così accecati dalla collera, dalla tracotanza, dalla paura che qualcuno vi possa smentire, come sto facendo da sempre io, che non vi accorgete degli errori madornali che commettete.

 

Siamo tanti.

 

Non siamo intervenuti per fermare le vaccinazioni, perché, pur dispiacendoci dei danni alla popolazione, ci rendiamo conto che occorre una scrematura che riduca i più stupidi, e in quanto tali, pericolosi per il futuro della comunità.

 

Ma, col tempo, si concentra sempre di più la forza all’interno del gruppo di persone lucide e sane, che rappresentano sempre di più un vero e proprio pericolo per la realizzazione dei vostri piani nefasti.

 

Si sta compiendo un errore madornale, quando si ritiene che le persone continueranno a sopportare con docilità quello che altri impongono, distruggendo ogni senso critico, ogni Diritto umano, ogni barlume di possibile convivenza serena fra i vari tipi di individui.

 

Fermatevi in tempo!

 

I miei interventi, lungi dall’essere prolissi, ripetitivi, di scarso rilievo, tracciano come il tic tac dell’orologio, lo svolgimento di una traccia solida e sempre più larga di consenso popolare, capace di spazzare, in una  notte, i rivoli del fiele maleodorante che serpeggia fra le persone ingenue e ben disposte, a causa vostra.

 

Non è l’ingenuità una lacuna, non è essa un punto di debolezza, come potete ritenere voi.

 

L’ingenuità è la freschezza che occorre per sopportare con pazienza, ma sempre pronti al colpo definitivo che potrebbe essere fatale.

 

Non mi meraviglio che persino gli Strati Alti della società civile e legale si muovano come amebe, senza quella prontezza e quell’armonia, che sono il caposaldo del loro dovere.

Cari amici tutti, sappiate che anche le brave persone sono organizzate e dispongono di elenchi precisi dei nomi, cognomi, ruoli e delitti in corso.

 

Qualora doveste superare i limiti, non osiate sostenere che non ve lo avevamo detto.

 

E’ semplice.

 

Vedete, voi altri siete deboli perché malsani, noi siamo forti, perché nel giusto, quindi protetti dall’Alto.

 

Alla fine, chi finirà alla gogna, non saremo noi.

 

Da bambino, pur essendo innamorato di tutta la gente, non avrei mai pensato di sentire,  un giorno, di essere divenuto così importante per tutti, tutti coloro che hanno il piacere di vivere alla luce del sole, anche se poveri, molte volte, ma autentici.

 

Ci sono, ci sono più che mai.

 

Dopo questo Documento, da me lanciato fra i cuori delle persone, altre quantità ingenti di altri cuori pulseranno tranquilli, anche in mezzo alle difficoltà, molti sguardi di persone di buona volontà, anche se dietro il riflesso di una divisa, torneranno a rispettare quel legame fra esseri umani, che si ritrovano sul Pianeta a condividere l’avventura che potrebbe essere la più bella possibile.

 

Potrei già sparire in questo momento.

Non avrei vissuto per niente invano.

 

Continuerò a vivere, solo se sempre più persone si ritroveranno a condividere quello che sto facendo per il solo scopo di vedere sorridere ogni persona con fiducia nella vita e negli altri esseri umani.

 

Ordino, in virtù del mio sacro incarico di essere umano presente nella storia del Mondo, ancora una volta, dedito alla protezione della vita intera, a tutti i responsabili del male in corso, di non sottovalutare che stiamo dando loro un’ennesima opportunità di essere fra di noi senza che dobbiamo preoccuparci.

 

Anche domani, come sempre, con le numerose persone libere dalla malattia che avete cucito addosso ai soggiogati, festeggeremo liberamente insieme, senza che nessuno, come è sempre accaduto finora,   patisca di problemi infettivi di qualunque genere.

 

Volete un consiglio: non venite a controllare!

 

Pensate a controllare altre situazioni in cui avreste il dovere di esercitare il vostro ruolo, senza che vi facciate ridicolizzare dai vostri comandanti, privi di ogni dignità e di ogni timor di Dio.

 

Nessuno abbia dubbi sulla nostra vittoria finale!!!

Affido, come al solito, la protezione della mia persona a San Michele Arcangelo, certo del suo intervento  su tutti quanti noi, che crediamo nel suo immane ruolo.

 

Nobil  Homo  

Dr. Salvatore Rainò

 

Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo – 

13° Battaglione Logistico di Manovra 

(Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)

 

Medico Chirurgo

Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica

Specialista in Medicina Interna

Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

Ricercatore bioenergetico

Website   salvatoreraino.com

 

2 COMMENTI

  1. Sono una persona del PMM felice di essere in un macro progetto e onorata di conoscere una anima nobile come Lei Dottore Salvatore che è di nome e di fatto 🙏🏻🇮🇹👏

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.